Salta i links e vai al contenuto

Presidente Napolitano chiediamo solo quello che ci spetta di diritto

Lettere scritte dall'autore  

Mi chiamo Letizia Coniglio, sono una docente precaria di III fascia e lavoro nell’ambito scolastico da parecchi anni, accettando di coprire i posti più impensabili dove gli altri rifiutano di andare, magari in alta montagna dove l’inverno è duro da sopportare o magari in paesini difficilmente raggiungibili perché gli autobus non arrivano. Da anni ho abbandonato i miei figli per dedicarmi interamente al lavoro, lasciandoli soli col papà in Calabria per andare a lavorare a Bergamo e sbarcare il lunario e per me come per altri centinaia di colleghi non esistono vacanze estive perché siamo sempre col cuore in gola, pensando al prossimo anno scolastico e sperando che sia migliore di quello trascorso e quando arriva la fine di agosto l’ansia ci soffoca e non facciamo che fissare quel cellulare “che ci segue anche in bagno” con la speranza che squilli da un momento all’altro e che ci venga comunicato di prendere servizio e, magari, per tutta la durata dell’anno scolastico. Noi di III fascia siamo docenti che accettiamo qualsiasi supplenza ci venga offerta pur di lavorare; per raggiungere l’intero punteggio, in un anno scolastico, facciamo i salti mortali, come è capitato a me nell’anno scolastico 2011 / 2012 che pur di portare a termine l’anno ho lavorato su tre scuole diverse e cambiando casa e paese per ben tre volte. Abbiamo garantito per anni ,e continuiamo a farlo, la continuità scolastica, ed ora di punto in bianco salta fuori un concorso atto a sistemare persone già abilitate!!!! Sinceramente no ne capiamo il senso di un concorso simile…….Siamo stanchi di essere presi in giro e sballottati da una parte all’altra dell’Italia; mentre altri percepiscono stipendio ed accumulano il punteggio senza mai essere entrati in una classe….grazie ad astensione facoltativa , malattia e chi più ne ha più ne metta; e magari dopo aver sollazzato per 7 , 8 e anche 10 anni si vedono pervenire a casa la lettera di immissione in ruolo….questa, come si dice in Italia, è MERITOCRAZIA!!!! Gradirei pertanto di poterla incontrare e se non chiedo troppo vorrei che mi regalasse un’ora del suo tempo per ascoltare quali sono i problemi degli insegnanti di III fascia. DISTINTI SALUTI IN FEDE Coniglio letizia

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Scuola

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili