Salta i links e vai al contenuto

Risentire l’ex o no? Vorrei un consiglio

Vi scrivo perché vorrei chiedervi un consiglio e, siccome qua la maggioranza parla di amore ed ex ragazzi/e, penso sia il posto giusto. Il fatto è che, molto semplicemente, ho da parecchio tempo il desiderio di risentire la mia ex. Non perché voglia riprovarci, non perché mi si sia improvvisamente risvegliato qualcosa, ma fondamentalmente solo per sentire come sta. A breve sono due anni da che è finita e non ci siamo più sentiti né tantomeno visti. Quest’ultima perché, per fortuna oserei dire, era una storia a distanza e quindi solo un’assurda coincidenza avrebbe potuto farci già rincontrare.
Purtroppo già dopo circa sei mesi ch’era finita avevo l’impulso (desiderio o forse bisogno? Ma…) di ricontattarla, ma non l’ho fatto perché non sarebbe stata una buona idea, per due ragioni almeno. La prima era che probabilmente non mi ero totalmente ripreso a livello emotivo, visto che la fine della nostra storia e il suo quasi immediato riavvicinamento con una persona che, in teoria, era sparita dalla sua vita mi avevano turbato non poco. La seconda ragione per cui telefonarle non sarebbe stata una buona idea è che mi aveva preso in antipatia, diciamo. In sostanza lei ha avuto un litigio con un nostro amico comune che le aveva detto d’improvviso dopo mesi che la credeva una persona diversa perché non si sarebbe mai aspettato da lei che mi trattasse così, dicendo una cosa ma facendone un’altra. Insomma lui non aveva più una bella opinione di lei, e la reazione di lei quando lui glielo comunicò fu che ero stato io a mettergli in testa certe idee (cosa assolutamente falsa, come lui stesso le dissi immediatamente), più una serie di complimenti sul sottoscritto.
Al di là di questo episodio, e al di là che sia finita in un modo poco simpatico e senza ulteriori chiarimenti, sicuramente è una persona che mi ha dato molto e che a suo tempo è stata anche la mia migliore amica. E in effetti forse è questa la cosa che più mi manca. Però non sono intenzionato a tornare suo amico, almeno questa è la sensazione che ho adesso, quella di non volere ristabilire un rapporto, vorrei solo farmi vivo per sapere come se la passa. In fondo è stata una persona molto importante e con lei i suoi familiari con cui ho avuto un buon rapporto e ci terrei a sapere delle loro vite. Non le chiederei del ragazzo, visto che sta ancora con quello con cui “sono stato rimpiazzato”. Mi rendo però conto che in questi due anni siamo diventati quasi sicuramente due persone diverse, senza contare la potenziale antipatia che potrebbe aver maturato nei miei confronti, come suggeriscono certi episodi, anche se risalenti ad un anno e mezzo fa.
Un’ultima cosa che vorrei dire, visto che se devo chiedere un parere preferisco essere onesto, con voi e con me stesso, è che nei suoi confronti provo anche un’altra cosa, che finora non ho detto. Non saprei bene come definirlo, ma è una specie di tenue ma innegabile desiderio di rivalsa. Mi spiego meglio, o almeno ci proverò. Lei mi lasciò, a suo tempo, per una persona che evidentemente lei giudicava migliore di me, come sempre accade suppongo. Il fatto è che questa cosa, di essere giudicato meno rispetto a quest’altra persona, che peraltro per quel poco che conosco ha anche molte buone qualità, non mi è andata molto giù. Resto ancora oggi con un po’ di amaro in bocca, non saprei come dirlo, e quindi in un certo senso è come se volessi avere una mia micro rivincita nel farle vedere che in fondo non sono così male e comunque non meno del suo attuale ragazzo. Visto che ho detto di voler esser onesto lo sarò fino in fondo. Addirittura una motivo che mi viene da pensare per non chiamarla è di aspettare e chiamarla magari fra un anno. in questo modo io avrò fatto molte altre cose, vivere all’estero, finire gli studi, lavorare, ecc., e nel caso ci aggiornassimo sulle nostre vite potrei farle vedere quante cose ho fatto, rendendo ancora più forte il concetto che appunto forse non sono inferiore all’altro. Molto probabilmente più tempo passa e più asimmetria ci sarà tra me e lei in termini di esperienze fatte, nel senso che lei probabilmente, un po’ per scelta un po’ per necessità, non viaggerà molto, nonostante lo volesse, non finirà gli studi in fretta, nonostante lo volesse, e così via. Quest’ultimo pensiero francamente mi preoccupa un po’, non nel senso che mi allarmi ma che non credo sia una bella cosa da pensare, una cosa “normale”. preciso che quello che faccio nella mia vita (studiare viaggiare e così via) non è dettato assolutamente da potenziali pensieri che la mia ex farebbe a riguardo, perché ero così anche prima di stare con lei e durante la relazione, ma ora mi accorgo che, considerando la possibilità di risentirla, ho questo desiderio, molto stupido sono il primo a dirlo, di rivalsa.
Concludo dicendo che naturalmente se la sentissi non direi nulla di tutto ciò, non mi pavoneggerei perché non è nel mio carattere, anzi non le racconterei granché se non dietro sua esplicita richiesta. Lo preciso nel caso qualcuno volesse darmi come consiglio “non chiamarla perché poi fai la figura di quello che se fa lo spaccone e se la tira”.

L'autore ha scritto 8 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    vito_cha -

    secondo te ne vale la pena?? chiediti seriamente questa cosa? che senso avrebbe, se non il fatto che tu forse sei ancora innamorato??? cosa hai da dimostrare? cosa ci guadagneresti? rivalsa? vendetta?? ma continua la tua vita e metti una volta per tutte una pietra sul passato e viviti il tuo presente.. consiglio spassionato!

  2. 2
    marco9504 -

    Se te la senti prova a riscriverle, ma se è ancora con quel tipo, dubito fortemente tornerà da te, mi dispiace, ma secondo me è abbastanza evidente. Ti auguro comunque buona fortuna! 😀

  3. 3
    Marco -

    Sei sicuro di voler sapere come sta? Tanto cosa vuoi che ti dica? Ti racconterebbe un mucchio di balle per farti rosicà, inoltre chiamandola nn faresti altro che gonfiare il suo ego! Lassa perde…..

  4. 4
    misterx87 -

    Grazie intanto per aver letto e per avermi offerto i vostri consigli. I primi due però non so se hanno letto bene:
    1 – non cerco vendetta: primo perché non ho nulla di cui vendicarmi, e secondo perché comunque non vedo come potrei vendicarmi con una telefonata; credetemi, non mi son vendicato a suo tempo quando sarebbe stato pù facile perché non pensavo fosse giusto, cioè non lo è proprio, quindi figuriamoci se mi vendicherei adesso! non ho proprio il minimo interesse a vendicarmi, quel desiderio di rivalsa non è vendetta, si tratta solo di farle vedere che non sono un fallito come mi ha fatto intendere mi considerasse (e che quanto lei ha detto al mio amico mi ha confermato in seguto). E poi non devo dimostrare nulla, si tratterebbe in caso solo di fare due chiacchiere. quei sentimenti di rivalsa di certo non li farei uscire: sarei il primo a considerarmi ridicolo se la chiamassi per dirle cosa? che mi sono laureato prima di lei? manco avessi salvato il pianetta dal riscaldamento globale!

    2- marco9504, scusa ma tu hai preso un granchio gigante! non ho la minima intenzione di tornare con lei! non cerco assolutamente di riaverla, non mi interessa, quello ch’è stato è stato, è stato bello ed è stato brutto, ma è parte del passato. a riprova del fatto che non sono così masochista da tornare con lei di direi che non mi fiderei più, cosa peraltro valida pure per gli ultimi mesi trascorsi assieme.

    3-marco (quello finale), forse hai ragione. non so se mi racconterebbe balle solo per farmi rosicare, a questo puto sarebbe allo stesso livello di me se la chiamassi per vantarmi di miei presunti successi nella vita… sarebbe ben triste come cosa! quella dell’ego invece potrebbe anche essere vera…

    vi ringrazio ancora tutti per i consigli. comunque ci tengo a ribadire una cosa: NON la chiamerei per tornarci assieme, NON la chiamerei per vendicarmi, NON la chiamerei nemmeno per far nascere una nuova amicizia o restaurare quella vecchia (che utopia sarebbe poi!), ma la chiamerei SOLO ed esclusivamente per sapere come se la passa. NON voglio alcun legame con lei, nemmeno di semplice amicizia. anzi un’altra cosa che mi trattiene dallo “scoperchiare il vaso di Pandora” è proprio questo: non sapendo a cosa vado incontro c’è anche il rischio che dopo che mi sono fatto vivo lei si senta autorizzata a chiamarmi se per caso ha dei problemi, cosa che francamente non mi attira!

  5. 5
    lolo -

    Sono d’accordo con gli altri, alcune porte una volta che si chiudono non vanno piu aperte. prendila cosi, falle sapere come te la passi continuando a NON farti sentire….è la cosa migliore.
    punto due, se ti ha preso in antipatia, non ti darebbe certo la soddisfazione di dirti che sei in gamba per tutte le cose che fai….veramente, metti una pietra sopra e continua la tua vita

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili