Salta i links e vai al contenuto

Restituzione delle tessere elettorali dei disabili e dei loro familiari

Lettere scritte dall'autore  

Buona giornata a tutti. Sono il papà di Linda non vedente di Quarto d’Altino Venezia. Vorrei esprimere anch’io un giudizio sulla gestione della politica, su cosa i nostri governanti vogliono fare dello stato sociale e sulle azioni da intraprendere. Per iniziare informo tutti che da quando il Signor Berlusconi è sceso in campo per salvare l’Italia dai comunisti ha avuto sempre il mio voto in tutte le tornate elettorali anche locali. Quindi potete immaginare il mio sconcerto e la mia disperazione non tanto per la legge delega in approvazione che ci metterà a carità quanto per essermi reso conto un pò alla volta che questo Signore, Imperatore, Intoccabile, Immortale, Dio ha fatto tutto per difendere i suoi interessi e ora pur sapendo di rovinare completamente l’Italia in quanto impossibilitati ad avere credito a livello mondiale (Berlusca è un pagliaccio)non ci pensa nemmeno a togliere il disturbo ma persevera nella battaglia personale contro la magistratura e pretende di approvare urgentemente la legge che limita le intercettazioni telefoniche come se fosse un interesse di tutti i cittadini mentre è solo suo, dei politici corrotti, degli imprenditori corruttori ed evasori fiscali. Mi limito a questo perchè altrimenti si dovrebbe scrivere un libro infinito. Sono altresì convinto che anche tutti gli altri schieramenti non sono in questo momento in grado di gestire una situazione così complicata solamente perchè prima ragionano con la logica del tornaconto personale e poi se ne avanza per tutti gli altri quindi, gli operai, i disoccupati, il ceto medio, pensionati, disabili che sono sotto controllo fiscale devono sempre pagare tutto mentre loro i politici e i loro amici imprenditori di destra e di sinistra generalemte grandi evasori sono sempre protetti in quanto finanziano le loro attività personali e politiche di schieramento. Il problema che si pone ora con la legge delega deve essere affrontato con la determinazione che merita: siccome è un tentativo di distruggere lo stato sociale e assistenziale soprattutto nei confronti dei disabili e portatori di handicap e noi non vogliamo che questo sistema venga distrutto da una banda di puttanieri, corroti e pluriindagati dobbiamo agire di conseguenza ma non con azioni da intraprendere dopo che il decreto è stato approvato ma come azione preventiva (prevenire è meglio che curare) quando loro avranno raccolto i 40 miliardi che si sono prefissi sulle nostre spalle senza rimetterci un euro dei loro benefici saranno contenti e soddisfatti perchè sanno di giocare sull’ignoranza dei cittadini che penseranno che il governo ha fatto bene a limitare i benefici ai disabili perchè se uno pensa che il non vedente fa il centralinista e prende la paga che bisogno ha dell’assegno di accompagnamento… mentre noi che viviamo il problema sappiamo a cosa serve, sappiamo anche gli altri problemi delle altre disabilità, degli anziani ecc… Penso che sia tempo di agire in forma decisa, il Presidente Tommaso Daniele ha fatto bene e fa bene a mediare con articoli, tavoli ecc. ma ho l’impressione che sia il momento di fare quello che ho già proposto: ORGANIZZARE LA RESTITUZIONE DELLE TESSERE ELETTORALI DEI DISABILI E DEI LORO FAMILIARI AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, sarà un’azione straordinariamente importante e avrà un effetto mediatico formidabile. Non sarà Tommaso Daniele a chiedere di essere intervistato dal Corriere ma saranno i giornali a fare la coda dal nostro Presidente. Così si deve fare in questo momento, questa è la risposta che merita questa classe politica. Farei una scommessa, sono convinto che un’azione del genere farà cadere il governo. Sentivo alla radio che in Italia ci sono circa 7 milioni di portatori di Handicap a vario titolo. Se tutte le associazioni riuscissero attraverso il coordinamenti Fish e Fand (non so se Anffas fa parte) ad organizzare questa azione potrebbero essere restituite almeno 10 /12 milioni di schede elettorali (intendo compresi i familiari in quanto come ragiono io penso che potrebbero ragionare anche gli altri). Questa è la mia proposta che ho peraltro già inviato al Presidente Tommaso Daniele e alla Fisch e Fand, senza aver ricevuto riscontro, anzi approfitto per chiedere al Presidente di farmi sapere attraverso il gruppo cosa pensa di questa mia proposta, gradirei anche i commenti degli altri iscritti per capire se sono fuori o se quello che propongo può essere una buona idea. Vi ringrazio per l’attenzione e saluti a tutti.
Ho scritto di getto e non ho tempo di rileggere quindi chiedo perdono per eventuali errori grammaticali, sintassi, ripetizioni.
Ciao Mario Salvel

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Politica

1 commento

  1. 1
    Anna -

    Solo un commento…ma come hai fatto a votarlo? I suoi ministri in particolare Brunetta sparavano sempre adosso ai disabili …(certo, certo ai falsi invalidi)!!!! o ai dipendenti pubblci…..sono questi i problemi dell’Italia? infatti, si vede come siamo messi. Credo che i comunisti che non ci sono in questo paese, ma se parliamo di partiti di sinistra in generale, non sono mai scesi a sti’ livelli..anzi i soldi nei bilanci per il welfare li hanno sempre trovati..
    Purtroppo, chi non ha votato per il PDL poi si trova a constatare ciò che già era risaputo…e a leggere certe lettere come le tue! No comment

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili