Salta i links e vai al contenuto

L’Opinionista dall’aria vagamente socialista

Giornata fatidica di Pasqua, la si trascorre generalmente in famiglia anche se non è natale. Ero a casa in uno dei momenti del ristagno post cenone pasquale quello in cui il cibo ingurgitato non sa più dove entrare e cambia anche sembianza alla vista. Aspettando un ritmo di digestione meno frenetico visto il super lavoro , ho acceso per sbaglio la t.v., misteriosa scatola nera a me sempre più incomprensibile e arcana. Cercavo un momento poco impegnativo di divago ,e invece mi sono imbattutta nell’opinionista. Uno pseudo intellettuale a buon mercato, diciamo.E mi sono soffermata a riflettere su questa figura nuova di giornalista?. Ma in fin dei conti cosa è un opinionista non lo sa nessuno. Per la maggior parte degli italiani è una chimera, un fortunato figlio di papà o mammà giornalista a sua volta che ha avuto in buona sorte di essere pagato, oltre che raccomandatissimo, anche di parlare in televione. E solo questo stupisce il popolo italiano. Se poi osserviamo queste persone da vicino , ascoltandone la conversazione, ci accorgiamo che di problemi della società non nè sanno un’emerita h. Come fa il figlio di papà a sapere cosa sia la fame nel mondo , quando non ha nemmeno dovuto fare mai i conti con il fatidico giorno 27 degli statali o delle trattenute di maggio e novembre dei commercianti?.Ma già l’argomento fame del mondo è anche troppo impegnativo, generalmente si dibatte sui problemi della tv, (sai chi se ne frega )e di vallettopoli, altra fantasia per milioni di ragazzine.Si; il “filosofo” opinionista sale quotidianamente o settimanalmente in “cattedra” esternando commenti non suoi,copiati a chissà quale parente sui quali non sa praticamente nulla e da la sua tanto sospirata opinione, e che Dio ci aiuti. E tutto il mondo sta là a gurdare?. Non credo, fa più appassionare una bella storia d’amore in un romanzo, che queste chiacchere alla buona, sterili e fatue, alle volte anche faziose, così rumorose che per non farsi sfondare i timpani si è costretti a cambiare . E via si passa ad un altro programma dove le signorine mostrano, mostrano, e ancora mostrano, cosa, tutto, tutto l’immaginabile e l’inimmaginabile, tanto che poi invasi dalla troppa carne e reduci sempre del famoso cenone si è costretti sempre a ricambiare canale. Così capita di nuovo sotto gli occhi il” famigerato “opinionista, che dopo le fatiche dei quarti d’ora di conversazione poco concreta è anche più settario e si diciamolo anche un pò partitico e conservatore. Se poi ci mettiamo che quello che dice lo esterna con superbia come se gli si dovesse un riguardo imposto per l’onore che ci fa, il quadro è completo. E poi si ricorre al solito film vecchio di 50 anni fa, perchè quelli nuovi li trasmettono solo sky, e compagnia bella .

L'autore ha scritto 107 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità

5 commenti

  1. 1
    vittoria seminara -

    Ai lettori,
    SCUSATE,il sito, spero non volutamente ha omesso decisamente un particolare del testo, il titolo originale era: L’OPINIONISTA DALL’ARIA VAGAMENTE POCO SOCIALISTA.

    VITTORIA SEMINARA

  2. 2
    dino -

    chiediemo una politica di biodiesel e rotazione e consociazione agricola

    la fame nel mondo esiste a causa delle monoculture es: somalia monocultura banane mentre i contadini non hanno terreno per alimentarsi .
    la colza si produce in meno di sei mesi e percio puo dare spazio ad una altra coltivazione ad esempio patate con il semplice risultato della rotazione agraria otterremo una maggiore produzione di entrambi i prodotti l questo significa che non è la maggiiore produzione di colza a procurare la fame nel mondo ma le monoculture .
    Comunque cerchiamo di non scherzare sull ambiente perche l’effetto serra e le polveri sottili sono in grado di spostare la Luna dalla sua orbita e come in un terremoto in un attimo si bruceranno tutte le foreste e l’ossigeno sprofodera sotto i mari cosi successe in passato ai dinosauri .—

  3. 3
    viseminara -

    Gent. signor Dino,
    lei pensa davvero che tutto questo sia tutta colpa degli opinionisti?. La ringrazio, lei ha confermato le mie teorie, non ci resta che pregare allora, perchè la luna non cambi orbita.E che Dio ce la mandi buona!!! Grazie del suo commento. Distinti saluti Vittoria seminara.

  4. 4
    viseminara -

    Magari se l’amministratore davide cosentino pensasse più ad onorare i contratti che stipula con i suoi lavoratori…….evitando di farsi citare in giudizio, da più persone, magari avrebbe meno cause in corso…… E più tempo per scrivere sui blog,(Speriamo tutti non sia lo stesso del povero blog ) male, tra parentesi è anche un parere tecnico, su treni- italia, già sotto pagata per i fatti suoi.Che l’ha multata (Lei di poca cortesia nel suo caso)secondo me troppo poco, proporrò una mozione per punire meglio quelli come lei, chiamati anche: trasgressori. O vogliamo credere alla storiella che non esista più un controllore in treno oltre che le macchinette?Ma il caro amministratore sa cosa sia: defraudare la mercè degli operari, ho capito sono tutte queste multe che le fa trenitalia, !Ma guarda, ha la stessa opinione del parlamentare cosentino, parenti? Serpenti? Quant’altro? Ho capito non indago che è meglio…….Ma la prego smetta almeno di scrivere cazzate sui blog. Quanto espresso qui rappresenta diritto all’opinione, o le dobbiamo insegnare anche questo?. In più dopo averla svergognata pubblicamente, spero che sia più positivo anche e naturalme per treniitalia che la sua anima sia salvata. Mi sa che ne ha più di lei……..Sia più umano la prossima volta.

  5. 5
    viseminara -

    questo articolo andava scritto su contratto truffa.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili