Salta i links e vai al contenuto

Pensieri contrastanti dopo 9 anni di storia

La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

52 commenti

Pagine: 1 2 3 4 6

  1. 11
    Falco matto -

    Se fosse per posizione e soldi, non avrei “buttato” nove anni di vita per una storia a distanza con lui.
    Se non fosse per amore, non sarei andata avanti dopo un tradimento.

    Sai, potrò avere anche scritto delle “confessioni femminili” banali e uguali a tutte le altre (dopotutto, sono donna anche io… ahimè!), ma il mio arrovellamento sulla questione lavorativa non comprendeva le parole “posizione”, “prestigio” e quant’altro. Era un pensiero molto più basic il mio. Disapprovo il non aver perseguito una strada, che sia quella del meccanico, del pasticcere, dell’ingegnere, del bibliotecario, dell’insegnante, dell’avvocato….poco importa. Ora ci troviamo in stallo: lui con mille esperienze lavorative inconcludenti degli anni passati e adesso inizia a cercare di costruirsi una strada finendo l’università e rincorrendo concorsi che via via gli sfuggono di mano; io ho finito un percorso (lungo!) universitario e adesso inizia l’altrettanto lunga concretizzazione di quello…

  2. 12
    Falco matto -

    … siamo sfasati, ecco. Peccato che non abbiamo vent’anni e se vuoi sostenere le spese di una vita semplice (senza villa e barca!), come penso tu sappia, non puoi vivere di amore e basta.
    Se per te è essere egoisti fare due conti in tasca di come sta la situazione, sono egoista.

  3. 13
    beetlejuice -

    Di tutto ciò che hai scritto per “giustificare” la scelta di chiudere, non è un caso che hai lasciato il pezzo forte per ultimo “i miei sentimenti non coincidono più coi suoi. Lui molto innamorato e preso da me, io mi sento più lontana.”
    Lavoro..precarietà..stabilità..flirt di 5 anni prima?!… se vuoi chiudere fallo, ma fallo con stile: “chiudo perchè mi sono disinnamorata”.
    Ciò che ti frena è soltanto il timore di non trovare un altro altrettanto valido, ne avessi certezza avresti già chiuso.

  4. 14
    Anika -

    Quindi RDF fammi capire una cosa. Io mi sbatto anni sui libri e tra tirocini vari perché fare il medico è il mio sogno e sono determinata a inseguire questa strada. Però se dopo tutti i sacrifici che ho fatto, mi accorgo che la persona che mi sta accanto a differenza di me, non ha voglia di costruirsi un futuro allora io sarei una donnaccia che pensa solo ai soldi? Intanto ti avviso che un medico non ha certo bisogno dei soldi del partner. Comunque è evidente (ovviamente non per chi come te campa di pregiudizi) che il problema della ragazza della lettera non è la posizione economica del partner ma piuttosto una serie di differenze caratteriali e di ambizioni. Non si giudicano le persone per il loro portafogli però io quando vedo mie coetanee che a 30 anni rifiutano il lavoro in fabbrica o al ristorante perché “sperano” nel lavoro dei sogni, capisco che non sono persone molto serie. Questo fa di me una persona materialista? Non penso proprio.

  5. 15
    Esther -

    I perditempo vanno evitati subito come la peste: li squadri, li studi, li metti alla prova, e se nel giro di un mesetto non hanno concluso un ca@@o, li trombi via con un bel calcio nel … mondo 🌍, magari in Africa, accogliendo al suo posto un povero bambino che soffre la fame e tanto altro. Questo scambio sarebbe profittevole. Noi ci togliamo dai co@@ioni un deficiente inconcludente, ed un bambino povero finalmente ha una possibilità di avere una vita più dignitosa.

  6. 16
    Anika -

    Falco Matto non indugiare in spiegazioni con persone la cui vita si basa su stereotipi e pregiudizi, si è capito benissimo cosa intendevi dire. La vita è fatta di affitto (o mutuo), bollette, spesa, benzina, auto e tante altre cose. Nella mia cerchia di amicizie maschili non conoscono NESSUNO che inizierebbe una relazione con una donna che non abbia uno straccio di lavoro. E fanno bene! Dai ma svegliatevi un po’ anziché fare sempre i misogini. Non si sta parlando di un partner ricco, si sta parlando di gente che abbia voglia di costruirsi un futuro, di gente che abbia voglia di lavorare. E purtroppo in giro ci sono uomini e donne che di voglia ne hanno poca. Non importa che lavoro fai o l’entrata in termini economici: importa che lavori e ti dai da fare e che tu possa contribuire al bilancio familiare, che tu sia uomo o che sia donna. Ed è più che giusto a una certa età che si guardi anche l’aspetto economico di una storia. E questa è una cosa che si fa a prescindere dal sesso.

  7. 17
    Rdf -

    Falco/a matto/a se vuoi sostenere le spese di una vita semplice basta il pane in tavola e un tetto sopra la testa . Si campa lo stex. E si può benissimo pagarlo IN DUE (ma non erano emancipate ?)

    Il resto è amore e serenità con tua compagna, felici di essere al mondo e di amarvi, di crescere i vostri figli se ci saranno !

    II resto , anche la roba più costosa … non vale un cazzo. E’ solo ROBA e no vi darà la felicità. Che triste far dipendere da essa il vostro “””””amore”””””.

    Lascia parlare chi queste cose le conosce ..E bene

    I conti in tasca, tipo zecca parassita, fatteli da solo/a, io per ex potrei essere anche il più ricco al mondo… ma farei il barbone fino alla fine piuttosto di trovare un amore falso

    Allora per eccesso: le zo....e di lusso a pagamento … … sono giovani e bellissime…viso stupendi e corpi perfetti … allora perché Si dovrebbe sceglierne solo una (e pagare il suo falso amore ) tutta la vita?

    Altro dirti non vo’ ,e che la tua festa … c’anco tardi a venir … non ti sia GRAVE

  8. 18
    Bohemien82 -

    “La donna che paghi subito è quella che ti costa di meno.“

    Se una donna si può comprare, non vale la spesa..

  9. 19
    Maldamore -

    La sfortuna degli uomini ricchi è proprio questa,
    rischiare che una li sposi per i soldi senza amarli.
    Una donna può essere bella o bellissima, ma se non ti ama e ama la tua posizione e i tuoi soldi il rapporto è costruito sulla sabbia.
    Arriverà il momento che si separerà chiedendo cospiqui alimenti.
    Ne abbiamo avuto tanti esempi.
    Nel tuo caso c’è l’argomento stima che non hai nei suoi confronti, il tempo passa e non ritorna più, se un rapporto non convince anche
    solo uno dei due, meglio tagliarlo.

  10. 20
    Falco matto -

    Rdf, stammi bene.

    Per le altre/altri: ora, dalla mia descrizione effettivamente sembra un uomo del genere (fancazzista, che non ha voglia di lavorare nè di costruirsi un futuro)…di fatto, non è così!! Nel senso che abbiamo usato diversamente questi dieci anni: lui ha lavorato mettendoci tutto l’impegno nei lavori che faceva e trascurando l’università, io ho messo tutto l’impegno del mondo negli studi. Certo,la mia famiglia mi ha permesso di studiare e basta, per lui invece non era possibile. La situazione che si è creata ora è proprio questo divario di dieci anni: mentre lui ora si dà da fare in una sola direzione lavorativa post-laurea (che sta terminando), io sono già “oltre”. Il punto è che non esiste il binomio laurea -> immediato lavoro, ci vorranno ancora almeno 4-5 anni di vita prima che forse si stabilizzi…nel frattempo lavorerà, non si è mai tirato indietro in questo…però sono stufa di aspettare…mi dispiace pensarlo, ma avrebbe dovuto attivarsi prima…E…

Pagine: 1 2 3 4 6

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili