Salta i links e vai al contenuto

Quel vuoto dentro, senso di solitudine

Lettere scritte dall'autore  

Recentemente è deceduto mio fratello. Prima di lui, nel 2009, mia mamma. Molti anni fa mio padre. E nel tempo tutti gli zii. Della mia famiglia di origine non ho più nessuno. Non so se anche a voi fa lo stesso effetto. Ma io mi sento solo. Ogni sera vado a casa, e davanti le foto dei miei cari accendo un lumino la cui fiamma, nalla casa semibuia, filtrando attraverso la plastica, diffonde quel chiarore rosso tenue. Dopo cena, seduto sulla poltrona a volte ripenso a come era bella la mia famiglia. E poi vado a letto con quel senso di vuoto che mi accompagna tutta la notte.

L'autore ha scritto 23 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    claudio32 -

    spero che il ricordo dei tuoi cari ti dia la forza di andare avanti!..ti auguro anche che tu possa trovare una persona con cui condividere la tua vita!

  2. 2
    Amica76 -

    Mi spiace tanto per le sofferenze ripetute che hai dovuto vivere e il dolore che continui ad affrontare. A volte la vita per alcuni sferra dei colpi davvero troppo tosti! Spero anche io che l’amore della tua famiglia di origine ti venga presto dato da una famiglia tutta tua! Ti abbraccio davvero con tutto il cuore, tieni duro!

  3. 3
    fede -

    dalle tue parole,che racccontano di una mancanza davvero troppo grande da sopportare,possimo noi tutti trarre giovamento per comprendere quanto siamo fortunati ad avere ancora in vita i nostri cari,invece di scaricare su di loro tutti i malumori e le ansie accumulate al di fuori del focolaio domestico…….io credo che tutti i tuoi cari deceduti siano divenuti TUTTI TUOI SPLENDIDI ANGELI PROTETTORI quindi confida nel fatto che ti illumineranno la strada facendoti presto incontrare quella che sara’ la tua nuova ed inaspettata famiglia…..tua moglie e i tuoi figli conosceranno i loro nonni e gli zii per il veicolo dei tuoi racconti,quindi conserva in te vivi i loro piu’ bei ricordi,DOVRAI FARGLI FARE BELLA FIGURA QUANDO SARA’ IL MOMENTO che ti auguro sia al piu’ brave possibile

  4. 4
    lilli -

    Caro Mau ,
    E’ particolare per me leggere questo tuo post ora, in un momento cosi’ delicato della mia vita , ho solo 23 anni e di lutti di persone a me care ne ho gia’vissuti purtroppo ed ora la mia dolce nonna se ne va.. mi sento nella tua stessa posizione , un vuoto incolmabile per ora mi circonda e mi restano due persone care di famiglia al mondo , due persone a cui sono cosi’ legata che se il solo pensiero di poterle perdere mi sfiora mi sento proprio male . . Tu come ti affronti ed hai affrontato una situazione cosi’, di cui per altro con poche persone si riesce a parlare liberamente ?

    Grazie se leggerai questo commento ,

    Un saluto e tanta forza

  5. 5
    Freedom -

    Io ho perso solo mia madre, e il vuoto di cui parli mi accompagna da quando avevo 14 anni. Me lo sento dentro ogni giorno. Qualsiasi cosa faccia, qualsiasi persona incontri quel vuoto è lì. A volte riesco a tenerlo a bada, ma forse non sono forte abbastanza, oppure non sono davvero soddisfatta della mia vita, perchè ritorna sempre, e sempre più forte.
    La cosa che mi uccide di più è il rimpianto, per il passato che non potrà mai tornare e per il futuro che non vivremo insieme, mai. Il tuo gesto, quell’accendere una fiammella ogni sera per i tuoi cari, è un modo bellissimo per ricordarli e per esorcizzare quel vuoto che ti hanno lasciato dentro. Ti auguro tutto il bene che la vita ha da offrirti.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili