Salta i links e vai al contenuto

Relazione con narcisista

di

Ci si può ammalare dopo anni di un rapporto con un narcisista? Io mi sento ormai una persona malata.. nonostante abbia chiesto aiuto a specialisti, ho perso veramente la testa.. per l’ennesima volta questa persona è ritornata da me a novembre, facendo delle pressioni non indifferenti, coinvolgendo anche amici e parenti.. io sono ricaduta.. e dopo neanche un mese mi ha rilasciata dicendomi le peggiori cose.. ora non riesco a farmene una ragione e sono 3 mesi che provo ogni giorno a contattarlo.. non penso ci sarà mai una via d’uscita.. vorrei leggere pareri e/o esperienze.. non dite le solite cose (che il tempo cura le ferite e che passerà.. è una situazione veramente delicata, che solo chi hai vissuto può capire; dunque astenetevi dal criticare o scrivere commenti solo per il gusto di schernire e deridere).

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

17 commenti a

Relazione con narcisista

Pagine: 1 2

  1. 1
    Piccola78 -

    I narcisisti non amano. Punto!

    Non sanno farlo! Non esisti come persona per loro, a meno che non decidano di cambiare, per qualche ragione superiore.

    I narcisisti ti vedono come uno specchio-giocattolo: quando il giocattolo si rompe o loro decidono di infrangerlo, lo buttano via, e ne trovano un altro. Senza rimpianti, senza sensi di colpa e senza sentimenti.

  2. 2
    Rossella -

    Secondo me un rapporto che mette al centro l’innamoramento inteso come colpo di fulmine ti cambia la vita perché vede protagonisti uomini che non sono interessati alle donne e soprattutto non sono interessati a te. Accade che magari ti trovi in una fase della tua vita in cui non sei né carne né pesce e vivi in funzione degli eventi storici. A quel punto ti potrebbe capitare d’interessarti alla politica… magari ti noterà perché ripeti “per i nostri figli” ogni due per tre. A quel punto l’ammirazione (se l’uomo ha una certa predisposizione a fare il padre) si ravviva e nasce un sentimento molto profondo che tuttavia lo vede molto combattuto. Ma non è un narcisista. Si tratta di un uomo che ti ama in maniera oggettiva (riconosce che hai un altro carisma) e si aspetta da parte tua delle rinunce che puoi fare quando realizzi che la sua metà esiste e che può permettersi addirittura di essere una donna indipendente ed emancipata. Non è lui ad essere retrogrado… la coppia ha bisogno di amalgamarsi. Si tratta di una logica. Puoi rispondere si o puoi rispondere no. In entrambi i casi ti dovrebbe essere chiaro che a farti la proposta è un uomo consapevole di avere dei limiti naturali. Per amore tuo potrebbe comprarsi anche una bella moto, ma si tratterebbe di una scelta che va contro quello che lui sente di essere e quello che appare. L’amore può fare anche questo. Le ragazze che hanno fatto la comunione con me avevano carismi diversi dal mio. Non siamo tutti uguali. Detto questo mi rendo conto che non è semplice riuscire a comunicare la propria volontà in assenza di riferimenti esterni. Meglio farlo con docezza, senza trasformare la decisione in una sentenza. Un caro saluto!

  3. 3
    Raymond Swain -

    enbiee, lungi da me il desiderio di criticarti o schernirti.
    Spero pertanto che tu non prenda male queste righe.

    Tuttavia mi sembra palese che il problema sia non tanto in lui quanto in te. E quando scrivo IN TE intendo dire non solo che gli stai conferendo tu un potere che non ha nessun diritto di avere; ma anche che hai peggiorato la situazione ricorrendo, come scrivi, “a specialisti”.

    Perché scrivo questo?
    Perché spesso, troppo spesso, chi si trova in una condizione di debolezza cerca – ed è comprensibile – un appoggio; ma, proprio per la sua condizione, finisce per trasformare questo sostegno in un surrogato della propria capacità decisionale, e gli delega le redini della propria vita.

    La ricetta pratica che mi sento di darti è, secondo me, l’unica possibile: cerca di restare in piedi e datti solo un obiettivo, vale a dire quello di non cercarlo più.

    Devi proprio allenarti a questo, come se dovessi scolpirti i muscoli.

    All’inizio è una roba di una fatica assurda, ma il risultato finale è raggiungibile.

    Deve diventare il tuo pensiero dominante, quello di resistere e staccarti da lui.

    E’ certo che ce la farai. Ma non otterrai nulla senza fatica.

    Il tempo, quindi, non è il buon medico che ti farà star meglio senza sforzo. E’ la condizione per guarire, a patto che tu stringa i denti e resista. Devi allenare la volontà.

    So che, a leggerlo, ti sembrerà una puttanata: ma è verissimo. Lo capirai solo dopo, quando questa ferrea autodisciplina l’avrai messa in pratica.

    E te lo scrivo non per fare il maestro di vita a buon mercato, ma per esperienza personale.

    Un abbraccio.

  4. 4
    Vic -

    No contact, assolutamente No contact!
    Questa è la soluzione, l’essere ignorato
    è la cosa che il narcisista detesta di più.
    Lascialo solo nel suo mondo.
    Il mondo è pieno di uomini e donne.
    Si calcola che mediamente 1 donna su 10 è adatta
    a un uomo e lo stesso per la donna.
    Il destino da quasi sempre una seconda possibilità,
    ma finchè non si chiude una porta, non se ne può
    aprire un’altra.

  5. 5
    Wasabi -

    Fa male…
    Il rapporto con un narcisista fa male.
    Mina la nostra autostima fino a farci rasentare la pazzia. Personalmente ho raggiunto la soglia della malattia fisica perchè alla lunga essere devastati sul piano mentale e emozionale puo portare a somatizzare questi dolori interiori fino a renderli piu reali. Fisici.

    Ho mollato. Ho sempre mollato io. Perchè una narcisita o un narcisista ti mollano solo quando hanno finito il lavoro. Quando sei ridotto una larva che non da piu niente a loro. Oppure ti mollano se hanno trovato un migliore rimpiazzo.
    Ho mollato. Ma spesso in passato ritornavo. Perchè non credevo possibile una relazione così perversa. Alla fine ho capito. E ho mollato per l’ultima volta.
    Lei… come sempre… silenzio. E cancellazione. Mi tratta come un reietto. Un invisibile. Uno che “è meglio che non sia mai esistito”.
    Fa male.
    Ma…
    Se davanti a me ho una specie di cyborg. Preciso e letale nel colpire i miei punti deboli. Incapace di amore o pietà. Una macchina esente da dubbio e incapace di provare rimorso o di fare autocritica..
    In me ho scoperto la dipendenza.
    Quella forma sottile di attaccamento che accanto ad una narcisista si esalta. E diventa lentamente una debolezza sempre piu marcata.
    È la relazione a scatenare queste dinamiche. Non sono “innocente”.
    Ma.
    Io posso cambiare. Lottare. Vincere su me stesso. Sono grato alla relazione e alla narcisista. Ho scoperto la dove il mio limite mi fa stare male. E mi fa cercare relazioni tossiche. Ora lotto. Per me stesso. Per non ricadere in relazioni simili. Io le attraggo. Perchè non mi conosco. Ma sono ancora in tempo.Lei… mi manca. A volte. La distanza. Il silenzio. Il sapere che vivrà di già una relazione con un altro “amore” è devastante.Ma non mollo. So che tutto ciò è servito a capire i miei limiti. E che posso mettermi in discussione. Io. Perchè non sono narcisista, non credo di essere perfetto. Provo sentimenti, provo rimpianto dolore e amo queste emozioni. posso…

  6. 6
    Piccolastella78 -

    Al narcisista del tuo no contact sai quanto gliene frega? Da Natale a Santo Stefano? Lo mette in conto dall’inizio.

  7. 7
    Vic -

    no,no
    piccola stella
    l’essere ignorati è molto fastidioso per il narcisista.
    Lui è bello, intelligente, tutto…
    e ha bisogno di essere ammirato,
    non gli importa di una persona in particolare,
    ma gli ammiratori sono un “must” per lui.

  8. 8
    Piccolastella78 -

    Appunto: non gli importa di una persona in particolare! E sai quanto gliene frega per l’appunto del no contact di un tizio? Ne troverà altri mille, a dipendere da lui, non considerando l’identità di nessuno di loro, ma solo la fonte di energia che ne trae! Impara a conoscere l’interlocutore!

  9. 9
    Golem -

    “l’essere ignorati è molto brutto per il narcisista. Lui (o lei) è bello, intelligente, tutto…
    e ha bisogno di essere ammirato,
    non gli importa di una persona in particolare…”
    Giusto, basta stare attenti e li riconosci in fretta questi soggetti.
    Sono i “cercatori di consenso”. Se non concordi tu concordano loro con te, purché ci “ci siano”.

  10. 10
    Golem -

    Non è solo fastidioso Vic, per un narciso (al maschile o al femminile) è insostenibile vivere senza consensi.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.