Salta i links e vai al contenuto

Ma in che razza di uomo mi sono imbattuta?

  

Buona sera a tutti, sono nuova e anche io vorrei raccontarvi la mia Sono stata insieme a lui quasi un anno, lui più piccolo di me di quattro anni (io 26, lui 22 è questo forse è stato il mio errore) , iniziò a corteggiarmi già sei mesi prima di mettermi insieme ma io non ne volevo sapere, perché non mi piaceva proprio, oltre al fatto che non mi sarebbe passato per l’anticamera del cervello di stare insieme a uno più piccolo di me.. Passarano questi maledetti 5 mesi (uscivamo con lo stesso gruppo, quindi ci vedevamo quasi tutti i giorni) , iniziò tutto una sera, faceva di tutto per stare con me, mi dava mille attenzioni, mille complimenti, ma io proprio non ne volevo sapere, mi veniva pure da ridere, e pensavo tra a me e me ma questo bimbo cosa vuole da me??… nei giorni seguenti mi cercava, messaggi telefonate, mi ripeteva che gli piacevo, che avrebbe fatto di tutto per avermi,. cominciò mandandomi delle rose a casa.. ecc io pian piano stavo cominciando a caderci anche perché mai nessuno aveva fatto tutto questo per me, e dall’altra parte la mia amica che mi spingeva a dargli una possibilità, di provare, che forse lui sarebbe stato quello giusto, date le mie delusioni passate, così fu che provai a conoscerlo proprio perché cominciava a piacermi, e qualcosa di lui mi intrigava.. la sua simpatia. la sua solarità, il suo sorriso ecc… ma ripeto non era il mio tipo fisicamente anzi per niente. Inizio a frequentarlo, una sera arrivò pure il bacio, ma quella sera io non provai niente, stavo male, mi sentivo in colpa, piansi perché avevo paura di averlo illuso, lui era innamoratissimo e dopo quel bacio cominciò a farmi paura, voleva subito stare con me, mi disse che aveva perso completamente la testa, che mi sentiva già sua, insomma pensai che è impossibile innamorarsi così in poco tempo, che forse magari era la sua giovane età, insomma mi misi paura e gli dissi la verità che ancora non provavo le stesse cose che provava lui, che mi sembrava troppo presto e gli spiegai che io avevo bisogno di altro tempo per conoscerlo, gli confidai le mie paure, il fatto che lui fosse più piccolo di me e che un giorno magari quando io mi fossi innamorata di lui mi avrebbe dato il ben servito, gli parlai delle delusioni passate che mi avevano chiuso il cuore ma lui mi aspettò ugualmente, mi diede tempo, nel frattempo continuava a riempirmi di attenzioni, fino a quando decisi di stare con lui, all’inizio per me è stato difficile non riuscivo ad uscire allo scoperto con il gruppo che frequentavamo soprattutto con molte ragazze avevo paura di essere giudicata sia per l’età e poi per il fatto che avevo scelto uno più bruttarello, insomma sarò stata stronza all’inizio ma mi vergognavo, perkè in realtà io e lui non c’entravamo niente, (adesso non voglio passare per la presuntuosa ma è la verità) però a me piaceva, mi faceva stare bene e con il tempo e grazie alla sua dolcezza e attenzioni me ne innamorai, fino a quando resi pubblica la mia relazione, e come avevo immaginato tutti non facevamo altro che parlare “ma come ha fatto a mettersi con lui? ‘ ecc” me ne fregai, e continuai a vivere quella storia che mi faceva stare bene, mi sentivo piena di vita, felice, fortunata. Sin da subito conobbi i suoi genitori ma non per volere mio perché lui a tutti i costi voleva che conoscessi la sua famiglia.. e mi costrinse a venire al compleanno del padre… io non me la sentivo di fare un passo così grande, ma ogni qual volta gli dicevo che non me la sentivo di conoscere i suoi genitori andava su tutte le furie mi diceva che a lui non ci tenevo, e così per amore suo l’ho fatto, stessa cosa per i miei genitori ha voluto a tutti i costi presentarsi a casa mia quando io non volevo, ma io stupida innamorata lo accontentai andando incontro alla mia visione delle cose (io non sono il tipo che subito vuole conoscere i genitori del proprio ragazzo, almeno dovrebbe passare un anno o anke due, ci vado molto piano) La prima volta che vidi sua madre, sentii che non era una persona che poteva piacermi, sembrava fredda, addirittura quando arrivai a casa sua, lei non si fece trovare, scese dopo mezz’ora perché era su a truccarsi. MAH pensai tra me e me, cmq fredda, mangiammo insieme, e tutto il tempo fredda, io ero imbarazzatissima e lei non fece niente per mettermi a mio agio, anche perché era la prima volta, poi era una grande famiglia, 5 figli oh dio!! mi sentivo nella tana del lupo, ma lui essendo un ragazzo dolcissimo (quale sembrava o lo era??? ) faceva di tutto per mettermi a mio agio.. Cmq viviamo la nostra storia, dal primo giorno all’ultimo che mi ha lasciata era tutto perfetto, sempre molto protettivo, mi trattava come una principessa, mi accontentava. mi motivava, mi stava vicino sempre nei momenti di sconforto, di stress per lo studio, mi faceva sentire speciale., mi diceva che ero per lui la migliore, data la mia insicurezza e fragilità, questo sempre dal primo all’ultimo giorno. L’unica cosa che non andava è che era un po’ mammone, la madre lo chiamava sempre, anche il padre, tutti i giorni, quando era insieme a me, ‘sti due rompevano, chiamate in continuazione.. e fai questo e fai quello… compra quello. ecc due pa…!! Aiutava la mammina a piegare i vestiti quando lei aveva tanto da stirare, e se lui non li piegava bene andava su tutte le furie… mah!!. La vigilia di natale siamo usciti per comprare i nostri regali, la madre lo sapeva, dopo mezz’oretta che il figlio era uscito di casa, lo chiama dicendogli di tornare a casa perché era venuta la zietta : ) ) ) sorella della madre a portargli il regalo, e lui mi fece comprare i regali, in fretta in furia perché doveva tornare a casa, io mi incavolai, gli dissi che non era giusto, che magari poteva darglielo la sera il regalo dato che con la zia cenavano la stessa sera, lui fece di tutto per farmi calmare, con le sue solite smancerie, mi chiese scusa.. ecc. Della madre rompi cogl… potrei raccontarne tante, ad esempio che per il mio compleanno non si degnò nemmeno di farmi gli auguri, che ogni volta che la vedevo parlava solo con il figlio e io rimanevo sola come un’ebete, oppure di quando chiamava il figlio io gentilmente gli dicevo “saluta tua madre”. lui giustamente lo riferiva e lei per più di tre volte ha attaccato il tel. dopo di che lui mi diceva di scusarla perché quel giorno lì era nervosa.. Tr cose strane. Inoltre lui era un gran cogl…. perché raccontava tutte le sue cose alla madre. tutto quello che faceva. le faceva leggere i msg. un giorno litigammo proprio per questo, poi disse pure alla madre che non sopportavo le sue adorate nipotine.. capite che gran deficiente!! Per il resto andavamo d’accordissimo, pensavo che fosse l’uomo della mia vita, che con lui avrei potuto avere un futuro, pensavamo a progetti futuri, ci credevo alla nostra storia, mai nessuna mi aveva trattata come una principessa, fino a qualche giorno prima che mi lasciasse mi giurava amore eterno, mi diceva che aveva trovato la sua felicità, che non mi avrebbe mai lasciata, fino al giorno prima era pieno di attenzioni e smancerie.. mille complimenti.. le sue solite cose plateali.. giuro non lo dico per dire.. a volte era esagerato, a me dava pure fastidio.. perché non volevo fosse così esagerato.. anche gli amici miei che fino al giorno prima erano con noi, quando gli dissi che il giorno dopo mi aveva lasciata.. non ci volevano credere!! Mi lasciata solo perché abbiamo litigato al tel per una cavolata.. e io ho esagerato dicendogli delle parole forti.. insomma sono stata un po’ tr pesante.. è la verità.. io sono molto nervosa… e se perdo le staffe nessuno mi ferma.. ma lui mi ha conosciuta cosi.. e io molte volte quando ero tr aggressiva.. gli chiedevo sempre scusa e gli dicevo “scusami se sono cosi, perdonami!. lui mi rispondeva sempre che mi amava così come ero e non gliene fregava niente e che mi capiva.. (quelle volte che dovevo studiare tanto.. ed ero sotto stress.. mi comportavo cosi) ma su questo lui non si è mai lamentato.. anzi mi stava vicino.. e mi cercava sempre per far pace.. Non capisco perché quella mattina abbia cercato la scusa per lasciarmi.. quando circa due ore prima mi ha chiamata per farmi da sveglia dato che dovevo studiare e dovevo alzarmi presto, e come carineria ha fatto questa cosa per me.. dicendomi pure “amore ben svegliata.. che dolce la tua voce di mattina”.. e dopo due ore per una litigata prende una decisione del genere.., anzi in quella litigata io come al solito gli ho chiuso il tel in faccia, cosa che ho fatto sempre pur sapendo ancora oggi che sbaglio e ho sbagliato a fare cosi.. e lui come sempre riprova a chiamarmi, mi chiama mille volte, chiama nel cellulare di mia madre, e io non continuo a rispondere, dopo l’ennesima chiamata rispondo e mi dice che è molto arrabbiato, che dicendogli tutte quelle brutte parole, ho ferito il suo orgoglio, perché gridando l’ha sentito il fratello, capii che voleva lasciarmi, non so lo sentivo diverso, lo faccio venire a casa mia gli chiedo se vuole lasciarmi, lui mi dice no, tremava quella mattina, era nervosissimo, non l’avevo mai visto cosi, gli chiedo scusa umilmente, dopo avermi detto che non mi avrebbe lasciato torna a casa e il pomeriggio mi comunica che non possiamo stare insieme, che non possiamo andare avanti cosi, che non va bene il mio carattere, che mi ha sempre trattata come una principessa e io ho ferito il suo orgoglio, lo tratto male e lo mando a quel paese dicendogli che è una grandissima scusa, che forse non prova più niente per me, il bugiardo continuava a dirmi che non era vero. Mi crolla il mondo addosso,, ma se andava tutto bene, lui non si è mai lamentato di me. non si fa sentire dopo quella mattinata, a me non mi pare vero, sto male, mio padre vedendomi cosi, il giorno dopo gli parla chiedendogli cosa era successo, lui dà la stessa versione a mio padre, e anche mio padre capisce che è una scusa, lui se ne va piangendo come un bambino. NON mi hai mai voluto dire il motivo, è scappato così come un coniglio, se ne uscito con questa scusa della telefonata, dell’orgoglio ferito. Non mi ha più richiamata, e ne tantomeno io l’ho fatto, solo che dopo 20 giorni volevo togliermi il dubbio, volevo la verità, volevo chiarire e mettermi il cuore in pace, volevo la verità sbattuta in faccia, in quei venti giorni ho perso un sacco di chili. perché mi chiedevo quale fosse il vero motivo, cosa avevo fatto, volevo uscire da quel tunnel, che mi stava distruggendo, così mi decisi di chiamarlo dopo aver bevuto non so quanti bicchieri di vodka ho bevuto. perché non avevo il coraggio di chiamarlo, il mio orgoglio superava ogni cosa.. mi trattò male al telefono era con il padre e alzò il tono della sua voce per far sentire al padre che ero io e per dimostrargli che lui era un uomo e sapeva trattarmi male, un’altra persona, un mostro, mi sentivo umiliata, poi ci incontrammo e lui continuò a trattarmi male. quasi come se mi odiasse, non mi ha ha voluto dare il motivo per l’ennesima volta. mi ha ripetuto che è stata la litigata al telefono a fargli cambiare idea.. gliene ho dette quattro e mi sono liberata, dato che quando mi ha lasciata non mi ha dato il diritto di replica, ma voleva scappare.. quella sera, mi sentii soddisfatta. perché mi liberai di tutte le cose che avevo da dirgli per come si era comportato. lui si arrabbiò ancora di più… dopo me ne andai… e da quella sera… cominciai a mangiare e mi liberai da quel peso.. anche se non mi ha voluto dare mai il vero motivo.. però mi resi conto che probabilmente stavo con un psicopatico, non so come si può cancellare una persona cosi.. e come si possa recitare una parte.. come si fa ad essere così bravi a fingere.. E in tutto questo la madre non mi ha mai fatto una telefonata anche per chiedermi come stavo.. niente di niente…!!! Come si fa ad essere dei perfetti fidanzati. lui era perfetto. e la cosa che mi manda in bestia che due giorni prima, si parlava del più e del meno e mi diceva che non mi avrebbe mai lasciata, che se l’avessi fatto io, per lui sarebbe stata la fine, se ne sarebbe andato pure all’estero, e non mi spiego come ha fatto a recitare questa scena del suo film. io lo sentivo sincero.. e come ha fatto a prendere in giro me e tutta la mia famiglia,. Quello che chiedo è Se c’è qualcuno che studia psicologia, e può farmi un profilo psicologico di questo squilibrato!!! e se anche a qualcuno di voi è successa una cosa del genere. vi prego rispondete

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

11 commenti a

Ma in che razza di uomo mi sono imbattuta?

Pagine: 1 2

  1. 1
    Andrea -

    Ciao Esdra, a mio avviso l’età era l’ultimo dei vostri problemi anche perchè da come hai descritto la vostra storia anche tu mi sembri abbastanza immatura, vivi i rapporti ancora con la testa di una ragazzina. Per il resto non credo che lui sia uno psicopatico o che tu sia sbagliata, è stata semplicemente l’evoluzione di una storia sentimentale come ce ne sono tante. Ho potuto vedere con i miei occhi altre situazioni simili alla vostra. Lui ti ha visto irraggiungibile, la meta da conquistare a tutti i costi e ha dato il suo massimo per averti, poi come è fisiologico, una volta conquistata la “vetta” dopo tanta fatica, l’interesse è calato..inoltre davvero pensavi che avrebbe potuto mantenere quei ritmi di corteggiamento per sempre? Tu invece ti sei comportata da principessina viziata (e li ha sbagliato anche lui a viziarti così), quasi disprezzandolo fisicamente (non lo sentivi alla tua altezza) e amandolo unicamente per tutti gli sforzi che faceva per te. Era ovvio che un rapporto così squilibrato non potesse durare in eterno, che poi lui si sia comportato male lasciandoti dal giorno alla notte è fuor di dubbio, ma in fondo in un modo o nell’altro non è mai bello essere lasciati.

  2. 2
    MrBison -

    provo ad azzardare la mia ipotesi

    hai sottolineato come tra voi sussistessero “grossi” squilibri in termini di età anagrafica e, soprattutto, aspetto fisico

    con molta probabilità dietro il suo comportamento impeccabile e le sue mille attenzioni nei tuoi confronti si è sempre celata una sorta di complesso di inferiorità: lui si è sempre ritenuto qualche gradino sotto ed ha sempre cercato di compensare questo “gap” trattandoti come una principessa

    ora, potrebbe essere che proprio nel corso dell’ultima litigata tu abbia, con qualche frase, rotto questo precarissimo equilibrio, innescando la miccia del suo senso di “inadeguatezza” fino a quel momento ben represso

    il suo scatto di cattiveria ed orgoglio non sarebbe altro che un meccanismo di difesa generato daelle sue insicurezze e dai suoi conflitti interiori: “lei è troppo per me… è inutile andare avanti… mi sfrutterà fintanto che le farà comodo e poi si innamorerà di un altro meglio di me… tanto vale piantarla io ed almeno fare la figura dell’uomo con le palle !!!”

  3. 3
    esdra -

    ciao andrea,io avrò fatto i miei errori,si è vero forse a volte mi sono comportata da ragazzina viziata…è la verità ..ne sono consapevole di questo e me ne pento..ma quelle volte che ho sbagliato..ho sempre chiesto scusa..perchè mi sono resa conto di aver sbagliato ..ma ripeto mi comportavo cosi solo nei periodi forte stress dovuti all’università,giustamente questa non è una giustificazione..ma del resto nn so cosa ho sbagliato?l’ho sempre rispettato,ero molto comprensiva,ho fatto cose per lui che nn mi sarebbero mai passate per la testa,anche perchè era geloso..e io ho sempre cercato di essere comprensiva…Cmq nn ho mai detto che pensavo che avrebbe dovuto mantenere quei ritmi di corteggiamento per sempre?? ma ci mancherebbe…non ho mai scritto una cosa del genere…anzi ho detto e quello che penso che a volte questi suoi atteggiamenti erano troppo esagerati..e molte delle volte mi venivano i dubbi…tanto è vero che più delle volte glielo dicevo..forse avrò sbagliato ..nn lo so..ma purtroppo io tutto quello che pensavo gliel’ho sempre detto..sono stata sempre molto sincera… in ogni cosa..per lui andava sempre tutto bene…era tutto perfetto…nn si lamentava mai..io credo che in ogni coppia ci siano problemi ed è bene esporre quello che si pensa ..in modo tale da venirsi incontro e capirsi…anche la verità che gli avrebbe fatto più male gliel’ho sempre sputata in faccia..ma nn l’ho mai fatto per cattiveria anzi perchè a lui ci tenevo tanto..Cmq Andrea perchè dici che vivo i rapporti con la testa di una ragazzina??..io accetto le critiche anche per capire in cosa magari ho sbagliato anche io..e cosa sbaglio in generale

  4. 4
    esdra -

    mr bison .. la tua ipotesi non la scarterei..ma credo che di fondo questa persona nn mi abbia mai amata…a volte penso che fosse stata una sfida con se stesso…nn so…che fosse solo infatuazione..è che forse ho sbagliato io a scegliere di stare con una persona più giovane ,una persona che magari confonde la passione,le emozioni con quello che poi è l’amore vero e proprio fatto di problemi,incomprensioni ecc che vanno risolti in due ..senza scappare.

  5. 5
    najwa -

    forse hai ricevuto tanto da lui senza però dare niente in cambio , anche il ragazzo ha bisogno di attenzioni, sicurezza e prove di amore, forse ti sentivi superiore a lui e per te è stato normale pretendere e pretendere?!!… anche io ho 26 anni ma io non riuscirei mai a stare con un ragazzo più piccolo di me… sono stata corteggiata da ragazzi più piccoli ma niente– mi sentivo molto matura rispetto a loro, ho progetti e sogni diversi,.. rimango nell’idea che il rapporto non funziona bene quando c’è troppa differenza d’età o quando la donna è più piccola dell’uomo, soprattutto quando si è giovani,, ma dopo una certa età questa differenza non si nota.. comunque rimane il fatto che essere lasciarti in quel modo brucia.. devi smettere di cercare il motivo, perchè è cosi chiaro.. non è più convinto della vostra storia.. mettiti il cuore in pace …la vita continua;) najwa

  6. 6
    hope -

    Ciao Esdra, sai leggendo la tua lettera sembrava di rivivere la mia storia con il mio ex, quelli che hanno scritto che è colpa tua forse non hanno mai avuto una storia con un mammone, ti dirò che secondo me è stata la madre che si è messa in mezzo e tra mezze paroline ha convinto il figlio a lasciarti questo è quello che è capitato anche a me solo che io sono riuscita a resistere tre anni e pensa che quando non ne potevo più e volevo lasciarlo lui mi diceva che si sarebbe ucciso perché non poteva vivere senza di me… Ma va… Alla fine l’ho lasciato perchè sua madre aveva due nuore che faceva salire a casa sua io e l’amante incinta di suo figlio nonchè mio ragazzo… Lo so all’inizio è durissima ma poi ti renderai conto che è stata la cosa migliore che potesse capitarti metti a sposare uno come lui ed avere a che fare con la sua famiglia per il resto della tua vita??? Io preferirei spararmi…. Spero che capirai presto che sia stata la cosa migliore della tua vita essere lasciata da uno come lui…. Spero di sentirti presto ma con notizie migliori ciao e buona fortuna….

  7. 7
    MrBison -

    esdra,

    io credo che lui fosse molto preso da te, quindi, a meno di non essere uno psicolabile, non è credibile che abbia troncato tutto solo per un banale diverbio

    deve per forza esserci altro sotto

    magari la madre ti odiava e lo ha manipolato per mollarti, magari gli è arrivata all’orecchio qualche chiacchera cattiva di amici, magari ha avuto un crollo di autostima, magari ha un’altra etc etc

    non conoscerai mai ciò che gli è veramente passato per la testa, adesso non hai altro da fare che metterci una pietra sopra e guardare avanti

  8. 8
    rossana -

    quoto Mr.Bison per entrambi i suoi post, aggiungedovi che l’amore va maneggiato con cura…

  9. 9
    Andrea -

    Ciao Esdra, mi sembri infantile sulla base dell’impressione che mi hai dato nel leggere la tua lettera. Dal fatto di vergognarti di lui, allo staccare il telefono in faccia (capitava anche a me di farlo ed è veramente un gesto infantile), all’aspettare sempre che fosse lui a chiamarti e richiamarti..un insieme di cose che mi hanno portato a pensare questo, ad immaginarti un pò come una principessa viziata. A mio avviso una persona matura sa dare la giusta importanza alle cose, gestire l’ansia e la rabbia. Lo sbaglio più grande comunque l’ha commesso lui..ha letteralmente “strafatto” per poterti colpire perchè probabilmente pensava (ed era vero) che se fosse stato naturale, a te così com’era non ti sarebbe piaciuto. Sinceramente, se lui non avesse fatto tutte quelle cose per te, ti avrebbe attratto semplicemente per la persona che era? Non credo. E anche questo secondo me è un modo un pò infantile di amare..innamorarsi di tutto quello che una persona fa per te e non della persona in sè.

  10. 10
    esdra -

    @ ANDREA su questi comportamenti nn posso darti che ragione,ne sono consapevolissima ..anche i miei genitori me lo ripetono sempre..sono troppo impulsiva e non riesco a controllarmi..so che devo cambiare questa parte di me..e devo farcela..solo che con lui sono stata dal primo giorno cosi…mi ha conosciuta cosi..quindi!!.. ma vabbè adesso poco importa..di sicuro so che nella prossima storia cercherò di contare fino a dieci prima di diventare una iena..grazie cmq
    @ MR BISON E NAJWA so che devo che devo metterci una pietra sopra.. il cuore in pace ecc..ogni giorno mi convinco di questa cosa..ma se anche voi siete stai lasciati..sicuramente saprete che nn è facile..soprattutto essere lasciati in questo malo modo..spero solo che il tempo farà il suo corso e di riuscire a scrollarmi questa rabbia di dosso…beh..pazienterò ..grazie di nuovo
    🙂
    @ HOPE mi dispiace per la tua storia…assurda!! ..oh dio!!una famiglia di pazzi!!!..vedo che c’è di peggio…spero solo che tu stia bene adesso…ma ne sicura ..visto l’assurdità della storia..di sicuro hai capito che nn valeva la pena perdere tempo con gente del genere…avrai più fortuna ..ne sono sicura!!mi piacerebbe parlare con te e confrontare le due storie..ci sarà da ridere!!!..

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili