Salta i links e vai al contenuto

Strana solitudine

Lettere scritte dall'autore  mareprofondo

Buona sera, volevo condividere con voi un certo sentire che mi accompagna spesso. Sono una donna molto socievole apparentemente cui piace conoscere sempre gente nuova, interagire con persone anche molto diverse tra loro per scoprire nuove cose, nuovi modi di pensare e di vedere il mondo. Le mie giornate sono da me riempite con un milione di impegni ( lavorativi e non) anche in maniera un po’ ossessiva. Da ogni punto di vista chiunque dall’esterno potrebbe considerarmi una persona realizzata secondo quelli che sono i parametri di realizzazione dei più …eppure io troppo spesso mi sento sola.Sono pervasa da una profonda solitudine che mi prende anche quando sono in mezzo a tanta gente. Non so se riesco a rendere l’idea e se qualcuno riesce A comprendere questo mio stato. Dentro di me cerco di mettere in ordine le idee e cerco di trovare delle cause. Mettendo in ordine ho pensato che forse in tutte le relazioni che intrattengo ascolto troppo e parlo poco, forse da troppo tempo do coraggio a tanti e l’ho perso un po’ per me, forse vorrei che qualcuno si accorgesse di questo buco nero che spesso mi ingloba e provasse e tirarmi fuori ma nella frenesia di cui mi circondo mi sa che metto a dura prova la perspicacia altrui. Scusatemi per questa mia esternazione…. Mi piacerebbe solo sapere se anche a qualcuno dei lettori capita quanto detto o se magari c’è qualcuno che ha trovato la chiave per sfuggire dal vortice della solitudine interiore. Grazie

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi: Strana solitudine

Altre sul tema

Altre nella categoria: me stesso

7 commenti

  1. 1
    Darkitty -

    Capita…eccome se capita.. e mi fa pensare che alla fine la cosa più semplice sia scrivere su un forum in anonimato per cercare consigli, non trovi? Lo feci anche io tempo fa su questo sito, con un altro nick..ho trovato persone stupende che mi hanno dato forza..a volte basta solo una parola buona.
    Però, quella chiave che cerchi tu, non credo esista, siamo sempre più soli, perchè come dici tu, tutti vogliono sfogarsi dei loro problemi ma in pochi sanno davvero ascoltare e perciò si rinuncia.
    Non so se è un vuoto che hanno tutti, o molti lo sentono e altri no, bisogna conviverci, ascoltarsi, parlarsi, molto lavoro interiore secondo me fino ad arrivare ad essere in pace con se stessi.

  2. 2
    Michi -

    https://www.letterealdirettore.it/cosa-vuol-dire-ascoltare/

    Ti consiglio di leggere la mia lettera magari può esserti utile

  3. 3
    white knight -

    Ho sempre pensato che (non sempre… ma spesso sì) i “buoni samaritani”, i “paladini della giustizia”, le “crocerossine” e i “preti confessori” non riescano a schiodarsi dal proprio ruolo più per paura di toccare con mano una scomoda realtà (il fatto di essere soli o che a nessuno gli frega un c.... di loro se non nella misura in cui essi risultano utili come sfogatoio o stampella emotiva) che per reale bontà d’animo o buona disposizione verso il prossimo.
    Nessuna critica, sia chiaro… anche perchè ci sono passato anch’io, eheheheh… Però iniziare a pensare molto di più a sè stessi è l’unico sistema per “rompere l’accerchiamento” che il tuo ruolo sociale (vero o presunto) sta disponendo nella tua vita.
    Non da diventare egotici, ma un po’ di sano egoismo ai fini dell’autodeterminazione non guasta mai…
    Siamo granelli di sabbia, rotelline di un mega meccanismo… ma SIAMO.

  4. 4
    Darkitty -

    White knight quanti anni hai per curiosità? Mi piace ciò che hai scritto

  5. 5
    rossana -

    Mareprofondo,
    non ho mai provato la sensazione che hai descritto ma mi è stata riferita, con i tuoi stessi termini e stato d’animo, da una donna che conosco molto bene.

    Credo si possa provare sia quando si sente la carenza di solidi punti di riferimento che quando si ha un carattere abbastanza forte e autonomo da non poterli trovare facilmente.

    In ultimo, come spesso accade anche a me, se si è inclini per indole ad ascoltare e a dare supporto, si viene percepiti, erroneamente, come persone che non hanno mai bisogno di riceverne.

    Ti auguro di imparare sempre di più a bastare a te stessa e a non aspettarti niente dal prossimo. È una situazione ottimale, quasi del tutto appagante.

  6. 6
    white knight -

    Carissima Darkitty, ho poco più di 30… Grazie dell’apprezzamento 😉

  7. 7
    Darkitty -

    Coetanei allora..mi fa piacere leggere commenti che vanno dritti al punto anche se tirano fuori “scomode verità”.. in maniera educata 🙂

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili