Salta i links e vai al contenuto

Un vuoto enorme dentro di me

Lettere scritte dall'autore  Herman82
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

31 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 21
    embran -

    a volte anche io , mi sento una merda vorrei solo sparire da circolazione …ma pultroppo la vita ci insegna che bisognia affrontare tutti quete situazione e ….te lo assiguro non finisci mai di imparare …..ti saluto tante cose nella vita

  2. 22
    Salvo -

    salve a tutti. anchio mi sento da anni un vuoto dentro.penso sia la carenza affettiva nell´infanzia. i dolori del passato. ho provato con la tearapia. spiritualmente. fiori di bach. ma il vuoto e rimasto vuoto. cmq come ho gia letto. quello che potrebbe aiutare. e cambiare il modo di vivere. e aggiungo anche il modo di pensare. il modo di pensare e fondamentale. se ci troviamo a soffrire e perche mentalmente qualcosa nn ha funzionato. nn bisogna aspettare di cosa avviene prossimamente. impariamo ad agire. fare passi. senza aspettare che la mamma ci prende per mano. dobbiamo imparare a volerci bene. a dare amore. e non cercare la felicita. il cercare fa infelice.

  3. 23
    arianna -

    Salve ho letto tutto…e devo dire che rispecchio molto un po tutti io ho questo vuoto che si chiama morte ma dall altra parte ce la vita che si chiama figli e quini vince la vita ma quella pigia pigia è incredibile come è dura se volete parlare con me io vi lascio il mio contatto ariannafirenze@yahoo.it o senno ariannalobue@alice.it vi aspetto….grazie

  4. 24
    Tancamala -

    Di frequente spero nel vuoto, che mi rilassi e mi dia la possibilità di non stare più male nei terribili attimi in cui stò male, meglio il vuoto, di pensieri parole ed opere. Scusate l’intrusione, vengo da un’altra lettera e vado via subito. Prendo un antidepressivo, che stabilizza il mio umore, e da quando lo prendo ho cominciato a non sentir niente. E’ strano che questo non sentir niente sia sempre di più. Forse arrivero al vuoto. A quel fatidico momento in cui non mi feriranno più le parole,i pensieri e le opere di chi mi circonda.
    Alle volte, desidero il vuoto. Ciao, me ne vado.

  5. 25
    teo -

    fa parte della tua crescita spirituale.convivi con quella sensazione che come dici e’ la morte ma dietro a quella sensazione c’e l’io.orribile?!be dietro la confusione dei pensieri c’e il vuoto.pensa se non potessi respirare,la morte non ha respiro.forse e’ il momento che cominci a sognare consapevolmente.
    comunque non sei il solo oggi tutta l’umanita incomincia a provare questo vuoto e il passaggio di questa era,vedrai che col tempo tutto ti sara’ piu chiaro…. buona vita
    fanfulla

  6. 26
    Barsine -

    Secondo me, tu devi imparare a stare solo con te stesso. Secondo me tu non ti piaci, non ti ami, non ti accetti, e questo viene prorompentemente fuori nell’intimità, il momento in cui sei “nudo” per eccellenza, magari la cosa si enfatizza perché in un momento del genere dovresti sentirti “pieno” ed appagato, e il tuo non esserlo, la tua irrequietezza in quel momento risalta per contrasto più che mai. Sono sicura che non hai mai amato nessuna. Che in realtà non ti sei mai aperto con nessuna. Forse non sei indipendente emotivamente, forse con amici e famiglia ti “distrai” da te stesso, ma in realtà tu come personalità autonoma ancora non sussisti. Penso che dovrai fare un lungo lavoro d’accettazione di te stesso, per trovare persone e situazioni che ti si addicono di più.

  7. 27
    nadia -

    Ciao spero leggi la mia mail a me e successo contattami se vuoi cs ne parliamo saluti nadia

  8. 28
    David -

    ciao, ho letto tutto… e credo che tu mi assomigli particolarmente (escluso l’ essere omosessuale). Comunque, anche se sono molto probabilmente la peggior persona esistente a questo mondo che ti possa dar consiglio.. lo dirò lo stesso dato che sono un ipocrita egocentrico:
    SU COL MORALE CHE C’è CHI STA MOLTO PEGGIO DI TE!
    Una conferma di questo è il fatto che tu sia riuscito a trovarti una ragazzo (cosa che presumo richieda un POCHINO di coraggio dato che anche tu sei una ragazzo..), tu lo sai che c’è chi pagherebbe chili d’ oro per avere metà del tuo coraggio? Per non parlare del fatto che il tuo problema ha soluzione (e che nessuno mi venga a dire adesso che tutti i problemi hanno soluzioni etc..) per il fatto che da te esiste la radice del problema, ed una volta trovata sai già come rimediare.. Ritieniti fortunato.
    E ora dato che ho detto che sono anche egocentrico.. eccoti servito:
    Io il problema del sentirsi vuoto, di vivere esternamente, passivamente, da fuori, come se fosse la vita a vivermi e non io a vivere la vita, ce l’ho da quando avevo 4 dannati anni, si QUATTRO anni! Mi ricordo esattamente il giorno, ogni singolo particolare… in quel giorno mi sono guardato le mani piangendo e mi sono chiesto: chi sono? perchè sono qui? come mai non sono qualche altro animale ma STO DENTRO A QUESTO CORPO (non so se si capisce il concetto ma vabbè)
    Ora ho 18 anni, ho passato più o meno 12 anni a riflettere sulla vita, il suo senso e se valeva la pena viverla; gli altri 2 gli ho passati facendo finta di divertirmi con gli amici, ascoltando discorsi tremendamente patetici, senza alcun significato e privi di qualsiasi cosa io trovi interessante(sempre che ci sia qualcosa).
    Ho pensato al suicidio, molte volte, ma sono un codardo, anche se devo dire che per suicidarmi non era il coraggio a mancarmi bensì la forza di ferire in una tale maniera i miei genitori e fratelli, ho rinunciato solo per quello, dato che loro mi vogliono molto bene (a chiunque provi ad associare il mio stato attuale a questo, lo vorrei fermare in partenza, non c’entra nulla, fidatevi, ho cercato soluzioni per 12 anni, gli voglio bene ma la cosa finsce la).
    Io a questo non trovo rimedio, ho provato con farmi amici, divertirmi etc.. ma niente… era tutta finta e lo sentivo.
    Un’ altra cosa: mi piace la solitudine.. la trovo rilassante..
    Tanto per farti intendere quanto mi senta vuoto: una volta alle medie non ho parlato ASSOLUTAMENTE con nessuno in classe per una settimana.

  9. 29
    mondo -

    ho un vuoto dentro me´, e come se il mondo mi e caduto a dosso , non ho fiducia di nessuno ,
    neanche della famiglia mi sento cosi´vuota che e come non ho piu´anima mi sento fredda ,non capisco cosa mi succede non credo piu´nessuno mi sembra una parte di me´´e scomparsa ,

  10. 30
    Angelo -

    L’amore gay esiste, esiste come in quello etero, o come in ogni essere vivente su questa terra. Non bisogna mai disperare, anzi, bisogna crederci e andare avanti, sperando che un giorno si incontri l’anima gemella. Condivido anche io per la storia seria, un amore grande, vivere con una persona stabile e costruire un futuro in due, non e’ facile ma prima o poi, cupido affonda la propria freccia. L’amore gay esiste, eccome…

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili