Salta i links e vai al contenuto

Rifiutare la separazione è possibile?

Sono un uomo disperato che come tanti purtroppo si rendono conto di dare per scontata la moglie troppo tardi. Io e palma siamo insieme da sei anni e da cinque abbiamo un figlio splendido. Proprio sotto le feste di natale lei mi ha detto di non amarmi più e non per gravi mancanze da parte mia ma per una serie di colpe imputabili a detta sua da parte di entrambi in misura del 50% ma che messe insieme la portano a voler decidere di interrompere tutto.
In questi anni lei non mi ha mai detto nulla neppure quando le chiedevo se vi fossero problemi ( non voglio risulti una giustificazione e da questo me ne guardo bene). Il problema è che ora ci troviamo con un figlio piccolo che a settembre comincia le elementari ed una casa con un mutuo dell’ammontare di 1000 euro mensili che occupa un’intera paga e che quindi non può essere sorretto da nessuno dei due singolarmente. Io sono statale lei è precaria e sicuramente il figlio lo affideranno a lei col rischio che se perde il lavoro da un giorno all’altro si ritrova a 900 km da casa sua ( lei è napoletana). Posso impedire la separazione per futili motivi rispetto ai rischi a cui si sottoporrebbe nostro figlio un domani. Aiutatemi voi vi prego perché lei è convinta che per andare avanti basti l’amore per il figlio ed un po d’ottimismo. Luca

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    p -

    Non fare lo scemo, guardala negli occhi, dille che l’ami, che la vuoi… E torna a essere quello di cui si e’ (ed e’ ancora) innamorata…

  2. 2
    sisley-68 -

    nn si tratta di fare lo scemo. la situazione e` questa. lei vuole essere libera, tenere il figlio, la casa e tu paghi il mutuo e anche gli alimenti. se fosse bastato dire ti amo! credo che l’hai gia fatto. mio marito ha avuto una situazione simile. rimasto senza casa, senza moglie e senza figli. da solo! ha avuto un incidente sul lavoro, ha perso la madre e caduto in depressione. pensi che i figli cercavano il padre? no e sai perche? perche nn aveva i soldi!col tempo si rialzato,ha cominciato a guadagnare e i figli nn si sono fate asspetare!! si rifatto la sua vita e qui cominciono succedere le cose poco carine. la moglie ha chiesto gli alimenti i figli i soldi. alla fine dei conti, lui e’ un cattivo padre e la madre santa se anche fa amante di un uomo sposato. ci riuscita a mettere i figli contro del padre. se vuoi rimanere con la dignita scappa e ti rifai la vita. tanto se rimani per il figlio fra 10 anni ti dara’ le colpe. se lei vuole vivere da sola lascia la casa e quello che puoi lasciare. tagli tutti i ponti. nn permettere che ti ricatta col figlio. mio marito ha perso i figli tanti anni fa e ora ha una famiglia che li sostiene. ogni uomo ha diritto avere la famiglia come il principio della vita stessa! se lei ti sotraie questo diritto tu in consiguenza hai diritto di cercare una vita altrove ed essere felice. lei si arranga!!!un giorno ti cerchera’ e ti chiedera’ di tornarci ma nn perche’ ti ama, perche’ capira che un altro nn potra’ darli quello che tu li davi. e un giorno avrai la tua gloria e la sodisfazione. io al tuo posto avrei fatto cosi!

  3. 3
    p -

    Ci sono indubbiamente un sacco di schifose che strumentalizzano i figli pur di far del male gratuitamente o, anzi, sperando di guadagnarci qualcosa senza muovere un dito. Ripeto: schifose, tali sono e da tali vanno trattate.
    Il caso di Luca e’ diverso, scrive infatti che lei è convinta che per andare avanti basti l’amore per il figlio…

  4. 4
    sisley-68 -

    e tu ci credi? se lei ama il figlio perche vuole mettere il suo padre sulla strada???!!! ma dai, apri le occhi. e’ una bugiarda epoclita. una volta lo amava questo uomo e ha fatto un figlio, ha guirata di essere al suo fianco nel male e nel bene. secondo te si puo’ credere ad una cosi?!l’unica soluzione al mio parere e’ scappare. se ha le possibilta economiche a mantenre la ex, figlio, casa allora si. ci resta e che assume le responsabilta’. ma se nn cela possibilta’ allora mettere fine!!!

  5. 5
    lucadago -

    vorrei ringraziare anticipatamente Sisley-68 e p- che hanno trovato il
    tempo e la volontà di leggere la mia storia e di lasciare un commento.
    Le cose purtroppo non si mettono bene perché le leggi in Italia sono
    in materia di divorzio ancora ragionate sul pensiero che la donna non
    lavori e che non sia economicamente auto sufficiente … risultato?
    pendono fortemente a vantaggio della donna anche se le motivazioni che
    portano alla separazioni sono futili. tra me e lei però c’è mio figlio
    e anche se un domani le colpe saranno addossate a me e lei passerà da
    supereroe che da sola ha tirato su un figlio, scappare per rifarmi una
    vita equivarrebbe a dimenticare il passato. Lorenzo non nasce da un
    errore e non voglio dimenticare. Luca.

  6. 6
    sisley-68 -

    xLucadago. mi dispiace davvero tanto. avolte nella vita le cose nn vanno come lo vogliamo noi e spesso per portare una relazione dove ci sono mezzo i FIGLI bisogna avere un buonsenso e tanto amore per i figli! perche dico cosi? perche anche io sono una madre di una bambina di 11 anni e abbiamo avuto anche noi i problemi grossi ma grossi davvero. abbiamo superato. e poi ancora una prova che il destino ci ha riservato, mio marito ha avuto una disgrazia. nn immagini come sto. mi manca la cosa semplice ke tutti possono avere e io no e nn posso avere! sto andando avanti per 2 motivi, primo la mia figlia! e secondo il mio marito. io nn ti sto dicendo che devi dimenticare il tuo figlio. ci mancherebbe. come si fa dimenticare il figlio?! uno senza cuore possa anche fare!! ma ti stavo dicendo che nn devi trasformarsi in uno martire. al inizio cerchi di resistere e anche mantenere la dignita’ ma poi alla fine nn regi piu’. saresti utile al tuo figlio nelle queste condizioni? nn credo. se tu hai la posibilita’ economiche allora il discorso cambia, stali vicino e paghi quello che ce da pagare. ma se nn hai nn ti devi sentirti in colpa verso tuo figlio. tanto qualunquo cosa farai nn sarai un padre perfetto. ti rinfacera’ un giorno che per colpa tua vi siete lasciati. lo fara’ vedrai! intanto il pezzo della tua vita lo perderai. ricominci da capo. mio marito quando ha avuto disgrazia nel passato, senza lavoro senza soldi i figli nn lo cercavano. appena rialzato andando al estero a lavorare si sono riavicinati. alla fine ti dico un altra cosa. sono ormai grandi quelli ragazzi, forse lui nn era un buon padre, forse. ma e la loro madre che ha voluto un c…zo nuovo! nn e che lui l’ha lasciato e lei stata! nonostante che erano consapevole di questa cosa le colpe ha avuto tutti LUI!!!basta. se la madre vuole farlo credere che il padre e’ stronzo. i figli crederano alla madre. spero che nel tuo caso sara tutto diverso, ma credimi quelli copie che conosco separati con i figli nel 70 per cento e’ cosi purtroppo. e lei che ha voluto la separazione? e allora che assume le responsabilita’!!! tu nn hai colpe. tu devi vivere, anche tu devi vivere!!!sai che nostre madri nn si separavano, tiravano avanti, amavano nn amavano il marito, era irelivante. che cosa amore? che significa? oggi amo scopo godo? domani nn amo piu scopo e godo con un altro? e i figli? assistono nel silenzio….in ogni caso soffrono. tu nn puoi fare nulla. lei invece si e nn lo fara. perche?xchealeinnfreganulla!

  7. 7
    pedrofast -

    Quando ti chiedono se e quanti figli hai, tu che rispondi ??? Rispondi NESSUNO, tanto li danno sempre alla madre. Rinuncia alla patria potesta’,prima che lo faccia lei. scordati di tutto, e’ finita, non cercare di mantenere in piedi un albero caduto. Se puoi, cambia citta’ e rifatti una vita dicendo che sei scapolo. Abbandona i pagamenti della casa, faceva parte di un progetto oramai finito, affitta. Oggi e’ il primo giorno del resto della tua vita. Non ti preoccupare del giudice, puoi ritornarci sempre a chiedere di rifare i conti. i giudici non obbligano a guadagnare di piu’.
    Auguri, consolati:sei un altra vittima della donna.

  8. 8
    LUNA -

    Caro Luca, mi dispiace moltissimo per la tua situazione. Dimenticare il figlio ovviamente è una cosa assurda, semmai se le cose dovessero mettersi proprio male oltre a pensare a te stesso per cercare di mettere a posto la tua situazione personale/individuale continuerai, per l’amore che nutri verso di lui, a cercare sempre di dimostrarglielo, ed è una cosa che, comunque, anche sulle lunghe distanze lui riuscirà a percepire, vedrai.
    Ho un’amico a cui la ex convivente fa la guerra da 6 anni. Lui se n’è andato (non per un’altra donna, ma perché veramente la situazione era invivibile tra loro due da tantissimi anni, e al figlio stesso non faceva sicuramente bene) pur essendo lui il coniuge debole.
    Lei ha due case di proprietà e un lavoro sicuro, lui invece in questi anni è rimasto anche senza lavoro e dopo aver provato a vivere in affitto è tornato da tempo a vivere con i suoi. Aiutando economicamente i suoi genitori e passando sempre i soldi al figlio lui i soldi per vivere da solo non li ha. Inoltre non ha neanche nessuna storia. Adesso dice che sarebbe pronto, ma il fatto di non volere un altro figlio (è convinto che suo figlio ne sarebbe troppo traumatizzato) gli fa dire che non se la sente neanche di cominciare una relazione seria con una donna togliendole, già in partenza, una maternità. Da 6 anni io lo vedo assolutamente affranto per suo figlio, mentre lei continua a dire che lui se ne frega e nel periodo in cui lui era senza lavoro andava a urlargli sotto casa che è uno stronzo e lo faceva chiamare dall’avvocato.
    Ma non ho detto questo per farti andare ancora più in angoscia (anche se mi sa che l’ho fatto, e mi dispiace) ma per dirti invece che nonostante lei abbia fatto di tutto per fare solo casini lui ha cercato comunque sempre di tenere il filo d’amore con suo figlio e che suo figlio questo, nonostante nei primi tempi fosse ovviamente in crisi, lo ha capito. Lui, il padre, non ha mai accettato il livello di guerra che gli ha fatto lei, ha preferito usare le energie per coltivare il rapporto con il figlio nel modo più positivo possibile. E hanno un bel rapporto. Se se ne fosse andato suo figlio avrebbe percepito l’assenza, invece ha percepito la presenza (anche quando è stata a grossa distanza) e l’affetto e il desiderio di mantenere il rapporto. Tu non sei certo che tua moglie voglia farti una guerra, mi pare di capire, solo che non capisci chi è la donna che hai davanti ora e non sai cosa puoi aspettarti da lei? Anche perché ti pare che

  9. 9
    LUNA -

    lei stia prendendo la cosa con superficialità?
    fatti spiegare bene da un avvocato cosa puoi fare per tutelare anche te e tuo figlio. Non è detto che ci sarà una guerra, forse, anche se davvero ci sarà una separazione, potrà prevalere il buon senso.
    Certo tua moglie deve rendersi conto che la sua decisione riguarda tutti in prima persona, tuo figlio, ma anche te. e se lei ha diritto di interrompere un’unione ha comunque il dovere di venire incontro anche alle esigenze di tuo figlio e a te.
    tanto più in questo caso in cui non può imputarti di aver fatto qualcosa di eclatante per far finire una promessa e il corso di una serie di responsabilità affettive oltre che di progettualità pratiche.
    Sarebbe bello se lei accettasse almeno di tentare di mettere a posto le cose, di fare anche una terapia di coppia, se fosse necessario, soprattutto non avendoti fatto partecipe, prima di arrivare a questo punto, di una crisi sua ma che non riguarda solo lei.
    Se così non è, se non vuole saperne, il fatto di tenere la coppia insieme per motivi ragionevoli temo non sarà sufficiente a rendere vivibile e serena una vita che lei ormai rifiuta.
    E a quel punto spero appunto allora per te che le cose possano svolgersi attraverso il buon senso di entrambi, per cercare di rendere meno traumatico per tutti il passaggio ad una situazione completamente nuova.
    Lo so di non averti aiutato, mi dispiace.

  10. 10
    pedrofast -

    Scordati di tutto. Tu sei un uomo non una donna. Se il tribunale ti toglie il figlio, e’ perche’ va bene cosi’, noi uomini pensiamo di avere figlio. E’un errore.Pensiamo..pensiamo..pensiamo sei in un labirinto della tua immaginazione ! I figli non sono di creta che li formi modifichi,che ti restituiscono un giorno…mai nulla! Ricordati che dopo qualche anno che non ti vede a colazione…ti guardera’ stranamente, come un estraneo, tu non sei piu’ suo padre,….solo un ricordo leggero, o per chiedere soldi per le cose piu’ superflue e care, e se non ne hai, ti rigetta.
    Non pagare alimenti a istinto di padre,se non hai il minimo per te, aspetta che un giudice ti detti una sentenza che devi pagare XXX, ma vedrai che se non hai il tuo minimo per vivere o precario, la sentenza sara’ nulla. Il giudice non ha mai condannato nessuno a guadagnare!
    Forse non era il consiglio che ti aspettavi, ma ho avuto questa esperienza.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili