Salta i links e vai al contenuto

Sposarsi… quasi subito

di

Sono parecchio confuso, devo ammetterlo…..

Sono un ragazzo di 32 anni e, circa un anno fa, terminava la mia relazione con la mia ex fidanzata.

Lei era bravissima ragazza, che ad un certo punto ha voluto rompere il nostro rapporto, durato 8 anni.

Voleva sposarsi, a parer mio perchè non vedeva di buon occhio il rapporto stretto tra me e la mia famiglia.

Come una sorta di “ti sposo e sarai mio, cosi la tua famiglia passerà in secondo piano”.

Io volevo, prima di sposarmi, sistemare casa per costruire una famiglia.

Insomma….. non ci siamo messi d’accordo e si è rotto l’amore…. conseguenza: sono stato lasciato dopo 8 anni.

Ora, smaltito la “botta” di essere lasciato, sono insieme da circa 6 mesi, con un’altra ragazza di 27 anni.

Anche lei è molto brava, ma con questo piccolo difetto: vuole sposarsi quasi subito e realizzare una famiglia.

Sembra che le donne che vado insieme io pensino solo a quello: sposarsi…..

A me questa cosa fa paura, se fatta in breve tempo.

Vorrei capire la psicologia della donna… vorrei capire il perchè chiedere in modo cosi assiduo il matrimonio….. come se fosse una sorta di “sottomissione”.

La mia paura è che poi le cose cambino ed indietro non si può tornare: a mio parere le donne, o meglio la natura delle donne, portano a realizzare tutto subito, immediatamente…… il problema nasce quando gli anni passano e si cambia la convivenza; mantenere duraturo è un impresa, e la società è cambiata…. guardo i miei nonni e i miei genitori e si rispettavano sempre ed in qualunque situazione, pur avendo poco nella vita.

Non vorrei perderla, perchè mi piace, ma questa sorta di “minaccia di sposarti”, in buona fede ovviamente, mi rende titubante e, a parer mio, sta tentando di mettermi alle corde, come una sorta di sottomissione.

Da una parte la paura di perderla (un’altra ragazza persa) dall’altra la paura di sbagliare….. in mezzo c’è la soluzione

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

34 commenti a

Sposarsi… quasi subito

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    Piccola78 -

    Guarda, mi fermo a mezza lettera: ah! Si vogliono sposare in breve tempo, dopo 8 anni. Ma per favore! Vedi, tu piuttosto, di capire PERCHÉ ci stai insieme alle donne, se non vuoi costruirci una famiglia insieme. Loro sono serie e qui il tipo anomalo sei solo tu.

    In mezzo c’è la soluzione di vivere da solo o come le bestie, di istinti.

    Hai paura? Soluzione: resta solo e vedrai che forse dura.

  2. 2
    Nicola -

    Sono finiti i tempi in cui una richiesta di matrimonio significava desiderio di vicinanza, oggigiorno puo’ essere considerato un esordio insidioso.
    Chi invita a firmare un contratto nunziale mi fa lo stesso effetto di un venditore della Folletto.
    Si puo’ vivere una relazione senza essere sposati e anche prendersi cura degli eventuali figli legittimi.
    Chi ama veramente lascia che il partner lo scelga giorno per giorno.

  3. 3
    Micaela -

    Ciao, non posso sapere cosa provi per questa ragazza, ma non mi sembra di aver letto “la amo”. Detto ciò, l’amore non è fidanzatini per sempre, solo leggerezza e il resto si vedrà. L’amore è anche rinuncia, come ad esempio rinunciare a seguire gli istinti senza senso di responsabilità, ma non è “compagnia”. Tra l’altro le donne hanno anche un orologio biologico e non tutto questo tempo per fare figli. Forse hai paura delle responsabilità e della monotonia della vita coniugale, devi ancora maturare e superare la sindrome di “Peter Pan”.

  4. 4
    Pax -

    piccola leggi anche la seconda parte…. eviteresti figure di….

  5. 5
    mactub -

    Non generalizzerei, caro Grappa, sostenendo che le donne sono tutte così: le generalizzazioni di genere non hanno mai molto senso a mio parere.
    Ad ogni modo, credo che tu non sia pronto per il matrimonio e non c’è da sentirsi in colpa per questo, come d’altro canto non si dovrebbe giudicare male la donna che vuole sposarsi: meglio “titubare” che fare un passo e ritrovarsi pentiti, o dover tornare indietro, lasciandosi e rovinando il legittimo sogno del partner (con tanto di battaglie legali ed economiche).
    E’ un tuo diritto non volerti sposare, come è diritto della tua donna volerlo. Morale della favola… state parlando due lingue differenti ed è difficile stare insieme.
    Da cinquantenne posso consigliarti di non fare mai alcunché se ti senti obbligato a farlo e quando puoi evitare di farlo, ma cerca di non illudere la tua donna con i “vedremo”, “ne parleremo”, “abbi pazienza” e compagnia bella, se in fondo sai che non vuoi fare questo passo. Creeresti in lei delle aspettative che a un certo punto, di fronte all’ennesimo “vedremo”, crollerebbero con gravi conseguenze, rancori e risentimenti.
    Sii sincero su quello che provi e sulla tua volontà di non sposarti e, se verrai lasciato per questo, accettalo per la tua libertà e cerca una donna che sia in linea con i tuoi desideri.

  6. 6
    Benedetta -

    Concordo con Micaela. Pax bravo, te lo avrei detto io ma te lo sei detto da solo: evita! Mactub, dov’è l’amore tuo?

  7. 7
    Solnze -

    Io penso che voi uomini italiani vi fatte troppe paranoie. Amate e vivete! Non ha senso fasciarsi la testa prima di essersela rotta, parlare di divorzio prima di essersi persino sposati! Se la ami e lei ti ama sposarsi mi sembra un esito più che naturale. Ovviamente se non è religiosa si può optare per la convivenza, ma l’esito ultimo a cui le donne puntano in entrambi i casi sono i figli.
    Quindi, vuoi figli con lei? Sei pronto a vivere una storia matura che implica l’avere una famiglia ?
    Come ti hanno già detto l’amore non è vedersi solo nei week-end per fare fiesta.

  8. 8
    Piccola78 -

    Grappa, ti ribadisco che amore e responsabilità vanno di pari passo, le donne, e viceversa, non sono cleenex usa e getta, si fanno sacrifici per restare insieme e per costruire una famiglia e le promesse di indissolubilità nella buona e nella cattiva sorte, mantenute ogni giorno, ne sono parte integrante, del vero amore, il resto sono chiacchiere infantili di bimbi che vogliono il giocattolino nuovo di volta in volta.

  9. 9
    Marius -

    @Piccola78

    Sai leggere e comprendere un testo di poche righe? A me pare proprio di no…comunque sintetizzando quella degli 8 anni l’ha lasciato perchè lui voleva avere casa prima di sposarsi, quella che vuole sposarsi subito la conosce da 1 anno.

    Venendo al tuo caso specifico ti consiglio di non cedere al ricatto del matrimonio. Il matrimonio in italia per l’uomo è un contratto truffa. Se non sei convinto al 1000 % (si hai capito bene, intendo proprio il 1000 %) non farlo.
    Una volta sposato sarai obbligato ad obbedire come un burattino sotto la minaccia del divorzio e di tutte le conseguenze terribili che questo comporta per l’uomo.
    Dovresti poi specificare meglio le condizioni di questa giovane donzella…lavora, non lavora? Vive da sola o sta con mamma?
    Probabilmente è alla ricerca del tipico pollo col quale sistemarsi a vita.
    Te lo ripeto stai molto attento a firmare qualcosa…potrebbe essere la tua condanna!
    Concordo con mactub nell’essere risoluto ed esprimere le tue intenzioni di non-matrimonio. In questo modo avrai anche la possibilità di valutare i reali affetti della fanciulla.
    Se al tuo rifiuto vorrà lasciarti allora è chiaro che il suo unico interesse era quello di sistemarsi a vita (e poi dicono che le straniere cercano questo, a me pare che pure le care connazionali non siano da meno).
    Non farti influenzare da stronzate del tipo “sei immaturo” “non vuoi responsabilità” “peter pan”. Hai tutto il diritto di non volerti sposare.

  10. 10
    Piccola78 -

    Marius, fatti ridurre la dose del Talofen.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.