Salta i links e vai al contenuto

Il problema sono io…

Salve a tutti, sono una ragazza di 21 anni e mi chiamo Leonora.
La mia vita è stata piuttosto turbolenta, devo essere sincera, il rapporto tra i miei genitori non era dei migliori e non ho avuto mio padre molto vicino, mai, fino all’anno 2006, quando se n’è andato definitivamente via di casa con un’altra donna. Da sempre abbiamo avuto dei problemi, i rapporti con mia madre non erano dei migliori ma negli ultimi anni ci siamo avvicinate molto! Ho avuto una storia con una donna, durata 4 anni e finita nel 2009. Finita poi perché lei “aveva altre esigenze”, ovvero mettere in mostra la propria sessualità partecipando a diverse manifestazioni omosessuali, alla quale io non ero per niente concorde… inoltre, era un rapporto davvero morboso. Il distacco è stato traumatico per me, ma in quel momento conobbi un ragazzo, alla quale io mi attaccai immediatamente. Non lo cercai, accadde casualmente e a distanza, ma da subito nacque qualcosa che attualmente non so più come definire, dato che da un mese a questa parte ho dei grossi dubbi su ciò che provo per lui. Con lui sono rinata, mi ha dato la forza di uscire da quel rapporto autodistruttivo e di dimagrire molto, soffrivo di un obesità pesante e mi autolesionavo regolarmente, cercando forse di avere un po’ di quella attenzione che non avevo avuto, o forse per farmi semplicemente male. Comunque, con lui sono cresciuta tantissimo, tutto questo oggi non mi riguarda, non mangio più a dismisura e non faccio più niente che possa farmi del male… forse fino ad oggi, come se una parte di me volesse a tutti i costi allontanare questa persona dalla mia vita. Anche lui è una persona con delle problematiche, soffre anche lui regolarmente di angoscia e ha diversi problemi famigliari, siamo stati vicini moltissimo, per tutto questo tempo… La nostra è una storia a distanza, io vivevo questa cosa dapprima tranquillamente, forse sottovalutandola, iniziando poi a sentirmi un po’ soffocata dal non poterlo vivere giorno dopo giorno… Con lui è passione, è emozione, è tutto… ogni volta con lui è come la prima volta d’amore, è una persona fantastica che di migliori non ce n’è, io lo so. E il fatto è che, se anche ce ne fossero, non mi interessa! Ma allora perché? Perché ad un certo punto inizio a chiedermi se io sia davvero innamorata di lui? Perché parto in quarta dicendo che no, non lo amo, e al tempo stesso penso ad un futuro con lui, dei figli con lui, a volerlo qui vicino a me? Che ci sia qualcosa dentro di me di così “sbagliato e doloroso” che sta attaccando questo lato della mia vita, che fino ad ora era andato in modo PARADISIACO? Ho molta paura di commettere un errore madornale, di prendere una decisione sbagliata, qualunque essa sia. Soffro regolarmente di attacchi di panico, questo voglio specificarglielo. E ora ho davvero paura, e forse è infantile, che la persona per me non sia lui… ma non ci credo neanche io! Cosa devo fare? Lui sta male… inizio davvero ad avere paura che lui si possa stancare, anche se devo essere franca e lui praticamente ha continuato a farmi da psicologo nonostante tutto! Lo vede, quanto è meraviglioso, anche in questo momento? E se io in realtà non lo avessi mai amato, se mi fossi appoggiata a lui e ora potrei vivere anche senza di lui? E come mai, mentre le scrivo queste cose, sento che non è così? Un abbraccio e grazie ugualmente per avermi letta,io non ho amici o amiche con cui parlare… solo lui e mia madre.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook Il problema sono io…

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

2 commenti

  1. 1
    GUIDO -

    Ho letto la tua lettera reginareginaciliegia la fine è la sua parte più
    importante. Hai dalla tua parte la gioventù che è la cosa più importante
    al mondo. Sei confusa in questo momento è normale! Rilassati non è
    successo niente di grave, sei solo confusa. Devi solo amare te stessa un
    po’ di più, da sola, senza dover sentire lo spasmodico bisogno di essere
    amata. Hai fatto dei passi importanti con il tuo fidanzato, ti ha
    aiutato a crescere a migliorarti, ma se non lo ami più devi essere
    onesta e sincera sopratutto con te stessa.

  2. 2
    anna -

    solo tu puoi sapere esattamente quello che provi..magari hai iniziato questa storia con lui perchè ti è stato molto vicino, e perchè avevi ancora bisogno di lui..magari è un ragazzo fantastico, ma per te non va bene un ragazzo..magari il tuo destino è accanto ad una donna..e non pensare che lo dica per offenderti..io vivo una storia con un ragazzo, ma spesso mi ritrovo a pensare di non amarlo..spesso mi accorgo che forse io dovrei stare accanto ad una donna..ma non ho certezza che queste siano le mie necessità, perchè non ho mai avuto la possibilità di assaporare la “vicinanza” di una donna..ma per te è diverso..quindi sai se il mio ragionamento potrebbe essere giusto, o totalmente fuori luogo..in ogni caso ti auguro il meglio..

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili