Salta i links e vai al contenuto

La vita può essere bruttissima, ma anche bella da fare schifo

Ciao a tutti io sono adnan ho 21 anni e non ho nessun amico (per amico o amici intendo quei ragazzi con cui uno è abituato a uscire in compagnia per divertirsi, ridere, scherzare, viaggiare, ecc…) e mi posso definire il ragazzo più povero al mondo perchè non ho neanche un lavoro.
Vivo con i miei e, manco a dirlo, ho un pessimo rapporto sopratutto con mio padre. Non ho mai avuto una fidanzata (questo per quanto riguarda le ragazze).
Ecco questa mia situazione non mi va giù neanche un pò, io vorrei avere degli amici cavolo una brava ragazza un lavoro; tante ma tante volte anzi sempre penso a questo come un sogno come un ragazzo normale sogna di vincere al totocalcio o a diventare un calciatore, un attore ecco io sogno di avere amici ,ecc…
Certe volte, la sera, vado al bar e cerco sempre di inserirmi con i ragazzi (tanti miei ex compagni di scuola) ma c’è sempre molta diffidenza e distaccamento, molte volte fanno finta di non sentirmi quando chiedo qualcosa o più semplicemente cambiano aria andando via.
Quando succede questo è come se mi pugnalassero al cuore; non mi prendono mai in considerazione è come se non ci fossi, nessuno che ti rivolga la parola cavolo devo essere sempre io a parlare propormi e fare bettute ma dopo un po’ (avendo preso tante bastonate) io mi stufo.
Giro sempre solo vado al cinema da SOLO, vado a guardare le vetrine (a guardare e basta perche soldi non ci sono) da SOLO, a bere qualcosa in un locale SOLO SOLO SOLO sempre e ovunque; ho una vita talmente pallosa che viene voglia di spararsi in testa. Ho 21 anni cazzo e sto subendo la vita invece che viverla, voglio dire la vita è compagnia amore amicizia divertimento.
A forza di stare in solitudine mi vengono tantissimi pensieri tipo che mi sento al centro dell’attenzione quando vado in giro osservato dalle persone normali (ormai non mi ritengo più normale) e sono sempre a disagio e inbarazzato. Fisicamente non sono brutto insomma sono alto 1.82 m robusto mi danno del bel ragazzo ma il problema è che sono uno fragile tanto anzi troppo fragile.
Mi demoralizzo subito in un attimo al minimo pensiero negativo, tante volte mi sale una rabbia immensa e comincio a tirare pugni ai mobili altre mi metto a piangere perchè il dolore è tanto.
Possono sembrare cavolate sciocchezze perchè c’è chi ha problemi più gravi ma io sto male veramente male così e tante volte penso a farla finita (non lo farò mai).
Per finire voglio dire che vi invidio a tutti quelli che hanno amici fidanzata lavoro, ecc..
Vi chiedo solo un parere un consiglio e rispondetemi numerosi ci tengo.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

7 commenti

  1. 1
    -Rosso81- -

    ciao adnan,
    la tua letterla descrive una situazione molto comune, il tuo disagio e le tue angosce sono in molti a provarle… sai che succede? il tuo stato psicologico interno te lo si legge in faccia, te lo porti dietro sempre, è questa la causa per cui tutti si tengono alla larga. questa è solo un’ipotesi, ovviamente, ma riflettila perchè spesso è reale. se sei contento, quietamente espansivo, positivo, sicuro di te allora attrai persone. viceversa se sei serio, nervoso, ansioso, forzatamente espansivo, rigido… le persone ti evitano. è tutto un gioco psicologico, il successo nella vita dipende da un’armonia interiore, da una personalità sviluppata, dalla pace e dalla gioia dell’anima. crescere nella nostra epoca non è facile, maturare e svilupparsi in maniera armoniosa è come vincere alla lotteria. nessuno ti guida, nessuno ti da spiegazioni, apprendi tutto dalla strada, dagli amici dalla televisione… ma troppo spesso capita di apprendere solo le cose sbagliate. l’angoscia che provi deriva proprio da tutto questo. non sei sbagliato, non sei stupido o noioso. hai solo bisogno di educazione, di uno sviluppo interiore, di osservarti e conoscerti meglio. se vuoi migliorare la tua situazione,però, devi impegnarti solennemente con te stesso, devi giurare a te stesso che farai tutto il necessario per cambiare, per diventare migliore, che puoi riuscire a diventare tutto ciò che desideri… ma solo se ne sarai convinto e con assoluta costanza ti impegnerai ogni giorno a operare il miglioramento. vuoi sapere nella pratica cosa fare? innanzitutto comincia a leggere, vai in qualche libreria compra un qualunque testo di psicologia o spiritualità (se conosci l’inglese su internet ne trovi a decine in pdf)basta che il titolo ti attiri, e leggilo fino alla fine, prova a metterlo in pratica, poi comprane altri, leggi instancabilmente, il più grande problema della nostra epoca è che siamo enormemente ignoranti… magari informatissimi in qualche settore, ma ignoranti sulle cose veramente importanti,(questo sarebbe un discorso lungo…). leggere libri non basta, comincia a dare valore aggiunto alla tua vita: fai qualcosa per gli altri, volontariato per esempio, ovunque, qualunque cosa, ma renditi utile. non importa se lavori o studi o entrambe le cose, non cercare scuse, se vuoi evolverti è un passo necessario. frequenta persone che, come te, vogliono migliorarsi, impegnati a discutere di cose importanti, allarga i tuoi interessi, elenca i tuoi vizi e abbandonali uno ad uno… vedrai che una volta iniziato un qualunque percorso troverai da te il modo migliore di andare avanti. cerca comunque un gruppo di persone con cui confrontarti, anche un gruppo parrocchiale, non importa se non sei religioso, tutto il resto verrà da se. io penso che tutto questo ti aiuterebbe moltissimo e risolverebbe le tue angosce. pensaci su, e se vuoi discuterne sono a tua disposizione.
    ti faccio i miei migliori auguri.
    buona strada.

  2. 2
    passante -

    Beh… Trovare lavoro è difficile per tutti. Che sai fare? Che studi hai fatto? Come cerchi lavoro? Se non sai fare nulla ed aspetti che ti cada dall’alto un lavoro sei fuori strada. Oggi è dura anche per il fior fiore dei laureati. E poi sei giovanissimo: potresti studiare ancora, specializzarti in qualcosa. Insomma parli come uno che ha 40 anni ed ha già sparato tutte le cartucce. Devi rimboccarti le maniche. Per il discorso amici e ragazze è solo questione di tempo. Troverai anche tu persone che si “incastrano” perfettamente con il tuo carattere ed il tuo modo di essere.

  3. 3
    Ari -

    Rosso81 ti ha dato ottimi consigli.
    Iscriviti ad un’associazione di volontariato, non so di dove sei, ma ovunque si trovano Pubbliche assistenze e roba simile o magari un coro, una scuola di ballo, un circolo di lettura.
    Qualcosa che ti piaccia, così troverai gente che condivide i tuoi interessi.
    Cerca il bello della vita e godilo.

  4. 4
    Qiu -

    Secondo me dovresti semplicemente cambiare aria e soprattutto frequentazioni.. So che vuol dire non sentirsi bene accetti purtroppo, io ho vissuto un piccolo calvario alle superiori..
    Trovati qualcosa da fare che ti consenta di stare a contatto con altre persone, una cosa a caso, purchè sia lontana da chiunque ti conosca. E’ come ripartire da zero. Sapere che le persone con cui parli non hanno preconcetti su di te aiuta, fidati.
    Non hai idea di quanti siano a sentirsi come te, io ero una di loro, poi ho cambiato ambiente e… Magia..
    Quel che conta veramente è che ti ricordi sempre di valere, vedrai che se ne accorgeranno anche gli altri 😉

  5. 5
    Denny -

    Ciao, diamoci una mano fratello cuesta storia rispecchia la mia situazione, purtroppo.

  6. 6
    Cris -

    Non ti preocupare. Comminza a pensare in cose positive, e cosí sarai piu felice. Scusami per il mio italiano, ma io sono spagnola e non parlo molto bene. Buona fortuna!

  7. 7
    naty0.0 -

    io ho solamente dieci anni, e potrai pensare che non ho l’età giusta per dire questo genere di cose, ma nel mio piccolo in una situazione così mi ci trovo anche io… cioè mi sento sotto pressione dei miei… sai che devi fare? metterti d’impegno. è la cosa migliore da fare. non essere scontroso per farti degli amici, non essere indifferente (è la cosa che noi ragazze odiamo di più) per fidanzarti e per un lavoro, la stessa cosa… metterti d’impegno.

    è tutto, da naty0.0

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili