Salta i links e vai al contenuto

Ossessionato da una ragazza

Lettere scritte dall'autore  
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

42 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5

  1. 11
    Golem -

    LL800. Con quel carattere il tuo destino è segnato.

  2. 12
    rossana -

    LL800,
    non ti preocupare più del necessario. lasciati vivere con i tuoi modi e i tuoi tempi. la vita già è tanto complicata (e per alcuni durissima) che non mi sembra il caso di aggiungere ulteriori ferite, gratuite, a precedenti sofferenze.

    la soluzione verrà da sola, in un senso o nell’altro, quando sarai pronto ad affrontarla.

    un abbraccio.

    PS: apprezzo molto che tu non intenda considerare le donne come oggetti.

  3. 13
    Lorenzo -

    Nel mio primo intervento ho preso libero spunto da un filosofo romano, forse greco, di cui purtroppo non ricordo il nome; comunque appartenente al filone degli stoici. Il mio voleva essere un modo per non idealizzare la ragazza in questione. Mi sembra evidente che questo ragazzo l’abbia troppo idealizzata, non la conosce e ne parla di come se fosse Dio in terra. Secondo me, si crogiola di questo suo amore platonico nei confronti di una che potrebbe essere meno interessante di tante altre ragazze che magari hanno notato lui. Se ci mettiamo pure questo suo immobilismo…ho cercato di far capire che si tratta di una ragazza normale con la quale ci dovrebbe provare, magari conoscendola, cercando di invitarla fuori; Se dovesse succedere che non nasce nulla, pazienza, sarà per la prossima, nessuno muore per un rifiuto.

  4. 14
    Golem -

    La cosa curiosa di questi ” idealizzatori” è che appaiono persone “deliziose”, per il comportamento da “innamorati” alla Peynet, che fanno tenerezza e simpatia. Nessuno pensa che questo povero ragazzo ha un disperato bisogno di quella ragazza solo per soddisfare il sogno che di lei si è costruito, e non perché sappia chi è quella ragazza. Se l’e’ addobbata come la sua fantasia ha richiesto.
    Dandogli le attenuanti della buona fede che le fisiologiche emozioni gli stanno provocando nel cervello, se si dovesse giudicare l’atteggiamento verso il mito che ha creato ci rendiamo conto che in realtà non sta rispettando quella donna. Lui crede in buona fede di non considerare le donne come un oggetto ma in realtà è quello che sta facendo. “Usa” una persona come strumento per soddisfare le sue fantasie, investendola di un valore che EVIDENTEMENTE non può avere, e forse non vorrebbe neppure avere.
    Ho trattato a lungo il fenomeno degli amori non ricambiati o delusi che fossero, e il più delle volte questi sono gli effetti proprio di questa mitizzazione. Il soggetto mitizzato, seppure lusingato per la parte vanitosa del proprio Io, sa di non corrispondere a quelle aspettative, e pur volendo godersi questo immeritato prestigio, arriva il momento che se ne stanca, proprio per l’impossibilità di confermarlo, e poi perché si percepisce la sensazione di un rapporto falsato, che non darà mai l’appagamento che uno VERO potrà dare, e che consente la continua crescita del rapporto. Qui non c’è neppure questo: il mito e’ ignaro di esserlo e il mitizzatore si è invischiato in tunnel di ossessione che richiederebbe una doccia fredda o un elettrochoc perché possa tornare coi piedi per terra.
    Di queste dinamiche non si è consapevoli, ma a chi le vive appaiono più convincenti che se fossero razionali, tuttavia il rischio che il “sogno” possa interrompersi con un rifiuto impedisce al sognatore, o alla sognatrice, di tentare di realizzarlo proponendosi. Questo modo di vivere questi curiosi amori non è diverso da chi accetta di non essere ricambiato, perché se lo fosse tutta quella meravigliosa tensione svanirebbe. Sono amori infantilmente egoistici ma appaiono come il massimo della generosità senza secondi fini.
    Lo ribadisco, senza saperlo questi soggetti sono “drogati” dai propri ormoni, e il pusher non è altro che il loro ” amore”
    In definitiva certi “amori” sono come giochi per bambini, dove un soldatino e un cavalluccio diventano gli eroi di un’avventura epica. Di plastica.

  5. 15
    maria grazia -

    “Nessuno pensa che questo povero ragazzo ha un disperato bisogno di quella ragazza solo per soddisfare il sogno che di lei si è costruito, e non perché sappia chi è quella ragazza.”

    golem, come sempre hai colto nel segno !
    un grande saluto dalla tosa più scassacaxxo del forum 🙂

  6. 16
    Bobo -

    Così alta … non sarà un trans?

  7. 17
    Golem -

    Macche’ scassacxxo Maria Grazia, mi fa piacere risentirti invece è mi chiedevo dove fossi finita. Sei un tosa ” verace”, e questo basta e avanza nei rapporti tra le persone, anche quelli virtuali.
    Un bel saluto.

  8. 18
    rossana -

    Per eventuali approfondimenti da parte di LL800:

    Stendhal (1783-1842) sapeva di essere brutto e nutriva il sogno di vincere la sua timidezza. Amò molte donne, platonicamente, carnalmente, prezzolatamente e forse, di rado, sinceramente. Particolari i suoi amori non consumati: Angela Pietragrua, che, giovanissimo, vagheggiò per dieci anni prima di dichiararsi; Victorine Mounier, a cui pensò per due anni, senza forse nemmeno mai averle rivolto parola; Methilde Viscontini Dembowski, per cui provò una travolgente passione e da cui venne letteralmente messo alla porta; ed altre in forme meno esasperate ma pur sempre sulla falsariga di amori sognati oppure infelici.

    “L’amore è desiderio, e il desiderio ha per oggetto la bellezza: così l’amante è anche artista, e si ama e si apprezza il bello guardandolo a distanza, come un quadro, un paesaggio e anche una donna amata.” Il desiderio si nutre di immaginazione, che è una presa di distanza dalla realtà.

    (più o meno liberamente tratto da: http://it.wikipedia.org/wiki/Stendhal)

  9. 19
    mr x -

    Si, sopratutto verace….. uahahahahahahaah, povero Golem, sei un povero ingenuo.

  10. 20
    Golem -

    Eh, lo so mister X, d’altra parte come si fa a darla a bere ad un uomo di mondo come te.
    Ciao.

Pagine: 1 2 3 4 5

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili