Salta i links e vai al contenuto

Quando decidi di chiudere una relazione..

  

Salve lettori, ho il bisogno di consultare anche i vostri pensieri nonostante la mia storia non è di certo l’unica al mondo. Sono un ragazzo di 27 anni sono stato fidanzato fino a qualche settimana fa dopo 8 anni e 1 di convivenza. Tutto è nato qualche mese fa, lei ha insistito per la classica cerimonia civile e nonostante io non ero tanto d’accordo decisi di “accontentarla” sbagliando ma pensavo che comunque convivendo già da 1 anno senza problemi pensavo non ci fossero stati problemi. Nell’ultimo periodo sono cambiato mi sentivo braccato dall abitudine e dalla routine finendo col mettere in discussione i miei sentimenti nei suoi confronti, notavo che in me non c’era più quel forte interesse, sentivo che non era più amore in qualche modo. Conobbi un’altra donna.. nulla di che, nel senso non siamo mai andati oltre ai giochi di sguardi e punzecchi, ma questo mi ha fatto capire che sarei stato pronto anche a fare dell’altro. Non riuscendo più a trattenere questa mia “cotta” decisi di dirlo, purtroppo gli dissi che ora ho bisogno di stare solo e che il mio non è più amore ma un legame di bene. Alla fine dei giochi mi ritrovo a un mese dell’accaduto logorato e vuoto da una mancanza che questa persona mi ha lasciato, ma purtroppo in cuor mio so che non è amore o forse lo é non lo so, sto cercando di andare avanti anche perché ho capito che con quella donna ci potranno essere solo giochi infantili non di più. Il mio timore è anche questo quello di desuderarla solo dopo che ho capito che quell’altra non fa per me. Cosa potete consigliare a questo pover uomo, ora vorrei fare sport, nuove amicizie

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

6 commenti a

Quando decidi di chiudere una relazione..

  1. 1
    Aloneinthedark -

    Ti senti vuoto perché ti ritrovi senza la donna con cui sei stato per 8anni. Ora vorresti riempire quel vuoto con sport, amicizie e qualche fugace sguardo con una sconosciuta. Purtroppo il cambiamento comporta poi un adattamento, l’adattamento comporta a sua volta tempo e sacrifici per accettare la nuova situazione. La società consumistica attuale ci impone sempre di trovare qualcosa di meglio, ma non sappiamo se il meglio è la condizione precedente o quella a venire.

  2. 2
    Angwhy -

    Di quali consigli hai bisogno,non mi sembra cosi strano che alla tua età tu abbia voglia di fare nuove esperienze.fosse anche la migliore ragazza del mondo,l’amore dei 20 anni è molto difficile che duri tutta la vita

  3. 3
    Yog -

    Comunque tu, mrlucy, fai pure molto sport (gioverà alle tue coronarie) e tieni conto che tra i trenta e i quaranta di puttanate ne farai molte altre, perciò non soffermarti su questa e non soffrirne troppo, sei solo all’inizio.
    A dirla tutta, leggendo il titolo “Quando decidi di chiudere una relazione…” ho pensato: “Ecco rensi qui ad annunciare le sue dimissioni”, ma poi ho considerato il fatto che, a meno di un miracolo tipo quello accaduto al tizio che si è rotto in otto pezzi il femore dx e cinque pezzi il sx scendendo da un torpedone a Lourdes (è pur vero che c’era ghiaccio), rensi non sa nemmeno che questo sito esiste (qui non andiamo molto oltre i “venticinque lettori” manzoniani).
    Aveva anche provato a farsi un blog, rensi dico, non quello del femore, ed ho controllato alle 09:46 del 5 marzo 2018: non lo ha ancora cancellato.
    Incredibile. Ed arrogante, pure. Ma forse aspetta il TG1 del dopopranzo per capire se i risultati sono proprio veri.

  4. 4
    Rossella -

    Se ti concepisci rispetto alla donna come la metà di qualcosa nel tuo intimo e poi anche nell’intimità sperimenterai quell’unione di anima, corpo e amore che ti farà sentire completo. Questa è la storia della mezza mela e di miti dell’infanzia e dell’adolescenza come il principe azzurro e l’uomo dei sogni. Questi miti riguardano la donna. L’uomo, che ha una spiritualità diversa, non è portato a ricercare l’unità fino a quando non si accorge di essere incompleto accanto ad una donna, perché non ha ricevuto un’educazione religiosa in grado di fargli sostenere scelte “straordinarie”, o di aver trovato la donna che lo fa sentire completo. Non dipende dall’incontro. La donna è più consapevole. Nelle scelte “straordinarie” metto le storie d’amore in cui è evidente che uno dei due passa dall’apparire un “santo” all’apparire un “diavolo” nell’arco di una giornata. In quel caso è chiaro ed evidente che la persona ha fatto un percorso di fede che lo ha sollevato dal bisogno ancestrale di sentire amore: un bisogno che non può essere appagato dalla sensualità o dal vizio perché viene sublimato dal corpo stesso e richiede un certo ordine dal momento che lo scandalo non viene eluso.

  5. 5
    Mrlucy -

    Vi ringrazio per il tempo dedicatomi siete stati a modo vostro chiari,staremo a vedere,ora so che ho bisogno di ritrovare un mio equilibrio..non nascondo che mi sento di merda

  6. 6
    Xavi -

    La verità è che purtroppo non siamo fatti per condividere TUTTA la nostra vita con altre persone, arriverà sempre il momento in cui ti accorgerai della cazzata fatta… fortunatamente con il passare degli anni, i tempi (per capirlo) si accorciano e arriverai magicamente al punto di accorgerti che stai per sbagliare ancor prima di farlo…

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili