Salta i links e vai al contenuto

Perché viviamo nella cultura dell’invidia e della competizione?

  

Perché l’italiano è invidioso?
Perché l’italiano non riesce con le proprie forze a raggiungere i propri obbiettivi ma deve per forza invidiare il vicino di casa?
Io sono di Bologna e vi posso affermare in questa latrina di città la gente non sa fare altro che invidiare distruggere e massacrare chi è meglio di lui.
Sono stanco di questa gente inutile che tramite le proprie forze non riesce a concretizzare qualcosa alla propria vita.
Massa di invidiosi è toccato a me ma desso garantisco io per tutti un giorno non troppo lontano toccherà a voi pezzi di…….
State attenti sono brutti periodi per prendere per il culo la gente esaurita come me…
Il pericolo è costante per tutti voi state attenti a torti che posso farvi la legge non esiste se infranta con del giudizio e dell’intelligenza.
Prima o poi toccherà a tutti il giorno del giudizio e non sarà troppo lontano……
Pezzi di m…… che poverini che ci devi fare quando non ci arrivano magari gli dai pure una mano ma proprio non ce la possono fare.
State attenti.

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni

3 commenti a

Perché viviamo nella cultura dell’invidia e della competizione?

  1. 1
    Andrea74 -

    Tu hai proprio deciso di ammorbare.

    Non so se mi fai più pena o più ridere.

    Mi chiedo dove sia finito il moderatore. Forse è al mare…

  2. 2
    Phil95 -

    Sai me lo domando anche io? Perché diamo o do una mano a questa gente?
    Tanto quando si ha bisogno di loro per qualunque cosa, anche la più piccola, se ne escono con frasi stile “Non puoi chiedermi questo!”, “Ma come fai….”, “Sei cattivo!” ed altre baggianate simili….noi ci spacchiamo la schiena sempre per gli altri ma gli altri?
    Credo che facciamo tutto ciò per sentirci diversi da loro nel bene, per poter dire che noi ancora siamo esseri umani, non voltagabbana o traditori….
    Come dico sempre (e lo vedo continuamente in giro) la gente è molto (anche troppo) brava a parlare, ma quando c’è da fare concretamente….in ogni caso le persone vere esistono ancora, bisogna solo andare a trovarle con la lente d’ingrandimento….

  3. 3
    unless -

    Bologna è la culla dell’intelligenza invece, sei tu che stai dimostrando con tutti questi post l’immaturità che ti appartiene, godendo se qualcuno si incazza.

    Tutta l’italia dovrebbe prendere esempio da regioni come la tua che farebbero di questo paese un gran paese, insieme alla toscana, alle marche all’umbria e la puglia.

    Poi l’unico aggettivo per me appropriato per definire gli italiani non è invidia ma EGOISMO.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili