Salta i links e vai al contenuto

Riconoscere l’amore, come si fa?

Lettere scritte dall'autore  

Ciao, scrivo per avere dei consigli.
Vi racconto brevemente la mia storia.
Ero fidanzata con un ragazzo, il classico bravo ragazzo, con lui viaggi, uscite con amici e persino una convivenza, solo che la nostra storia era molto piatta.
È una persona molto introversa, parla poco e sebbene ha sempre mille interessi e mille iniziative, non c’era mai dialogo, tra noi si litigava solo sul modo di condurre la casa, io in realtà non rispecchiavo la figura della madre, classica casalinga dedita solo alla casa e al marito. Io lavoro tutto il giorno e non sempre riesco a dedicarmi alla casa come una perfetta casalinga.
Era poco presente nella coppia e pian piano lo diventai anche io. Col tempo la noia ha preso il sopravvento e la nostra convivenza è diventata sempre più monotona, non si dialogava più, non c’era più intimità e sesso, io non riuscivo più a farlo con lui, sebbene la storia era cominciata con una grossa attrazione.
Dopo 3 anni della nostra convivenza (e 1 di fidanzamento a casa propria) conobbi un ragazzo in ufficio della mia età (ora ho 33 anni ma all’epoca ne avevo 30) e persi totalmente la testa per lui esattamente come una quindicenne.
Questo ragazzo era totalmente differente dal mio fidanzato. Un eterno peter pan, un po’ immaturo, con una relazione a distanza con una donna più grande di lui (relazione che col tempo si rivelò abbastanza solida), ma disposto a fare il latin lover con qualsiasi ragazza mostrasse interesse per lui.
Tra noi una passionalità e attrazione indescrivibile e più lo sentivo sfuggente e più io non riuscivo a farne a meno. Decido di lasciare il mio fidanzato per vivere questa storia rischiando di prendere un muro in faccia.
Vivo una situazione di sofferenza totale, da una parte il mio ex distrutto per il fatto di averlo lasciato per una altro, (premetto che eravamo arrivati al punto che anche lui si era stufato della nostra storia e mi chiedeva una pausa di riflessione, ma quando presi la decisione per un’altra storia per lui fu come l’esplosione di una bomba nella sua vita), dall’altra parte la mia sofferenza perché vivevo una passione e un amore grandissimo che veniva corrisposto solo in parte.
Per due anni e mezzo ho fatto l’amante a questo ragazzo che mi teneva legata con i suoi ‘forse”, finché dopo tanto tempo prova a lasciare la sua ragazza… ma la cosa è durata solo qualche settimana. La fidanzata scopre il suo tradimento e tornano insieme. Potete capire che a stò punto la bomba esplode nella mia vita…. un dolore pazzesco, sebbene col tempo ero arrivata alla conclusione che questo ragazzo non rispecchia proprio l’ideale di uomo che vorrei al mio fianco: bugiardo, scaltro egoista e per certi aspetti anche un po’ codardo, ma tremendamente legata a lui… nella sofferenza comincio a pensare sul perché mi sono follemente innamorata di un ragazzo che non mi dava nulla, era la situazione di conquista che mi attirava tanto?? Mi chiedo se associo l’amore alla sofferenza e là dove si soffre mi lego fortemente, là dove tutto sembra normale mi stufo… ma poi la storia col mio ex era una storia normale???
È normale trovarsi accanto un uomo che col tempo non vi da emozioni, con cui non avete uno scambio e un’intimità??? Mi sarei dovuta impegnare a far andare bene le cose??Tutte le storie prima o poi diventano così??
Io se penso alla nostra incomunicabilità mi sento male, così come dall’altra parte mi manca il fatto di avere un punto di riferimento con cui progettare qualcosa, una famiglia, dei figli, una vita serena, dei viaggi, le uscite con gli amici…. quando penso a questo però mi chiedo se è lui che mi manca o ciò che sta intorno a lui…
Ammetto che ho molto paura del futuro, temo di non riuscire ad avere una relazione sana per me, ho paura di fare nuove esperienze e penso spesso che forse dovrei tornare col mio ex… ma sarò capace di mantenere e stare in quella relazione, dove è tutto perfettamente confezionato ma senza alchimia???? Lui ancora mi aspetta, in questi anni non ha avuto altre storie, io so che lui per me c’è sempre ma non perché mi ama alla follia e non troverà mai nessuna come me, ma perché non sa aprirsi ad altre donne… insomma tornare insieme per la paura di stare soli o tornare insieme cercando di accettare il rapporto di coppia per quello che è con i suoi pregi e i suoi difetti??
Ditemi la vostra.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

72 commenti

Pagine: 1 2 3 8

  1. 1
    Max -

    Una cosa ke sento di dirti sai qual è? ma prima di invaghirti dell’altro, perchè non hai provato in tutti i modi di ridare un senso al tuo ex fidanzamento??? Significa ke non era abbastanza per te?…e allora assumiti le responsabilita’ adesso…troppo comodo pensare al passato,mi spiace ma la penso cosi

  2. 2
    Sergio -

    Sei la classice un “piede in due staffe”.
    Complimenti.

    Hai subito lo stesso trattamento che hai fatto patire.

    hai 33 anni, è ora di crescere.

  3. 3
    Kim -

    Sai perché sei cosí insicura del tuo ex? Perché é sempre lí, perché é da due anni che ti aspetta, perché non é stato con nessun altra, perché non sa aprirsi con altre donne. Immagina solo un instante che si allontani definitivamente da te, che non lo vedi piú per mesi, che non vuole piú parlare con te, e poi immagina che si é messo con una bella ragazza, ed é felice. Bhé credo che se ció non ti preoccupa allora non lo ami e non devi tornare con lui. Ritornare da un ex solo perché ci si sente soli é uno sbaglio a mio parere

  4. 4
    Ely80 -

    Concordo con Max…troppo comodo…Non si può fare e disfare, spezzare il cuore alla persona che ti sta accanto e poi, dopo aver fatto un esperimento con un altro, pentirsi e tornare indietro.
    Se avessi amato veramente il tuo ex, avresti cercato di capire cosa stava succedendo tra di voi, cosa fosse cambiato rispetto al passato…tu lo hai lasciato, lui invece forse a suo modo aspettava un tuo cenno per aprirsi e imparare a dialogare con te!
    Se, come mi sembra di aver capito, lui ti pensa ancora e ti aspetta ma tu evidentemente non lo ami, stagli alla larga e lascia che anche lui si faccia la sua vita…prolungare la sua agonia o illuderlo di nuovo non renderà felice nessuno dei due.

  5. 5
    mili73 -

    Il mio pensiero è che non andava bene nè l’uno e nè l’altro rapporto.
    si sta insieme perchè si ama non perchè ci si abitua o per rassegnazione…
    nel secondo caso , si ama e si ha bisogno di sicurezza, prima o poi ti stufi anche di quello, e sopratutto non bisogna solo dare ma anche ricevere.é una compensazione da ambedue le parti.
    Se ritorni insieme al tuo primo fidanzato… scappi via di nuovo ,e se posso permetterti di darti un consiglio non farlo per lui…
    una seconda volta.

  6. 6
    luiss -

    una cosa per cui sbagliate è: invaghirsi prima di un’altro per accorgervi che la relazione nn va bene.. dovete prima accorgervi che la relazione nn va bene e poi cominciarne un’altra.. purtroppo ne so qualcosa… e se ti impegni a tornare con il tuo ex, ricordati che è sempre una cosa che fai quasi forzatamente.. purtroppo… e prima o poi ricadrai in errore… o avrai voglia di ricaderci perchè non sarai soddisfatta di quello che hai.. purtroppo nella vita si ha bisogno di punti fermi.. ma se tu vuoi un punto fermo, devi accettare anche la conseguenza che ci saranno dei momenti bui nel vostro rapporto, perchè da quanto ho capito con il tuo ex le cose si sono affievolite.. come dice qualcuna che conosco, prima o poi un rapporto si affievolisce.. non tutte le coppie sono felici.. beh, non dovrebbe essere così, ma lo è… e qualcuna non riesce a sopportare questa cosa, e finisce per tradire.. ma poi a volte ci si rende conto che è sbagliato.. ma solo dopo ci si rende conto.. mai prima.. ci si doveva rendere conto prima che la storia non era il massimo… ma per paura di non avere quel punto fermo e di rimanere soli… sai che intendo…
    meglio soli che male accompaganri era il detto….
    fatti bene i tuoi calcoli… e purtroppo questi non sono calcoli matematici… se il cuore ti dice di tornare indietro fallo… ma se hai dubbi forse qualche motivo c’è… ci sono tanti ragzzi in giro, forse qualcuno che merita ci sarà…
    Ma ci vuole tanta fortuna nel trovare la ragazza giusta… ed è tanto difficile.. a volte credi di averla trovata… ma credi e basta.. alla fine si rivela tutt’altro…
    devi tralasciare il tuo amoante… non è grazie a lui se capisci che devi tornare con il tuo ex o no..
    se il tuo ex non ti sta bene, è inutile che ti sforzi…
    i nodi tornano al pettine.. purtroppo o per fortuna..

    in bocca al lupo..

  7. 7
    spalletta -

    Classica storia…

    1) il piede in due scarpe;
    2) si sceglie l’amante perchè chissà cosa si proverà.
    3) L’impatto con la realta e cioè che il “focoso amante” che voi credevate superman non è altro che il furbo di turno che vi ha fregato con due paroline dolci;
    4) Atroci dubbi mentali su cosa fare.

    Il mio consiglio? Fai prima pace con il cervello poi decidi… ma onestamente e seriamente valutando che oltre al cuore hai anche il cervello.

  8. 8
    luiss -

    e se il furbetto di turno è veramente innamorato di te??? se a lui piaci davvero alla follia efacesse di tutto per te…
    tanto da portarti anche a casa dei suoi e dire mi sono innamorato di lei… e da invitarla al batesimo della nipote, ecc…
    secondo te siamo tutti furbi??
    non hai tenuto conto di questo??
    Non è possibile che invece il furbo sia l’altra??
    O solo perchè vivendo una vita piatta ha bisogno di altro??

  9. 9
    magirama -

    Ciao. Visto che di ramanzine ne hai ricevute parecchie, io cercherò di essere un pelino più “tenero”. Innanzitutto non c’è un modo per riconoscere l’amore, il punto è stabilire che cosa di cerca e che cosa si ha tra e mani quando si frequenta qualcuno. L’amore è misterioso, sicuramente è l’unica cosa comune che si può dire su di esso.
    Il punto focale della tua situazione è che hai lasciato un ragazzo che forse aveva dei grandi contenuti, che però non sapeva esprimere (o magari non esprimeva come era meglio per te) per andare insieme a uno che esprimeva magnificamente una realtà priva di contenuti. Insomma, hai preferito un buon venditore di aria fritta a un timido commerciante di valori reali.
    Secondo me ti converrebbe farti un esame di coscienza e stabilire che cosa vuoi veramente dalla vita. Lascia perdere il tuo amante, perchè quello è stato solo capace di stimolarti e farti divertire, forse all’epoca è di questo che avevi bisogno, ma se cerchi vero amore, allora è meglio il tuo ragazzo originale. Tuttavia, vista la situazione non so quanto senso abbia tornarci insieme, anche perchè dopo 3-4 anni hai voglia di capire se una persona fa davvero per te.
    Non vorrei sembrare polemico, tuttavia vorrei approfittarne per un po’ di “outing”. Non è mica detto che uno solo perchè è un bravo ragazzo sia l’uomo ideale per qualunque donna, tuttavia tu mi sembri la classica ragazza che prova un’attrazione per i mascalzoni solo perchè sono divertenti. Lo sapete benissimo di avere di fronte un mascalzone ma volete farvelo andar bene così. Poi quando vi prendete la batosta vi lamentate di tutto e di tutti, siete sfiduciate e a quel punto sono gli uomini ad essere tutti uguali, meschini e falsi. I bravi ragazzi e le brave ragazze ci sono, anche se ce ne sono un’infinità di altri che i valori non sappiano nemmeno cosa siano.
    E’ giusto andare con una persona che ci piace, ma dovremmo imparare a lamentarci meno quando sappiamo di fare qualche cretinata.

  10. 10
    feliz76 -

    Vorrei ribattere su qualcosa che è stato detto ma inesatto…Non sono la classica ragazza che sta con un piede in due staffe, mi pare di aver scritto che appena ho capito di aver voglia di vivere una nuova situazione, nonostante questo ragazzo non mi garantisse nulla, ho lasciato il mio ex. Tra noi la storia non andava bene da tempo ma nessuno dei due faceva nulla per risollevarla o per troncarla…una situazione di stasi. La conoscenza di questa persona mi ha dato l’input è vero…forse uno sbaglio? o forse l’unico modo per prendere il coraggio, cambiare strada e provare altro? Ho vissuto questa storia in cui Io ero l’amante di lui e vi assicuro che ho sofferto molto in attesa che la storia si concretizzasse, nel frattempo non avevo nessun tipo di contatto o legame col mio ex. La storia finisce male e forse mi è servita per capire quali sono i valori di cui realmente ha bisogno una storia…la passione, il brivido non bastano ci vogliono delle basi e degli ideali comuni per costruire qualcosa di serio.
    Ideali che sono sicuramente presenti nel mio ex,di questo me ne sono accorta col tempo…ci sono cose di lui che mi mancano ma ce ne sono altre che faccio fatica ad affrontare. Come ho già detto è il classico bravo ragazzo di cui ci si può fidare, che non ti tradirà mai e che vuole progettare cose concrete, ma nello stesso tempo è introverso, un pò assente nella coppia, poco affettuoso. Tra noi manca l’intimità e soprattutto il dialogo…Cerco dei valori veri nelle persone perchè ne ho anche io ma nello stesso tempo mi piacerebbe avere accanto un uomo con cui poter parlare, dialogare che cerchi di stimolare il rapporto, che sia presente che ci siano coccole affetto…alchimia, ma mi chiedo: esiste una storia così, una storia completa, sicuramente no…onestamente farei a meno di qualche ideale per un pizzico di pepe in più. Non voglio lamentarmi o fare la vittima, la batosta l’ho presa e sono responsabile delle mie azioni, è la paura della solitudine che mi sderena.

Pagine: 1 2 3 8

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili