Salta i links e vai al contenuto

Tragedia d’Abruzzo: le istituzioni diano l’esempio

Cari Amici,
fin qui ne abbiamo sentite di tutti i colori sul Terremoto, le sue conseguenze ed i rimedi apprestabili.
L’attuale classe “dirigente” (ndr, “dirigente”…. si fà per dire, per me che ho studiato sui libri figure del calibro di un De Gasperi, Einaudi, Parri, Nenni, Togliatti e che ho vissuto il “partigiano” Pertini quale Presidente della Repubblica Italiana) pare si scervelli sulle “risorse” da recuperare per la ricostruzione.
Spuntano le vituperate “una tantum” e tante altre idee “innovative” (!!! ) tra le quali la brillante idea di devolvere il 5 per mille che per LEGGE (.. ma che cosa sia e cosa voglia dire, oggi, in pochi lo ricordiamo!!! ) è destinata ad altri scopi.
Eppure io sì che una brillante idea -questa sì veramente innovativa! – ce l’ho: pensate che non costa neanche nulla. Anzi… alleggerisce sostanzialmente il bilancio pubblico. Eccola….
Quanti siano in Italia coloro che per effetto diretto (limitiamoci! ) della elezione e rappresentanza politica ricevano un’ indennità’, io non lo so di preciso. Ma credo che sia un dato a disposizione del Ministero dell’Interno e che, quindi, “in quattro e quattr’ otto” possa essere noto a tutti. Bene….
Pensiamo per un attimo soltanto se TUTTI coloro che DIRETTAMENTE E/O INDIRETTAMENTE ELETTI DAL POPOLO (a cominciare dai Ministri, proseguendo poi con i sottosegretari, poi con i parlamentari europei di cittadinanza italiana, i deputati ed i senatori-compresi quelli “a vita”- passando infine dagli assessori e consiglieri tanto regionali quanto provinciali) decidessero immediatamente di devolvere al “Fondo Abruzzo” una sola intera mensilità netta della loro retribuzione/indennità quanti bei soldoni si raccoglierebbero!
Questa sì, amici miei, che è un’idea! E sul fatto che sia innovativa… non ho dubbi!!!
Non solo, ma se davvero si accettasse questa nostra provocazione (che gli Inglesi chiamerebbero moral suasion) dalla “testa” dell’Italia si avrebbe forse un ‘esempio concreto e fattivo, non solo chiacchiere-prediche-polemiche-etc….
Non siamo forse un po’ tutti quest’oggi alla ricerca di un esempio?
E non credo che per far questo si debbano convocare esperti e/o pagare consulenze o attendere il parere di qualche organo giurisdizionale.
Credo che occorrerebbe sono un atto concreto da parte di tutti i “cantori” e “predicatori” che sentiamo ogni giorno riempirsi la bocca di… chiacchiere!
Un simile contributo lo si potrebbe dare, poi, con assoluta celerità.
Con quell’efficacia ed efficienza che la nostra classe “dirigente” va predicando, ormai, da tempo. Guarda caso, tuttavia, lasciando che se ne preoccupino sempre altri.
Allora, cari nostri rappresentanti: per una volta mettetela davvero Voi questa mano al portafoglio! Son sempre soldi nostri, è vero! Ma stavolta la bella figura (Sono sicuro! ) la fareste solo Voi!
Che ne dite? Vi pare possibile? ….
Giuseppe Antonino ROMEO
Polignano a Mare
Bari

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook Tragedia d’Abruzzo: le istituzioni diano l’esempio

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità - Cittadini

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili