Salta i links e vai al contenuto

Senso di colpa… rabbia… confusione!

  

Ciao a tutti..mi trovo a scrivere qui credo per sfogarmi o forse per farmi dare consigli non lo so neanche io!
Ho solo 15 anni ma mi sembra di averne almeno 20 in più..molto spesso mi sento soffocare e sono confusa.
Ho una situazione familiare che non è delle migliori e tutto per colpa di mia madre!
Dicono che la madre è pur sempre la madre e gli va perdonato tutto in un certo modo…..da piccola avevo una bella famiglia o almeno credo, mia madre divorzia con mio padre (se lo era veramente) che avevo due anni..lui sparisce e lei si da allo sbando.
Si riaccompagna con un bravissimo uomo che da subito diventa la persona più importante per me, mia madre ritorna in riga e io comincio a crescere..mia madre si ridà allo sbando e cavolo ancora oggi mi chiedo quale sia stato il motivo! aveva tutto quello che poteva desiderare: bella casa, famiglia..soldi non molti però il denaro non fa la felicità.
Insomma arrivo all’età di 10 anni che mi ritrovo a prendermi cura di una donna che si permette ancora ora di dirmi “portami rispetto”, tornavo da scuola e accudivo lei, non uscivo per stare dietro a lei.. non vivevo, nulla! voi direte e il compagno? bhè il compagno era lì vicino a me che mi aiutava e lui per me diventa il mio “papà” la persona che io considero veramente mio papà.
All’età di 12 anni muore mio padre e io..bhè io non provo nulla anzi critico sempre di più quell’uomo, dico che è un bastardo, un uomo che per me non è nulla, una persona che non è degna di essere chiamato papà e che mi faceva schifo portare il suo cognome e mia madre comincia a difenderlo a dire che lui è mio padre, che devo andarlo a trovare al cimitero, che gli devo portare rispetto e altre cazzate varie!
Lei intanto mi fa finire in casa famiglia e io comincio ad odiarla veramente!
La odio santo dio, la odio con tutta me stessa..è una vipera non è una donna, è una persona che gioisce del dolore altrui!
Sto un anno in casa famiglia e rientro a casa grazie al compagno di mamma, lei dice che è cambiata che devo perdonarla e che mi vuole bene e io come un idiota ci credo però in fondo non riesco a perdonarla.
Intanto per colpa sua io fino a 18 anni sono sotto controllo, qualsiasi sua cazzata finisce su di me e lei non fa altro che criticarmi, dirmi che sono stupida, che non sono la figlia che vorrebbe e lì io vorrei dirgli che anche lei non è la madre che io vorrei! Mi insulta, mi dice che sono una sgallettata e va in giro a dire che io le metto le mani addosso quando non è vero ma e lei che dopo tutto quello che mi ha fatto passare si permette di darmi anche uno schiaffo in faccia! Cristo, lei non è mia madre, io non la considero mia madre è una donna che mi ha fatto solo del male, che tutt’ora adesso continua a farmi del male insultandomi! non mi fa uscire di casa perchè dice che lei è responsabile di me..ma solo adesso è responsabile di me? adesso che ho quindici anni? ma prima quando ne avevo dieci lei dove era? quando mi sono presa la mia prima cotta lei dove cazzo stava? a fare la deficente ecco dove era! Sono fidanzata con un ragazzo..un uomo forse avendo 20 anni, lo amo con tutta me stessa e lui mi apprezza, mi dice che gli piaccio, che sono più matura della mia età e a me questo scoccia..io non so cosa darei per poter vivere la mia infanzia rubata..oppure per essere normale, non so cosa darei per poter raccontare tutto quello che provo a mia madre..ci ho provato parlare tante volte ma lei non ascolta, insulta e critica ma non ascolta.
E ora come se non bastasse vengo a sapere che quell’uomo con cui è stata per vent’anni non è mio padre…..che mio padre è un riccone con tanto di bella moglie e figli colti, e io sono frutto di una piccola storiella amorosa di cui mio padre (quello morto) non ne sapeva nulla! Cazzo mia madre la insultato, la mortificato, gli ha tolto tutti i soldi che aveva per gli alimenti, lui mi ha riconosciuto come figlia ma io non sono sua figlia! Io per anni lo insultato mentre quel poveraccio era solo stato preso in giro da una donna che sì lo amava più della sua stessa vita ma non è riuscita ad essere fedele.
E io ora quello che più vorrei è che fosse mia madre a venire da me a dirmi queste cose e non i suoi genitori che non sanno tenere i segreti….sono esausta! vorrei stare in santa pace con l’unica persona che mi vuole bene veramente: il compagno di mamma.
Vorrei mandare a quel paese questa donna che non mi fa vivere, che mi opprime….trovare il coraggio di andare al cimitero sedermi sulla tomba di quell’uomo e chiedergli scusa anche se forse ora è troppo tardi, andare a trovare quel bastardo, quello vero e dirgli che diamine sono sua figlia!..mi sento persa, sono confusa..so questa cosa perchè è scappata dalla bocca dei miei nonni ma non riesco a dirla a nessuno.
Non ho il coraggio di fare nulla, mi sento vecchia….e non ho più le forze di reggere alle offese di mia “madre”..datemi dei consigli io non ho più parole.

Scusate per il linguaggio poco pulito e scusatemi per tutto quello che ho scritto..sentivo il bisogno di sfogarmi.

L'autore ha scritto 8 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

8 commenti a

Senso di colpa… rabbia… confusione!

  1. 1
    colam's -

    Per quanto possibile ti capisco .. Tieni duro, il tempo e’ dalla tua parte. Più cresci e più potrai essere indipendente, e arrivera’ il giorno in cui uscirai di casa, avrai il tuo lavoro, i tuoi soldi, e potrai dire a tua madre : “da ora non ti devo più nulla, se vorrai continuare a vedermi sappi che io devo stare bene, se e’ per stare male possiamo anche non vederci più ” … E tanti saluti !

  2. 2
    Silvana4910 -

    Ciao Mya, sono una mamma e, da quello che ho letto, mi vergogno di essere rappresenttata da una mamma come la tua. Le mamme, purtroppo non sono perfette, mi disdpiace molto per la tua situazione e, spero almeno che il ragazzo che hai trovato sia veramente un bravo ragazzo, perchè molte volte le persone che sono nella tua disperazione, si aggrappano alla prima persona che gli sembra amica. Valuta bene la situazione, e poi, visto che hai vicino l’uomo di tua madre, fatti aiutare da lui e spero anche che tu ti faccia aiutare da una psicologa che ti sarà di grande aiuto nel tuo cammino. Un abbraccio e tifo per te.

  3. 3
    _Mya_ -

    Colam’s grazie per le tue parole.
    Gli anni passano in fretta, fra qualche anno sarò maggiorenne e potrò andarmene e voltargli le spalle ma so già che poi il senso di colpa mi farà stare ancora più male, vorrei soltanto che lei capisse quanto dolore provo ogni volta che mi dice quelle cose brutte e quanto ancora ne ho provato quando mi hanno spedito lì dentro in mezzo a tutti quegli estranei..cosa mi consigli?

    Silvana4910 è vero le mamme non sono perfette e alla fine anche noi figli nessuno ci da la possibilità di scegliere..e ci tocca prendere quello che ci viene dato. Tendo a non fidarmi più delle persone per colpa di tutte le volte che mia madre mi a chiesto scusa non pensandolo veramente…questo ragazzo dice di amarmi e me lo dimostra ma io non riesco a crederci in fondo e mi dispiace non avere fiducia in lui, l’unica persona di cui mi fido è il compagno di mia mamma ma come posso dirgli quello che sono venuta a sapere?

    Io vorrei conoscere quell’uomo, il mio vero papà..ma non ho il coraggio di parlarne a mia madre

  4. 4
    Silvana4910 -

    Ciao Mya, tu sai se tuo padre sa di te? Sai! la situazione è così delicata che, sinceramente, qualsiasi consiglio potrebbe essere sbagliato. Io per i miei problemi mi rivolgo ad una psicologa dell’ASL e non pago neanche la ricetta. Prova anche tu, credo sia la persona giusta a farti trovare la strada giusta. Sai! prima di conoscerla non credevo che potesse aiutarmi così tanto, ora so che ogni volta che ho bisogno, lei c’è sempre, e sinceramente lei è la persona che mi aiuta ad andare avanti. Mi raccomando, sii forte!

  5. 5
    colam's -

    Purtroppo Mia devi indurirti. Il senso di colpa (tecnica molto usata in famiglia mia, specie in passato) e’ un ricatto morale. Non funziona più dal momento in cui tu rispondi “me ne frego” alle richieste di aiuto, ai piagnistei e ai monologhi su quanto l’altro sta male e quanto tu dovresti fare per aiutarlo.

    “Live and let die”, “giusto sacro egoismo”.. Chiamalo come ti pare ma devi grosso modo, secondo me, diventare più str.nza !

  6. 6
    _Mya_ -

    Silvana4910 Non so se quella persona sa di me e non so neanche come chiederlo a mia madre perchè negherebbe come ha sempre negato tutto! Grazie comunque.

    Colam’s si essere str***a è decisamente la cosa migliore ma quello che mi fa più male oltre alla verità su mio padre è il fatto che mia madre non cambierà mai totalemente.
    Un giorno è la madre che tutti vorrebbero, il giorno dopo è un immatura che fa quello che gli pare fregandosene degli atri!…
    il senso di colpa su di me ha sempre avuto la meglio

  7. 7
    kid -

    Cara Mya, io ho 30 anni e con la mia (di madre) andiamo avanti così da sempre. L’ultima? Mercoledì funerale di mio padre morto in ospedale dopo una straziante malattia. Nel week end decido quindi di starle vicino e per caso rispondo al telefono di casa: pensando fosse lei, un uomo mi chiede malizioso se sono vestita e se sto ancora dormendo. Un quadro desolante? No Mya, impara: sii te stessa con la tua sensibilità ma non aspettarti nulla. Io ogni volta finisce che scopro un aspetto di lei sempre più meschino. Solo rispetto a quando avevo la tua età, soffro meno perchè vivo lontano e ho la mia vita, se qualcosa non mi va di lei glielo dico, la saluto e me ne vado. Quando ero piccola se ribattevo mi massacrava di botte..ora ha smesso solo perchè sono 20 cm più alta di lei e se ci prova ci impiego un secondo a bloccare la sua furia isterica. Appena maggiorenne dovrai fare anche tu le valigie il prima possibile, per il tuo bene, ricorda, solo per il tuo bene. Ma voltare definitivamente le spalle al sangue del tuo sangue non potrai mai farlo, pena sensi di colpa atroci. E poi scusa, la tua famiglia non è solo lei e non è giusto pregiudicarti l’affetto dei tuoi cari per una stronza. Accetta il compromesso della sua esistenza ma impara a concentrati sul tuo futuro e cerca di trascurarla come puoi. Impara a compatirla, e pensa a te che è l’unica cosa che conta davvero. Fallo per te stessa, hai tutta la vita ed è tua ed è più prezioza di qualsiasi cosa, rendila meravigliosa come meriti. Reagisci, Forza!

  8. 8
    paoletto -

    scusa ma ci vuole…mettile il guttalax nella minestra…poi vedi come si raddrizza. sta 3 giorni in bagno e tornerà implorante a chiedere pietà. che posso dirti…cerca di resistere fino a 18 anni, poi vattene…ma cambia pase, non farti più trovare. mille auguri.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili