Salta i links e vai al contenuto

Una vita di merda

Scrivo perchè ne ho piene le palle di questa vita del cazzo, mi fa cagare, lo avevo già capito quando ero piccolo cazzo che la vita è una merda, bastardi che mettete al mondo i figli invece di scopare andate ad ammazzarvi, mi fate schifo tutti, mi fa schifo la vita, la vita è tortura che ti costringe a suicidarti finchè non arrivi al culmine della disperazione e sofferenza, che sia maledetto chi l’ha inventata, che sia maledetto l’universo intero, che sia maledetto l’essere umano

L'autore ha scritto 11 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook Una vita di merda

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Me Stesso

102 commenti

Pagine: 1 2 3 11

  1. 1
    reborn93 -

    Si legge tanta rabbia in quello che scrivi.Ti do un piccolo consiglio,rendi questa lettera costruttiva..cos’è che ti fa male,cos’è che ti sta facendo così soffrire,pensaci un’attimo questa lettera per come è stata scritta non da modo all’altro di poter intervenire,consigliare e dire la sua.Dal mio piccolo ti posso garantire che la vita è un percorso con mille ostacoli,ogni essere umano ha il suo percorso,ed ogni via è diversa dall’altra.Tutti abbiamo dei problemi,non so precisamente che ti è successo ma posso dirti che la tua vita non finisce qui,puoi migliorarla se vuoi.Sai ho imparato che lamentarsi tanto per farlo non porta a nessun risultato,bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare sodo per migliorare la persona che siamo e dare un piccolo contributo a questa società.In modo da poter creare le condizioni per un futuro migliore.Tu hai detto che la vita fa schifo no?! quindi schifo per schifo la situazione rimane questa…allora prova a cambiarla prova a rendere la vita più piacevole,la cosa peggiore che può succederti è che la situazione rimarrà tale e quale..ma almeno ci avrai provato.Comunque ti posso dire che se lavorerai sodo per migliorarla vedrai che migliorerà,il mondo e quindi la vita si relaziona a noi a seconda di come noi ci relazioniamo ad essa.Se si ha nella vita un approccio positivo con le circostanze ed i problemi non dico che la strada sarà in discesa..ma avrai più forza nelle gambe per saltare i molti ostacoli che incontreremo.Ti ripeto non so davvero nulla di te però so di molte persone che hanno passato situazioni molto difficili e ne sono venute fuori e ne stanno venendo fuori,questo per farti capire che tu puoi e devi cominciare a vivere.Se ti andrà di scambiare due chiacchiere con me potrai lasciarmi la tua mail e ti contatterò,sennò che altro dirti buona fortuna ed abbi coraggio..il momento per agire è ORA

  2. 2
    Vivienne -

    Mi hai tolto le parole di bocca! Pensavo di essere l’unica a vederla in questo modo..

  3. 3
    mia. -

    Ehi, cosa ti è successo? Se ti va di parlarne, ti ascolto 🙂

  4. 4
    pace -

    Che ti è successo? E’ vero è una vita di m…. per questo bisogna renderla più bella. =) dai su non ti abbattere…

  5. 5
    angela85 -

    Hai ragione!la vitae’ una m……persone che soffrono come noi e quelle che si godono la vita sempre.se ti va ci raccontiamo le nostre vite,stellanascente85@Virgilio.it

  6. 6
    uomo qualunque -

    Mia sorella, mio padre, la mia fidanzata e da 4 anni mia moglie. Palermo, Verona, Milano. Da quasi 10 anni giro ospedali su ospedali. Turni infiniti, attese, operazioni, ricoveri, chemioterapie, radioterapie, corpi sfigurati dagli interventi, sbalzi di umore, insonnia, notti passate su una sedia, notti passate ad asciugare le lacrime, giorni passati a far finta di condurre una vita che non c’è. Senza figli, senza progetti, senza prospettive, senza poter programmare nulla a lungo termine. Eppure devo essere forte perchè queste persone contano su di me. Non c’è nessun altro. Ed io non posso appoggiarmi su nessuno. Non posso distrarmi. Non posso assentarmi. Non posso……fare nulla di tutto quello che pensavo di poter e voler fare. Ho 34 anni ma sono stanco come se ne avessi giá 60 e in tutto questo devo lavorare e tirare a campare. In verità dovrei sentirmi fortunato a lavorare almeno posso affrontare le spese. La vita è una merda? Non lo so. Ma non chiedetemi se sono felice. Non ditemi che c’è di peggio. Me lo ripeto tante volte da solo ma non mi consola uguale. Vorrei solo qualche piccolo raggio di sole tra una tempesta e l’altra. Per il resto: no comment.

  7. 7
    kat -

    la vita e un scifo e vero

  8. 8
    ragazzosolo -

    Quanto cazzo ti capisco amico, quanto, mamma mia, desideravo nemmeno io nascere, oppure quelle cose che si sentono in tv, tipo che i bambini piccoli vengono abbandonati o uccisi, o altre cose, la mia vita è una sofferenza del cazzo, impossibile renderla bella, quando c’è gente che ti va contro, perfino la gente, che pensi ti voglia bene e tu vuoi sia felice.

  9. 9
    maria grazia -

    questo succede perchè spesso non abbiamo il coraggio di ribellarci a chi ci vuole schiacciare, costringendoci a vivere secondo le SUE regole. I genitori mettono al mondo i figli, ma non hanno il diritto di decidere per loro una volta cresciuti. e lo stesso diritto non ce l’ hanno i conoscenti e il resto della società. dobbiamo cercare di vivere secondo ciò che REALMENTE VOGLIAMO NOI, anche se dovesse significare andare contro tutto e tutti. questa è l’ unica VERITA’ VERA che conosco.

  10. 10
    rox -

    riflessioni personali in merito all argomento
    si ogni giorno siamo bombardati da info che fanno pensare male di questo mondo,e della vita in generale ora nel passato e nel futuro. l avidita’ nella finanza,la fame insaziabile di potere di mancanza di giustizia, e cosi via , purtroppo ci saranno sempre e’ inutile illudersi e’ nel dna umano pero’ tutto non serve a giustificare la depressione pessimista dell esistenza- non ci sarebbero state le invenzioni le scoperte in tutti i campi del sapere e della politica.. di grandi personaggi che erano uomini e donne come noi la strada per quello che uno puo’e si sente di fare e’ quella –la vita e’ una lotta continua sempre. il nocciolo duro dA RISOLVERE e’ SEMPRE questo LA FATICA che da soddisfazione e’di questo genere.
    un pensiero a Shumacher aveva realizzato tutto ora vorrebbe essere al posto di ognuno di noi anche a fare il barbone per una strada di qualunque citta pur di rientrare nelle sue facolta’ fisiche e mentali quanti altri esempi ci sono.
    rimane il pensiero di fondo mai risolto sia da atei che credenti in ogni religione della ragione del senso della vita.
    perche’ siamo come dire sbattuti in questo mondo il limite sottile tra speranza e disperazione —–nei nostri limiti non dobbiamo andare in paranoia con troppe domande, ci siamo e basta viviamo possibilmente sereni spensierati sempre giovani dentro forever young –del domani non c’e’ certezza
    la storia si ripete sempre uguale e sempre nuova saluti a tutti

Pagine: 1 2 3 11

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili