Salta i links e vai al contenuto

Situazione disperata per colpa del gioco

Lettere scritte dall'autore  shila

Salve, sono una ragazza di 25 anni e vi racconto in breve la mia storia anche perché ho bisogno di parlare con qualcuno… Da giugno scorso ho iniziato a frequentare il mio collega, tutto era per gioco, forse solo per sesso ma non lo è mai stato perché fin da subito ci siamo legati e visti e sentiti ogni giorno…abbiamo iniziato così la mostra storia, perfetta direi con i soliti screzi magari per piccole gelosie ma procedeva tutto alla grande, bere e divertirsi insieme sempre come due grandi amici e complici…tutto stupendo si parlava anche di un futuro insieme , finché io non inizio a perdere il controllo sul gioco… inizialmente lui capisce lo facevamo anche insieme a volte ma.nel limite ma io continuo ed esagero molto spesso finché lui a metà ottobre dopo una delle mie stronzate vuole lasciarmi per questo motivo…io insisto prometto di cambiare e ritorna tutto alla normalità fino al 2 dicembre giorno in cui combino l’ennesima puttanata e lui li esausto interrompe i rapporti dicendo che per questo brutto vizio e per quante ne ho combinate non si fida più e il suo sentimento per me è diminuito tanto. dopo due giorni decidiamo di ripartire da zero e riprovarci…io mi impongo di non sbagliare più infatti non ho più toccato schedine o giochi simili, ma lui è distante freddo non riesce neanche più ad avere rapporti con me , fino al punto che ieri sera sono esplosa e abbiamo deciso di lasciarci … Lui mi fa magari col tempo le cose cambieranno, adesso sono deluso e non riesco a superarla o a fidarmi ancora, considerate che è ancora un mio collega ed io sono innamorata persa e forse solo adesso ho capito davvero i miei errori ..cosa fare?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Situazione disperata per colpa del gioco

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    Bottex -

    Quello del gioco è un brutto vizio, che ha rovinato molte più relazioni di quanto pensi e la ludopatia è una vera e propria malattia. Come una droga, con cui poi si fa molta fatica a smettere. Se non ce la fai da sola, fatti aiutare da qualcuno, senza vergogna.
    Per quanto riguarda il tuo collega invece, da quanto mi par di capire dalla tua lettera (ma potrei sbagliarmi, non è chiaro), credo che tu abbia vissuto anche quella relazione come un gioco. Ovvero, c’erano la complicità, il sesso, il divertimento eccetera. Ma non mi pare che tra voi ci fossero dei veri sentimenti forti. E senza di questi, è ovvio che una relazione non può andare molto avanti. Dopo i tuoi errori poi, lui è molto deluso. Quindi credo dovresti fare come dice lui. Lascia passare del tempo e cerca innanzitutto di disintossicarti stabilmente da questo vizio. Poi, quando le cose si saranno sistemate, se sarete ancora entrambi single, potreste magari valutare se cominciare una nuova relazione (sempre che ci sia la necessaria componente sentimentale). Altrimenti niente, sei giovane e avrai modo di trovare un altro. Saluti.

  2. 2
    Rossella -

    Non sottovalutare la sua dipendenza. Non sarà un modo per comunicarti che non sei libera? Non sarai libera fino a quando non riuscirai a definire il rapporto con il mondo esterno. Dopo la maturità ho sentito come il dovere di costruire la mia indipendenza, perché mi era chiaro che un ragazzo così sarebbe stato una persona con la quale avrei flirtato. Niente di più. Vedi che non siete liberi? Iscriviti a un corso di latino americano. Appassionati all’estetica. Apriti. Almeno provaci. Devi diventare un pezzo di femminone per portare nel recinto tutti i monacelli e diventare la donna di chi ti sa tenere e quindi riesce a domarti. Sempre con mamma nei paraggi. Non si sa mai che qualche monacello si fa capace. Ma la vedo dura. Sono tempi difficili.

  3. 3
    alisee -

    Fanno bene a aumentare le tasse su giochi, lotterie e soprattutto “gratta e vinci”,
    questo vizio rovina le famiglie.
    E’ veramente fastidioso quando vado in tabaccheria vedere persone che passano la giornata a guardare estrazioni istantanee+e “gratta e vinci”.
    Ma non hanno di meglio da fare?
    Com’era quel proverbio che ho letto?
    “Chi dal gioco spera soccorso metterà
    la pelle dell’orso”.
    Detto questo non sottovalutare il problema.
    La soluzione?
    Sostituire un dipendenza con una dipendenza.
    Non vorrei dire, ma non è che il sesso è meglio?

  4. 4
    Yog -

    Gioca 17 65 77 88 su Bari e fai una quaterna secca. Poi vediamo chi è cretino totale e chi no.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili