Salta i links e vai al contenuto

Sono inutile, non ho niente e nessuno

Inizio dicendo che so perfettamente che niente e nessuno può farci niente ma ho voglia di scrivere  da qualche parte.

Anche oggi mi trovo davanti questo monitor senza sapere cosa fare.

Sono ormai 6 mesi che non parlo con nessuno, dopo l’ultima volta che mi sono illuso che sarebbe cambiato finalmente tutto, invece è tornato tutto come prima.

Ho 26 anni, non ho amici e non ho un lavoro non ho niente e nessuno.

Non sono fatto per stare con gli altri, e non mi piace l’amicizia.

Sono già stato da una psicologa non è servito a niente, sono totalmente inutile.

Il “problema” è che non vorrei esserlo ma non è colpa mia.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

12 commenti a

Sono inutile, non ho niente e nessuno

Pagine: 1 2

  1. 1
    Rossella -

    Ciao,
    non devi mai perdere la fiducia in te stesso. E’ facile demoralizzarsi. Scoraggiarsi mai. Io non riesco a convivere con la mentalità di quelle persone che capovolgono la realtà per crearsi una religione tutta loro. Se tu, potendotelo permettere, mi metti nella condizione di fare la signora, anche a 18 anni, stai pur certa che determinate responsabilità (se così vogliamo chiamarle… perché la verità alle volte è ben diversa) non mi peserebbero nella maniera più assoluta. Tanto più che ci siamo conosciuti sotto i riflettori. Questo è il mio mondo. Ma stiamo scherzando? Vogliamo negare l’evidenza? Ovverosia che avere una vita di relazioni che ti mette in condizione di poter viaggiare e conoscere, per una persona che ama frequentare determinati ambienti, non è il coronamento di un sogno. Quando le possibilità vengono servite sul piatto d’argento come donna ti senti ancora viva… cominci ad arrancare (almeno io) quando ti senti un ospite nella vita di quella persona. Niente di male. Io con le mie aspirazioni (visto che siamo pratici… proprio pane al pane) l’amicizia non la porto avanti perché conosco il mio valore e se da una parte non mi voglio vendere dall’altra non permetto a nessuno di cucirmi addosso un abito che non mi veste a pennello. Io non sono come un uomo vorrebbe che io fossi e la poca diplomazia lo metterà certamente in condizione di potersi affermare nel suo ambiente. Non parlo per partito preso… la pioggia cade indistintamente su tutti.

  2. 2
    Rossella -

    Il parlar chiaro è fatto per gli amici… io in particolar modo ne soffro, ma ho il privilegio di incubare la mortificazione e di prendere una posizione netta (ma rispettosa della buona fede degli altri) che circoscrive il dolore ad un ricordo che mi fa compagnia quando ho il morale talmente sotto i piedi da aver bisogno di nutrirmi dell’egoismo degli uomini per darmi coraggio. Diamoci coraggio! Per le persone che sanno stare da sole la vita è bella.
    Che dire? Non bisogna essere troppo idealisti. Bisogna fare sempre il passo proporzionato alla gamba perché l’uomo quando ne ha l’occasione offende per il gusto di farlo… quando arrivi alla mia età dovresti accendere un cero alla Madonna se ancora hai la “fortuna” di vivere delle tue passioni.

  3. 3
    Michelle -

    Ciao Luca,
    “Non sono fatto per stare con gli altri, e non mi piace l’amicizia.”
    Ne sei sicuro? E’ nella nostra natura voler aver amicizie e relazioni con gli altri. Magari fino ad ora non hai frequentato il tipo di persone giusto per te?
    L’ideale sarebbe coltivare le tue passioni e hobby e trovare gente con interessi simili. Per esempio se ti piace leggere, cercare un gruppo di lettura. Se ti piacciono le escursioni in montagna, cercare gruppi che organizzino cose del genere. Non é difficile come sembra.. Qui in Spagna si usa molto Meetup, lo conosci?

  4. 4
    lucaonly -

    In parte è colpa del mio carattere abbastanza timido… Ma già per parlare a persone singolarmente non ho mai niente da dire, figuriamoci in gruppo non mi sento per niente a mio agio.
    Con il tempo gli interessi li sto perdendo tutti, mi annoio di qualsiasi cosa appena inizio.
    In ogni caso sono egoista e me lo hanno detto spesso, ma io aggiungerei che sono possessivo.

  5. 5
    Michelle -

    Caro Luca, lascia stare per un momento i giudizi negativi che gli altri ti hanno dato, e quelli che ti dai da solo. Tutti abbiamo dei difetti e delle cose che andrebbero migliorate, e col tempo e la buona volontá si puó migliorare tutto. Un gruppo puó esser anche piccolo e qualcosa che ti piace fare ci sará sicuro, magari qualcosa di alternativo che non interessa a molte persone.
    Prima di tutto devi abbandonare le critiche dure che hai verso te stesso. Se continui a dire che sei inutile, continuerai a sentirti cosí e non uscirai dal circolo che si é creato. La maggior parte vediamo le cose solo dal punto di vista dato dal nostro stato d’animo, e questo non ti aiuta. Dici che non lavori, questo sicuro influisce.
    Vivi con la famiglia? Come va con loro?
    Perché tu stia meglio, la tua mente deve fare un click.. e ti assicuro che puoi farcela

  6. 6
    lucaonly -

    Ciao Michelle, non è che penso soltanto ai giudizi negativi, sarà che non la vedo come una priorità, ma il pensiero di perdere tempo insieme a qualcuno non mi fa molto impazzire. Perchè si, per come la vedo io l’amicizia è soltanto una perdita di tempo. Quindi in teoria non dovrei neanche lamentarmi visto che lo voglio anche io.
    Vivo con i miei genitori, ma non c’è quasi per niente dialogo in casa.
    Andare a vivere da solo mi farebbe davvero bene, quindi mi sento in trappola, una trappola che forse mi sono costruito da solo.

  7. 7
    Michelle -

    Luca prima o poi un lavoro arriva, e allora almeno potrai andare a vivere da solo :)

  8. 8
    lucaonly -

    Sono ormai anni che lo penso ma non è vero niente, e nel frattempo è soltanto da suicidio.

  9. 9
    Solnze -

    Considerati libero al 100%. Io cercherei un qualunque lavoretto che mi consenta di racimolare qualche euro e proverei a spostarmi in un altro paese. Se conosci l’inglese l’Inghilterra o l’Irlanda sarebbero un buon inizio. Forse non sei a tuo agio fra le persone che ti circondano. A volte cambiare aria fa bene.

  10. 10
    lucaonly -

    Beh è sempre una cosa da studiare, andare da solo in Inghilterra o Irlanda senza saper dove andare mi troverei soltanto confuso…
    Comunque si, cambiare aria forse a volte fa bene.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.