Salta i links e vai al contenuto

Quello che mi fa soffrire ancor di più è che l’ho persa io

Lettere scritte dall'autore  

Salve, sono un ragazzo di 18 anni e ho deciso di scrivere qui perché non sto passando un bel periodo. Non ho mai raccontato fatti personali sul web, ma ho bisogno di consigli su come superare questa situazione e su quale atteggiamento dover prendere. Inizio raccontando la mia storia molto brevemente: andiamo indietro nel tempo all’anno 2009, mi apprestavo ad iniziare il secondo anno di liceo superiore, fino a quell’anno non avevo mai pensato di fidanzarmi, figuriamoci di innamorarmi di una ragazza creando una storia seria. Eppure iniziai a scherzare con una ragazza, Nicoletta, in modo ingenuo senza provare niente, senza pensare minimamente a creare una storia con lei. Ma il tempo andava avanti e noi iniziammo a inviarci messaggi in continuazione e man mano mi accorgevo di provare qualcosa per lei, un qualcosa che mai avevo provato in vita mia. Il tempo andava avanti e da ottobre arriviamo a dicembre, era la notte del 26 e lei mi dichiarò per telefono esattamente quello che provavo io per lei, entrambi, parlando da amici scherzando come solo due compagni di classe ci eravamo innamorati! Ma nonostante questo dal 26 dicembre, giorno in cui lei mi dichiarò i suoi sentimenti, dobbiamo aspettare fino al 23 gennaio 2010 per metterci insieme, nei giorni precedenti iniziammo ad uscire e a conoscerci meglio. Quella data del 23 non la dimenticherò mai in vita mia, così come tutti i momenti precedenti a quella data, rimarranno stampati nel mio cuore fino alla morte. Il primo amore, indimenticabile. Stavamo bene, ci trovavamo incredibilmente alla perfezione. Era una storia perfetta. Mi chiedevo sempre come poteva una ragazza così bella, fisico perfetto, potersi essere innamorata di me, che mi reputo un ragazzo carino ma niente di speciale. Passammo un’estate fantastica, eravamo l’uno pazzo per l’altro, non potrò mai dimenticare quella volta sulla spiaggia che attraversai un fiume in piena solo per incontrarla. Purtroppo ho dovuto tagliare un grosso pezzo di racconto perché anche volendo raccontare in maniera molto sintetica la nostra storia è stata talmente ricca di emozioni che non rientrava nel limite delle parole. Capisco che è anche impossibile farvi capire in modo chiaro quello che è successo ma passerò ai fatti più importanti. Dopo quell’estate del 2010 lei ci tenne molto a farmi conoscere la sua famiglia, una famiglia molto disponibile nei miei confronti che mi ha trattato e tutt’ora mi tratta come un figlio. Non esagero a dire che tengo molto di più a suo padre che al mio. Riassumendo arriviamo ad ottobre 2010 dove passammo un bruttissimo momento: lei quando stava con me pensava ad un altro, io per questo soffrii molto, un dolore molto forte mi colpì proprio quando ero accecato dall’amore. Superammo questo periodo in breve tempo ma questo fatto mi lasciò una cicatrice che mai più se ne andò. Infatti non avevo più la stessa fiducia in lei nonostante lei cerco di farsi perdonare questo episodio in ogni modo. Piano piano riuscimmo a recuperare lo stesso rapporto, passammo l’estate 2011 splendidamente, ci amavamo più del primo giorno, tutto era perfetto insieme a lei! Ad inizio settembre 2011 commetto uno degli errori più grandi che abbia mai commesso: avevo iniziato a dare per certa la sua presenza, passavo intere giornate inviando messaggi a distanza di ore, trascurandola e non senza darle le giuste attenzioni. Man mano iniziammo a litigare di frequente per motivi futili, nonostante quando stavamo insieme stavamo benissimo, quando eravamo lontani lei per me non esisteva. Arriviamo a novembre 2011, lei, messaggiando con un suo amico che la consolava nei momenti in cui ci litigavamo, iniziò a vederlo non più come un amico. Passammo un momento bruttissimo, ci eravamo lasciati, più tardi mi disse che per poco non si baciarono. Quel suo amico in seguito si rivelò un falso, ci aveva solo provato. Andando avanti passammo due mesi splendidi fino a febbraio, sembrava di essere tornati ai tempi iniziali. In seguito tornò tutto come prima, litigavamo e la trascuravo.
Arriviamo ad oggi: lei mi ha lasciato, non prova più niente per me, ha detto che sta bene e che non stava così da molto tempo. Mi ha detto si sentiva lontana già da molto e non voleva prendermi in giro, che magari in futuro tornerà indietro, non si sa mai, ma che adesso non ha più la voglia di stare con me. Parlando per messaggio lei mi ha detto di voler mantenere con me l’amicizia perché io per lei sono molto importante e perché mi vuole bene. Non dimenticherà mai i momenti belli passati insieme a me, ma la nostra storia stava finendo ed è meglio che è andata così. Ha detto che ogni tanto la sera sente la mia mancanza, ma dura 5 minuti quella sensazione e tutto torna normale. Io invece sto soffrendo molto, non mangio, non dormo, non mi diverto più. Più volte ho provato a parlarci e lei è convinta per la sua decisione; la vedo ogni giorno in classe e lei ride, scherza, non capita mai di incrociarci gli sguardi, io invece soffro tanto. E quello che mi fa soffrire ancor di più è che l’ho persa io, non ho saputo comportarmi da fidanzato trascurandola per tutto questo tempo. Sto male perché sono pieno di rimpianti, vorrei far tornare indietro il mondo per poterle dare tutte le attenzioni che meritava. Perché scrivo qui? Non lo so forse per cercare parole di conforto o forse per trovare qualche consiglio che mi può essere prezioso. Le sto scrivendo una canzone dove le scrivo tutto quello che adesso provo, vorrei far passare un po’ di tempo e poi andarla a cantare sotto casa sua. Ma parlandoci in questi giorni capisco che sarebbe solamente inutile. Lei non prova niente e non sembri tornare indietro. Non so cosa fare: se la situazione rimane così conviene davvero andare a cantare la canzone sotto casa sua? Sarebbe utile? In ogni caso se lei dovesse dirmi di non provare niente neanche dopo la canzone mi arrenderò, se è destino che dobbiamo stare insieme tornerà lei. Intanto in questo tempo la dimentico? Oppure non devo arrendermi? Antonio.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

12 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Consigliere -

    Antonio stai sereno; non l’hai persa tu. E lei che non ha più voluto stare con te. La teoria delle “attenzioni” che le donne cercano in un uomo non sono che pretesti. Sia che sia abbia 18 annai sia che se ne abbiano 40, la storia è sempre quella: le “attenzioni”. Lascia perdere. E’ lei che ha pensato ad un altro mentre stava con te, non tu che pensavi ad un altra. Tu le hai sempre voluto bene lei no. Si consolava messaggiando con un altro mentre ltigava con te. Pensa un po’ che tipo di “amore” fosse il suo. D’altra parte non puoi incolpala più di tanto…è una ragazzina che non sa ancora cosa vuol dire amare sul serio. Il problema è caro Antonio che anche se crescono la maggior parte delle donne non cambiano. Basta un “calo di attenzioni” che non vuol dire nulla per passare ad altre facili consolazioni.
    Sei giovane Antonio fai esperienza e se vuoi un consiglio “scop….a quanto più puoi” in attesa di trovare quella giusta che ti assicuro oggi non è facile.
    Dammi retta e scordala. Non ti merita
    Ciao

  2. 2
    MR X -

    Non posso far altro che confermare quanto scritto da Consigliere…non andare in paranoia, tu non c’entri nulla…semplicemente gli è passato l’innamoramento per te, e dal momento che non sente più la farfalline nello stomaco, ha pensato bene di trovarsene un altro che gli faccia provare quella senzazione…Non farti troppe seghe mentali, tu non hai colpa è solo che adesso è così…il fatto poi che ti abbia detto che per lei sei stato importante è l’apoteosi della banalità, è una frase standard che dicono quasi tutte quando ti mollano per un altro…e vuole rimanere in amicizia semplicemente perchè se dovesse andar male con l’altro tornerebbe subito da te…purtroppo le ragazze oggigiorno sono viziate e dispotiche, pensano che tutto gli sia dovuto solo perchè anno un triangolino tra le gambe che gli permette di avere schiere di bavosi che le vanno dietro pronti ad inzerbinarsi per un si…purtroppo la colpa è degli uomini che gli permettono di fare sto giochetto.

  3. 3
    antonio -

    caro “consigliere” innanzi tutto grazie per il commento. vorrei correggerti sul fatto in cui dici che lei non ha amato sul serio. ti posso assicurare, anche se non sto passando un bel momento, che ha amato tanto ed ha sofferto anche lei tanto per causa delle poche attenzioni. (diamo a cesare quel che è di cesare) sicuramente ha una testa facilmente condizionabile, ma questo non solo in amore ma anche con le amiche e con i genitori. il fatto è che è passata dal non essere più felice insieme a me perchè si era abituata alla mia “assenza” a non provare nessun sentimento verso di me. a mio parere queste due cose non hanno un filo che le collega! in molti mi hanno detto che sono giovane, un mio amico mi ha detto che mi godrò quest’estate sco…do tanto ma io adesso quel che so’ per certo è che soffro, e non poco. vorrei riconquistare il suo amore, i suoi sentimenti. ogni storia è recuperabile a mio parere, e lotterò per raggiungere il mio scopo. ma sono già partito con il piede sbagliato assumendo la classica posizione dell’uomo-zerbino. adesso cerco di farle capire che non sono così disperato e piano piano vedrò come si evolverà la situazione nel corso del tempo. ciò che è sicuro è che questa esperienza mi servirà in futuro. distinti saluti. antonio

  4. 4
    Delarge -

    Purtroppo dare per scontata una relazione è un comportamento frequente in noi uomini. Se mi ascolti, non farti più sentire, taglia tutti i ponti di comunicazione e scorda l’idea di cantare una canzone sotto casa sua! Non è con questi gesti che puoi farla tornare da te… anzi, servirebbero solo ad infastidirla e se già si sente con un altro, a rafforzare il loro rapporto, perché, vedendoti completamente bisognoso di lei, sarà attratta non da te, che saresti scontato, ma da qualcun altro che la considera di meno.
    Anche io sto passando un periodo nero per non avere capito le esigenze della mia ragazza… e la mia storia assomiglia alla tua, ma non fartene una colpa se credi di non avere dato le giuste attenzioni… Impara da questa esperienza e sai pur sicuro, che anche se ora ti sembra impossibile, si può innamorasi di nuovo e ancora più intensamente della prima volta. Stai su, un abbraccio

  5. 5
    antonio -

    mr x so per certo che lei non ha un altro cosi come so per certo che la frase che mi ha detto è vera. Lo so potro sembrare un illuso ma ci siamo amati tanto da poter dimenticare tutto. O meglio io la amo ancora.. E so che lei prova ancora qualche sentimento x me.. Magari non di amore.. Vorrei cercare di riconquistarla.. Ho letto pareri di esperti che affermavano che ogni donna si può riconquistare.. Mr x io l vedo ogni giorno ci passo 5 ore al giorno come faccio a dimenticarla? Come faccio a non pensarla? La devo riconquistare anche se non so come fare..

  6. 6
    antonio -

    delarge ti ringrazio per il tuo commento. Purtroppo per me è impossibile tagliare tutti i ponti di comunicazione dato che la vedo ogni giorno. Ho letto che per riconqistare la propria ragazza bisogna evitare di contattarla evitare di stressarla ed è quello che farò. La canzone la metto da parte.. Ma poi? Se lei non si farà sentire? Se non sentirà la mia mancanza? A quel punto dovrei provare ad andare sotto sua a cantare? Che cavolo di situazione! Potessi tornare indietro!!

  7. 7
    Delarge -

    Io eviterei la canzone in ogni caso… Brutta storia il fatto che la vedi tutti i giorni… Salutala normalmente e basta… non andare oltre… Anni fa, la mia prima ragazza mi lasciò dopo appena tre mesi di fidanzamento. Io pur soffrendo molto, non mi mostrai sofferente davanti a lei e non la cercai più, anche se ero morto dentro. Dopo sei mesi, mi scrisse e mi disse che doveva parlarmi. Tornò piangendo supplicandomi di ritornare insieme…. Sono consapevole che è stato un caso fortunato e dipende dalle persone e dal tipo di relazione che si ha avuto… ma sono sicuro che è stata la mia mancanza a farla tornare, non le mie insistenze… e l’unico modo per farle sentire la tua mancanza è farti la TUA vita senza di lei.

  8. 8
    antonio -

    delarge è quello che farò.. Vederla ogni giorno mi distrugge.. Sentirle dire è finita non provo più niente mi uccide.. Ad una sua amica ha detto che non si sa mai in futuro ma io sono certo che non tornera da me.. Adesso la ignoro almeno ci provo.. Mi faccio vedere indifferente .. Spero che lei ritorni da me ci tengo troppo.. Piu della mia vita!

  9. 9
    MR X -

    Antonio, dicono tutti così…poi alla fine vien fuori l’altro, ascolta uno più grande di te, “tu per me sei stato importante” è un classio, fidati, magari c’è la solo in testa e non ci ha ancora fatto niennte, ma ce l’ha ce l’ha, quanto meno nei pensieri…immmagino che tu la veda a scuola, bè dai tieni duro tra un po’ è finita.

  10. 10
    Consigliere -

    Ciao Antonio e grazie per la tua risposta. Chi ti scrive non è un giovincello ma una persona un po’ più grande di te che ha passato e sta passando tuttora un periodo difficilissimo causa appunto l’abbandono da parte di una donna dopo più di 10 anni di convivenza (matrimonio). Ne so qualcosa. Anche perchè ho avuto diverse esperienze prima di mia moglie.
    Pertanto fidati di ciò che ti dico. Quello della tua ragazza non è amore. E’ innamoramento così come ha detto anche MR X. E poi antonio questa storia delle “attenzioni” è una prerogativa classica di tutte le donne quando non provano più nulla per te. Il vero amore è un altro Antonio. Non passa se calano le attenzioni. E ti assicuro che conoscono molti uomini “perfetti” sotto il profilo delle attenzioni che sono stati lasciati allo stesso modo. In quel caso non era per mancanza di attenzioni ma per “soffocamento”.
    Io ti capisco Antonio, so quello che stai provando, non dirlo a me che sto male da quasi tre anni. Figurati se non posso capirti. Ma tu sei giovane caro amico. Fai esperienza e dimentica (con i dovuti tempi) di chi non ti ha mai amato. Non ci si abitua ad una assenza se si vuole bene veramente. Ogni storia è recuperabile anche secondo me. Ma bisogna essere in due a volerlo. E pare che lei non voglia.
    Lo so che è difficile Antonio, molto difficile. Al limite parlale chiaro falle capire i tuoi reali sentimenti, scrivilese vuoi. Ma non andare oltre. Da quello che hai scritto non merita più di tanto.
    Ciao e in bocca al lupo

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili