Salta i links e vai al contenuto

Quando vedo vecchie conoscenze che hanno messo su famiglia

Lettere scritte dall'autore  Schizoide

Una cosa che capita spesso, fisicamente in giro o più spesso tramite i social network, è vedere persone, soprattutto donne, che in passato ti avevano schifato (anche donne con le quali non ci avevo provato, ma che comunque non si sono fatte sfuggire la possibilità, in un momento di difficoltà di percularti e farti sentire inadeguato) mettere su famiglia. Mostrano orgogliose foto con pancioni, bambini appena nati, fratelli, sorelle, insomma famiglie da mulino bianco. La sensazione che provo è duplice: 1) riaffiora la rabbia, il ricordo del momento o dei momenti in cui mi hanno preso per il c..o facendomi sentire inadatto; 2) divertimento e soddisfazione, perchè so che la vita non è tutta rose e fiori come descrivono. Mi spiego: questa gente ha fatto il matrimonio, viaggio di nozze e poi una vita sulla ruota come criceti a sfamare altre bocche che in alcuni casi mettono al mondo in maniera scriteriata, direi insensata per la situazione del mondo di oggi. Sinceramente penso che il più grande atto di amore che una persona possa fare per un proprio ipotetico figlio, per come va il mondo di oggi, è … non farlo nascere, sperando che questa anima venga destinata ad un pianeta migliore. Comunque queste bastarde ipocrite le vedo stanche, distrutte, sfiorite in quel poco di bellezza che avevano; i loro “Adoni” irriconoscibili, hanno perso i capelli, il fisico e l’andatura di chi si fa il c..o dalla mattina alla sera e non ha un soldo in tasca. Su facebook vogliono far credere di essere felici, ma so che non lo sono e questo mi fa provare una sorta di piacere di rivalsa. Oggi io sto meglio di loro dal punto di vista economico e lavorativo e quando vedo questa gente godo a far sapere loro dove sono arrivato, mentre loro si sono infognate in un casino dal quale usciranno solo in orizzontale. Mi piace mettere le foto dei miei viaggi, sapendo che queste dopo il viaggio di nozze non hanno più fatto nulla, perchè non possono permetterselo e questi mariti che hanno dovuto accettare lavori estenuanti e malpagati, non hanno potuto migliorare, perchè che vuoi migliorare con al fianco una creatura malefica e portatrice di problemi?!?!? In alcuni casi questi mariti, per quanto sono stati sfiancati sono diventati dei cessi. E’ bello sapere che chi ti faceva pesare tanto cose che non dipendevano dalla tua volontà ora sta sotto di te e sotto rimarrà!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Quando vedo vecchie conoscenze che hanno messo su famiglia

Lettere correlate a:

Quando vedo vecchie conoscenze che hanno messo su famiglia

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

7 commenti

  1. 1
    Fenice -

    Capisco bene quello che vuoi dire. Io nella comitiva ero sempre quella sfigata che veniva piantata dallo stronzo di turno perché c’era sempre qualcun’altra che era “di più” di me in qualcosa. Oggi, a distanza di vent’anni, le stesse persone che mi compativano mi invidiano e provano rabbia perché a differenza loro mi sono mantenuta in forma, ho una vita appagante e piena di interessi, posso viaggiare e fare ciò che voglio e non ho il fardello di avere accanto un coniuge petulante e irriconoscibile e dei figli che ti assorbono completamente senza darti modo di fare altro. Il loro atteggiamento nei miei confronti è teso a colpevolizzarmi in maniera sottile per la mia vita libera, come se questo volesse dire essere immaturi e irresponsabili. Ma chi è felice non si comporta così verso gli altri anzi è contento se ti vede radiosa e risolta, quindi si tratta solo di persone frustrate deluse dal mito della “favola a due”. Adesso sono io che scelgo e seleziono!

  2. 2
    CLAUDIO -

    In sostanza,uno dei tanti aspetti della cosiddetta”Selezione Naturale”che come si sa,termina con l’altrettanto “Naturale” dipartita dei vari soggetti in questione.
    Ricorda,comunque,che alla fine(a chi prima, a chi dopo),il TEMPO batte tutti!

  3. 3
    Fenice -

    Claudio il tuo mi sembra il tipico discorso del solito rosicone frustrato. Quando sarò anziana mi porrò il problema per adesso mi godo il mio ritrovato – e meritato – equilibrio. E comunque una persona serena è in pace e appagata anche da anziana.

  4. 4
    CLAUDIO -

    Punto primo:innanzitutto,mi riferivo all’autore della lettera tal schizoide che(con tutto il rispetto) già di suo è un nickname che è tutto un programma.
    Punto secondo:dipende dai punti di vista.Potrei credere pure io che sei tu la vera “rosicona frustrata”visto che ti sei definita all’inizio una sfigata usando un volgare epiteto e precisando di stare con persone che provano rabbia e già di per sé questo conferisce negatività al commento.Non metto in dubbio la buonafede e le giustificate ragioni che ti hanno portato a scrivere ciò che hai scritto,ma in momenti non completamente sereni come questi(per ovvi motivi che conosciamo),mi pare,a mio modesto avviso,Esagerato e Fuori luogo !
    Soprattutto, ricorda che scrivi in un forum aperto a tutti,dove,come specificato,viene esposto”Il tuo punto di vista sulle cose”e così come tu hai avuto il diritto(sacrosanto) di testimoniare la tua esperienza,io ho avuto il diritto(sempre sacrosanto)di replicare a mio modo. Saluti!

  5. 5
    CLAUDIO -

    PS:anche il tuo modo stizzito di rispondermi(io, almeno,sono stato pacato) ,potrebbe confermare una non completa serenità interiore e tieni conto(senza stravolgere la tua vita , per carità) della mia riflessione finale sul TEMPO che vale per te quanto per me.

  6. 6
    glosstar -

    Quanto miserabile deve essere la vita di chi pur di non guardare la propria mediocrità, osserva la vita degli altri dal buco della serratura, e se ne inventa il fallimento.

  7. 7
    Rosa -

    Sono pensieri. Vedi, nella realtà quando si crea un imbarazzo cambia tutto. Perché non deve accadere. Non sei un bambino. Tutto quello che c’era deve sparire. E’ normale. Questa è la legge. Non deve mai accadere. Ti caccerebbero fuori per molto meno. Queste sono situazioni mentali. E’ come avere un cavallo nella stalla. Ci vogliono i denari per concretizzare una vita presente in un mondo che ti fa paura.

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili