Salta i links e vai al contenuto

Sesso libero: un paio di dubbi

Ho un quesito che mi preme risolvere. Ad oggi sono andato a letto con una sola persona, la mia ex. In effetti non sono stato uno precoce da questo punto di vista. Volevo perciò un parere da chi ha più esperienza di me.
Essendo stato solo con quella che era la mia ragazza, non ho mai avuto storie di solo sesso. Non ci vedo nulla di male in queste storie, semplicemente non è capitato né prima né dopo (son single da pochi mesi). Conoscendomi ritengo probabile che una storia del genere mi possa piacere. Forse i miei dubbi vi sembreranno inutili o stupidi o da “fake”, ma sono serio e non sono un “fake”, per cui gradirei risposte serie.

1, visto che mi lascerebbe anche ampi margini per stare da solo, cosa che da un lato son portato a fare/cercare e dall’altro mi piace per molti aspetti, suppongo che una storia così mi piacerebbe non poco. Il problema è che temo che potrebbe piacermi al punto da non cercare altro, da non volere una relazione più profonda ma da fermarmi allo stadio “sesso” e non voler legami che sicuramente regalano di più ma lo fanno anche perché limitano molto di più. E lo dico dopo esser stato tremendamente innamorato (e contento di esserlo stato) della mia ex. Temo che potrei volere storie di solo sesso e sentirmi appagato così, sapendo già da ora però che non è quello che vorrei per il mio futuro: vorrei una donna che amo accanto a me. Al momento non mi sento per niente pronto per una storia impegnativa, per cui, a meno che non capiti una che mi faccia impazzire, l’alternativa a rimanere da solo (cosa che non ripugno, anzi) sarebbe una o qualche storiella “leggera”. La mia domanda è: c’è questo rischio che mi sto immaginando? Cioè c’è il rischio che possa piacere questo tipo di relazioni al punto da perdere poi la capacità di instaurare legami più solidi? Se sì, si può evitare questo rischio? Ovviamente si può evitare evitando storie così, ma evidentemente non è questo il senso della domanda, bensì se si può evitare il rischio di non voler andare oltre, di non volersi fermare a quel livello.

2, non so come sia di solito il rapporto tra due amanti non fidanzati, e probabilmente non c’è un rapporto tipo…ma conoscendomi non penso che potrei comunque avere un rapporto superficiale con una mia amante. E soprattutto, pur non avendo verso di lei gli obblighi che uno ritiene di avere verso la propria ragazza, penso che giocherei a carte scoperte. Il che significa: mettere in chiaro che storia è per me, cosa voglio e cosa non voglio, oltreché chiarire se eventualmente siamo liberi di cercare e stare con altre persone. Insomma vorrei agire secondo il consiglio che viene dato alla fine di The Big Kahuna: “Non esser crudele col cuore degli altri. Non tollerare la gente che è crudele col tuo.”

E qui si collega la seconda domanda: non è raro – e su questo sito ne sappiamo qualcosa – sentire parlare di tradimento. Vi espongo brevemente la mia teoria e poi mi direte: io sono convinto che la colpa sia di chi tradisce, non tanto del suo amante. Si sente spesso dire che se X sa che Y è fidanzato/a con Z, non ci dovrebbe provare: io credo che in una coppia solida, X può pure provarci con Y, ma questi non ci starà. Per cui X ha tutto il diritto di provarci (certo, se è amico/a di Z, allora…non è suo amico/a!!!), nel senso che non fa un torto a nessuno. Lo fa solo indirettamente, se Y ci sta: ma Y ha potere di scelta. E noi sappiamo che se uno vuole tradisce, ma se non vuole non tradisce. Io non ho mai tradito la mia ex pur avendo ricevuto anche espliciti inviti. Lei non mi ha mai tradito pur avendo avuto numerosi spasimanti. Tuttavia è indubbio che, come accennato, X faccia indirettamente del male a Z: un male che è molto forte. Io non sono stato tradito ma mi sono sentito tradito, e la cosa è brutta. Tuttavia riconosco che l’altro non avesse alcun obbligo nei miei confronti e perciò che non mi abbia fatto alcun torto.

Ricollegandoci al discorso del sesso libero, molte volte questo avviene con uno (o entrambi!) gli amanti fidanzati (non reciprocamente!). Quindi il sesso libero comporta spesso uno (o due!) tradimenti. Io sono contrario al tradimento, anche degli amici, e sono convinto che non me ne renderò colpevole, anche perché altrimenti non mi darei pace. Però nell’esempio di cui sopra, non sarebbe X a tradire Z, bensì Y! Per cui il dubbio è: se mi trovassi nella situazione di X, con Y che ci sta o magari addirittura che ci prova (purtroppo accade anche questo), che farei? Voi che avete fatto o fareste in una situazione del genere?

Scusate se sono stato così prolisso…grazie a chi vorrà aiutarmi con questi dubbi!!

L'autore ha scritto 8 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Sesso

15 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    colam's -

    Non sono un esperto ma nel sesso libero ci vedo due rischi, anzi tre:
    – che l’altra s’innamori seriamente (io non mi sento abbastanza fetente da risolverlo con un “peggio per lei”)
    – che l’altra rimanga incinta (l’unico anticoncezionale non chirurgico sicuro al 100% e’ non fare sesso)
    – che ti trasmette una malattia (successo ad un mio amico)

    Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino, secondo me

  2. 2
    misterx87 -

    ciao colam’s..
    come prima cosa non posso fare a meno di notare che non hai risposto alle mie domande…
    dopodiché volevo dirti che quelli che evidenzi tu sono sicuramente rischi “del mestiere”, ma io intendevo non cose da una botta e via o con una mezza sconosciuta..non x forza almeno..intendevo storie in cui tu e lei non vi considerate una coppia, non state assieme..ma copulate!

    i punti 2 e 3 della tua risp cmq sono rischi che valgono anche x una coppia “normale”.

  3. 3
    -

    Mah a me francamente pare molto squallido O.O Sia per te che per una eventuale lei.
    Ci tengo anche ad aggiungere che io uno che nel suo passato annovera certe storie non me lo filerei manco di striscio, ma ognuno ha opinioni diverse.

    Riaguardo ai tuoi dubbi su questo tipo di storie comunque non ti so proprio rispondere (mai ho provato nè mai proverò) ma volevo risponderti per quel che riguarda la seconda questione.

    Ecco, vedi, non è che se domani mi salta in testa di chiamare un assassino per squartare il mio vicino di casa poi la colpa è sua eh. Lo so, l’esempio non calza perfettamente, ma rende l’idea.
    Ci sono tante oche a piede libero, che cavolo di bisogno c’è di fare il filo alle fidanzate degli altri?? Denoterebbe una spaventosa mancanza di rispetto per lei e soprattutto per il povero fidanzato che, per qualche motivo, si dimenticano sempre tutti.
    “Non esser crudele col cuore degli altri. Non tollerare la gente che è crudele col tuo.”
    Lo hai detto tu e ci terrei a ricordarti che anche il fidanzato di lei ha un cuore. Se lei lo tradisce è certamente colpa sua. Ma tu non potresti di certo definirti un santo.

  4. 4
    colam's -

    sorry !

    1. il rischio c’e’, ho molti amici che sono diventati single dopo una delusione. Si evita il rischio se, per esempio, tu vuoi una famiglia. In qual caso questo desiderio ti fa superare lo stato diciamo ignavio del “ma sto tanto bene da solo, chi me lo fa fare di rimettermi con una?”

    2. sono d’accordo che i primi a dover difendere una coppia sono i suoi due componenti. Ma secondo me solo un fetente può ragionare del tipo “chissene se è fidanzato o peggio sposato, io ci provo”, in quanto non si cura della sofferenza che può procurare ad altri per un suo desiderio egoistico anche se condiviso dal traditore/trice. E questo in particolare se ci sono figli !! PS: infatti non posso vedere l’amante di mio padre, anche se il primo che doveva dire di no era lui, mica lei.

    Per il resto i rischi del mestiere ci sono. I punti 2 e 3 ovviamente creano, credo, situazioni ben diverse in seno ad una coppia normale rispetto ad una coppia occasionale. No ?!

    omunque confermo che non ti posso aiutare più di tanto, tu credo parli dei “trombamici”, che è una cosa che proprio non concepisco, ma sarò limitato io, per carità !

  5. 5
    misterx87 -

    con 1 po’ di ritardo vorrei riprendere le fila di questo discorso…
    ultimamente ci penso di meno (purtroppo anche perche’ mi e’ tornata in mente 1 po’ la mia ex…) a questa faccenda, anche se a volte capita…

    @ lì: ho letto qualche tuo interessante commento in giro, ma permittimi di dire che questo non e’ dei migliori…infatti direi che il paragone dell’assassino non c’azzecca proprio nulla!
    provo a spiegare la faccenda, senza avere intenti di convincimento, sia chiaro..mentre col killer il fine dell’azione e’ il male della vittima, se qusta persona viene a letto con te nonostante sia fidanzata: 1, lo fa per sua scelta, debolezza o meno non c’entra 1 mazza, altrimenti si configura 1 ipotesi di stupro che mi auguro nessuno qui ne’ altrove consideri tradimento, 2, l’azione non comporta il suo dolore: questo, ammesso com’e’ plausibile che ci sia, viene dopo ed e’ 1 conseguenza delle sue azioni: ci doveva pensare prima, no?? 3, il suo partner ci sta male non certamente perche’ TU sei andato a letto con lei, perche’ ci sarebbe rimasto male anche se al tuo posto ci fosse stato tizio o caio: sta male perche’ e’ LEI che e’ venuta con te (o tizio o caio).

    con questo trovo anche io che sia preferibile non rompere i coglioni a 1 coppia rendendo la loro vita difficile. sapete pero’ qual’è la faccenda? che se alla base i 2 non concepiscono il tradimento questo non avverra’! anzi sapere che 1 ci prova e tu non ci stai e’ motivo di rafforzamento della fiducia del tuo partner verso di te!

    al di la’ di questo discorso sul “terzo incomodo” il sesso libero non implica che l’altro sia gia’ impegnato. il termine “scopamici” mi ha sempre fatto ribrezzo…suona malissimo! perche’ non il buon vecchio “amanti”? non implica tradimento, il termine di per se’, tant’e’ che pure 2 fidanzati sono amanti…ok,a meno che non aspettino il matrimonio per copulare!! 😀

  6. 6
    -

    Wellà, lo so, il paragone non calzava affatto, ma non sapevo proprio come dirlo 😛

    Ad ogni modo rimane una enorme mancanza di rispetto e di riguardo per i sentimenti di lui.

    Volendo mettere la cosa su un altro piano (devo avere un debole per i paragoni) se io domani mi metto a dieta e tu passi la giornata a sventolarmi sotto il naso barrette di cioccolato, favolose fette di torta, patatine, lasagne, montagne di prelibatezze e via dicendo, invitandomi ogni volta ad assaggiare.. Ecco sì, sarei io a cedere ma tu non potresti dire di non avermi dato una mano!

    Il discorso ovviamente è diverso neh.

    Ma poi.. A meno che la signorina sia poco di buono e si faccia avanti lei, tu con delle avance ad una ragazza impegnata dimostri rispetto zero anche per lei, per quello che sta costruendo, per quello in cui crede, etc. E qui il discorso sembra ricollegarsi a quello che anche tu dici..

    MA

    Quella è una situazione ideale. Una persona sicura non fa che rafforzare la propria fiducia, una persona insicura si fa due miliardi di problemi, diventa gelosa, può anche darsi che si insospettisca, che se la prenda col partner innocente, che se ne salti fuori con storie del tipo “ma se tu non ci stai allora perchè ci prova, la cosa mi puzza” o che so io. Non deve certamente essere così, però può essere.
    Non so se mi spiego.
    Le coppie normalmente hanno già i loro problemi, un coglione che fa insistentemente il filo alla propria fidanzata può essere un grosso problema per alcuni!

    Concludo dicendo che nonostante a me daresti un fastidio della madonna ed una grande voglia di sputarti in un occhio, questo non significa che se qualcuno riferisse delle tue avance al mio fidanzato IO non passerei dei problemi dovuti alla sua gelosia. E la colpa sai di chi sarebbe? TUA e di nessun altro. Tant’è.

  7. 7
    misterx87 -

    forse la vedo “troppo” dal mio punto d vista, nel senso che a me e’ capitato che ci fossero de ragazzi che ci provavano con la mia ex e io non me la sono mai presa con lei…qualche pessimo soggetto ci provava pure via fb e allora l’unica cosa che ribadivo potesse essere colpa sua era non essere categorica e dura nel mandare al cagare chi non capiva che fosse impegnata e non interessata, perche’ cosi’ lasciava 1 specie di spiraglio, mentre si dovrebbe proprio sbattere la porta in faccia…

    comprendo benissimo quello che dici, li’, infatti non mi e’ capitato di mettermi in questa situazione e come vedi cmq le domande me le pongo… ci tengo pero’ a ribadire che tu dai molta ma molta + colpa al terzo incomodo di quanta secondo me effettivamente ne abbia… il lui o la lei della coppia che si facesse l’amante non sarebbe certo perche’ poverino/a e’ succube della volonta’ del terzo, no?? io penso che la colpa del terzo non stia nel provarci con 1 impegnato (tanto + che nel momento in cui ci prova non e’ nemmeno detto che sappia le generalita’ della persona, no?), ma semmai e’ quella di insistere quando gli e’ stato fatto capire che non c’e’ trippa per gatti, a maggior ragione se 1 dei motivo o anche solo l’unico motivo e’ che l’altro/a e’ gia’ impegnato/a…se pero’ 1 ci prova con la mia ragazza, come mi e’ successo a suo tempo, di lui non me ne frega niente, dev’essere lei che lo rimanda al suo posto, prima giustamente civilmente, dato che magari lui nemmeno sapeva ch’era impegnata, poi se insiste lo liquida + duramente (ma questo anche 1 ragazza single sa farlo, quando vuole)…

    se tu sai che 1 e’ impegnato e’ buon gusto evitare di provarci, su questo nessuna obiezione, ma se quello impegnato ci sta e quindi e’ il primo a non dimostrare rispetto per il proprio partner, 1 RISPETTO CHE MANCA DI FONDO E CHE STA ALLA BASE DEL TRADIMENTO ma non che nasce solo nell’istante in cui l’esterno ci prova, allora non sei tu che non andandoci a letto fai in modo che questo rispetto ci sia, ok? Per capirci, io la mia ragazza non la tradirei nemmeno con miss universo, perche’ la rispetto troppo per farle 1 cosa simile!!
    per questo io credo che la colpa di chi ci prova sia molto relativa e che in 1 certo senso abbiano il diritto di provarci, anche se e’ buon gusto e buon senso evitare..stara’ poi all’altro rispondere in maniera adeguata e rispedire al mittente le avances..

  8. 8
    -

    Beh direi che siamo d’accordo 🙂
    Sulle colpe e sulla mancanza di rispetto dell’impegnato traditore non ci piove. So che è questo a ferire, a sbagliare, a tradire e via dicendo.
    Sono d’accordo anche col resto delle cose che hai detto.
    Il punto è che io questo “diritto” a provarci non lo vedo.
    La mancanza di rispetto esiste soprattutto se lei non ci sta, non è interessata, non ti ha mai lasciato intendere il contrario.
    E’ vero che quella che non rispetta (e non ama!!!!!) il partner è lei nel caso in cui ci stia, ma è anche vero che appigliarsi a questo pare un modo un po’ egoistico per giustificare i propri comportamenti ed accantonare la questione.
    Come ho detto ci sono punti di vista diversi dal tuo. Sei fortunato ad essere così sicuro di te stesso, ma non tutti hanno la tua stessa fortuna; ecco, LORO hanno il diritto di cercare di costruirsi un rapport di coppia sano, duraturo, sereno, senza che altri mettano i bastoni tra le ruote.
    Questa ovviamnte è la MIA visione delle cose, quindi non una verità universale, ma in fondo che non è giusto credo lo sappia anche tu, lo dici no? Non è di buon gusto, non si fa, meglio evitare.

  9. 9
    misterx87 -

    dove sta questo “diritto”? sta nel fatto che se ti piace 1 persona puoi andare a parlarle e, come si suole dire, “provarci”. se ti va bene, bene, se ti va male, amen. tu non hai preso nessun impegno con il partner di lei o di lui, per cui tu hai diritto nel senso che hai facolta’ di andare la’ e provarci. e questo ce l’hai sia che tu sappia che e’ fidanzata (di solito in questi casi “l’avvoltoio” si getta sulla preda quando la relazione e’ ormai allo sbando, no? di rado capita quando sa che tra i 2 va tutto a meraviglia) sia che tu non lo sappia. la differenza, nella mia ottica, e’ che nel primo caso non fai 1 gran scelta, sapendo che lei o lui è impegnata/o…perche’ se non altro la risposta che 1 si aspetta da 1 persona impegnata e’ picche, 1 rifiuto insomma, e quindi ci provi sapendo di fallire… purtroppo pero’ mi pare che pochi rispettino il partner tenendo le gambe chiuse o l’augello nei pantaloni, per cui l’ipotesi di fallimento non dico che e’ meramente di scuola ma non e’ affatto scontata…

    per quanto riguarda me, io non sono per nulla sicuro di me…ero sicuro della mia relazione pur essendo a distanza, avevo fiducia nella mia lei e per questo la gelosia era davvero poca, anzi a volte lei avrebbe voluto che io fossi + geloso! il punto e’ che l’impegno del terzo c’e’ solo se e’ amico del potenziale cornuto o della coppia (o anche solo di lei visto che sa del suo impegno), altrimenti sta alla coppia evitare approcci + o meno opportuni…i + opportuni sono quelli di chi non sa che sei impegnato/a e i meno logicamente di chi non ha il buon senso e gusto di evitare.

    grazie delle tue risposte. 😉

  10. 10
    -

    vabbè più o meno siamo d’accordo direi 🙂
    Solo una cosa ci terrei ad aggiungere.
    Ricolegandomi a quanto dicevi a proposito della durezza con cui ti apettavi che la tua lei replicasse alle avance…

    E’ vero che in fondo, la verità sta nel mezzo. Io penso sì, che tu sia libero di andare da lei ed informarla che ti interessa, ma non di insistere.
    Insomma, se anche lei ti risponde molto gentilmente di no (senza essere in alcun modo ambigua), senza essere dura, nè mandarti a cagare, nè scrivertelo alto come un grattacielo, è no.
    Chi insiste anche dopo una risposta gentile, ma chiara, per me è in torto marcio 1000%!

    Comunque sulla questione dell’amico mi cadi mister x! 😛
    Che differenza fa? Solo che non pagheresti sulla tua pelle l’incazzatura e/o evenutale depressione del fidanzato!
    Se non è giusto far del male ad un amico.. Non lo è nemmeno ad un estraneo. Se all’estraneo non fai del male.. Allora nemmeno all’amico hehe

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili