Salta i links e vai al contenuto

Una prostituta di nome Sandra …

Lettere scritte dall'autore  

Avevo 17 anni quando la mia prima ragazza mi ha lasciato. Lei era la mia professoressa e aveva 10 anni più di me. È stata con me solo per convenienza e per uscire da una situazione sentimentale difficile. Quando si è ripresa mi ha lasciato di punto in bianco. Ho sofferto come un cane. Da allora decisi di non provare più amore …

Sono passati 8 anni. Durante tutto questo tempo non ho più avuto situazioni amorose di alcun tipo. Tutto il tempo l’ho passato a studiare all’università (ingegneria) .

Rari gli attimi di svago (0, 1 o 2 volte all’anno massimo) , e il sabato e la domenica li passavo sempre a studiare dalla mattina alla sera.

Mi sono chiuso in me stesso e non vi dico il dolore che si prova a vivere così … Un dolore costante, una solitudine quasi palpabile … una sorta di inferno quotidiano …

La cosa ironica è che nessuno sa di questa mia situazione, neanche i miei genitori. Davanti agli altri mi presento come un ragazzo forte, indistruttibile, ma dentro … quanta desolazione …

Tuttavia ho sempre desistito dal confidarmi. Fino al giorno in cui ho subito due lutti consecutivi e tutta una serie di eventi che mi hanno portato ad una enorme depressione, già accentuata dalla vita che conducevo fino ad ora.

Avevo, ed ho, un disperato bisogno di amore.

La disperazione e il fatto che non volevo deludere chi mi voleva bene, mi ha portato così ad andare da una prostituta, ben sapendo che lì avrei trovato solo sesso, non amore. Ma quanto si vive nel ghiaccio, anche il fuoco di un fiammifero va bene a trasmettere un po’ di calore.

Conobbi così questa prostituta di nome “Sandra”. Feci sesso con lei e provai una pena infinita, perché mi sentivo veramente un verme. Trattare una donna come se fosse una cosa … Il sentirmi veramente solo quando facevo sesso … Non mi perdonerò mai per quello che ho fatto …

Finito il rapporto pensai: “Ora me ne vado, e ritorno alla mia solitudine. Mi faccio schifo, non farò mai più una cosa del genere …”

Ma lei mi trattenne, e iniziò a raccontarmi tutto di lei. Parlammo 6 ore di fila. Mi raccontò una vita fatta di stenti e di dolore. Mi raccontò il suo modo di vedere la vita, che era incredibilmente simile al mio e diventammo presto molto intimi.

Da allora iniziai ad andare sempre più frequentemente da lei e me ne innamorai pazzamente. Lei però fu subito onesta (a differenza della mia ex ragazza) e mi disse subito che mi vedeva solo come un amico, non approfittandosi di me.

Le dissi allora di non chiamarmi più, perché io non potevo considerarla solo come amica, e decisi così di non vederla mai più.

Ma dopo qualche giorno lei continuò a farsi viva, chiedendomi come stavo. Tentai così di andare da lei mosso unicamente da spirito di amicizia, ma non ci riuscii.

Ero troppo innamorato di lei. Ogni cliente di cui mi parlava accendeva in me una gelosia tremenda, rischiando così di litigarci ogni volta.

Decisi così di farle giurare di non chiamarmi più. Lei, molto contrariata lo giurò, in nome della sua amicizia. Non capiva, e sono sicuro che non lo capisce tutt’ora, che per me non sarebbe mai stato possibile considerarla solo come amica. Che avremmo sofferto entrambi continuando così …

Sto ancora male e so che non la rivedrò mai più. Le auguro però tutto il bene di questo mondo e spero che ottenga un giorno quella pace e quella felicità che entrambi, fino ad ora, non abbiamo mai avuto …

Lei se le merita davvero, a differenza della mia ex ragazza, che adesso fa una vita molto migliore della sua. (il che lo trovo profondamente ingiusto! )

Di fatto di fronte ai miei occhi, la prostituta di nome “Sandra” ha una dignità e un codice morale che la mia ex ragazza (apparentemente una brava ragazza agli occhi di tutti, ma di fatto una pu…. a) non potrà mai avere. Ecco spiegata anche la differenza tra prostitute e pu…. e.

Basta comunque! Ne ho avuto abbastanza dell’amore, non fa certo per me. Specie in un mondo che premia le persone inique, mentre affossa le persone di cuore…

Un giorno forse riuscirò a trovare il modo di togliere del tutto i sentimenti dalla mia mente, magari con tecniche tipo autoipnosi o meditazione. (anzi se avete dei consigli per farlo datemeli, sono molto graditi) E a non soffrire più …

Ora so che è molto più conveniente esistere, anziché vivere in un mondo come questo…

Una volta tolti tutti i miei sentimenti, potrò così restare solo tutta la vita, lavorare e durante le vacanze (ma anche quando sarò in pensione) andare a fare del bene in posti dove ci sono guerra e miserie, riscattando così me stesso di fronte a Dio per quello che ho fatto.

Grazie e scusate il mio sfogo, ma avevo un bisogno enorme di parlare e dire ciò che provo.

Grazie anche per tutti i consigli e i commenti che mi lascerete. Vi voglio bene.

Oracolo85

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

8 commenti

  1. 1
    toroseduto -

    Ciao Oracolo, penso che ti farà molto bene Rileggere i concetti espressi su questo link:

    http://www.letterealdirettore.it/elogio-della-morte/

    Non ringraziarmi; dovere 🙂 TS

  2. 2
    rossana -

    Oracolo,
    considero la tua professoressa responsabile di una di quelle azioni che definisco “crimini bianchi”, nel senso che possono uccidere, restando sempre impuniti.

    sei stato “brutalizzato” in giovanissima età da un qualcosa che dell’amore vestiva solo un’orrenda maschera.

    questo incontro è a mio avviso una benedizione, un segno del destino, per farti toccare con mano che le persone positive esistono, anche se non sono sempre quelle che agli occhi della maggioranza appaiono tali.

    non sottovalutare questo raggio di luce e non chiuderti ai sentimenti. molto di bello ancora ti attende, se tieni gli occhi e il cuore aperti per accoglierlo!

  3. 3
    Davide -

    Ciao “Oracolo”…da quello che ho capito sei del 1985…siamo quasi coetanei quindi (io 1984).
    Il tuo racconto di sicuro mi lascia senza fiato,una storia sicuramente toccante.
    Se mi permetti vorrei farti qualche osservazione.
    La prima, è che non si tratta di un discorso di p…..na, a mio avviso era anche una storia un po “complessa” in quanto tu neanche maggiorenne lei quasi 30enne, quindi siete stati bene insieme ma dopo non come ovvio che sia non c’era piu condivisione di “sviluppo di vita”. In quanto tu tanti step ancora da compiere, lei già compiuti.
    La seconda,l’episodio della prostituta non deve essere una pena mortale a vita, sono purtroppo errori che si fanno, ma credimi quel mondo li rimane marcio per altri motivi, non per la tua occasionalità.Quindi non flaggellarti.
    La terza, la vita è molto breve al contrario di quanto si possa pensare, i sentimenti sono le uniche cose che non hanno distinzione sociale, economica, culturale. Non privartene, poiché siamo sulla terra per amare e per volerci bene (non a caso quando tu dici di partire per aiutare chi vive tra guerra e miseria, come la giri la giri, sempre di sentimenti si tratta), non chiudere la porta all’amore, poichè troverai una persona che ti saprà amare per quello che sei, e magarì insieme avrete un figlio, e allora comincerai a capire che hai appena cominciato a vivere…

    P.s. Immagina se tutti non vorremmo provare piu sentimenti, il mondo potrebbe anche smettere di vivere…

  4. 4
    marco1974 -

    Non si può vivere rinunciando a priori all’amore. Senza amore siamo solo delle macchine.

  5. 5
    Juice -

    Mi hanno molto colpito le tue parole sincere.
    Sei una persona dal Cuore Grande.
    Non sei mai solo,mai.
    Dio ti sostiene e ti abbraccia nei momenti più dolorosi.
    Non svuotarti mai dei sentimenti,la peggior cosa che più succedere ad un uomo e non provare più emozioni, perchè se accadesse ciò vorrebbe dire morire.
    Il tuo cuore è fatto per gustare gli attimi della vita.
    é bellissimo vedere l’umanità all’interno degli occhi delle persone, e tu l’hai vista nello sguardo di Sandra.
    Ti auguro tutto il Bene di questo mondo,non temere la tua bontà e umunità verrà rincompensata.
    “Un girono senza un sorriso è un giorno perso” citazione di Charlie Chapin.

  6. 6
    oscar -

    Spesso le vere puttane sono migliori di quelle fasulle…

  7. 7
    rossana -

    Oscar,
    approvo e sottoscrivo: molte donne sono più false e più interessate della maggior parte di altre che, più o meno volontariamente, hanno scelto l’opzione di vendere il proprio corpo.

    quanti matrimoni si sono basati in passato o si basano tuttora su questa forma mascherata di meretricio!

  8. 8
    Gabriele -

    Ciao Oracolo ho letto il tuo sfogo.

    A parere mio fai malissimo a sentirti in colpa per essere andato con una prostituta.
    Non c’è nulla di male e può anche aiutare; perchè no.
    Basta con questi falsi moralismi, non te ne devi preoccupare.
    Non è un’errore, è un esperienza di vita.

    Un errore l’hai commesso. Nella tua fragilità ti sei sfogato con una prostituta, che però si è dimostrata comprensiva nei tuoi confronti e tu, te ne sei innamorato.

    Non è da tutti suppongo riuscire a suscitare interesse per una donna che riceve uomini solo per lavoro.

    Per quanto riguarda la tua esperienza con la donna più grande.
    E’ un’esperienza negativa, molto devastante, ma che non ti deve assolutamente precludere altre nuove esperienze.

    Hai motivi per i quali vergognarti? No.
    Su!

    Ciao.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili