Salta i links e vai al contenuto

Perdersi..

Lettere scritte dall'autore  Denise1234

4 mesi e mezzo fa mi ha lasciata il mio ragazzo (dopo 5 anni di relazione).. Gli ho promesso che ci sarei stata se fosse tornato un giorno lui non mi aveva dato nessuna sicurezza ma è tornato due settimane fa.. Ora ho combinato un casino troppo grande. Gli ho detto una cazzata. Ora mi ha mandato via dalla sua vita e io questo dolore non riesco a sopportarlo una seconda volta. Voglio morire. Voglio sparire da questo mondo. Davvero io non ce la faccio più sto troppo male. Non ho nessuno che mi capisca. Nessuno vicino. Una famiglia assente da sempre. Una famiglia che non mi ha mai capita. Volevo riniziare una vita da capo con lui stavolta.. Volevo una famiglia, una casa, dei bambini. Ora ho perso tutta la felicità di questo mondo. Voglio morire veramente. E l’unica cosa che chiedo. L’unica cosa che voglio veramente perché il dolore è troppo e nella mia vita ho sempre sofferto e non riesco a reggere più niente.
5 anni fa al mio ex ragazzo gli avevo promesso che non mi sarei più tagliata con la lametta. La prima volta che ci siamo lasciati c’è stato l’alcool a calmarmi e ora? Non c’è nemmeno più quello, non mi calma più. La colpa questa volta è mia e quindi me lo devo. Mi faccio schifo. Voglio soltanto morire. Non voglio continuare questa vita. Non ha più senso niente per me.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Perdersi..

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

6 commenti

  1. 1
    Bohemien82 -

    “avevo promesso che non mi sarei più tagliata con la lametta.”

    Probabilmente è questo che lo ha destabilizzato: a lametta i peli crescono più ispidi e forse gli irritano la pelle. Prova con la ceretta magari ci ripensa!

  2. 2
    Bottex -

    Allora, qui ci sono 2 problemi distinti.
    Primo: se il tuo ragazzo già ti aveva lasciata, era perchè la relazione non funzionava, almeno per lui. Se era tornato è stato semplicemente perchè non gli è andata bene con altre o perchè non aveva altro e quindi tu eri solo la sua ruota di scorta. In un certo senso, è stato meglio che se ne sia andato di nuovo. Se una cosa non va, non va. Intendiamoci: tu hai tutto il diritto di desiderare un compagno, una famiglia e dei figli, ma non con lui. Cerca un altro, se è quello che vuoi. Non sarà impossibile, credimi.
    Il secondo problema è che, probabilmente a causa di un passato difficile, tu soffri di depressione e di autolesionismo. In questo caso, credo dovresti sentire un esperto del settore, senza vergogna. Il primo passo per curarsi è ammettere di avere un problema. Capisco la tua tristezza, ma se vuoi stare meglio devi reagire. E mi raccomando, nel frattempo niente tagli, sbronze o cose simili, ok?! Quelli non risolvono i problemi. Saluti.

  3. 3
    Suzanne -

    Sono tendenzialmente contraria a qualsiasi censura, ma un commento cosí squallido in una lettera comunque delicata per me non andava pubblicato.
    Denise, intanto rallegrati di non essere pusillanime e arida come Bohemien, poi parlane con un amico o un parente e vedrai che tutto ti sembrerà meno grave. Questo non è il posto adatto; puoi scrivere solo se sei un minorato mentale o se sei un uomo lasciato. Meglio se entrambi contemporaneamente.

  4. 4
    Licia -

    In questi casi solo il tempo può aiutarti. Potrai sforzarti quanto vuoi ma il pensiero tornerà sempre lì; dopotutto 5 anni di relazione non è roba da poco, non si possono cancellare con un colpo di spugna.
    Hai detto che ti ha lasciata 4 mesi e mezzo fa, perciò suppongo che in tutto questo tempo sarai andata avanti senza di lui. La cazzata che gli hai detto è veramente grave o è lui ad essere esagerato?
    Vorrei dirti che non è l’unico uomo sulla faccia della Terra, che probabilmente è sostituibile, ma non credo sia consolatorio…
    Lascia perdere lametta, alcool e altre sostanze ed oggetti che potrebbero danneggiarti. Non hai veramente nessuno che può starti vicino e con cui puoi sfogarti?

  5. 5
    Gimmy -

    Io penso che se prima di tutto inizi ad amare te stessa, la vita potrà cominciare a sorriderti. Non è facendoti del male che risolverai i tuoi problemi. Sei sconvolta, ma devi imparare a reagire facendo leva sulla tua forza, anche se pensi di non esserne in grado; non ti assumere colpe cosi grandi e irrecuperabili, solo perche le cose non vanno nel modo in cui vorresti; i tuoi sogni, i tuoi progetti possono certamente essere realizzati, ma non scegliendo la strada del dolore che ti auto imponi nei momenti difficili. Hai bisogno in primis di fare un percorso terapeutico, che ti aiuti a gestire il peso dei disagi che porti alle spalle. Dovresti prenderti cura di te stessa, prima di pensare al tuo ragazzo; tutti quanti commettiamo errori, non essere cosi drastica e negativa, le cose possono essere sempre chiarite quando ci sono buone intenzioni e sentimenti onesti e questo vale anche per la tua famiglia di origine. Sii coraggiosa.

  6. 6
    Yog -

    Questo fatto di tagliarsi con la lametta, mi turba.
    Al supermercato io le lamette non le trovo da anni, un mio cugino geometra le usava per correggere i lucidi a china e quelle usate me le passava per radermi perché era un peccato buttare delle Wilkinson Sword e mi voleva bene, ma adesso non più, usa Autocad.
    Eviterei, fossi in te, di procurarmi tagli perché è facile infettarsi con agenti piogeni e – credimi – in questi tempi è meglio non frequentare il Pronto Soccorso.
    Un tempo per causarsi lesioni gravi c’erano anche i rasoi usa e getta marca “Bolzano”, ma credo siano stati vietati dalla FDA per odio verso i “musi rossi”.
    Per calmarti non esiste solo l’alcool, che può dare rimbalzi di umore fastidiosi, tolleranza e dipendenza, ma intere gamme di molecole, basta anche il medico di base: parlagliene con fiducia.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili