Salta i links e vai al contenuto

Rifiuto

Lettere scritte dall'autore  dafne82

Salve,
scrivo in un periodo di profondo sconforto, scrivo per sfogarmi, per parlare a me stessa, per condividere pensieri e per avere opinioni. La mia intenzione non è compiangermi ma solo trovare un canale di espressione per i sentimenti che sto provando. Ho superato i 30 anni e nella mia vita non ho concluso nulla: non ho un compagno né un lavoro, sono insoddisfatta della mia vita e mi sento rifiutata da chiunque. Credo che gli altri mi evitino perché sono una persona noiosa, poco interessante e timida…ho cercato di cambiare ma quando qualcuno mi abbandona ritornano i miei sensi di inadeguatezza, di inferiorità, la percezione di essere sbagliata e non valere nulla. Credevo di aver trovato l’amore, un ragazzo che mi volesse bene, ma non è stato così. Sono stata rifiutata sessualmente (in 3 anni di relazione, non abbiamo mai fatto l’amore) e pochi mesi fa mi ha lasciata perché stufo. Da adolescente, ho avuto problemi di irsutismo che mi hanno portata ad isolarmi e sentirmi diversa, poi sono subentrati problemi di ansia e depressione. Mi sento sbagliata, costantemente rifiutata, incapace di venire a capo dei miei problemi e inutile. Se avessi il coraggio, mi sparerei un colpo in testa.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Rifiuto

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    axel31 -

    sembra la storia della mia vita ma forse per me è anche peggio ultimamente sono stato messo da parte anche dagli unici due amici che avevo non mi cercano piu sono una coppia con una bambina forse mi ritengono appunto noioso e penso sia vero a causa delle mie crisi esistenziali ma dico invece di aiutarmi mi isoli ?!mi sento una merda e forse lo sono non riesco a fare amicizia con nessuno perchè sono molto introverso mi sento inferiore a tutti fin dalla nascita non ho stimoli di nessun tipo sono immerso nella solitudine piu totale lavoro casa casa lavoro gli unici che mi davano un po di conforto appunto mi hanno accantonato con le ragazze non sono mai riuscito a interagire non mi sento all altezza mi guardo allo specchio e mi faccio schifo non mi piace nulla di me vorrei solo andare a dormire e non svegliarmi mai piu la vita non fà per me soffro troppo mi trascino giorno dopo giorno aspettando la mia ora solo perchè non trovo il coraggio di farla finita ma spero che lo troverò la vita per me non è un dono ma un malessere.scusa se invece di confortarti di butto giu ancora di piu ma volevo sfogarmi un pò con qualcuno che ha i miei stessi problemi

  2. 2
    Lara87 -

    Ciao dafne, mi sento profondamente toccata dalla tua lettera. Non é giusto e non é bello a 30 anni sentirsi così. E cmq non sai quanto ti capisco..quante similitudini e quanti stati d animo che si rispecchiano con la mia vita.. Così visto che so di cosa parli voglio smontare subito tt le tue convinzioni!
    Non esistono giudizi ne pensieri ne traguardi da raggiungere. Non c é ne passato ne futuro. Esiste solo il presente e nient’ altro e devi trovare la serenita adesso. Poi sarai anche timida ti sentirài sbagliata ecc.. Anch’ io mi sento spesso così. Ma devi capire che non c è niente di sbagliato in te, vai bene cm sei, te stessa. Io sono ancora ben lontana dalla serenità xké é un percorso lungo e difficile e non so nemmeno spiegarti bene cm trovarla ma ti consiglio di cercare, se ti piace leggere qualche libro di Eckart Tolle e di Osho. Magari non risolverai tutto in un baleno ma ti aiuteranno piano piano a vedere la vita con occhi diversi. Sfogati qui quando vuoi, io stessa qui ho trovato delle persone sensibili e speciali. Ti mando un grande abbraccio e ti sono vicina

  3. 3
    guido90 -

    Ciao! Mi spiace molto per la tua situazione e non sai quanto ti capisco. Io sono molto più giovane di te, sono un ragazzo, ma le esperienze negative nella mia vita sono state veramente tante…troppe! Continue delusioni dalle persone a cui avevo dato tutto me stesso, deluso in amore, deluso in amicizia, … ed ecco che emergono i primi sensi di colpa, le prime domande sul perchè??? forse sono io sbagliato? dove ho sbagliato? … ma poi ho capito che non ero io il problema, ma gli altri. Non sentirti diversa, non escluderti, non sentirti inferiore a nessuno, ma sii te stessa, sempre ed in ogni contesto, e vedrai che starai meglio, sarai libera e chi lo sa magari troverai qualcuno che sappia davvero volerti bene e ricambiare l’affetto e l’amore che tu sai dare agli altri. Non vorrei sembrarti presuntuoso, essendo io molto più giovane, ma l’importante è vivere liberi, sereni, senza dover stare attenti a ciò che si fa, a ciò che si dice. VIVI! questo è importante. Non chiuderti a riccio, ma dai la possibilità agli altri di conoscerti per quello che sei con i tuoi pregi ed i tuoi difetti. E mi raccomando, non pensare mai a gesti estremi come quello che hai scritto! Non è la soluzione. Anche se non ti conosco ti abbraccio forte e ti auguro di risolvere al più presto questa brutta situazione.

  4. 4
    mary -

    Dafne, Axel non sprecate un dono così prezioso come la vita! Siete giovani, avete ancora tutta un’esistenza davanti, il tempo per ricominciare e prendere in mano le redini della vostra vita non manca. Ricordate sempre che c’è una soluzione per tutto, che il bello arriva proprio quando tocchi il fondo e ti rialzi. Uscite di casa, lasciate alle spalle il passato e fate nuove amicizie perchè le occasioni non mancano mai. Iscrivetevi in palestra, un corso di canto, di lingue o di teatro (che vi garantisco per esperienza personale è fenomenale per superare la timidezza), in occasione dell’estate andate in qualche camping lì si conosce un sacco di gente. Non vi abbattete e non sprecate il tempo perchè un domani potreste pentirvene…un abbraccio grande 🙂
    p.s. Lo so, può sembrare banale quello che ho scritto ma è tutto ciò che ho imparato in un momento difficile della mia vita.

  5. 5
    dafne82 -

    Grazie per avermi risposto.
    Axel che dirti? In certi periodi sembra non trovare nessuna via di uscita…
    Lara, il tuo messaggio è incoraggiante. In effetti, spesso mi perdo a pensare al passato o al futuro, senza concentrami sul presente. Non riesco a farlo, perchè mi sembra sia tutto inutile e che nulla vada mai verso la direzione sperata. Proverò a leggere i libri degli aytori che mi hai consigliato. Grazie anche a te 🙂
    Guido, anche tu mi hai dato consigli molto validi: dovrei vivere invece di mettermi a pensare. E’ vero ma molto complicato, almeno per ora.
    Mary, ho provato tante volte ad andare in palestra o iscrivermi a qualche associazione ma non è mai cambiato nulla: non ho fatto amicizie e non mi sono mai sentita accettata e ben voluta.
    Alla gente non piaccio.

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili