Salta i links e vai al contenuto

Troppo difficile

Rieccomi, un saluto ai polemici attaccabrighe sterili frustrati e a coloro che interagiscono semplicemente. Riparlo di relazioni. Troppo difficile averne una. Almeno nel mio mondo, microcosmo, devo seguire la scuola della rassegnazione. Ci ho provato e sto agli sgoccioli di un ” neouccio” rapporto che non riesco a tollerare.  Temo che cosi come gli infedeli devono tradire con gli infedeli e  non i single, anche i rapporti debbano essere tra non genitori o genitori. Un uomo sposato raramente (giusto se lei ha sopportazione illimitata) può accettare uno coi figli. Seppur un domani lui lo espliciti ai figli. Seppur lui dica che sono amori diversi ma il figlio verrà sempre prima. Se poi ci aggiungi che l’uomo ha problemi economici perche ha il mantenimento e deve pure mante ere se stesso, un lavoro incasinato che gli porta via del tempo, per quanto lui ritagli pure mezz’ora per vederti…non è sufficiente. Forse se si è innamorati si? Forse si ma fino a che l’amore non svanisce, poi ti rendi conto che tu vieni sempre ad incastro..ed io personalmente non voglio e non riesco a starci.  Mi si chiede pazienza di accntentarmi di un giro a piedi perche lui (ne io ahime) ha la macchina. Di aspettare un paio di stipendi per riaggiustarla. Di attendere 3 mesi per una casa che prendera da solo (ma con quali soldi se ne da tanti ai figli?). Mi si chiede di avere pazienza..ma per cosa?? Essere insoddisfatta di stare incastrata e seconda al resto? Non fa per me. I liberi sono strani e tanto, gli sposati un vuoto a perdere e i separati con figli un disastro. Beata la forumista Mg che si dedica alla carriera. 🙁

L'autore ha scritto 12 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Relazioni

50 commenti a

Troppo difficile

Pagine: 1 2 3 5

  1. 1
    Marius -

    Hai ragione, tu sarai sempre la seconda…terza…quarta…

  2. 2
    maria grazia -

    bianca, ti sbagli. io non mi dedico alla carriera. mi dedico ai miei sogni e desideri, è diverso 🙂 forse si realizzeranno, forse no. ma intanto ho davanti a me la bellezza delle cose semplici ma autentiche, la serenità di tutti i giorni e la vicinanza preziosa di qualche vero amico. e tanto mi basta! ho imparato a non far dipendere la mia felicità da un ipotetico uomo perchè è la cosa più sbagliata. ciao.

  3. 3
    Rossella -

    Per quanto mi riguarda penso che il compito di guidare la coppia spetti all’uomo. Se il ballerino non ti piace fai sempre in tempo a cambiare. Chiaramente dopo i trent’anni non potrai pretendere la luna da un uomo che sentimentalmente ha già dato… francamente non riesco a stare dentro categorie come separato e singol. Penso che dopo una certa età l’uomo debba comportarsi da padre di famiglia (punto), il resto è un affare di coscienza.

  4. 4
    Basta -

    @biancabianca
    Hai ragione..prima i soldi e poi l’amore…le donne sono così..e comunque esercitati nello scrivere in modo corretto, non si capisce nulla.

  5. 5
    Valinda -

    Scusami biancabianca ma in fondo quest’uomo potrebbe pensare la stessa cosa di te che non hai un’automobile tua, nè una casa e neppure una tua indipendenza no? che effetto ti farebbe se tutte queste remore le avesse lui verso di te…?

    non si capisce se il problema è la sua situazione economica o il fatto che abbia dei figli..ma è chiaro, se un uomo ha dei figli loro sono parte fondamentale della sua vita e lo saranno sempre..ma questo è un’altro discorso.

  6. 6
    Kid -

    Infatti , il classico discorso unilaterale senza senso , di un thread senza senso , con una premessa senza senso . Si vede che l’amministrazione ama le donne che flammano a vuoto . Complimenti!

  7. 7
    biancabianca -

    Frustrati che rispondete..vi adoro. Siete inutili come quelle bomboniere fatte di ninnoli che andranno ad impolverarsi. Non servite a nulla.
    @valinda ora stiamo a vedere che sia la donna a offrire casa e comodità all’uomo. Concordo con Mg..un uomo non da la felicità. Spesso l’opposto. Io aggiungo che siano quasi inutili come esseri viventi. Peccato non essere lesbica ma pure il divertimento sessuale oggi lo puoi avere con un giocattolino. Gli uomini non pensano abbastanza, non amano decentemente e ad una certa età solo solo pieni di problemi. Mg ribadisco..meglio i propri sogni. Piu stimolanti di cazzabuboli da 3 soldi. Di impicci. Ed ora via…frustrati..scatenateviiiiiiii

  8. 8
    Marius -

    Tu stessa affermi : ” …poi ti rendi conto che tu vieni sempre ad incastro..ed io personalmente non voglio e non riesco a starci.”

    Stai dichiarando sul forum che hai intenzione di lasciare quest’uomo ? (un povero disgraziato divorziato con dei marmocchi da mantenere e pochi soldi in tasca, ma facciamo finta che questo sia un dettaglio, anche se non lo è, almeno per te). Altrimenti non si capisce il senso del tuo scritto; è uno sfogo, una dichiarazione, una lamentela ( per la serie ma porca … proprio un pezzente così mi dovevo trovare)?
    Beh in ogni caso prendiamo atto del fatto che quest’uomo non ti soddisfa…

  9. 9
    michelle -

    Diciamo che avresti bisogno di qualcuno che aggiunga alla tua vita tranquillita` e serenita`, e non il contrario.
    Quindi no, non fa per te, come farebbe per pochi sinceramente.

  10. 10
    Almost-Imperfect -

    “I liberi sono strani e tanto, gli sposati un vuoto a perdere e i separati con figli un disastro”

    Vero e vero anche il contrario, anche per le donne è così.
    In effetti le relazioni vanno bene e senza tanti problemi, finché siamo giovani, la parola giusta forse è acerbi.
    Poi ci si “guasta”.
    Ad un certo punto cominciano a diventare importanti anche altre cose, il benessere la carriera, la propria vita e i propri spazi, il non ripetere errori passati ed evitare ulteriori delusioni.
    Chi è già stato sposato/a, cerca di evitare nuove situazioni fallimentari, in più ha da rifare pace con se stesso ed il percorso è spesso lungo e tortuoso (senza scordarsi chi dentro di se non ha neanche niente da pacificare).
    Chi ha figli, ha ovviamente, una responsabilità in più, che è quella del benessere psicologico ed anche economico della propria prole e quindi si sbatte anche per arrivare a fine mese. Sia l’uomo che “elargisce”, ma anche la donna, che non sempre vive sugli allori dello stipendio del marito.
    Chi ad una certa età c’è arrivato solo, o con poche esperienze affettive di un certo peso, non sa cosa aspettarsi e temi quali “reciproco”, “responsabilità”, “convivenza”, “venirsi incontro”, non sa nemmeno da che parte stiano di casa. E sinceramente non è che l’altro/a metà si debba pure sbattere per fare un pò di scuola.
    Quindi che resta?
    A ‘sto punto occorre prendere una decisione ed essere il più possibile coerenti: o soli, facendosi bastare relazioni meteora dalle quali assorbire il più possibile, o trovando un giusto mezzo con la persona che incrocia il nostro cammino, che magari non sarà perfetta, ma ci ricorda che da esseri umani si ha bisogno di calore umano

Pagine: 1 2 3 5

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili