Salta i links e vai al contenuto

Siamo sicuri di avere privacy?

Nessuno ha la fobia delle telecamere nascoste? Quando siamo sul lavoro, in giro, in bagno o in un albergo? E le telecamere che oltretutto guarderebbero sotto i vestiti? Una vera donna non può non mettersi mai una gonna, così ti insegnano, ma quando circoli per strada quante griglie ci sono da cui ti possono guardare? E pensare che basterebbero dei vetri opachi. Quando vai in un negozio e vuoi provare un vestito,quanti camerini hanno la porta intera che si può chiudere a chiave?TI sbattono qualche tenda bucherellata o quache porta che ti copre a malapena all’altezza della pancia. Come ci si fa a difendere dalle telecamere nascoste? E’ solo una mia fisima? E quando si mangia fuori che ci danno da mangiare, chi cucina cosa ci mette dentro e come tocca il cibo?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità

3 commenti

  1. 1
    -Rosso81- -

    ahah!! mi diverte leggere queste testimonianze sulle nostre strane fobie!!
    posso chiederti perchè hai tanta paura che ti guardino sotto i vestiti? o quando sei nuda in bagno!? la privacy è un’altra cosa, di cosa ti vergogni? non ti piace il tuo corpo? o hai paura di essere molestata da un maniaco? forse la cura migliore è metterti un po’ più in mostra! magari sei divisa tra la voglia di mostrarti e la paura di essere giudicata?!
    (scusa per questa misera psicanalisi! 🙂

    per quanto riguarda il cibo fuori… aspettati il peggio !! eheh! anche io ho lavorato in cucina! ti assicuro che tutte le tue fantasie più stomachevoli sono superate dalla realtà!
    ma non preoccuparti, non si muore per questo, basta non pensarci!!

    un ultimo pensiero del tutto generale sulla privacy e sulle telecamere nelle strade e nei luoghi di lavoro.
    credo che i benefici in termini di sicurezza siamo maggiori rispetto al fastidio causato dall’essere spiati. sono ormai all’ordine del giorno le notizie in cui ci riportano come qualche indagine sia stata risolta grazie alle riprese delle telecamere su strada… che importa se siamo spiati? che danno ci fa? forse non ci piace essere ripresi mentre facciamo un atto di cui ci vergognamo tipo tradire nostra moglie, andare a prostitute o rubare… ma insomma… in linea di principio non dovremmo fare ciò di cui ci vergognamo!
    agire controcoscienza porta al rimorso e a fastidiosi sensi di colpa! e se invece non facciamo mai nulla di cui ci vergognamo in teoria non dovrebbe importarci nulla se tutto mondo ci sta guardando… anzi…
    pensate che le immagini possano essere manipolate e usate per incastrarvi e mandarvi in galera? ancora con queste manie sui complotti!! ma dai rilassatevi!!

  2. 2
    incognita -

    A parte che una donna vive il problema delle molestie molto più di un uomo, io gradirei venissero messe le telecamere,e non nascoste,nei posti isolati e bui,vicino alle casseforti,nei parchi e nelle stazioni,magari anche sui treni.Lo strumento di sicurezza non deve diventarlo di molestia:la candid camera in un bagno non è uno scherzo,infatti c’è il detto ‘sono tutti froci col c..o degli altri’.E le griglie aperte sotto i marciapiedi sono fatte per la sicurezza pubblica?

  3. 3
    golosone -

    Io che mangio tanto cosa rischio allora?Almeno i cibi surgelati sono puliti o i dipendenti ci sputano o ci fanno pipì dentro?

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili