Salta i links e vai al contenuto

Possibile depressione ?

Lettere scritte dall'autore  

Buongiorno,
é da un po’ di tempo che navigo fra siti che parlano di depressione e leggendo i vari “sintomi” mi ci sono riconosciuta. Sono sempre stata una ragazza malinconica e troppo sensibile, sia per ciò che succedeva a me che per ciò che riguardava altri, perfino sconosciuti. Ora però mangio quando ne ho voglia, quasi mai, dormo pochissimo, più o meno 4-5 ore a volte di giorno e a volte di notte, in più piango, sempre e per qualsiasi cosa, mi sembra di impazzire.. Praticavo equitazione, ma anche il mio cavallo ha perso il mio interesse. I miei genitori sono più distanti che mai e i miei amici seppur buoni sembrano non accorgersi di nulla..
Cosa devo fare ?

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso - Salute

6 commenti

  1. 1
    Lana -

    Blu fatti consigliare da un medico. Non é possibile alla tua etá stare così. Fallo per favore. Magari ce la puoi fare anche da sola, ma é molto molto piu faticoso. E parla con i tuoi genitori, non posso crederci che nn si accorgano del tuo disagio.

  2. 2
    blue -

    Io non so cosa potrebbero pensare di me se gliene parlassi.. Non credo ne valga la pena.

  3. 3
    roxana -

    Ci sono passata per un lungo periodo e forse anche ora ne avrei bisogno… parla con un medico, ancor meglio uno psicologo. So che è facile a dirsi edifficile a farsi… però è la soluzione migliore, anche se non semplice da attuare. Ma secondo me dovresti provarci..

  4. 4
    Lana -

    Blu anche io sono sempre stata una ragazza diciamo portata alla malinconia, ho sofferto di depressione, ed anche oggi che ho 32 anni e ne ho passate tante ti dico che questa tendenza non se ne va via … probabilmente é connaturata in alcune persone piu che in altre, ci porta ad essere piu sensibili, piu riflessive, ed anche a soffrire per cause che la maggiorparte della gente “normale” nemmeno intuisce. Ma si puo migliorare ed avere una vita sufficientemente serena !
    Mi sembra di aver capito che sei molto giovane, tu adesso non ti rendi conto della necessita di chiedere aiuto perche sei “dentro” il problema, ma se potessi riguardarti fra 10 anni, come io ripenso a me stessa alla tua eta, capiresti che la cosa migliore é cercare di smuovere la situazione, anche curandosi nel vero senso della parola. I tuoi genitori saranno sempre dalla tua parte, non devi provare vergogna ad aprirti con loro … ma possibile che non si siano accorti che stai male ? Ciao facci sapere come va

  5. 5
    Rossella -

    Ciao,
    ti consiglio di rivolgerti per un consiglio al tuo medico di base. Per il resto ho notato che tanto i credenti quanto i non credenti tendono ad avere lo stesso punto di vista su alcuni argomenti. Infatti pocanzi mi divertivo a stuzzicare una persona che non mi da udienza. Questa cosa non mi scandalizza, ma è chiaro che quando ti trovi in una situazione di questo tipo non puoi risolverla in maniera razionale. Capita. Per motivi legati al tono dell’umore o per motivi personali. Io ad esempio ho vissuto un momento di grande imbarazzo che mi ha portato a perdere i contatti con diverse persone di famiglia. Capita. Però chi sta dall’altra parte (è capitato anche a me… c’è stato un tempo in cui non mi pesava aspettare inutilmente che il mio entusiasmo venisse contraccambiato da un gesto che in qualche misura mi facesse sentire rifrancata dell’amore profuso. Su queste cose è facile non capirsi… perché vengono dal cuore e non sei più tu a decidere. E’ la tua anima. Infatti si dice “anima in pena”. Ma quante volte non mi sono sentita apprezzata… perché tu fai le cose con fare bambinesco e ricevi compassione, indifferenza, giudizi e critiche. Mediamente accade questo. Adesso non penso alla famiglia. Parlo in generale. Nel mondo c’è molto materialismo), dicevo che chi sta dall’altra parte si blocca. Si arresta. Ti tiene nel cuore perché è consapevole che se volesse ragionare con giustizia ti dovrebbe allontanare. Una persona trattenuta viene percepita come un idolo.

  6. 6
    Rossella -

    […]Per questa ragione esiste tutto un protocollo che contiene il grande mistero della vita. Oggi nessuno penserebbe che sei riservato e questa consapevolezza ti porta a chiuderti sempre di più nel tuo guscio. Quasi come se in cuor tuo fossi consapevole che esiste una colpa. Il senso di colpa si supera insieme. Insieme si trova la forza. Nel momento in cui mi rendo conto del fatto che sono troppo sensibile per potermi muovere in un ambiente in cui non si tiene conto della natura spirituale dell’uomo e si trascurano il governo e la virtù, io, che ho altre esigenze, mi ricavo uno spazio mio senza isolarmi. Da quella distanza farò tutti i doveri e metterò tutti nella condizione di poter ricambiare. L’ospitalità ha le sue regole e queste regole fanno bene alla salute.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili