Salta i links e vai al contenuto

Peggio che morire

Buongiorno a tutti, questa è la prima lettera on line della mia vita e la sto scrivendo in un momento particolarmente doloroso.
Mi sono lasciato con la mia ragazza, può sembrare una situazione banale, all’ordine del giorno ma come ogni lettera pubblicata contiene una serie di dinamiche e coinvolgimenti estremamente complicati e critici.
Prendetelo come uno sfogo e già ringrazio chiunque leggerà e risponderà.
La mia storia e il mio interesse verso la mia ex ragazza inizia dalla prima adolescenza abbiamo la casa entrambi nello stesso paesino di campagna, e lei rappresenta la mia prima grande infatuazione. Crescendo ci si allontana ma mai abbastanza per smettere di pensare l’uno all’altra abbiamo esperienze con altre persone ma i rapporti non eguagliano mai quelle sensazioni di calore che entrambi avevamo quando stavamo assieme (senza far nulla di fisico! stavo sempre a distanza di sicurezza) . Nel gennaio 2007 ci risentiamo, ci rivediamo e stavolta scocca quella scintilla che per anni è rimasta latente. Sono stati i tre anni più belli della mia esistenza perché ero riuscito a condividere qualcosa di superiore insieme a questa persona. Addirittura quando fui trasferito per motivi di lavoro in un’altra città il nostro legame si è addirittura fortificato. Nell’aprile dell’anno scorso torno nella mia città e lei molla l’università per risolvere i propri problemi economici e poter ulteriormente crescere insieme. E qui iniziano i problemi. Trova, dopo molto faticare un lavoro in un importante banca e purtroppo si avvicina ad un suo collega molto più grande di lei, non mi tradisce ma il rapporto inizia a venarsi. Mi casca il mondo addosso è la prima volta che sento la paura l’angoscia di perderla, reagisco, mi avvicino ancora e la situazione sembra migliorare. Andiamo avanti fino a gennaio quando mi lascia la prima volta. Io vado in panico e mi lascio completamente andare (sono finito al pronto soccorso) dopo 15 gg lei ritorna era confusa aveva anche perso il lavoro e voleva addirittura espatriare. Ci rimettiamo insieme e io prendo una casa in affitto lei però non si trasferisce poiché vorrebbe partecipare con le spese ma senza lavoro non può.
16 giorni fa dopo una decina di giorni in cui le cose non brillavano (mancanza di verve da parte di entrambi io mi sentivo messo da una parte lei subissata da continue insistenze da parte del padre per il lavoro) decidiamo di parlare e lei mi lascia. O meglio dopo una serata intera passata abbracciati e dopo una giornata passata insieme normalmente sparisce. Io personalmente sono talmente scioccato che non ho reagito. Il giorno seguente le mando un sms (aveva un colloquio importante per un lavoro che poi ho saputo ha brillantemente superato) ma nessuna risposta. Da allora non passa attimo in cui non pensi a lei ai suoi occhi al suo sguardo all’importanza che ha e che sempre avuto nella mia vita mi sento svuotato. Non riesco a capacitarmi di una reazione simile, mi sembra impossibile che questo rapporto sia arrivato a una conclusione così triste, la sento lontana e sinceramente non so più cosa pensare.
D’altronde i fatti non mentono una persona innamorata o sicura non sparisce per così tanto tempo. Questo lo so riesco anche a razionalizzare ma dentro di me c’è un fuoco che brucia che la ri vorrebbe con sé che spera in un ritorno che non crede all’evidenza dei fatti un fuoco che non si arrende.
Mi sento combattuto e diviso..
Vi ringrazio per questo spazio mi sono sfogato in questa triste giornata di pioggia.
Cordialmente.
T.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti

  1. 1
    Master589 -

    Come te non sono abituato a scrivere sul web difatti scrivo per la seconda volta…questa volta mi và di rispondere perchè sotto alcuni aspetti la tua storia è molto simile alla mia…anche nel mio caso una ragazza conosciuta da sempe, anche nel mio caso l’avvicinamento ad una persona ben più grande di lei (a mio parere grande solo sulla carta d’identità…)…E’ vero! queste cose ti spiazzano e nemmeno poco, la persona che pensavi di conoscere da sempre che riuscivi a prevedere e capire in ogni suo atteggiamento all’improvviso ti tira una pugnalata…una pugnalata che fà molto male perchè te lo saresti aspettato da tutti ma da lei MAI…penso però che non ostante tutto, non ostante il forte dolore questi momenti vadano vissuti e capiti. Il perchè? perchè le persone cambiano e noi spesso non ce ne accorgiamo, o peggio ancora non sono mai state quello che noi pensavamo che fossero…probabilmente lei si farà risentire con te dicendoti che le dispiace ma però ha scelto così…tu in quel momento non capirai ma cercherai in tutti i modi di darti una spiegazione che non c’è…sappi che in questi momenti anche la persona che ti aveva sempre giurato amore fedele, di te non le importa più nulla e pensa solo ai propri interessi…Non voglio scoraggiarti, non voglio neanche dirti che forse è finita per sempre, questo stà a voi deciderlo…voglio solo darti un consiglio…sii sempre sicuro di te stesso, di quello che dici e sopratutto di quello che fai…a me ha aiutato molto, perchè alla fine di questa storia tu potrai dire di essere sempre stato sincero e di non aver mai lasciato nulla al caso…potrai dire di aver fatto il tutto per tutto per salvare questa storia…potrai dire di essere stato quello che non è stato lei cioè COERENTE…e se le cose vanno male non demoralizzarti ti assicuro che là fuori c’è qualcun altro che ti aspetta!

  2. 2
    colam's -

    ciao, per certi aspetti la mia ex-storia è andata nello stesso modo.. ti poei solo consigliare di girare brutalmente pagina, butta tutti i ricordini, foto, peluche e lettere varie, taglia tutti i ponti e ricomincia da zero. Lei non si merita che tu ti rovini l’esistenza dopo il suo benservito. Anzi, sposati, fatti una famiglia, vivi felice, chi non ti ama non ti merita !

  3. 3
    Mr.Bickle -

    Buongiorno a tutti,
    In questi giorni ho riflettuto parecchio e sono giunto a una sola conclusione:
    Una persona che ama ed è coinvolta non agisce di certo così.
    Sparire è un comportamento quantomeno scorretto.
    Seguirò i vostri consigli essere coerente e andare avanti.
    Solo che non è facile poichè il pensiero di aprire gli occhi e rendersi conto che chi hai amato tanto da volerci condividere il futuro
    si è rivelato in questo modo non è facile, e staccarsi totalmente dal pensiero positivo che avevo è estremamente dura.
    Da parte sua inoltre non ho avuto più notizie ieri le ho persino richiesto le mie cose (senza far riferimento a niente era un semplice sms informale) e non ho ottenuto nenche una risposta.
    Ne sono rimasto basito.
    Ne devo prendere atto e andare avanti (questa è la seconda volta che lo ripeto ma riuscire a prendere una posizione del genere richiede un grosso sforzo).
    Ringrazio per le vostre testimonianze e vi sono grato per il vostro apporto , chunque voglia condividere altri pensieri e commenti trova la mia totale disponibilità.
    Saluti.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili