Salta i links e vai al contenuto

Pedofilia = disabilità. Che ne pensate?

Pedofilia, la Grecia la classifica come «disabilità»
La notizia a prima vista ha dell’incredibile e quasi non si riesce a crederci. Poi però, ragionandoci un po’ si arriva alla conclusione che probabilmente qualla del Governo Greco non è una cattiva decisione. Infatti la società moderna ha sempre sostenuto che i pedofili siano dei malati e la pedofilia sia una patologia, una malattia. Quindi, definire “disabili” i pedofili mi pare logico (anche se eticamente discutibile). Infatti se queste persone devono vivere una loro sessualità castrata, repressa, non realizzata, non agita, possono benissimo definirsi dei “disabili”. Che ne pensate..?

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Riflessioni - Salute

10 commenti a

Pedofilia = disabilità. Che ne pensate?

  1. 1
    colam's -

    io Willyss penso che ne abbiamo già parlato in tue lettere precedenti, nelle quali (scusami nel caso io storpiassi il tuo pensiero) grosso modo difendevi il diritto dei bambini di vivere una loro sessualità libera e senza frustrazioni, “se lo vogliono loro”.

    Perciò per quanto mi riguarda ribadisco il mio concetto espresso nell’altra discussione: se io prendessi il potere in Italia, i pedofili sarebbero tra i primi perseguitati.

  2. 2
    jacknife -

    Quoto Colam’s, a cui darei “carta bianca”.

  3. 3
    Willysss -

    Non si costruiscono i diritti civili perseguitando altre categorie di persone che ci siano o meno antipatiche. Se ci facciamo caso, infatti, proprio dove ci sono regimi totalitari e dittatoriali, ci sono le più grandi persecuzioni di altre categorie di persone per motivi religiosi, politici, sociali e sessuali. Il pedofilo non ha scelto di essere così e quindi, se la sua sessualità la consideriamo una malattia o handicap la proposta di legge che definisce “disabili” queste persone ha una suo senso logico, no? D’altra parte, se non li consideriamo dei malati o dei “deviati” sessuali allora giustamente non devono essere considerati dei “disabili” o handicappati. Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. Comunque vedo molte analogie con il trattamento che la società fa oggi sui pedofili con quello che faceva con gli omosessuali negli anni ’50. Andate a rileggervi le teorie mediche di quei tempi e anche i gay erano considerati dei “disabili” handicappati…Ora non più ed è probabile che accada anche per la pedofilia. Chi può dirlo?

  4. 4
    jacknife -

    mio caro “filopedofilo”(…o pedofilo?…), puoi rigirartela come ti pare la frittata ma il discorso non cambia…
    I pedofili sono dei disabili? ed i serial killer, poverini?
    Mappatura dei pedofili e pene severe, e se te pijo…altro che disabilità!

    “…Comunque vedo molte analogie con il trattamento che la società fa oggi sui pedofili con quello che faceva con gli omosessuali negli anni ’50.Andate a rileggervi le teorie mediche di quei tempi e anche i gay erano considerati dei “disabili” handicappati…”

    Vergogna…

  5. 5
    IO -

    Willyss,
    avevo letto in passato il tuo “trattato sulla pedofilia” e ora ne trovo uno nuovo..
    mi nasce un dubbio? perchè tutta questa attenzione verso i pedofili? perchè cerchi di trovare una “scusante” a tutti i costi? sei per caso anche tu un pedofilo?
    veniamo al punto.. la tua necessità e di altri è quella di voler catalogare il pedofilo in qualche modo, lo vuoi chiamare disabile? lo vuoi chiamare deviato? lo puoi chiamare come ti pare ma il concetto non cambia.
    Il pedofilo è colui che costringe e raggira un bambino incapace di scegliere e di esrpimere il proprio parere per espletare i propri fini sessuali, che per quanto mi riguarda è come violentare, perchè la violenza è non solo fisica ma anche mentale se colui che la riceve non è in grado di valutare razionalmente la situazione e razionalmente scegliere se vuole o non vuole quello che gli viene proposto.
    Detto questo etichettali come ti pare, per quanto mi riguarda un pedofilo è un malato mentale incurabile.
    Ho visto una trasmissione dove veniva intervistato un pedofilo in galera e lui ha detto “potete fare quello che volete, potete tagliarmelo, potete castrarmi, ma noi avremo sempre questo istinto, noi vogliamo bene ai bambini non gli facciamo male.. se volete che la smetta, tenetemi in galera o uccidetemi”
    in parole povere io li chiuderei da qualche parte e butterei via le chiavi.

  6. 6
    Willysss -

    Se avete letto bene la notizia riportata nel mio link in apertura, il Governo greco non ha considerato “disabili” e meritevoli di pensione di invalidità solo i pedofili ma anche i sadomasochisti, i piromani e feticisti. Persone che apparentemente creerebbero meno allarme sociale e invece sono più pericolose dei pedofili. Il piromane brucia interi boschi creando danni all’ambiente incalcolabili, anche la sua è consierata una patologia ma stranamente anche lui, al pari dei pedofili, non viene curato e uscito dal carcere continua a bruciare e a bruciare…magari anche peggio di prima. Il sadomasochista è una persona che da una parte prova piacere al dolore degli altri e dall’altra prova piacerea farsi infliggere dolore. Il feticista forse è la meno pericolosa ma pur sempre ha una patologia: si eccita con dei “feticci” e non con il partner. Allora quando IO dice: “Detto questo etichettali come ti pare, per quanto mi riguarda un pedofilo è un malato mentale incurabile.” Se è incurabile allora rientra nella categoria dei disabili o degli handicappati e quindi, secondo logica, avrebbe diritto alla pensione di invalidità. JACKNIFE dice: “I pedofili sono dei disabili? ed i serial killer, poverini?” Beh, devi distinguere: un pedofilo è così di natura, come un omosessuale o un transessuale: è strutturato così; un serial killeri invece è diventato così. Può cambiare se curato perchè serial killer non si nasce ma si diventa. Il pedofilo invece lo è come tendenza sessuale. Non lo è diventato. Chiaro adesso perchè il serial killer non può definirsi “disabile”? Badate bene che il Governo greco non ha fatto questa legge per fare un favore ai pedofili ma anzi li ha stigmatizzati come “disabili” (=handicappati) e non credo che sia un atto a favore della categoria. Se per la psichiatria forense il pedofilo ha una sessualità deviata, non completa, non matura, allora gli si può attribuire anche la qualifica di “disabile” o “invalido” e la pensione la può richiedere. Ognuno vede le cose da un SUO punto di vista: sarebbe interessante sapere che cosa ne pensano gli stessi pedofili di questa iniziativa del Governo greco……

  7. 7
    IO -

    willyss,
    i pedofili possono essere solo felici di essere catalogati insieme ai piromani e ai feticisti.. ma il feticista non fa male a nessuno, se non a se stesso o ad un altro maggiorenne consenziente e non va curato, perchè non è malato semplicemente uno a letto, fatte salve le premesse di prima, può fare ciò che vuole.
    Il piromane è come un cleptomane.. brucio perchè non riesco a fermarmi, rubo perchè non riesco a non farlo.. e quando lo fanno se ne vanno in galera o a farsi qualche cura psichica.
    Il pedofilo appartiene ad una categoria diversa e che racchiude solo il pedofilo, il pedofilo è uno che fa MALE ad un neonato, un minore, un bambino… al pedofilo bisogna dargli l’ergastolo, perchè non c’è cura all’istinto sessuale.

  8. 8
    Willysss -

    Caro IO, ti premetto che in galera non si fa nessuna “cura psichica” in quanto la galera è per l’espiazione di una pena e non un ospedale psichiatrico dove possono curarti da patologie o perversioni sessuali o maniacali. Premesso ciò, ti vorrei dire che forse tu confondi i pedofili con i “sex offenders” o “sex molester” che spesso vengono erroneamente confusi coi pedofili i quali non hanno atteggiamenti violenti sui bambini (tantomeno sui neonati); è un po’ come confondere l’eterosessuale normale da uno stupratore seriale di donne: due mondi diversi. Purtroppo i mass-media giocano molto a far confusione fra chi realmente stupra i bambini e i pedofili che non stuprano i bambini e non hanno mai atteggiamenti violenti sui bambini. Ovviamente hanno pulsioni sessuali nei riguardi dei bambini e non sempre queste pulsioni vengono agite. Ma, al di la di queste precisazioni, mi pare strano che la società da una parte ritenga i pedofili dei “malati” o “disabili” (tanto da dargli la pensione di invalidità) e dall’altra non abbia mai istituito misure preventive di cura ai presunti pedofili. Una contraddizzione strana: si ha una enorme paura del pedofilo ma, contemporaneamente, non si mette in atto nessuna misura di aiuto a persone che hanno questa tendenza sessuale e che potrebbero avere rapporti sessuali con minori (seppur non violenti). I piromani hanno maggiori possibilità di aiuto in quanto esistono centri di ascolto per questo tipo di patologia, così come per i cleptomani che rubano cose inutili a causa della loro patologia. Esistono reati fini a se stessi e reati che nascono da patologie e disturbi nella sfera psichica. La contraddizzione del sistema giudiziario è che definisce “criminali” i pedofili e così facendo criminalizza una diversità sessuale non voluta (e spesso non accettata) dal pedofilo stesso e pretende di “guarire” la pedofilia con la semplice detenzione. Cosa assurda. D’altra parte la società stigmatizza come “malati” i pedofili ma al contenpo non ha nulla contro le pene detentive e qui devo dissentire: un malato si cura e non si mette in galera. Esistono al limite gli OPG (ospedali psichiatrici giudiziari) dove sarebbe più logico e coerente inserire il pedofilo ma ciò non avviene così come non è possibile inserirlo in una Comunità terapeutica come si fa per i tossicodipendenti. La Grecia, pur con una proposta di legge discutibile, ha però dato ragione a quanti affermano che i pedofili siano dei “handicappati” a tali da poter ricevere una pensione di invalidità. Non credo che ciò avverrà in Italia ma io ci farei un pensierino….

  9. 9
    Piergiorgio -

    Chi ha perversioni sessuali è chiamato alla castità. E’ il modo più onorevole di vivere.

  10. 10
    Willysss -

    Le perversioni sessuali sono quelle pratiche sessuali non finalizzate alla procreazione. Ma non includono solo la pedofilia: c’è la masturbazione, i rapporti omosessuali, etc. Poi non tutti i rapporti sessuali fra bambini e pedofili nascono dai pedofili. Spesso a fare il primo passo sono proprio i minori.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili