Salta i links e vai al contenuto

Sentirsi soli (2)

  

Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo in internet, normalmente mi limito a leggere quello che gli altri pubblicano. per caso mi sono imbattuta in questo sito e ho deciso anche io, come molte altre persone, di mettere per inscritto il mio disagio. Sono una ragazza di 17 anni, che si sente sola, provo continuamente un sensazione di disagio. Scusate se sembra un po’ disconnessa la mia lettera, però sto scrivendo di getto, quello che mi viene in mente lo scrivo. Alle elementari ho conosciuto la mia migliore e da li non ci siamo più separate, poi sono arrivate le superiori e abbiamo scelto due scuole diverse, io una scuola nella mia città e lei il liceo artistico a Venezia (dista 50 min di treno dalla mia città) . Dalle superiori è cambiato tutto, lei ha cambiato stile di vita (dark) ha abbandonato le sue amicizie e quindi di conseguenza anche me. E da quando io sono stata abbandonata da lei basta, non ho trovato più pace, ho cercato di farmi altre amicizie (certo conosco altre persone ma le considero buona parte amicizie superficiali, cioè le sento diverso da me, distanti, mi sento un alieno) ma nessuno è più stata come lei, non c’è stata nessun’altra capace di prendere il suo posto. Ultimamente abbiamo un po’ riallacciato i rapporto (e con questo intendo che ogni tanto usciamo e ci sentiamo, non sarà mai più come prima) però noto che ormai non riesco neanche più a sopportarla, ma neanche sopportarla, mi sento distante persino da lei, la persona nella quale invece trovavo un punto d’appoggio. e questo mi ha portata a pensare che il problema qui non sono gli altri, sono io! e non so cosa fare, come rimediare.
Ieri era il compleanno di una mia amica e ha deciso di festeggiarlo in discoteca, mi sono annoiata da morire, poi mi sentivo anche esclusa dal gruppo (non che loro lo facessero) ma ero proprio io a sentirmi fuori dal mondo. Tutte quelle persone, tutti accalcati in pista, che ti vengono addosso… e come se non bastasse c’era pure il ragazzo con il quale sono uscita per un po’ (un’altra storia questa) dunque, l’avevo conosciuto i primi di settembre (ora è aprile) proprio in quella discoteca, è stato tutto un caso, abbiamo incominciato ad uscire e per il primo periodo andava tutto bene, poi io ho letteralmente perso le mie sicurezze, mi è sfuggita la situazione di mano, non riuscivo più a godermi i momenti con lui, ero di un paranoico assurdo ( non che lui mi aiutasse tanto, mi parlava spesso della sua ex) insomma mi ha veramente sconvolto l’esistenza, a scuola stavo incominciando a calare, ero intrattabile e sempre insodisfatta, sempre ansiosa, ansia provocata dal fatto che non sapevo mai come sarebbe andata a finire con lui. Beh, i primi di gennaio abbiamo chiuso, io ho cominciato un po’ a fare pace con il mio cervello e a raccogliere tutti i pezzettini del mio cuore. Ora mi sento meglio ma mi sento molto infelice, sola e mi capita spesso di pensare a lui, anche troppo, io voglio metterci un punto, devo, però…. il pensiero casca spesso lì. poi la mia paura più grande è di non riuscire a trovare nessuno (lo so ho 17 anni) ma mi sento poco interessante, mi sento insicura, e perlomeno se posso colpire a prima impatto quando poi incominciano a conoscermi scappano! ho bisogno di continue rassicurazioni, da parte degli altri! e io non voglio, io voglio essere indipendente, sicura di me, trasmettere sicurezza, ma non ci riesco, e quando inizio una relazione tutte le mie insicurezze vengono fuori e mi stendono ko, così oltre a non farmi godere la storia me la fanno anche terminare.
Scusate per il mio sfogo, ma non so più cosa fare e credo che mettere per inscritto e sentire il parere di altri sia la cosa migliore.
grazie di tutto.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

3 commenti a

Sentirsi soli (2)

  1. 1
    ChiccaRiky -

    Ciao cara!Bhè secondo me hai bisogno di un pò di tempo.Una pausa dal mondo,dall’esterno per pensare e decidere che cosa fare.Capisco cosa significhi perdere un’amica.Sentirla andare via.Ma bisogna essere capaci di recuperare la situazione, di andare avanti di uscire e cercare qualcuno migliore.Devi cercare di essere più sicura di te,alzarti al mattino e dire :Ehi a questo mondo ci sono anche io! Farti sentire.Non so se mi spiego.Ci sei anche tu qui.Per i tuoi compagni,per i ragazzi che ti guardano.TU DEVI FARTI VEDERE.E’ un periodo..se non certa e presto tornerai a brillare come prima.Devi solo cercare di riprendere in mano la situazione.Cerca di chiarire con te stessa dopo di che esci,divertiti, sempre a testa alta. In bocca al lupo 😉

  2. 2
    Stefano614 -

    L’impressione è che tu cerchi modelli di riferimento, forse hai percepito le tue figure genitoriali in maniera piuttosto evanescente.
    Ogni persona è fatta a modo proprio, sii te stessa. Se ne senti il bisogno trovati uno psicologo per trattare queste tematiche, ti farà bene..

    Auguri

    Stefano

  3. 3
    cv. -

    ciao, innanzitutto volevo ringraziarvi per le vostre risposte.
    grazie a ChiccaRiky e grazie anche a Stefano che diciamo ha centrato un po’ il discorso. Per quanto riguarda lo psicologo ci sono già andata e sai quale è stata la risposta? che avevo troppi sbalzi di umore e che mi avrebbe mandata anche da un altro tipo poi insieme avrebbero fatto un punto della situazione e avrebbero valutato se era il caso di darmi dei farmaci! ci rendiamo conto?? io sono un’adolescente in crescita non una matta!

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili