Salta i links e vai al contenuto

L’eterna storia dell’ex. E se non riuscissi ad accettare lo status quo?

AIUTO!
Questo è un appello disperato,
ecco la mia storia:

conosco questo ragazzo da 3 anni, di cui uno passato insieme.
Il nostro periodo da ‘fidanzati’ è stato molto particolare, nel senso che io ero totalmente fuori di testa per problemi miei personali, lo assillavo o lo trattavo male, il mio stile di vita era davvero anormale (depressione e problemi di dipendenza). Questa situazione è peggiorata nel momento stesso in cui lui si disamorava, e di converso io mi innamoravo.
Così io ho perso TUTTO il mio potere nel rapporto, finché tutto è morto di una morte lenta,
che io non ho accettato. Così, dopo essere stata respinta l’ultima volta (nonostante mesi prima minacciassi addirittura il suicidio…) sono sparita. Per quasi un anno.

Dopo innumerevoli sensi di colpa, paure, l’ho ricontattato e ora ci vediamo spesso, abbiamo un rapporto pressoché identico al nostro miglior periodo, anche sessualmente parlando (si, andiamo a letto insieme… comodo no? ). Non potrebbe andare meglio.

Cosa c’è che non va? Non va il fatto che lui non manca occasione per ribadire che è un ‘amico’, che ‘ non stiamo insieme ‘ e cose di questo tipo. Mi fa impazzire: un momento mi pare di avere una concreta speranza e che serva solo persistere. Un altro momento invece capisco chiaramente che tutto è finito.
Non posso arrendermi, nonostante i mesi in cui ho assillato tutti i miei amici per farmi convincere del contrario. Non è possibile, non supererei questa ‘ sconfitta ‘, principalmente perché mi sembra ingiusta.

Ho superato tutti i miei problemi, almeno apparentemente. Era da anni che non mi sentivo così bene, a livello estetico. Ho imparato ad ascoltare, capire le sue esigenze e tengo in considerazione le sue critiche, quando credo che abbia ragione a farmele. Non lo assillo e aspetto che sia lui a dimostrare il desiderio di vedermi, ma ogni tanto sono io a farmi avanti per prima.
Sono 5 mesi che va avanti così, e davvero mi domando se tutto questo potrà mai cambiare, anche perché la delusione, ogni volta che mi rendo conto che non si fanno passi avanti, è molta, troppa e mi impedisce di vivere serenamente.
Ho paura di quel che capiterebbe se concludesse anche questo rapporto.
Ho paura che tutto vada in frantumi e mi lasci alla deriva, anche così.

Temo non sia un capriccio, sono innamorata perché ora, finalmente, apprezzo le qualità che prima non vedevo, annegata com’ero dalla mia sofferenza.
Lui si comporta con amabilità, ripeto, sarebbe tutto perfetto… peccato che non mi ama! Lo dice e spesso è anche freddo, soprattutto in pubblico.

In tutto questo io cerco di farmi rispettare, forse con non troppa convinzione, ma evito di non ribattere solo per paura di perderlo.
Non so più cosa fare.

… e questo fino a ieri, giornata in cui ricevo l’appagantissima sua telefonata… che mi ha fatto crollare a questi livelli (sbronza e tonnellate di kleenex sporchi) :

mi chiama facendo l’amicone, mi parla di cose di cui non riesco a ridere fa l’entusiasta e io non riesco a ricambiare…

Mi sento offesa dal fatto che mi preferisca (probabilmente) delle mentecatte, come le sue ex, che non riesca a capire la bella possibilità che potremmo avere… in definitiva non riesco ad accettare tutto questo.

Mi pare impossibile che non ci sia neanche uno straccio di possibilità, che io sia condannata a sentirmi annunciare un suo nuovo fidanzamento e che tutte le mie fatiche siano state vane. Fatiche e dolori che non auguro a nessuno.

Per favore, cercando di non condannarmi, datemi un vostro parere (magari anche un lumicino di speranza).

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    vecchio saggio dice tutto ooook -

    vecchio saggio dice

    Devi fare ordine nella tua mente per fare ordine nella tua vita. Solo cosi potrai di nuovo essere padrone del tuo destino.

    filosofia Jedi…guerra stellari ha tutte le risposte che servono..eheh

  2. 2
    Spectre -

    Ma cosa ti si può dire… spero tu non abbia fatto tutti i tuoi passi di crescita per lui, ma x te stessa anche se so che poi è inutile raccontarsela, quando si ha nel cuore qualcuno, c’è sempre quel lumicino che ci fa agire inconsciamente per la persona.

    Però, diciamocelo, questo rapporto è un vecchio canovaccio che ti tiri dal passato. E’ o non è vero che attiriamo le persone a seconda dei segnali che mandiamo? Lui, se davvero tu stai meglio e sei “cambiata” (diciamolo genericamente), probabilmente non dovrebbe far più parte della tua vita, ma questo deve partire da te, non da lui. E’ un rimasuglio della tua vecchia lei, e devi staccartene.

    Conosco una persona che ha rischiato di morire a causa di un rapporto malato. Si stava autodistruggendo. A distanza di un anno e oltre ha ribaltato la tavola a suo favore, sputando in faccia al suo “aguzzino” tutto quello che aveva dentro. Non immagini il suo senso di liberazione. E’ stato pazzesco, per me che conosco molto bene la storia e la sofferenza di chi ti racconto, vedere il viso realmente stupefatto, ma soddisfatto, quando in una sera fitta di sms durissimi mi diceva “ma ti rendi conto ti cosa ho scritto? io ho detto certe cose a quella persona! non l’avrei mai pensato un anno fa”.

    Inverti la visuale ed agisci per te. Non è facile, ovvio.

    Non mi sento di dirti nulla contro, nel senso che lui è al corrente che tu hai avuto problemi seri, anche sbagliando di tuo come ammetti, e se ne approfitta. Si tiene l’amichetta che gliela da (detta proprio schietta). Se tenesse davvero a te ed avesse coscienza, sarebbe lui a non accettare il “malato” che c’è nel vs. rapporto attuale no? Lui così ti fa solo del male, ti usa e non lo fa con una persona qualunque, ma con chi ha superato un brutto periodo.

    Infatti temi un tracollo… se lui tenesse a te, lo temerebbe lui stesso per te, e non ti userebbe allontanandosi. Non riesco a capire come possa fare come fa, mi sfugge proprio. E’ abbastanza cattivo ed opportunista.

    Io la vedo così. Non ti ama, ti usa ed è anche un po’ sadico perché sa da che periodo vieni.

    Se posso, aggiungo che forse questo è proprio uno dei passi finali: liberarti di un rapporto vecchio, ultima catena con il tuo vecchio “io”. Ma tu vuoi un amore vero, o un amore con una persona che ti tiene lì per comodità? Reagisci! Se ti fa tanto adirare il suo fare l’amico, spetta a te tagliare per il tuo bene. Ti pesa pensarlo con altre? Staccati. Non hai bisogno di lui.

    Non riesci ad accettarlo? Devi. La strada per l’accettazione dei fatti negativi è durissima, lunga, pensante, ma se vista come un’opportunità di crescita e cura di noi stessi, è la stessa via che può dare una nuova e più ferrea consapevolezza. Vedi tutto questo come un ennesimo passo di auto conoscenza.

  3. 3
    VeramenteDisperatissima -

    * Spectre (mi sei stato di grande conforto).

    Grazie, hai ragione e fai bene a parlarmi così.
    infatti io pensavo: è disumano quello che sta facendo.
    “Sputare” volontariamente su un amore che, per quanto malato,
    è sincero da parte mia e sputarci così alla luce del sole,
    con la coscienza limpida.

    Sai, io ho già staccato con lui una volta.
    Anche io feci come la tua amica:
    gli dissi di tutto di più.. dopo un anno sono tornata da lui
    e non ho più troppa fiducia nelle mie capacità di recupero ( ho passato quasi 2 anni ridotta come l’ombra di me stessa… non trabocco esattamente di autostima). Ho TERRORE di soffrire ancora a quei livelli, di crollare e di rialzarmi a fatica.
    Oggi, come ieri, mi sembra che non splenda il sole,
    che non reggerei.

    Infatti io sono l’amichetta che gliela dà…
    Lui mi fece una bellissima dichiarazione quando ci fidanzammo,
    perciò se volesse altro o se fosse confuso, me lo direbbe…
    So che non c’è più nessun indizio per sognare…
    eppure io non mi fido di me stessa. Soprattutto lo odio e vorrei vendicarmi, con una parte neanche troppo inconscia di me… quanto ho sofferto! Possibile che vada tutto così nella vita, invano? Anche un dolore che non riesco a tradurre in parole?

    come dire poi…
    non sembra cattivo… temo sia un ignavo!

    Come faccio a placare la rabbia/sofferenza
    così?

  4. 4
    EternamenteMia -

    Tutte prima o poi ci siamo ritrovate in questa situazione..
    Anche io come te ho vissuto per quattro anni una storia cercando di cambiare la persona che avevo affianco..
    Mi dicevo”è tutto perfetto tranne il fatto che non mi ama”
    Io ti consiglio di fermarti e guardare la tua vita dall alto in basso cercando di capire cosa veramente vuoi..
    Ricorda che nessuno merita le nostre lacrime e nessuno dovrebbe chiedere in elemosina amore..
    Se vuoi vivertela tranquillamente come una storia di sesso sei libera di farlo ma non sperare che lui cambierà idea perchè è chiaro che per lui non sei così importante come lo è lui per te..
    Divertitiiii!!!
    Esci e vedi nuova gente ma con la consapevolezza che tu sei al centro del tuo mondo,tu sei e vivi per te stessa.

  5. 5
    Spectre -

    […]Ho TERRORE di soffrire ancora a quei livelli, di crollare e di rialzarmi a fatica. […]
    Appunto. Tanto questa situazione ti fa stare solo male…

    […] Soprattutto lo odio e vorrei vendicarmi, con una parte neanche troppo inconscia di me… quanto ho sofferto! […]
    Non ti dirò che la vendetta è inutile. Magari chiamiamolo “senso di rivalsa” che è meno duro come termine.

  6. 6
    VeramenteDisperatissima -

    Beh, ragazzi… avete ragione.

    La mia storia è particolarmente banale
    e sono sicura che anche io, se qualcuno me la raccontasse,
    esclamerei qualcosa come :” Tipico… anzi, da manuale!”
    però voglio approfittare ancora un po’ della vostra gentilezza,
    chissà, magari qualcuna mi leggerà e si ritroverà…
    e forse non sarà proprio tutto corso invano.

    Sapete… quando stavamo insieme mi sentivo raccontare
    quanto amasse la sua ex (una signorina assolutamente scialba, roba che se l’avessi incontrata per strada forse non mi avrebbe strappato neanche un sorrisetto di sdegno)
    e naturalmente tendeva a precisare quanto non amasse me.

    Due mesi fa fu capace di assitere tranquillo ai miei pianti disperati, pianti creati dalle sue confessioni col cuore in mano:
    ” Non ti amo ”
    ” Non ci pensare, tra noi è proprio finita ”
    …e amenità di questo livello, condite fra l’altro
    dalla sua calda solidarietà : ” Sai, anche io ho sofferto di questa impotenza affettiva e ti capisco (sic)”.

    Ora io vorrei sperare che sia il suo carattere
    a farlo reagire con queste mosse di rara eleganza
    (in effetti è difficile che riesca a dimostrare con furore le sue emozioni), ma una vocina dentro di me grida vendetta, appunto. Una bella soddisfazione che non riesco ad avere, avendo lui il 90% del controllo di questo relitto di relazione.

    Forse in prospettiva benedirò questi momenti,
    ma sapete… anni e anni e anni di momenti no, auto ed eterocreati non mi hanno lasciato la serenità adatta.
    Tentenno ancora in qualsiasi ambito, sopratutto nella vita strettamente privata, sopratuttto quella non legata a lui.
    Sono delusa da me stessa, delusa da come è andato tutto,
    delusa da questa mia evidentissima dipendenza emotiva…

    Crollare, crollare … mi fa paura. Ero dipendente da ansiolitici e ho sfiorato tante volte l’overdose, tante volte sono finita in ospedale.
    E’ una storia molto triste, lui alla fine è solo un ragazzo(24), scappa ovviamente da queste responsabilità.

    lo odio, com’è naturale…e so che non potrò prendermi neanche la mia rivalsa, come dice Spectre.
    La mia vita va a rilento e temo il “tracollo” ( la mia parola più usata delle ultime settimane).

    Voi avete ragione… ma c’è qualche storia a lieto fine che conoscete? Potessi almeno credere al principe azzurro! 🙂

    Storia di sesso? Sì, perché no… se solo non mi costringesse a farmi le paranoie e se solo non ci pensassi TUTTO il giorno. Sono piena di paure, terrorizzata e assolutamente incapace di perdonare le mie debolezze e i miei fallimenti.

    Sono un disastro eh? Però vi ringrazio tanto…
    Voi, come persone esterne, mi siete più utili delle parole degli amici…

    Consigli su come gestire al meglio almeno questi ultimi tempi? Magari qualcosa a cui sia facile credere?

    Fatemi un po’ di compagnia e sappiate: vi sono davvero grata.

  7. 7
    mary -

    ciao veramentedisperatissima…io sto come te!!lasciata da 5 mesi così ll’improvviso dopo 6 anni…e anch’io come te vivo con lui solo una storia di sesso!!e non so fino a quando posso andare avanti così..lui con me fa l’amico mi chiama usciamo parliamo,ridiamo e scherziamo come ai vecchi tempi…e facciamo sesso!!io con un sentimento in testa di puro amore e lui? lui non lo so e non lo volio sapere!!
    La gente parla facile…mi dicono lascialo stare non uscire con lui!!come se fosse la cosa più facile del mondo!ma assolutamente non lo è!!quando mi chiama non ce la faccio a dire no!io vivo ancora con la speranza che possa tornare da me!ho provato ad uscire con un altro ragazzo..ma niente!!ho in testa sempre e x sempre LUI!!

  8. 8
    VeramenteDisperatissima -

    almeno potessi farlo soffrire.

    ma niente, se solo cercassi di far valere
    le mie ragioni sai come mi manderebbe aff…

    Mi basterebbe vederlo umiliato
    o a terra come me… per me!
    Non per altre!

    Cara mary la cosa che non si dimentica
    è proprio questa. Il vaso s’è rotto
    e naturalmente i cocci sono nostri. Cocci e solitudine.

    Io ho pure gusti difficili ed esco poco (vista
    la depressione nera e lo stress emotivo degli ultimi giorni)
    quindi niente sole all’orizzonte.

    E quello? Quello lì continuerà a vivere tranquillo
    e felice e sono sicura che spera che io mi fidanzi
    con qualcuno in modo da declinare anche le ultime
    responsabilità nei miei confronti.

    Io lo ucciderei quando fa l’amico..
    quando mi tratta proprio da vecchia compagna di merende
    quando mi parla senza inflessioni
    quando mi guarda e non vedo neanche più il ricordo di me.

    Che ti posso dire mary…
    Forse ci serve la delusione suprema…
    o forse capiterà qualcosa in questi mesi.
    O forse potresti mandare qualche tuo amico
    a fare un po’ di giustizia privata ;).

    Penso il succo sia questo: se ti senti di regalargli
    il tuo amore incondizionato continua,
    sobbarcandoti tutte, dico TUTTE, le conseguenze.
    Altrimenti fuggi e fatti chiudere in qualche luogo
    sperduto per superare il trauma. Perché diversamente saranno
    dolori. Non ti rispetta. Non ci rispettano fino in fondo.Ma ci rispettano?! (ah, le eterne domande retoriche…!)

    Se vuoi continuiamo a parlarne qui,
    tanto come post è abbastanza apocalittico 😉

  9. 9
    mary -

    mi farebbe piacere continuare a parlare con te!!tanto le nostre situazioni sono uguali…catastrofiche e uguali!!

  10. 10
    VeramenteDisperatissima -

    si, infatti.
    Continua tu… io mi devo attaccare al Maalox Plus…

    Che ti ha fatto?

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili