Salta i links e vai al contenuto

Una sorta di stalking

Ciao, sono una ragazza 27 enne della provincia Milano e da  qualche tempo mi rendo conto di subire una sorta di stalking. Capita da circa un anno, all’inizio non sembrava evidente mi pareva fosse un idea ma da qualche mese si è fatto decisamente più pressante l’atteggiamento di questa persona, a volte pedina, spia o passa con l’auto a fianco casa e mi sono accorta che non è un ex ma un conoscente che abita nella mia via, molto strano, introverso, non fa vita sociale, un odioso emarginato. Mi sento a disagio da un po’, sono anche fidanzata da 6 mesi con un ragazzo speciale ma ne ho parlato in casa di questa situazione e dicono che forse esagerò…alcune amiche mi han consigliato di far finta di non vedere e ignorarlo ma la situazione non cambia. Io ho un lavoro saltuario nel weekend per cui purtroppo a volte mi capita di essere a casa o uscire in paese e sentirmi osservata. Vorrei parlare  con qualche associazione per ricevere consiglio sul da farsi per scongiurare una denuncia ma prima vorrei il parere anche vostro, ho la sensazione che la cosa possa peggiorare. Grazie e un saluto alla community

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

15 commenti a

Una sorta di stalking

Pagine: 1 2

  1. 1
    Rossella -

    Non saprei cosa dire perché mi trovo molto più a mio agio con un ragazzo che si divide tra famiglia e impegni di lavoro (o studio). Magari lo vedi solo perché frequenta dei gruppi (parrocchiale, ecc.) e manca di una comitiva vera e propria… si conserva quel margine per poter tornare indietro quando gli si presenterà l’occasione d’innamorarsi. Che dire? Se hai questa sensazione potresti farti accompagnare da qualcuno. Vale la pena di portare con voi anche una nipote o una sorella perché il clima familiare ha la funzione d’inibire un eventuale corteggiamento. Si tratta di simboli importanti che neutralizzano l’interesse del ragazzo… infatti i fidanzati hanno l’abitudine di pranzare la domenica a casa dei suoceri, di far recapitare dei fiori a casa di lei, di frequentare il bar sotto casa della ragazza, di parlare dal balcone (per farsi vedere), ecc. Parlane con i tuoi e cerca di stare tranquilla, un caro saluto ;)

  2. 2
    Golem -

    Invece falla la denuncia della sensazione che hai, la prudenza non è mai troppa, e segnati ora giorno e luogo dei . pedinamenti.
    Non fare caso ai consigli di Rossella. Vive in un’altra dimensione. Come vedi non ha capito niente di quanto ti succede.

  3. 3
    Sofia -

    Cara ragazza questo non è ancora considerato stolking..il vero stolking è quando ti chiama e manda messaggi per tutto il giorno e notte tipo fino a 50 messaggi …quando ti cerca e chiama di continuo…quando si fa trovare sotto casa tua più volte al giorno…o quando ti segue in ogni tuo spostamento e te lo trovi in ogni parte dove VAI…o ti fa dal vivo e non vere e proprie minaccie fisiche. Questo è il vero stolker..

    Ora premettendo che lui fortunatamente non ha il tuo numero.. Sa però dove abiti..e questo è ancora peggio…per ora si limita a spiarti e seguirti a volte o passare davanti a casa,e’ovvio che gli interessi..ma è anche ovvio che è un interessamento malato!
    Le frasi dei tuoi genitori che forse esageri e quelle delle tue amiche di ignorarlo….SONO DELLE EMERITE STRONZATE! Sei sveglia e ti sei accorta che qualcosa non va! Nascondere la testa nella sabbia e fare finta di nulla come se non esistesse sto PROBBLEMA sarebbe immaturo e irresponsabile! E sono contenta che invece te sei matura e nonostante tutto ciò che ti hanno detto stai chiedendo aiuto!

    Può essere che la cosa si fermi lì… Che si limiti solo a questo….spiarti e osservati… (Male fisico e minaccie provabili non ci sono quindi i carabinieri non possono fare nulla,ma in Italia non fanno già un CAZZO quando l’uomo minaccia la donna di morte,figurati in questo caso)
    Può fermarsi e accontentarsi di fare quello…ma non. È detto..
    Non dare mai nulla per scontato nel senso che…può decidere un giorno che vede che sei da sola scendere dalla macchina e decidere di parlarti…in quel caso fosse così parlagli chiaramente che non ti interessa e la deve smettere con questo atteggiamento!

    Iscriviti subito a un corso di auto difesa…devi sempre essere preparata….sempre!
    Sempre pronta a combattere se dovesse accadere qualcosa…

    Non uscire tanto da sola soprattutto di sera,e se dovesse capitare girati sempre di spalle e osserva se qualcuno ti segue…tienti sempre in borsa uno spray di profumo e deodorante che abbiano dentro l’alcool e se dovessi venire attaccata uno sarai più sicura perché ti saprai difendere con il corso e due potrai spruzzargli negli occhi il profumo così non vedendo puoi prendere tempo per scappare ….

    Ovviamente tutto questo dovrai farlo solo se il ragazzo in questione capisci che si avvicina per farti del male o attaccarti…se invece viene solo per parlarti non dovrai ovviamente fare nulla se non fargli il discorso che ti ho detto prima!
    Ma meglio essere previdenti e preparati OK?

    Ma non solo con lui …tutte le donne dovrebbero essere preparate….

    Se poi vuoi andare a chiedere consiglio o consulto puoi cmq andare dai carabinieri ma ti diranno ciò che ti ho detto io ma te puoi andare lo stesso per sapere da loro cmq come devi muoverti oppure in un centro antiviolenza per donne….
    Ma il reale pericolo qua non c’è…. Se mai sarà ipotetico…se mai..ma per ora non puoi fare nulla…solo essere preparata dovessero andare…

  4. 4
    Rospo -

    Ciao, invece di offendere l’Arma dei Carabinieri, una delle pochissime istituzioni efficienti ed oneste ancora esistenti in Italia e che paga un costante tributo di sangue da parte dei Suoi meravigliosi militari in difesa dell’ordine e della sicurezza pubblici, come ha fatto Sofia col suo scritto, rivolgiti con fiducia alla stazione dell’Arma Benemerita competente sul tuo comune di residenza e troverai non solo dei seri professionisti, ma delle persone che faranno tutto il possibile, andando anche oltre i loro semplici doveri di istituto, per aiutarti.
    Vedrai che il tuo problema sarà risolto e che eviterai eventuali, spiacevoli, future complicazioni.
    Grazie e ciao.

  5. 5
    Yog -

    La situazione non va nè drammatizzata, nè sottovalutata: rivolgiti con fiducia al commissariato di P.S. e esponi le tue sensazioni. Ti diranno loro cosa è più conveniente fare, è inutile prendere iniziative estemporanee.

  6. 6
    maria grazia -

    è capitato anche a me e più di una volta. nel mio caso questi tizi erano arrivati a tempestarmi di chiamate e messaggi decine di volte al giorno e a minacciarmi di morte. e le minacce arriveranno anche a te prima o poi, se non denunci. rivolgiti subito alla polizia, non c’è altro da fare in questi casi, credimi! ciao.

  7. 7
    una panca -

    Forse è il caso che tu ti preoccupi ma che non ti allarmi, forse sono solo una serie di coincidenze . Se poi non ha fatto niente di violento è difficile dimostrare la premeditazione può essere che si trovi a passare perchè lavora magari o perché ha un ragazza. Ha tentato mai un approccio?

  8. 8
    Sofia -

    ROSPO…che dire …? Rospo di nome ..di fatto e di cervello!
    Con voi bisogna sempre dire le cose due volte e stare a rispiegarle …brutto essere così he…allora vedi di aprire il cervello ok?

    Io non ho offesso nessuno tanto meno i carabinieri che SO BENISSIMO IL GRANDE VALORE CHE HANNO E IL GRANDE LAVORO CHE FANNO….

    Ma so anche che :
    1) tutto quello che ho detto è vero!
    E lo so anche perché io stessa ho parlato nel mio lavoro con una mamma che aveva la figlia che era un po perseguitata dal fidanzato! Quindi io non mi invento nulla e dico quello che so! Infatti ho cmq consigliato alla ragazza di andarci lo stesso se la fa stare più tranquilla ma oltre a un avvertimento nei suoi confronti cioe’ dell’uomo di starle lontano non possono fare!
    Ok?

    2)io non ho detto che i carabinieri non fanno o non servono a un cazzo!
    Ho detto che qua in italia NON FANNO UN CAZZO QUANDO LE DONNE SONO MINACCIATE DI MORTE FIGURIAMOCI IN QUESTO CASO!
    È la cosa è diversa!ed è inutile che fai tanto lo sdegnoso e lo scandalizzato! Evita pure le messe in scene!

    Ti do un consiglio rospo….magari ti svegli un attimo e capisci ciò che volevo dire.! ..
    Vai a parlare con le infinite e infinite famiglie in italia in cui le figlie sono state uccise dai loro fidanzati o ex mariti….
    Vai a parlare con le madri e i padri disperati pieni di dolore e rabbia ! quei poveri genitori …quelli che venivano in tv urlando e piangendo perché le forze dell’ ordine non li avevano ascoltati! Urlando perché hanno aspettato a muoversi all’ultimo!perché davanti alle numerose denuncie delle loro figlie questi uomini erano liberi e non fermati!perché non hai mai agito!,perché non hanno difeso le loro figlie! Perché tutte le denuncie e richieste di aiuto erano state ignorate anche davanti a messaggi di minacccie di morte…
    Non hanno fatto NULLA… E loro sono state uccise….
    Vai da queste famiglie vai…vai se hai coraggio.. Fallo ok?
    Bravo ….
    Ti saluto!

  9. 9
    Confusa30 -

    Rossella è evidente che non sta troppo bene, una persona esterna dei problemi e lei parla delle bacche in puglia?
    ma questa rossella parla pala ma non sa manco lei di che parla

  10. 10
    maria grazia -

    quello che scrive Sofia è giusto circa la necessità di apprendere tecniche di autodifesa ( insieme alle necessarie misure di sicurezza da attuare in questi casi ). Ma la denuncia ai carabinieri va fatta in ogni caso, anche per intimidire e dissuadere il tizio in questione dal compiere un reato grave. La cosa importante è interrompere qualsiasi contatto con lo stalker, e non dargli modo di incontrarci mentre siamo sole. Le polemiche circa l’ inattendibilità delle forze dell’ ordine sono inutili. ci sono poliziotti seri e coscienziosi e altri più negligenti, così come spesso le forze dell’ ordine hanno le mani legate per mancanza di mezzi. questo va detto. anni fa quando denunciai il mio primo stalker, il carabiniere a cui raccontai il fatto si interessò personalmente e attivamente del mio caso e probabilmente mi salvò la vita. anni dopo venne ucciso da un malvivente che stava inseguendo dopo una rapina. ero stata fortunata: mi era capitato un poliziotto eroico. ma certamente non a tutte tocca questa fortuna.

Pagine: 1 2

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.