Salta i links e vai al contenuto

Possibile uso dei missili nucleari da parte della Russia

Lettere scritte dall'autore  Adriano Cantarella

Egr dr Mentana, a parte farle i complimenti per l’ottimo livello della sua informazione, e idem a Diego Fabbri, avrei una domanda da fare a Lei e soprattutto a Fabbri: che rischio reale c’è che un Putin disperato e con le spalle al muro possa giocare al: muoia Sansone con tutti i Filistei, e far partire un missile dotato di bomba nucleare verso l’Europa? Io con la mia azienda importo da anni apparecchiature medicali che fornisco a tutte le sale operatorie della Campania, negli ultimi anni lavoro molto con grosse aziende cinesi, e uno dei loro dirigenti mi diceva: ho vissuto e lavorato ad alto livello per 5 anni a Mosca, ti confermo che il livello di corruzione tra politici e militari che contano a Mosca è allucinante, è tutta gente che si è arricchita a dismisura alle spalle del popolo col benestare di Putin, ma oggi si trova spesso nella situazione di non poter più godere dei frutti delle proprie ruberie a causa della guerra e conseguenti sanzioni. Per questo motivo molti di questi potenti disapprovano Putin e potrebbero rivoltarsi contro di lui. Comunque esistendo almeno 3 gradi di sicurezza per poter far partire un missile armato di atomiche, i militari non gli permetteranno mai di scatenare una guerra nucleare perchè consapevoli che questo significherebbe anche la loro fine, e la fine di quello per cui hanno sempre lavorato, cioè arricchirsi, per cui stai tranquillo, Putin da solo non può scatenare una guerra nucleare, sta bluffando.
Ma visto la paura che le minacce russe stanno provocando, cosa ne pensa Fabbri di quello che scrivo, sia della possibilità di un putch contro Putin, che significherebbe avvelenarlo a vendere al popolo la sua morte come morte naturale, e di una escalation nucleare? Grazie
Adriano Cantarella, Napoli

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi: Possibile uso dei missili nucleari da parte della Russia

Altre sul tema

Altre nella categoria: enrico mentana

8 commenti a "Possibile uso dei missili nucleari da parte della Russia"

  1. 1
    white knight -

    Mah… sia chiaro, non vorrei portare sfiga… però secondo me il rischio è concreto invece. Può sempre tirarne una tattica dal raggio limitato (sia in termini di esplosione che di fallout radioattivo), magari al centro dell’Ucraina al fine di non intaccare alcun paese NATO (e quindi non dare il casus belli che gli USA stanno spasmodicamente cercando) e neanche il fido alleato Bielorusso, e con questo dimostrare che fa sul serio.
    Gli americani l’hanno usata per ben due volte senza motivo, se non quello di “dimostrare” e di tagliar corto con la guerra contro il Giappone.
    Sull’Europa non credo che tiri alcunché finché ha i suoi ambasciatori qui… tieni d’occhio gli ambasciatori: se li richiama tutti improvvisamente allora sì che son ca**i…

  2. 2
    Beh -

    White knight, c’è una “leggera” differenza, tra adesso e quando gli Usa sganciarono 2 bombe nucleari sul Giappone, dato che a quell’epoca furono gli unici ad avere l’atomica. Oggi se sparano un missile nucleare gliene tornano indietro anche di più, lo sanno bene come lo sa la Russia che approfitta di questo “terrore atomico” per continuare, protetta da questa paura nella quale si è consapevoli che un intervento militare diretto dell’occidente scatenerebbe la terza guerra mondiale. La parte che hai citato degli ambasciatori, beh non credo che sia una garanzia, pensi che a lui gliene frega qualcosa dei connazionali che vivono all’estero? In una dittatura non si ragiona come in una democrazia, e per finire in questa guerra si dovrà, nolenti o dolenti, scendere a patti con la Russia, purtroppo in questo mondo la ragione c’è l’ha chi é più forte, e la storia la scrivono i “vincitori” (chi resta in piedi, con o senza ragione). Mi pare che le conseguenze delle sanzioni le stia pagando in particolare UE

  3. 3
    marc -

    Ricordando che la NATO ha dichiarato che non si sarebbe mai espansa ad EST verso la Russia che si è rilevata una enorme bugia, ora continua a non rispettare il patto facendo entrare anche Finlandia e Svezia.
    Ma siamo sicuri che la NATO vuole la pace? Per me vuole la guerra e allargare il conflitto. Il mancato rispetto del patto porterà la Russia a reagire militarmente e poi chissà… potrebbe iniziare ad usare anche il nucleare. Ripeto attenzioni Nato= USA, purtroppo stanno diventando troppo inconscienti e pericolosi, gli altri paesi della Nato e in particolare l’UE deve ricordare agli USA di rispettare i patti, ma sempre se vogliamo che il conflitto non inizi ad allargarsi in un escalation militare. White knight questa è logica politico-militare non la chiamerei assolutamente sfiga ma date illogicità e irrazionalità della Nato io la chiamerei “FOLLIA”della “NATO(USA)” che vuole vedere “MORTA(UE)” .

  4. 4
    Trader -

    Ci sono tre futuri scenari possibili:
    1) la guerra resta confinata tra Russia e Ucraina. Ma il solco che abbiamo scavato con la Russia, con la rottura dei rapporti commerciali, l’approvvigionamento energetico e alimentare impoverisce l’Europa;
    2) scoppia una guerra convenzionale tra Russia e Nato, magari con altri alleati del blocco occidentale, ma le armi nucleari non vengono toccate. Vi sembra improbabile che si combatta senza gli armamenti più forti, ma in realtà potrebbe accadere, con una guerra confinata su alcuni territori, ma che coinvolga tutti i suddetti paesi;
    3) guerra nucleare. È l’ipotesi meno probabile, ma più catastrofica.

    Spero in una quarta possibilità, in un quarto scenario, quello positivo, cioè una risoluzione pacifica di questo conflitto.
    Vi confesso di avere paura, molta paura.

  5. 5
    Beh -

    White knight, infatti ho scritto che nolenti o dolenti (tralasciando “volenti” di proposito) si dovrà scendere a patti con la Russia, il male minore é trovare un accordo che vada bene a tutti, altrimenti oltre a vittime di guerra, si conteranno anche vittime di fame e di freddo per crisi economica-energetica. La guerra atomica può spaventare, ma spaventa anche lo scenario che si prospetta a partire dal prossimo inverno quando dal rubinetto del gas non uscirà più nulla, le imprese che chiuderanno i battenti con tutte le conseguenze per economia, lavoratori, famiglie, ecc. Se per finire questo scempio si dovrà accettare il fatto che la Russia si prenda il Donbass e un paio di altre regioni filo-russe, la Nato d’altro canto farà aderire Svezia, Finlandia e forse quel che resterà dell’Ucraina filo-occidentale, e ognuno si sarà preso la propria fetta, ma almeno smetterà la guerra. Meglio un compromesso scomodo ma con un mondo da vivere, che una ragione ottenuta con un mondo distrutto…

  6. 6
    beh -

    Trader:
    1) Non é detto, l’Europa potrebbe ritrattare le proprie decisioni e ritornare a dei rapporti economici con la Russia, mantenendo una distanza politica. Quando si é “alla canna del gas” (per restare in tema gas) le ideologie e le ragioni vanno in secondo piano.
    2) Una guerra convenzionale tra i due “blocchi” sta già avvenendo, con l’invio di armi, mercenari, eserciti non regolari, ecc, non si dice chiaramente ma si sa. Perché credi che l’Ucraina stia resistendo così a lungo? Si, c’é la forte motivazione patriottica ma fino ad un certo punto, evidentemente ci sono degli aiuti anche sul campo.
    3) Il conflitto mondiale sarà inevitabile solo se i due “blocchi” si dichiareranno guerra apertamente, non credo si voglia arrivare a quel punto, primo perché nessuno ne uscirebbe vincitore e secondo, semmai dovesse esserci un vincitore, quest’ultimo avrà conquistato un mondo distrutto e invivibile, quindi anche l’eventuale improbabile vincitore sarà destinato a perire e “fine dei giochi”.

  7. 7
    Trader -

    beh: “l’Europa potrebbe ritrattare le proprie decisioni”

    beh, questo scenario rientra nella mia quarta ipotesi. Però stiamo prendendo delle scelte che potrebbero rivelarsi durature, per esempio la creazione di energia da fonti rinnovabili farebbe diminuire il fabbisogno di importare combustibili fossili dall’estero. Finora questa transizione è stata lenta, adesso potrebbe avere un’accelerazione.

    “Una guerra convenzionale tra i due “blocchi” sta già avvenendo”
    Lo so bene. Le armi sono le nostre, il grilletto che spara è di un soldato ucraino. Noi mettiamo le armi, il piombo, l’intelligence per identificare le navi russe colpite, l’Ucraina mette gli uomini. Ma sarebbe molto diverso se fossimo noi in trincea. Speriamo di non arrivare a questo punto.

  8. 8
    Dante -

    Bisogna chiedere con forza l’obbligo a firmare per la messa al bando e la distruzione di quelle MALEDETTE armi di distruzione di massa.
    Applicare il 41 Bis per tutti i trasgressori, senza se e senza ma.
    Tutto quello schifo di armi deve sparire per sempre dalla faccia della terra e non devono mai più esistere.
    Chi le prolifica, le possiede, minaccia di usarle, le testa, deve essere preso processato e messo in GALERA finché campa!!!

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili