Salta i links e vai al contenuto

Sfogo e consigli sulla fine di un amore

  

Ciao a tutti, ho 26 anni. Spiego più velocemente possibile la mia situazione ma credo comunque risulti lunga. Ci siamo conosciuti al corso di arti marziali una cosa come 6 anni fa. A suo tempo fin da subito ci eravamo piaciuti, ma per una cosa o per l’altra, non iniziò niente di serio, ci fu un semplice bacio ma davvero, non ricordo come mai non abbiamo provato a frequentarci. Fatto sta che ci perdiamo di vista 4 anni, nei quali ognuno fa la sua vita, lei è stata con un ragazzo questi 4 anni e io ho avuto le mie esperienze, storielle ma niente di serio (non ho mai voluto impegnarmi). Dopo 4 anni appunto, due anni fa circa, lei torna al corso di arti marziali, che aveva lasciato, e in me si accende come una scintilla, come se fosse rimasto in sospeso questo fatto di non aver provato a frequentarci. In quel periodo la sua storia di 4 anni era già finita e con la scusa che era da tanto che non ci si vedeva, abbiamo iniziato a vederci, in compagnia non da soli, e parlavamo un po’ di tutto, come fanno due amici che non si vedono da tempo. Inizio a chiederle di uscire e così, pian piano, arriva il primo bacio. Abbiamo preso entrambi la cosa alla leggerezza, senza impegni, senza aspettative. Inizia a profilarsi come storia di sesso, sebbene io abbia già capito che mi stavo innamorando di lei. Passano 3 mesi in cui ci vediamo, andiamo a fare snowboard insieme, facciamo l’amore, usciamo insieme a cena, cinema. Insomma come una coppia. Progettiamo anche di passare il capodanno insieme e la cosa mi ha fatto pensare che stesse diventando tutto molto serio. Non potevo far tacere quello che provavo e un giorno le dissi che l’amavo. Lei non potè dire lo stesso. Decisi che quindi per il mio bene dovevamo finirla, perchè se lei non era innamorata non aveva senso andare avanti. Fatto sta che invece lei mi dice che non vuole perdermi, che mi vuole un mondo di bene, ecc. Io non ce la faccio e continuo a vederla ciò nonostante. Una notte, mentre facevamo l’amore, dopo circa un mese, mi guarda negli occhi e mi dice che mi ama. E’ indescrivibile come sono stato. Ho pianto. Da lì era chiaro che la nostra storia iniziasse. Abbiamo fatto il capodanno insieme, e tutto quello che fanno le coppie insieme quando hanno una storia. Lei inizia a lavorare all’ospedale come infermiera nel mese di Marzo e ammetto che all’inizio mi ha sempre messo a disagio la cosa. Tutte le storie di intrallazzi d’amore dentro l’ospedale, una sua amica che ha lasciato il ragazzo per uno che aveva conosciuto in degenza. Non ero tranquillo. Sono sempre stato molto insicuro di me e questo mi portava ad essere geloso. Non sbucava fuori spesso ma alla prima occasione, la mia gelosia saltava fuori: se faceva tardi da lavoro senza motivo, se non mi dava le giuste attenzioni. Alternavo momenti da perfetto ragazzo a momenti di gelosia incessante. Ciò nonostante la nostra storia continua e va benissimo finchè non decidiamo di andare a convivere nel dicembre 2010. Ne abbiamo parlato molto e lei mi sembrava decisamente convinta della sua scelta tanto che nel frattempo abbiamo preso anche un cane, essendo andati ad abitare in un appartamento col giardino. Era tutto fantastico e come volevo. La ragazza che amavo, la mia casa, la mia vita. Passano i mesi e tutto sembra andare bene. Finchè tra maggio giugno e luglio non passo un bellissimo periodo a casa di problemi di lavoro e di soldi (per colpa della ditta che ha fallito), questo si riversa su di me come un torrente in piena, non sono più tranquillo, rilassato, vivo male. Questo lo facevo riflettere su di lei e pensavo che, data la mia situazione, lei stesse meditando di lasciarmi. Questo comporta da parte mia una gelosia irrefrenabile, come prendeva il cellulare in mano le chiedevo chi era. Non vivevo più bene la situazione tanto che certe sere preferivo uscire per i cavoli miei lasciandola a casa e senza darle spiegazioni ne niente. Maturavo persino l’idea di lasciarla, non so come mai. Fatto sta che tutta questa situazione invece, ha fatto si che lei mollò me, alla fine di Luglio di quest’anno. Inizialmente ho accettato la cosa, come se ne fossi pronto. Ma dopo ho capito che l’avevo presa alla leggera perchè ero estremamente convinto che lei tornasse da me, capendo lo sbaglio. Così non fu. Dopo una settimana vedendo la sua rigidità e convinzione, faccio i bagagli con le lacrime agli occhi e me ne vado. Ero disperato. Avevamo preso entrambi le ferie per fine settembre, ma essendo finita la storia, sono riuscito a spostarle ad Agosto e quindi partii con i miei amici, per distrarmi e non pensarci. Quando l’ha saputo ha reagito male con frasi tipo “massì vai a divertirti coi tuoi amici, vai a sc**** tutte quelle che vuoi ecc ecc” classica reazione di chi è infastidito. Le chiedevo perchè faceva così visto che mi aveva lasciato, provavo anche a farla ragionare ma niente, ogni volta che saltava fuori il discorso lei era sicurissima di quello che aveva fatto. Perfetto, vado via, ciò nonostante ci si sentiva ogni tanto con qualche messaggio ma non per rinvagare il passato, solo da semplici amici. Quando sono tornato,10 giorni dopo, un paio di sere dopo il mio ritorno, per una questione che riguardava la padrona dell’appartamento, sono andato da lei. Abbiamo parlato litigato e alla fine abbiamo fatto l’amore e nel mentre lei ha pianto.Le chiedevo come mai mi diceva che comunque non poteva dimenticare tutto e che certe cose, soprattutto il lato intimo che tra noi era perfetto, le mancavano. Ma sul tornare insieme non se ne parlava. Da quel momento per circa un mese sono seguiti altri contatti e altre litigate, e quando io decidevi di dire basta, smettiamola di sentirci e vederci, lei mi faceva una crisi di pianto dicendomi che sono importante che non vuole che sparisco e via dicendo. Provo a farlo per qualche giorno ma poi mi manca e le scrivo, o le rispondo dato che ogni tanto lo faceva lei. Scopro poi che sta uscendo con un ragazzo. Dice di non averci fatto niente ma impervia una litigata pazzesca. Ero deluso dal fatto che dopo solo due mesi dalla sua decisione era già alla ricerca di altro. A seguito della litigata che è stata molto furiosa, soprattutto da parte mia, è lei questa volta a mettermi un muro davanti dicendomi che non vuole ne vedermi ne sentirmi, che l’ho delusa, che sono schizzato male e via dicendo. Tra una cosa e l’altra poi mi fa anche capire che aveva dei ripensamenti ad agosto, e che se mi fossi comportato in maniera diversa magari saremo tornati insieme. Li non ci ho più visto e la cosa è degenerata in un altro litigio. Comunque sia ci si sentiva solo per litigare finchè lei ha deciso basta non scrivere non chiamare e infatti non rispondeva più. Dopo un po’ di tempo ieri ci siamo visti di comune accordo per fare due chiacchere e “lasciarci” in tranquillità. Ci raccontiamo un po’ di cose ma è stato più forte di me ho voluto chiederle delle cose su quel ragazzo che vedeva. Prima era riluttante nel parlare dicendomi che non erano affari miei poi salta fuori che si sono baciati e hanno fatto anche sesso. Dice che non ha intenzioni serie non vuole storie ne via dicendo ma con lui sta bene e quindi è successo quel che è successo. Avrei voluto spaccare il mondo ma mi sono trattenuto le ho detto che era giusto così, che è libera di fare quello che vuole e che non deve rendere conto a me. Le ho detto dal canto mio che anche io vedo una che ho già baciato (è vero) ma non ha avuto reazioni, solo un “è strano sentirselo dire ma le cose stanno così” alla mia domanda se le dava fastidio. Vabbè ci si lascia in tranquillità, un abbarccio, un bacio sulla guancia e me ne vado. Ovviamente ho fatto il “calmo e ragionevole” tutta la sera quando avrei voluto spaccare tutto e urlare fino a farmi sentire dall’altra parte dell’universo.
Scusate la lunghezza.
Io sono molto innamorato di lei. E mi piacerebbe sentirla come amico. Eppure allo stesso modo la odio tantissimo perchè in due mesi ha cancellato tutto e già si porta a letto un altro che tra l’altro le piace, sebbene dica che non vuole storie e via dicendo.
Non ce l’ho fatto e preso dal nervosismo le ho detto che è una zo..ola, ma in altri termini. Penso a questo punto di aver rovinato tutto ma veramente non ce la faccio più e comunque dopo che mi decantava tutto il suo amore quando stava con me, il primo che passa se lo porta a letto. Cos’è secondo voi. Sento di essermi tolto un bel peso, davanti a me vedo solo serenità 😀
ciao a tutti!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti a

Sfogo e consigli sulla fine di un amore

  1. 1
    Riccardino -

    In tre parole?!?! NON TI MERITA
    Fregatene, fatti una nuova storia così da non pensare più a lei. Secondo me il fatto che ti abbia detto che ti amava non era alla massima sincerità per una cosa così importante ma un semplice sentimento superficiale al quale è stato dato molto peso invano: è stata falsa e vista la tua sincerità era una relazione impari che prima o poi sarebbe finita!
    Fatti una tua nuova vita.

  2. 2
    rossana -

    Pyro,
    sono dello stesso parere di Riccardino. inutile insistere e sperare che una persona s’innamori: non che non accada mai ma resta sempre qualcosa di estremamente raro.

    questo dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, che anche le unioni basate sul raziocinio di uno dei due partner finiscono spesso a gambe all’aria.

    lasciala andare e pensa a te stesso. trai insegnamento da quanto hai vissuto, di modo che non abbia a ripetersi più.

  3. 3
    sarah -

    scusatemi ma qui non avete letto bene!LUI l’ha trattata male, LUI se ne usciva lascciandola sola senza darle spiegazioni,LUI la tartassava se pigliava il telefono in mano,alla fine lei si è stancata di subire le sue sfuriate e ha fatto bene,sia LUI che LEI si sono diciamo consolati con qualcosa di leggero,lei era tornata ma ha detto sinceramente che non riusciva a dimenticare.voi non avete capito che se una donna viene trattata male è inutile credere che tanto torna perchè prima o poi non torna più.Non credo che lei sia stata falsa,ha detto che non se la sentiva e credo sia ovvio che litigando e basta non si possa continuare una storia!entrambi si sono consolati,nessuno ha tradito,lui avrebbe dovuto essere meno impulsivo,meno incazzoso e ora ne paga le conseguenze,la storia è finita,ognuno per la sua strada.

  4. 4
    rossana -

    Sarah,
    a mio avviso anche il tuo punto di vista contiene una parte di ragione. tuttavia, di fondo resta una ragazza che non è pronta ad impegnarsi e che preferisce storie di sesso.

    anche per Pyro all’inizio era così. poi, però, lui si è innamorato e ha cominciato a sentire tutta l’insicurezza della situazione sbilanciata che si era venuta a creare, diventando più reattivo e più negativo di quanto sarebbe stato logico essere se fosse stato corrisposto…

    non credo sarebbe valso a molto nemmeno se avesse tentato di approfondire il rapporto in modo più positivo. non si è innamorati se dopo due mesi già si frequenta il letto di un altro.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili