Salta i links e vai al contenuto

Una vita da precario

Che le aspettative di vita si siano alzate è rivelato dalla conoscenza scientifica “non solo da Rutelli” che non afferma però la proporzione ove si ravvisa la proporzione innalzamento = migliore qualità di vita = puoi ancora lavorare. 
Ma i Parlamentari si avvierebbero alla pensione in quale periodo Quaternario ?  La seconda affronta al meglio il concetto: come si possono considerare i 35 anni lavorati all’anno 2006 al modo dei precedenti ? Non parliamo dei giovani che dovranno canticchiare ..una vita da precario.
Cordialmente
Carlalberto Iacobucci
  
 

L'autore ha scritto 140 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

4 commenti

  1. 1
    filippo -

    quando si affronta il tema delle pensioni, sul quale, manco a dirlo, è tornato un paio di giorni fa il Padoa Schioppa con considerazioni taglierecce, dopo aver rettamente osservato che
    1. ai pensionati di qualche anno fa la pensione era elargita a piene mani e agli statali a spese di altri;
    2. a quelli di ora lo stato “RUBA” il 15%;
    3. a quelli di fra poco RUBERA’ il 35%;
    4. a quelli di domani RUBERA’ il 65%,
    avendo ciò osservato, non si dovrebbe evitare di considerare che tale RUBERIA non è giustificata dalla congiuntura economica e neanche dal sistema a ripartizione, per quanto balordissima eredità del dopoguerra (i lavoratori correnti versano per le pensioni dei pensionati correnti; mai sentita str…..gine più str…za), bensì dal fatto che negli anni ’80 l’INPS ha cominciato a finanziare pesantemente, oltre a certi trattamenti assistenziali, anche truffaldini, le crisi industriali con l’accordo pieno dei sindacati, specialmente la CGIL.
    un fiume di miliardi è stato sottratto alle casse previdenziali per foraggiare l’industria privata e pubblica e a partecipazione.
    all’INPS è stato creato un buco finanziario di quasi 100.000Mld£, ossia pari al 20% della spesa corrente dello stato per coprire spese assistenziali, anche truffaldine, che non si è voluto coprire con il gettito fiscale, come sarebbe stato giusto e logico.
    ancora adesso le CIGS sono finanziate a ripetizione, anche quando non esistono i presupposti di diritto, con i soldi della Previdenza e in questo inzuppano il portafogli loschi figuri, spesso provenienti dal sindacato stesso, che gestiscono con vantaggio personale i rapporti tra Ministero del Lavoro, Aziende in crisi e Organizzazioni Sindacali.
    DATO DI FATTO NON DISCUTIBILE: lo Stato italiano è un’organizzazione per delinquere di stampo mafioso finalizzata al sacco, alla rapina, allo sfruttamento, anche della prostituzione e della droga, e all’estorsione, e il bello è che tutti i politici dicono di voler cambiare questo stato di cose, ma nessuno lo fa, chissà come mai.
    con questo in testa, i giovani possono decidere cosa fare, anche andarsene, tanto ai pensionati penseranno i lavoratori immigrati regolarizzati, perfino baciando il suolo di questo paese in cambio di una vita operaia per i prossimi 20 anni, tantissimi, come accadde nel dopoguerra con il NordItalia e con il Belgio; e in effetti anche questo E’ un dopoguerra, il dopoguerra dei LADRI e dei MAFIOSI! chi non volesse accettare quest’evidenza schiacciante, guardi come funzionano bene l’ANTI-STATO e l’IN-GIUSTIZIA in Italia.

  2. 2
    leo -

    Non si capisce molto cosa volevi dire con la “proporzione” del primo paragrafo; però il concetto “innalzamento delle aspettative di vita” mi turba.
    quale vita?! quella di Andreotti?!
    gente intorno ai 50 sta morendo di svariati cancri come mosche e passano gli ultimi momenti su questa terra a farsi abbrustolire a fuoco lento da ‘sti fasulli con la chemio o con la radioterapia.
    A Ostia ponente è stato riscontrato un incremento abnorme di tumori, non si sa perché! qualcuno dice per via del depuratore; mah!
    Il tasso di cancri della pelle è aumentato vertiginosamente e miete vittime soprattutto tra i giovani.
    Molti muoiono subito dopo i 60, rari sono quelli che superano i 75 anni e rarissimi quelli che passano gli 85, per non parlare delle mosche bianche, di solito femmine, che riescono a vedere i 90-100 e oltre.
    Al cancro e alle altre gravi patologie, come quelle virali, tipo l’AIDS, si deve aggiungere l’alto tasso di mortalità per incidenti, criminalità, guerre, droga, terrorismo, cataclismi naturali.
    L’invecchiamento della popolazione è dovuto al fatto che la gente, giustamente, non s’arrischia a fare figli se li deve mettere al mondo in questa schifezza di società.
    Il “teorico” aumento dell’aspettativa di vita è dunque una balla, che serve ai politicanti per giustificare l’abbattimento della pensione perché, come fa notare giustamente l’ntervento qui sopra, i soldi se li sono rubati, e alle banche, che ci si basano per l’erogazione dei mutui.
    Tra l’altro, l’aumento considera solo i paesi industrializzati e non quelli che per loro fortuna ancora non lo sono, ma dove la gente cade come birilli a causa delle conseguenze nefaste del colonialismo europeo.
    Se si considerassero anche questi paesi, come sarebbe giusto, si vedrebbe che l’aspettativa di vita oggi è quella dell’Uomo di Neanderthal.
    Concludendo, l’aumento “teorico” dell’aspettativa di vita è il dato più menzognero e ributtante che questi ci sbattono in faccia ogni giorno.

  3. 3
    Carlalberto Iacobucci -

    La scienza afferma: puoi vivere di più ma quanto dipende da tante cose….
    Sul vivere di più poi ho la mia da dire
    Padre= Deceduto 54 anni Cirrosi epatica
    Madre = Rimosso cancro anni 65 ancor viva (ma come vive!!!)
    La mia era esclusiva ironia.
    Se proprio vuoi sapere cosa penso sull’età affermo per quanto può contare il mio parere: VIVI DI MENO E PEGGIO .

  4. 4
    leo -

    Riprendersi i soldi versati all’INPS con i dovuti interessi, possibilmente anche quelli non recuperati da padre e madre, richiede più aggressività e cioè:
    “fai il possibile per campare fino almeno a 85 anni, mirando a camparne 120, come stabilisce giustamente la Genesi, e lascia il resto al destino, il quale potrebbe aver disposto diversamente”.
    come vedi, non è attaccamento alla vita, quello ce l’ha quel parassita clericale di Andreotti; questo è diritto cosmico alla giustizia.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili