Salta i links e vai al contenuto

Tempesta o storia? Ho perso le speranze

Lettere scritte dall'autore  sandrone

Nel novembre 2011 mi sono messo insieme a una ragazza che conobbi alle scuole superiori, con cui c’era stato qualcosa un anno e mezzo prima ma niente di serio, almeno non da parte mia. Ci siamo ritrovati e ci siamo trovati bene, da cosa nasce cosa e ci siamo impegnati l’uno con l’altra. Io ho 21 anni lei 20.
Succede che lei è cotta di me, io provo solo un grande affetto, ma nulla di più, se non il desiderio di volere condividere tempo insieme e vedere che succede. All’inizio ammetto che non ho dato un peso esorbitante alla questione e seppure stessi già con lei continuavo a comportarmi come mio solito in certe situazioni, andavo a ballare senza problemi (MA NON HO MAI TRADITO) e facevo un po’ il co...... come si fa alla nostra età. Nel frattempo, passa il tempo e dopo un weekend via insieme scatta in me qualcosa che mi fa innamorare di questa ragazza (no, non credo nel colpo di fulmine). Da questo momento in poi, ovvero marzo 2012, non c’è più stato un momento della nostra storia senza problemi. Tutte le settimane le stesse discussioni su quanto tempo le dedico, sul fatto che non sfrutto mai l’occasione che si presenta per vedersi.. Io non ho bisogno di una relazione assillante dove la coppia sta insieme tutti i giorni a tutte le ore possibili, credo anzi che ognuno debba coltivarsi i suoi spazi e ritengo che qualcosa come 3-4 volte a settimana sia un giusto compromesso per stare insieme e allo stesso tempo, vista la nostra giovane età, ritagliarsi dello spazio per interessi particolari che non possono coltivarsi insieme e per gli amici.
Per questa storia dell’andare al ballare e fare il coglioncello lei per un anno me l’ha fatta pagare, faceva scenate indecenti ogni volta che si ventilava l’ipotesi che potessi andare a ballare con gli amici, ma ho accettato di rinunciare perché riconosco di avere esagerato (sarà successa 1 massimo 2 volte agli inizi), ma a un certo punto sono scoppiato e ho posto un aut aut.: io capisco di essermi comportato male, ma è passato più di un anno ed esigo un briciolo di fiducia.
In questo tempo abbiamo passato diverso tempo insieme, siamo stati in vacanza insieme sia questo inverno che l’estate scorsa e abbiamo fatto 2/3 weekend via insieme, tutte cose che mi sembrano normali e nelle per una giovane coppia di studenti che non hanno disponibilità economiche illimitate.
I problemi di cui ho accennato sopra sono dovuti anche al fatto che lei non si sente importante per me: dice che la faccio sentire una pezza da piedi, quando in realtà per lei io credo discerné rinunciato a molte cose, in primus alla vacanza con gli amici questa estate, che per me è un grande sacrificio, ma lo ho fatto volentieri per stare con lei, perché a causa dell’università non potevo concedermi più di una settimana di stacco in quanto sto preparando la tesi di laurea.
Il problema suo è che tutte le volte che c’è qualcosa che non va come vorrebbe se ne fa una questione di stato, si litiga per giorni perché non siamo in grado di capire ma credo soprattutto perché lei non è in grado di fregarsene di sciocchezze che ai suoi occhi sono problemi insormontabili.
Questa situazione si ripete da mesi ormai e per me diventa insopportabile dovermi relazionare con lei in questi termini, lo stress mentale che si va accumulando nella mia testa è enorme e non esagero quando le dico che rischio l’esaurimento nervoso.

Adesso è da lunedì che siamo senza vederci ne sentirci, lei è al mare e io a casa a studiare e ci siamo lasciati, cosa che succede per l’ennesima volta, con l’unica differenza che dopo cinque giorni non abbiamo ancora risolto e che se domani non la raggiungerò al mare, non ci vedremo mai più. Io non so che diavolo fare, da una parte vorrei starmene da solo per potere tornare a riacquistare il sorriso, ma soprattutto serenità e tranquillità, due cose che con lei raramente ho avuto, e che per me sono prioritarie anche prima della felicità. D’altro canto però per essere felice ritengo che dovrei cercare di avere lei al mio fianco e ottenere serenità e tranquillità con lei, ma nella mia testa so che non è possibile,mentre però ci spero sempre. Non so davvero che fare, lei è testarda come un mulo e io non sono da meno, e ciò non aiuta per nulla.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Tempesta o storia? Ho perso le speranze

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

2 commenti

  1. 1
    soffoco.. -

    ciao sandrone, potresti non essere davvero innamorato di lei, potrebbe essere solo un forte affetto, stando a ciò che hai scritto.. posso capire come ti senti.. davvero.. ora ti sembra tutto così difficile da capire, capire cosa provi, cosa vuoi, e se non vai da lei cosa potrebbe succedere, e se invece ritorni sui vecchi passi potresti pentirtene, è un casino.. se posso permettermi di darti un consiglio che potresti non seguire ma prendere in considerazione; è di pensare a te stesso, vuoi sorridere ed essere più spensierato, vorresti non sentirti così innamorato per poi essere trattato come non meriti e pentirtene se un giorno tu non riuscissi a dirle addio perché tu troppo innamorato e lei troppo egoista da pensare solo a quello che prova lei, invece di cercare di capirti? non andare da lei.. ritornare su una strada da dove 6 già passato avrebbe dovuto farti capire che puoi avere una marea di possibilità e che quella strada potresti evitarla.. devi cercare di stare bene, non di far stare bene gli altri e far del male a te stesso.. pensaci.. ok?..

  2. 2
    sandrone -

    Non lo so. Io con lei sono anche stato bene, tutto sommato abbiamo passato momenti bellissimi che però fanno pari con altri momenti negativi. Ciò che non mi spiego è perché dopo un anno e mezzo e oltre non si è riusciti a trovare un equilibrio, e nonostante io abbia cercato in tutti i modi di venirle in contro lei dice sempre che io non faccio mai abbastanza. La differenza è che a me basta poco, mi basta la tranquillità e la serenità, e non ci vuole molto per darmele, basta lasciarmi i miei spazi e non asfissiarmi, mentre per lei io dovrei essere sempre con lei o almeno farle sentire che le sono vicino tutte le volte che è possibile. Non riesco a capire perché non ci sia equilibrio.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili