Salta i links e vai al contenuto

Rinascere dopo l’abbandono

Lettere scritte dall'autore  massi61
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

39 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 21
    massi61 -

    Caro Marco,
    ci sono e ti sono vicino, capisco cosa tu stia passando in questo momento e voglio dirti che saro’ qui e se possibile ti daro’ il mio sostegno. Sono passati tanti mesi tra l'”io” di adesso e il “noi” di allora e ci sarebbe ancora tanto da dire. Per ora la cosa piu’ importante e’ andare avanti, cercare di capire e di perdonare. Fammi sapere come stai e presto rispondero’ anche meglio alla tua lettera tanto sentita e profonda. Un caro saluto e un abbraccio. Max

  2. 22
    fabio -

    bon..sono finito qui per caso,e per caso mi ritrovo a scrivere..vorrei complimentarmi con te max,per la tua scrittura,per la semplicità con cui parli parlando di elementi “pesanti”..
    sono molto piu giovane di te,ma ho dedicato gran parte della mia vita alle donne..mai ritenute futili,anche una sola notte è stata metabolizzata e studiata,riunita in uno strano percorso che sto attraversando..e su una cosa sono d accordissimo,non ci si puo fermare,anche se abbandonati..bisogna continuare a correre,per ritrovarla,ma sopratutto,per superarla..non si puo essere un punto ed una linea,ma due linee parallele,che un giorno,possono pure rincontrarsi..tutto fa vita,fa bagaglio..e proprio nella coppia,il bello sta nell unire due vite per camminare insieme..se tu non hai niente da offrire,non puoi ottenere niente..(letto da qualche parte)..quindi bisogna vivere,e un giorno,si potrà mettere sulla bilancia la propria parte di vita da condividere..per il resto,statemi bene,volate,tutto passa..lascia il segno,ma passa..ciao ciao

  3. 23
    Marco -

    Caro massi61,
    ti ringrazio molto per la tua risposta, mi ha fatto molto piacere trovarla stamattina; non ero del tutto sicuro che ci fossi ancora in questo spazio non avendo visto (ma forse non ho cercato nel modo giusto) tuoi interventi successivi al 26 dic.2006.
    Mi fa oltremodo piacere condividere con te il mio stato di questo momento e ti assicuro che ho trovato (ahimè) tantissime analogie tra quello che hai scritto tu (ma anche domenico60 e phoneix) e quello che è successo al sottoscritto.

    Come sto ? Di preciso non lo so nemmeno io, è il momento peggiore, è un schifo, forse è ancora troppo presto o forse il tonfo è stato talmente grosso da avermi mandato completamente in frantumi e senza possibilità alcuna di rimettere insieme i pezzi di quel che resta di me.

    Era già accaduto in passato con altre compagne e sono riuscito a superare ma ora è diverso.
    La maturità con cui ho vissuto questa storia con LEI, i progetti che avevamo fatto insieme per il nostro futuro, ma sopra tutto ciò l’amore che ho riversato su di LEI un amore puro, totale ed elettivo hanno fatto si che mi facessi un’idea eterna di noi due, due anime che miracolosamente si erano incontrate e saldate fra loro e che niente e nessuno avrebbe potuto mai separare ……
    Purtroppo però, a volte, le cose vanno diversamente da come uno se le immagina….un giorno qualcuno prende una decisione al tuo posto, un giudice ottuso e severo ti condanna con sentenza inappellabile ad una pena triste e dolorosa e tu non puoi far altro che subire, ti manca la terra sotto i piedi, in un istante tutte le tue certezze vanno a farsi benedire e altro non si può fare che sprofondare in una abisso di dolore e disperazione. Questo è quello che è accaduto.

    Ora non vivo ma sopravvivo.
    Riesco – quasi – a fare tutto regolarmente: mangio, dormo, lavoro, parlo e vedo i miei amici, a volte sto da solo, con la mia disperazione e con il mio dolore.
    Il mio dolore: sai io me lo tengo stretto il mio dolore …. deve fare il suo corso, deve lavorare e scavarmi dentro, poi si trasformerà, muterà in rabbia – col passare dei giorni – e poi ancora probabilmente cambierà e diventerà consapevolezza per portarmi forse a capire quello che mi è successo ….e poi chissà cos’altro ancora….
    Ora però è difficile, è dura anzi durissima ….. è notte fonda e la nebbia è fittissima, non vedo nulla sono solo e ho freddo ….. domani forse andrà un pochino meglio. Oggi no purtroppo.

    Ciao a presto, un abbraccio Marco.

  4. 24
    massi61 -

    Caro Marco
    Scrissi “Dearlove” sei mesi dopo la fine, una fine improvvisa, inappellabile, decisa e meditata solo da lei. Da quel che scrivi pare sia successa la stessa cosa a te e anche l’impegno affettivo che tu hai descritto sembra adattarsi perfettamente a quanto ho vissuto io. Tu hai trovato molto in quella lettera ma tieni presente che mi ci vollero sei mesi per potermi esprimere in quei termini. Se mi guardo alle spalle, anch’io dopo poche settimane vivevo in uno stato alterato tra la sopravvivenza e il dolore che esplodeva soprattutto di notte. Non sto a descriverti tutti i sintomi che sicuramente conoscerai e non sono piacevoli da ricordare. Poi passarono i mesi, scrissi quella lettera e scrissi in altri treads e in altri forum. Poi vi furono altre evoluzioni e passo’ il primo anno. Ho scritto moltissimo in un anno, pagine di diario, riflessioni, stati d’animo… un mondo. Penso di aver capito molto, sto bene, vorrei poter far qualcosa per aiutarti ad uscirne prima, ma anche tu hai descritto benissimo tutte le fasi attraverso le quali dovrai necessariamente passare e questo richiede tempo. Ma credimi sara’ un tempo speso bene, vorrei dirti anche molte altre cose, ma forse sono troppo private. Per ora sii forte, io lo sono, anche adesso. Un abbraccio. Max

  5. 25
    il Freddo -

    Ciao Massi61..devo dire che scrivi molto bene e si capisce quanto tu sei sensibile..ma in fondo se stiamo su questa fottutissima barca,chi di noi nn lo è?x me sono diversi mesi che mi sono lasciato..ultimamente stavo bene,avevo riacquistato il sorriso,mi prendeva ad uscire cn gli amici poi..lei dopo mesi di silenzio si fa risentire..e devo dirti che gran parte del processo di metabolizzazione è andato a farsi benedire e sn un pò ricaduto nella nostalgia..non ci capisco più nulla..mi sembrava anche che mi fosse svanito l’ amore x lei ma boomm!!eccola lì che ricompare e risparisce all’ istante..e capisco che l’ amore nn è svanito purtroppo..e che lei nonostante tutto è ancora importante x me..ce l’ ho un pò cn me stesso quando la penso xkè magari lei è cn un altro e nn ci pensa più..si xkè,devi sapere,che io ho scelto la via di tagliare tutti i rapporti e nn sapere con chi esce e cosa fa..e funziona..si soffre ma poi “lontano dagli occhi.lontano dal cuore”..e piano piano si sta meglio..fino a quando appunto lei nn ricompare..pensavo di aver passato tutto di essere quasi guarito..ma poi mi sn reso conto di quanto ancora io sia fragile in rapporto a questa storia.io nn la cerco più(anche se mi manca tantissimo)e le ho risposto freddamente xò ho capito che il cammino è ancora lungo..e sempre pieno di insidie..un saluto e se mi dici 2 righe te ne sono grato..ciao

  6. 26
    Marco -

    Caro Massi61,
    ti ringrazio per le tue parole e per la tua solidarietà;
    ancor prima di iniziare a dialogare con te ho trovato le tue riflessioni lucide e profonde ma soprattutto sempre rivolte nella direzione giusta e cioè quella dell’esistenza, sempre e comunque, della nostra vita e della possibilità di un nostro futuro che potrà essere tanto più bello e sereno quanto noi stessi saremo in grado di diventare delle entità splendenti, innamorate prima di tutto di noi e per questo in grado di profondere amore totale anche agli altri.

    Ora nella mia esistenza si apre una nuova fase, importantissima ma anche molto delicata, non passa un minuto senza che qualche nuova riflessione mi attraversi la mente ed anche gli eventi esterni si susseguono in maniera molto molto veloce, gli impulsi dal mondo sembrano arrivare con un flusso potente, continuo ed ininterrotto e reagire a tutto ciò – per quel che si riesce a reagire in questi momenti – catalogare, organizzare, telefonare, uscire, accettare o non accettare …… non è certo cosa semplice.
    Non voglio sembrare vago o criptico e mi riferisco ad eventi ben specifici, aspetti che in questo momento non posso esporre in questo spazio ma dei quali mi piacerebbe renderti partecipe e sui quali mi piacerebbe avere una tua opinione.
    Ti lascio di seguito la mia email, se ti va di rispondermi anche solo col tuo indirizzo ti spiegherò poi in privato meglio gli accadimenti che ancora non ho esposto qui: island931-gold@yahoo.it

    Ciao un abbraccio Marco.

  7. 27
    domenico 60 -

    Ciao Max, come stai? Un saluto ed un abbraccio anche all’amico Marco. E’ passato quasi un anno da quando ci siamo sentitti l’ultima volta, e le cose non sono cambiate tantissimo. Credo comunque di aver superato la fase critica di disperazione totale, anche perchè ho messo un bel po di km tra me e lei. Ho un nuovo lavoro ed anche nuovi obbiettivi. ma purtroppo il tarlo rode sempre. Ogni tanto mi sorprendo a pensarla, a domandarmi che cosa starà facendo, con chi sta, se è felice senza me. Quando mi succede mi deprimo, mi chiudo in me stesso, non riesco a comunicare con nessuno. Ho avuto una storia, mi ci sono tuffato con tutto l’entusiasmo di cui sono capace, ma credimi, il chiodo scaccia chiodo non funziona. Dopo due mesi stavo peggio di prima, con l’aggravante di aver fatto soffrire un’altra persona che non aveva nessuna colpa. Quando finirà tutto questo? Leggo con piacere che tu hai superato la crisi, ti leggo sereno e consapevole di aver vinto una grande battaglia e forse anche la guerra. Sono felice per te e spero che prima o poi ci possa riuscire anch’io.
    Ti abbraccio forte e spero di leggerti prestissimo

  8. 28
    Elvis -

    Leggendo qui mi rendo conto di quanto ha ragione massi61.Siamo stati lasciati da persone più forti di noi.In grado di ricominciare sempre.Nel momento in cui noi eravamo deboli e indifesi.O meglio loro credevano così.E almeno nel mio caso lo era.E noto che se cè un ritorno accade quando loro perdono le loro certezze.E noi oramai siamo piu forti di loro.Accade sempre cosi.Quelle volte che accade.Quindi l’importante è amarsi sempre ecomunque con o senza qualcuno.Solo se amiamo noi almeno come amiamo loro(allora staremo meglio).La realtà è però che forse siamo troppo orgogliosi di noi del nostro amore di no ammettere che ci hanno lasciato loro?Chi vien lasciato di solito sta peggio perchè non ha voluto trovarsi in quel momento e forse mai senza quella persona.Senza capire che quella persona la pensva diversamente.E se ci riflettete non è un caso ci hanno lasciato loro.Dai loro ragionamenti tutto il tempo che stavamo insieme loro.Nulla accade x caso.Ma è un risultato avvenuto per causa di avvenimenti pensieri enon.Sareste più felici seloro fossero morti amandovi?

  9. 29
    massi61 -

    Ciao Antonio
    io sto bene
    se ti va puoi sempre scrivermi per e-mail come tempo fa…
    a presto
    ciao
    Max

  10. 30
    massi61 -

    Ciao Elvis
    grazie per la tua mail.
    Ci ho pensato a lungo… non ho la controprova ma ho l’impressione netta che “sarei meno triste oggi, se lei fosse morta amandomi…”
    il dolore non finirà mai…
    anche se la vita continua.
    un abbraccio
    max

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili