Salta i links e vai al contenuto

Vivo nella speranza che lui un giorno possa tornare

Caro direttore,
sono una ragazza di 25 anni e poco più di due settimane fa sono stata lasciata dal ragazzo che per ben quattro anni ha fatto parte della mia vita. La nostra storia non è mai stata qualcosa di lineare a tranquillo, anzi! Diciamo che è stato più un tira e molla! In questi anni (dove era nata una profonda amicizia inizialmente) avevo provato pure a stare con altri ragazzi ma alla fine tornavo sempre da lui perché mi rendevo conto che era lui il ragazzo che amavo. C’eravamo messi insieme finalmente a maggio, a giugno m’aveva detto “ti amo”. Adesso mi trovo a febbraio che già non mi ama più! Da settembre sia per me che per lui non erano stati mesi molto facili, avevamo entrambi problemi, soprattutto di natura lavorativa, che non riuscivamo a risolvere! Non pensavo d’arrivare a essere lasciata, un rapporto così profondo con una persona non ce l’ho mai avuto, quando parlavo e mi confrontavo con lui ero apposto con il resto del mondo! Io purtroppo vivo nella speranza che lui un giorno possa tornare, m’ha detto che ci siamo lasciati perché deve stare un po’ solo e non mi ama più.. ma io non riesco a capire come una persona ti possa dire ti amo a giugno e neanche un anno dopo non prova più lo stesso sentimento! Con lui queste crisi le ho già passate, e in qualche modo ci siamo sempre riavvicinati, perché è come se uno avesse sempre bisogno dell’altro.. ed è questo che mi fa pensare, anche se non vorrei, che lui un giorno tornerà! Senza di lui mi sento vuota e non so cosa fare per togliermi dalla testa che tornerà! Entrambi ci siamo detti cose, confessioni personali che mai avremmo detto ad altri e ora non sentirlo più mi uccide.. e io non so veramente che fare.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

2 commenti a

Vivo nella speranza che lui un giorno possa tornare

  1. 1
    pucioladoro -

    Ho trovato la mia goccia d’acqua: stiamo vivendo lo stesso periodo e la stessa attesa cara mia, con le stesse motivazioni e gli stessi discorsi! Incredibile! Proprio perché è uguale identica alla mia situazione mi auguro che si sistemi! L’unica cosa è che tra me e lui non ci sono stati dei veri e propri ‘tira e molla’; ci sono state le frasi momentanee ‘ti lascio, basta!’ e poi dopo un paio d’ore o dopo pochi minuti, ci richiamavamo per far pace e poi la nostra storia è durata 6 mesi. Queste sono le uniche differenze! Per il resto, sembra essere stato fatto ‘copia e incolla’!

    Beh, cara, proprio perché vivo la tua stessa situazione, io tendo a sperare che torni e quindi ti dico che la speranza è l’ultima a morire, ma capisco anche che sia la prima ad illudere perché magari ci fa fare mille viaggi mentali, mille immaginazioni di un felice ritorno insieme quando invece potrebbe essere l’opposto il quale è normale che noi non vogliamo considerare. C’è da dire che l’amore non può finire così, in un determinato arco di tempo…Anzi…Sarebbe meglio dire che l’amore non finisce! Se un sentimento forte come quello dell’amore finisce, vuol dire che non c’è mai stato. Io sono convinta di questa cosa. Io spero per entrambe che torneranno queste due persone a noi molto care. Un consiglio però che do a me stessa e do anche a te? Fai passare un po’ di tempo e in quel frangente di tempo, svagati, viviti la vita come una ragazza single. Quando sentirai che è passato abbastanza tempo per poterlo ricercare, o lo chiami o ti presenti sotto casa sua. Credo che chiunque apprezzerebbe un gesto di pazienza (il tempo) e d’amore (il fatto di ricercarlo e fargli capire l’amore che provi nei suoi confronti). Buona fortuna!

  2. 2
    katy -

    Alcuni anni fa una ragazza di 24 anni, abbastanza bella e abbastanza stupida, si innamorò di un bellissimo ragazzo (uomo, meglio dire) di 44.
    Lei era cotta, ma proprio cotta. Lei aveva un figlio di 4 anni,era single, lui un figlio di 8, era divorziato da anni.

    Si frequentano per 5 mesi, bimbi inclusi:lui aveva un carattere spigoloso, ma brillante; ipercritico ma intelligente. E lei era cotta come una pera. LUi era di una bellezza offensiva, il genere di bellezza che toglie il fiato.

    I bambini legano, ci si trova bene. A Natale, lui chiede a lei di fare una vacanza assieme di una settimana, senza bimbi.
    Lei non è contenta. E’ al settimo cielo. E’ innamorata pazza.
    Al quinto giorno, lui dice con un sorrisetto
    “Bimba mia,mi spiace. Il giro in giostra è finito.”.
    E cambia discorso.
    Non è mai più ritornato sul discorso. Se lei glielo chiedeva, parlava subito d’altro.

    COme avrai capito, la ragazza sono io.
    Non ho mai capito cos’ho sbagliato.
    AVrò detto una stupidaggine, avrò fatto qualcosa? NON LO SO:
    Mi ha piantata con una breve frase
    gentile:
    “Mi spiace. Ne ho abbastanza. Non ce l’ho con te, ti auguro ogni bene.”

    L’ho cercato. Mi ha gentilmente detto di lasciarlo stare, che così stava davvero bene.
    Sono stata 5 mesi nella disperazione più totale.
    Non lo dimenticherò mai, questo è certo.
    Ma non vivere nella speranza che lui torni, davvero.
    Non serve.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili