Salta i links e vai al contenuto

Renzi e Berlusconi alleati salveranno l’Italia

Prego ogni sera che Renzi molla Alfano e fa l’accordo con il presidente Berlusconi e governano insieme nell’alleanza. Immagina che forza… che sarebbero in grado di fare! L’Italia sarebbe prima e noi staremo tutti meglio di ora.
Il pd farà un poco di rogne ma poi alla fine si adatta.
Forza cavaliere, forza matteo stringetevi la mano e …
Avanti Tutta !

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

8 commenti

  1. 1
    Katy -

    No comment. Senza parole

  2. 2
    Aton -

    Sì, temo che il PD qualche rogna la farà. Quanto a Ronso e al Berlusca, il loro contatto fisico non lo definirei “una stretta di mano”. Uno dei due ha ricevuto poco testosterone tra la sesta e l’ottava settimana dal concepimento, ma è ancora presto per sapere quale dei due. Aspettiamo.

  3. 3
    Aton -

    Comunque l’Italia è gia “prima”. Della fine.

  4. 4
    roberto -

    Renzi e Berlusconi sono già d’accordo per sostituire Alfano al governo. Al posto del Nuovo centro destra ci sarà l’appoggio esterno al governo di Forza Italia

    Lo faranno o adesso o fra poche settimane.

    Purtroppo ha ragione l’autrice della lettera e la conseguenza però sarà una bella svolta a destra di questo paese.

    Il PD è diventato un partito cinico e senza più anima.

    Renzi purtroppo è un prodotto Mediaset, genere Amici, Uomini e donne ecc. tutta apparenza.

    Adesso abbiamo berlusconi a destra e il piccolo berusconi nella EX sinistra che si stanno prendendo il paese.

    Giornali e tv vanno dove tira il vento.

    I poteri forti TUTTI sostengono Renzi… e io la vedo MOLTO brutta!

  5. 5
    alberto59 -

    “salvare”il paese mi fa sorridere.Personalmente sono da sempre perplesso sulla personalizzazione della politica stile americano.Doti di comunicatore,slogan a d effetto bastano a poco.Se la squadra e’ scarsa non c’e’ allenatore che tenga.Se la nave e’ marcia non c’e’ ammiraglio che possa guidarla.Quando c’e’ penuria di idee si e’ sensibili al fascino dei leader e alla loro capacita’ messianica di risolvere i problemi.
    Se si vuole cambiare VERAMENTE bisogna abolire le miglialia di leggi inutili.Bisogna a livello fiscale fare una RIVOLUZIONE ,visto che gioielleri e dentisti denunciano 20000 euro annui(!!) e combattere l’abusivismo a tutti i livelli.
    L’asse Renzi-Berlusconi non mi piace per niente.E’ la logica dei pesci grandi che si mangiano i pesci piccoli.Non mi piace Renzi che fa patti con l’indagato ed evasore confesso Verdini e riabilita politicamente un condannato in via definitiva e partoriscono una legge elettorale che e’ una porcata.E non dico”non trattare”con FI:ci sono altre personalita’(Brunetta,Romani)con le quali dialogare.Farlo con Berlusconi ha un significato politico preciso.
    Ricordiamoci che e’ legittimo un pluralismo politico e di rappresentanza anche se fossero pochi deputati ad essere eletti.Per principio.L’Italicum?Nulla di questo.
    1)sbarramento per il partito che corre da solo all’8%?Rimane Grillo e basta.
    2)Soglia del 4,5 per i partiti della coalizione.Il pesce grande(FI e PD) “usano”i partiti piccoli(NCD,SEL,FRATELLI D’ITALIASCELTA CIVICA)per fare numero e raggiungere il 37% ma se questi rimangono sotto la soglia(p.es. 4,4%) i loro voti non sono validi.Quindi un partito(PD E FI)che raggiunge il 22,23% puo’ arrivare ad avere il premio di maggioranza di oltre il 50%.
    3)Una coalizione deve raggiungere il 12%.Bene con questo sistema se ci sono 2 partiti che raggiungono singolarmente il 6 e il 5% ma che si fermano all’11% non hanno rappresentanza.
    Facendo cosi’ rimangono 3 partiti:FI ,PD E GRILLO.Forse NCD e forse la lega?E’ pluralismo questo??E’ democrazia??
    Non facciamo l’obiezione”cosi’ i partiti piccoli non potranno condizionare”.E’ falso perche’ i piccoli per non scomparire dovranno entrare con i grandi ma cosi’ facendo si crereranno 2 coalizioni eterogenee e conflittuali dove nel segreto delle urne ci saranno sorprese.
    Le regole si fanno condivise e non le si presentano agli altri con”prendere o lasciare”.
    Resta il fatto che sia Renzi che Berlusconi si “usano”per motivi precisi…

  6. 6
    alberto59 -

    Il fine e’ quello di far scomparire i pesci piccoli.Ora il nemico e’ Alfano.Renzi lo malsopporta.Non si piacciono a pelle e venire a patti con lui lo vive come un freno.
    E’una costola estranea alla coalizione ma i numeri di ncd sono necessari.Forse.Fosse per Renzi farebbe un monocolore Pd.
    Alfano,per contro,ha maldigerito la liquidazione di Letta.Per un fatto personale(c’era stima tra i due)e per l’aspetto politico(la bocciatura in toto del governo).
    Non gli piace la rottamazione tout court di Renzi.Non gli piace la frase di Renzi”ora siamo noi a dettare l’agenda”.Fare un governo di larghe intese significa mediare,fare delle sintesi anche faticose(di cui Letta era capace).Renzi non e’ un diplomatico e se Alfano pone ostacoli lo fara’ fuori.Bastera’ insistere su alcuni temi(lo ius soli,le unioni civili sui gay ecc)per fare fuori Alfano ed incolparlo del mancato accordo ed andare a nuove elezioni(con l’Italicum).Con il fuoco incrociato di FI per Alfano non ci sarebbe scampo.
    E anche qui,andate sui siti dei giornali di Fi per vedere cosa si pensa di Alfano.Per i seguaci di quella parte dissentire e’ tradire.Non e’ ammesso la dialettica e osare contestare il capo.Farlo significa esporsi ai cecchini dei media e morire politicamente.Vedi Fini,dove per 3 mesi sembrava che per il paese il problema principale fosse la casa di Montecarlo.Certo Fini fece una cavolata ma il livore degli attacchi fu terribile.In FI si fa a gara a chi e’ piu’ fedele al capo.Questa e’ la realta’.Ma il Pd non sta meglio(vedi le dimissioni di Cuperlo)visto che bisogna uniformarsi ai diktat della maggioranza(o e’ cosi’ o niente…)
    E’ democrazia questa??
    Facendo una metafora calcistica mi ricordano i diritti televisi delle grandi e piccole squadre dove i pesci grandi fanno le regole e si spartiscono la torta.
    Il bene dell’Italia e non l’ambizione(sfrenatissima)del potere dovrebbero essere i parametri di certi politici…

  7. 7
    roberto -

    Il gruppo GAL (cioè Berlusconi) dopo le consultazioni ha in pratica detto che appoggerà Renzi.

    Questi gli appartenenti a GAL (guardare i partiti di appartenenza):

    Mario Ferrara, presidente (Grande Sud)
    Antonio Fabio Maria Scavone, vicepresidente vicario (Movimento per le Autonomie)
    Vincenzo D’Anna, vicepresidente (Forza Italia)
    Giovanni Mauro, segretario (Grande Sud)
    Giuseppe Compagnone, tesoriere (Movimento per le Autonomie)
    Lucio Barani (Nuovo PSI – Forza Italia)
    Giulio Tremonti (Lista Lavoro e Libertà – Lega Nord)
    Pietro Langella (Forza Italia)
    Antonio Milo (Noi Sud – Forza Italia)
    Michelino Davico (ex Lega Nord)
    Giuseppe Ruvolo (PID – Forza Italia)

    Casini invece si è espresso esplicitamente a favore.

    Questi sono i sostenitori di Renzi !!!

    Purtroppo si sta avverando proprio quello che temevo:

    IL PD DI RENZI NUOVAMENTE ALLEATO DI BERLUSCONI

  8. 8
    Silvio B. -

    Mi consénta, si! confermo che salverò l’italia dall’attacco dei comunisti.
    “Più ruby per tutti” sarà il mio programma
    la mia squadra di governo:
    Premier: Renzi
    al tesoro: Mastrapasqua
    alla giustizia: Io
    all’ambiente: Schiavone
    alla difesa: Sandokan
    alle pari opportunità: Gramellini
    all’istruzione: Luca Giurato

    Per un nuovo miracolo italiano

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili