Salta i links e vai al contenuto

Tornata dall’ex

Lettere scritte dall'autore  Drake236

Salve sono nuovo e vi vorrei raccontare la mia storia.
Da quando è successo tutto questo sto parecchio male ed ogni cosa ha perso di significato per me.
Ultimamente mi sto vivendo tutto male e per questo vorrei qualche parere e risposta da voi.
Vi ringrazio in anticipo e mi scuso per la lunghezza del testo.
Verso fine dicembre di quest’anno inizio una relazione che all’inizio doveva essere solo sessuale con quella che era la mia migliore amica da anni.
Io e lei abitavamo insieme (a casa sua e vicino a noi abitava sua madre) fino a un paio di mesi fa, prima da amici e poi in questa specie di “relazione” nata proprio sotto lo stesso tetto.
Durante gli anni di convivenza ognuno si è sempre fatto i fatti propri (sembravamo fratelli). Lei durante l’anno precedente si fidanzò e lui, nonostante lei nascondesse la storia con lui spacciandolo per un nuovo coinquilino, venne a vivere con noi. Lui era gelosissimo del rapporto tra me e lei. Dopo un anno che di litigi tra loro due ( lei inizio a trattarlo malissimo, una volta lo picchiò addirittura), in cui lui veniva cacciato dalla porta e rientrava dalla finestra, sia da lei che dalla madre, viene cacciato definitivamente da quest’ultima. Loro due continuarono a vedersi per un po’ fuori da casa fino a che lei non lo molla. Lui comincia a tartassarla di messaggi, a chiamare me, la cugina ecc. A farla chiamare dai suoi amici quando lei lo bloccò. Nel mese successivo dopo essersi lasciati lei mi confida che mentre era con lui le erano venuti dei pensieri a livello sessuale su di me forse innescati proprio dalla gelosia di lui. Io non ci do peso e continuo con la mia vita, però lei continua a mandarmi segnali fino a che una sera cedo, mi avvicino più del solito a lei e lo facciamo.
Da lì (inizio gennaio, fino a inizio agosto) iniziamo a farlo tutti i giorni e all’inizio ci diciamo di prenderla come una cosa di solo sesso per non rovinare l’amicizia. Lei però inizia ad insistere per dormire insieme e iniziano le litigate in cui lei mi dice/accusa che mi avvicino a lei solo per il sesso, e in cui è sempre lei a fare il passo per chiarire. Così io comincio a credere e a desiderare qualcosa di più di una scopamicizia ma non lo dico subito. Dopo un’altra litigata in cui mi accusa di nuovo della stessa cosa, complice anche un mio periodo di stress e preso dalla rabbia le dico che dobbiamo farla finita.
In quella settimana non ci parliamo e quando cerco di parlarle lei è schiva e fredda. Nel frattempo faccio una visita medica che mi molta angoscia addosso e in lacrime mi sfogo con lei e lei sfrutta il fatto che io stia così per dirmi che quella settimana è stata schiva perché ha chiamato e si è rivista con il suo ex. Dice che si sente in colpa nei suoi confronti per essere venuta con me e di averglielo detto e che lo ha ricercato per nostalgia di alcune cose e che se la madre non lo avesse cacciato non sa se fossero stati ancora insieme. A me sembra assurdo perché se voleva starci insieme ci sarebbe stata e non avrebbe pensato a me. Comunque io sto male e ho paura per la visita e le chiedo di starmi vicino. In quella settimana comunque lei mi evita e mi respinge a livello sessuale e dopo riprendiamo. Lei ogni tanto risponde ai messaggi dell’ex e anche se viene a letto con me, inizia ad essere sempre più distaccata e io comincio ad esternare, anche se con fatica visti i suoi comportamenti, i miei sentimenti.
Lei dice che dovevo dirlo subito, e una sera lei mi dice che da fidanzata è diversa che con me non ci vuole stare e io le dico che però vorrei che lo fosse, ma il secondo dopo mi dice che qualche sera prima dopo essere uscita con le amiche ed essersi più che ubriacata si è baciata con un ragazzo. La sera stessa dopo avermi detto queste cose io le dico che non so a questo punto se voglio ancora se sia la mia ragazza perché non saprei se fidarmi e lei mi dice che tanto lei non vuole stare con nessuno. Il secondo dopo insiste e mi prega per farlo e io come uno stupido cedo.
I mesi successivi continuiamo a farlo e ogni volta che litighiamo si riscrive con l’ex. E siccome si dovrà trasferire e io ad agosto dovrei partire per andare a trovare i parenti dice che appena io partirò o lei si trasferirà tutta questa storia finirà. Io provo a convincerla a provarci ma lei declina sempre, a volte anche trovando delle scuse.
Arriviamo all’ultimo weekend di luglio in cui lei insiste per farlo ma quella sera non mi sentivo bene quindi le dico che non me la sento, lei si incazza e cambia stanza. Il giorno dopo mi evita e il giorno dopo ancora dopo che è stata tutto il giorno in giro mi dice di mettere un programma su Netflix. Io le chiedo come facesse a sapere che fosse uscito e mi dice che glielo ha detto l’ex, come immaginavo e immaginavo anche che fosse il motivo per cui era strana e glielo dico, lei mi confessa che il vero motivo per cui era strana è che lui le ha detto di essere andato a letto con un altra al che io sbotto: le dico che sono 8 mesi che sta venendo a letto con me e che nonostante fossi il suo migliore amico da anni mi sta trattando come l’ultimo degli stronzi. Le dico che secondo me le dà fastidio che l’ex sia andato con un’altra non perché prova qualcosa ma perché vuole primeggiare sulle persone. Lei dice che non sa cosa prova per l’ex e che a me mi vuole bene ma con lui era diverso e che era un altro tipo di rapporto. Io le dico che probabilmente mi ha perso anche come amico e che quando tornerò dalle vacanze non so se rimarrò in quella casa (perché all’inizio lei doveva trasferirsi ed io rimanere lì anche per aiutare la madre, la quale non sa nulla di questa storia).
Il giorno dopo non so perché l’abbraccio e finiamo per farlo e finito di farlo mi dice “appena parti farò nuove esperienze” io ci rimango di merda e glielo faccio notare e lei mi risponde ” tanto non stiamo insieme”. Arriviamo all’ultima sera prima della partenza: lo facciamo, dormiamo insieme e la mattina prima di partire la bacio. Da quando sono partito non l’ho più sentita. Dopo 20 giorni le scrivo Io ma neanche mi risponde. Lei nel frattempo si è trasferita.
A inizio settembre torno e come prima passo nella vecchia casa e la incontro, anche se volevo parlare solo con la madre per dirle che me ne stavo andando da lì, per tornare dai miei che hanno problemi (ho inventato una scusa). Lei ascolta mentre parlo con la madre e finito di parlare scende a casa per dirmi in modo alterato di non andarmene, e io le rispondo che non mi sembra il caso che io resti. Lei sempre alterata volta le spalle e va via.
Qualche giorno dopo torno lì per prendere alcune cose e la madre sentendosi presa in giro mi chiede il vero motivo per cui me ne sono andato io le dico solo che io e sua figlia non andiamo più d’accordo e non me la sento di restare lì. La figlia la sera stessa mi scrive per chiedermi di parlare non le rispondo subito e fa una scenata scrivendomi un messaggio in cui mi accusa che la sto ignorando appositamente (stavo lavorando). Le rispondo e poi non l’ho più sentita.
Una settimana dopo vado a prendere le ultime cose, e il giorno prima l’avevo vista in giro con l’ex come immaginavo.
La incontro a casa e le dico che se mi deve parlare è il momento di farlo.
Mi accusa di essere una merda perché me ne sono andato senza avvisare e per aver detto alla madre che non andavamo più d’accordo, che ho rovinato anni di amicizia per il sesso, e che dovevo dirle prima di essere innamorato. Io mi difendo dicendo che è stata lei a comportarsi male per come mi ha fatto sentire, per avermi usato e che io alla madre non ho detto niente di che e che i suoi segreti non glieli ho detto. Lei dice che era chiaro che non venisse a letto con me perché innamorata e che non era amore e io le faccio notare che anche se a parole era così alcuni suoi comportamenti mi fecero pensare che voleva qualcosa di più come il fatto che mi chiamasse amore o che volesse dormire con me, le litigate, gli insulti alle mie ex ecc. Lei dice che io mi sono fatto i castelli di carta e ho rovinato l’amicizia perché non ho ammesso di essere innamorato e le dico “come avrei potuto se mi stavi allontanando in tutti i modi?”.
Inoltre le dico che so il motivo per cui mi ignora e come è la situazione e lei mi dice che con chi se la fa o non se la fa, e di chi è innamorata o no, non mi riguarda. Io le dico che ho il vomito per aver dato adito alle parole dell’ex che ha sempre cercato di minare la nostra amicizia e lei mi dice “pensa quello che vuoi”.
Vabbè la conversazione va avanti con accuse reciproche fino a che non ce ne andiamo. Da allora non l’ho più sentita ed ho solo beccato l’ex che andava a casa sua. Io sto malissimo perché ho perso in un colpo solo una persona di cui mi sono innamorato e la mia migliore amica. Sto male perché mi sento scartato per l’ex e non capisco perché sia tornata da lui. Io ho dei rimorsi per non aver creato condivisione con lei anche a causa del periodo di ansia e del Covid. Non ha ricordi di me come coppia mentre con lui parecchi e questo credo sia uno dei motivi per cui è tornata con lui. Io non le ho più scritto, ho preferito non inzerbinirmi nell’inseguirla, ma ho paura che sto sbagliando a sparire così. Tutti i suoi ex, compreso questo, l’hanno sempre tartassata di messaggi, stalkerata ecc. E io sinceramente non sono quel tipo di persona anche se la tentazione di scriverle è alta, perché a me manca da morire. Non sopporto l’idea che stia con un altro adesso e in fondo la vorrei ancora. Secondo i miei amici ormai è andata e non c’è nulla da fare, lei non si farà risentire ed io dovrei fare lo stesso.
Secondo voi si farà risentire o è davvero innamorata di lui?
Come ha fatto a scindere così lucidamente l’amicizia dal sesso?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Tornata dall’ex

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti

  1. 1
    Captain Rhodes -

    Ma quanto caxxo hai scritto? Dio mio, che palle… Dubito che qualcuno riuscirà a leggere questa pappella fino in fondo.

  2. 2
    Yog -

    Ovviamente non ho letto tutta la tua lettera, figurarsi.
    Sono arrivato dove il fidanzato veniva a vivere con voi.
    Non si fa.
    Ma, soprattutto, il contratto era registrato?
    Perché lì ti giochi tutto.

  3. 3
    J.J Bad -

    Ma davvero. Che palle essere costretti a leggere tutta sta roba invece di farsi un giro all’aria aperta!
    Per fortuna che non sono costretto a leggere. Triste condizione la vostra.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili