Salta i links e vai al contenuto

Non tutto vien per nuocere

Lettere scritte dall'autore  every3
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

31 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 11
    Mau -

    x Paoletta.

    Scusa ma rimane complicato capire ciò che scrivi. E rimane complicato anche capire la lettera di Every. Per complicato non intendo che non si capisce nel merito ciò che viene scritto, ma non si comprende appieno il comportamento e il pensiero sui fatti raccontati.
    Se una persona, uomo o donna che sia, rimane in attesa per due anni del suo ex con la speranza di …ecc..ecc… e nel frattempo lo fa accomodare nel proprio letto quando richiesto, sono cavoli suoi e della propria mancanza di carattere e determinazione a mettere fine, prendendo il ‘toro per le corna’ a una relazione/matrimonio che, anche qualora ci fosse l’illusione di averlo in parte recuperato, poi con ogni probabilità non avrebbe i contenuti auspicati.
    Se, come in questi casi, rimanete (cito) ‘mentalmente dipendenti dei vostri uomoni’ sono problemi che dovete risolvere con voi stesse. Parlate di sesso? Come la chiamate voi la vostra ‘disponibilità’ nei confronti dell’uomo che vi ha lasciato, che vi ha fatto e vi fa ancora soffrire? Non è sesso? Che cosa è altrimenti? Fate sesso con la speranza che …ecc…ecc… Anzi in questo caso, permettetemi, non lo ritengo proprio un comportamento dignitoso.
    Del resto, Paoletta, lo scrivi te stessa….’ritrovare la dignità’…Parole sante.
    Nella buona sostanza quando un rapporto, per vari motivi, si rompe..o per colpa dell’uomo e per colpa della donna..non importa…basta…cambiare pagina e ciao.
    Stare lì ad arrovellarsi il cervello, a piagnucolare, o ad aspettare chissà quale miracolo…
    Poi, chiaramente, ognugno si comporta come meglio crede sia opportuno, ma di donne e di uomini che tradiscono..che hanno doppie vite…ce ne sono e ce ne saranno sempre. E quando uno se ne rende conto che almeno tiri fuori gli attributi e risolva la situazione con uno sguardo al futuro, senza voltarsi indietro in continuazione.
    Cordialità.

  2. 12
    every3 -

    @mau
    caro o cara leggi bene tra le righe della mia lettera prima di giudicare…Non ti permetto di dire che io o altre donne come me abbiamo mancanza di carattere..non giudicare a priori. Di problemi oltre alla separazione ne ho passati di peggiori e se non avessi avuto le Palle credimi sarei altrove.
    Mio marito dopo la separazione mi ha cercato svariate volte x avere un supporto morale non sessuale..( e questo sempre al telefono)lui aveva la sua vita e io la mia..
    Ci siamo ritrovati dopo 2 anni con l’intenzione di riprovarci (almeno quelle sono state le sue parole)e abbiamo cominciato a rifrequentarci anche sessualmnete da persone libere …e perchè mai avrei dovuto avere poca DIGNITA’ nel fare l’amore (non sesso tesoro) con una persona che ho sempre amato e di cui mi fidavo?…Ho preso un abbaglio ne prendo atto ma essere accusata di avere poca dignità questo MAI E POI MAI…(Non sono mai stata l’amante di nessuno ne ho mai rotto le scatole a uomini impegnati).
    Dopo tanti anni che conosci una persona (e x me sono circa 24 anni) si innescano certi meccanismi di coppia difficili da comprendere x chi non vive la tua stessa situazione. Ci si puo’ separarare allontanare ma certi stadi emotivi ti rimangono dentro..Puoi rifarti anche un’altra vita ,una nuova famiglia, ma il passato non si chiude ci puoi solo convivere ed elaborarlo. Ciascuno di noi è diverso dall’altro..cerca di capire tesoro che ci sono persone molto piu’ sensibili di te a questo mondo..
    La Frase che riporti …”cambiare pagina e via” è talmente superficiale per chi come noi ha vissuto con intesità emotiva il proprio rapporto di coppia.. solo il tempo ci aiuterà a lenire tutto cio’.
    Il mio voleva essere solo uno sfogo..il mio dolore me lo tengo e passerà di sicuro…Ma non permetterti di dire che donne come noi non hanno DIGNITA’ solo perchè AMANO e sono in buona fede..Ricorda che molte di queste donne hanno famiglia e x amore dei figli provano anche l’impossibile x salvare il matrimonio.

  3. 13
    Giuliana -

    X Mau
    ma che dici…every e altre non sono donne senza carattere o non dignitose..Provano sentimenti e sono sempre in buona fede nel cercare di salvare cio’ che impossibile ..Lo capiranno con il tempo
    Manchi di rispetto a chi soffre ..Chi manca di dignità sono quelle donne pronte sempre a infilarsi nel letto di qualche ometto accasato (perchè si sa che gli uomini sposati sono piu’ appetibili per puro spirito di competizione femminile). Cercara di salvare situazioni a cui ci si tiene veramente non è peccato..Certo fa poi male scoprire che certe situazioni è meglio chiuderle ma ognuno di noi ha i suoi tempi..
    Every ti comprendo e vedrai che tutto passa. un bacione

  4. 14
    paolo -

    non quoto x niente MAU.

  5. 15
    paoletta -

    caro mau o come ti chiami..
    Io permetto al mio ex marito di tornare a casa solo x amore dei miei figli (loro hanno bisogno dell’affetto del loro papà io posso stare anche senza il suo amore).. ma non ci faccio del SESSO…Ho solo questo legame emotivo mentale e non fisico che non riesco a recidere .Ma ho tutta la dignità e la forza che ci vuole x andare avanti. Non sono disperata ne piagnucolo perche non ne ho il tempo. Ricostruirmi una nuova vita sono solo affari miei e lo farò quando me la sentirò.
    Every non badare alle parole di costui che probabilmente non ha cuore…e’ successo anche a me all’inizio di riprovarci ma è andata male.. e comprendo la tua sofferenza. Vedrai ci saranno cose migliori in fututo. bacioni

  6. 16
    carlo -

    x MAU
    Sei troppo duro e pecchi di insensibilità e incapacità di comprendere le persone. Quello che consiglio sempre è di leggere bene tra le righe. Chi ha vissuto rapporti o matrimoni durati molti anni e finiti con separazioni ha un trauma cosi’ forte che lo porta dentro di se per tutta la vita anche se nel loro percorso potranno incontrare nuove persone con cui ricominciare. E’un lutto che fa parte di te .non si cancella mai si puo’ solo analizzare ed elaborare. Ci vuole tanto tempo se il sentimento era veramente profondo.
    Le cose che dici sono abbastanza banali e scontate: è certo che non ci deve arrovellare il cervello ma il dolore è una fase di questo percorso che va vissuto pienamente . Le persone sensibili impiegano piu’ tempo per uscire da questa fase. Cercare il recupero fa parte di questa fase è non cè nulla di poco dignitoso in questo. Alcuni recuperano altri ci sbattono il naso come every ma comunque andava fatto. A volte si ha cosi’ paura di vivere il dolore dell’abbandono che al piu’ presto ci si butta tutto alle spalle senza volere soffrire..
    Sai quante donne o uomini che dopo essere stati lasciati hanno CAMBIATO PAGINA E VIA come dici tu buttandosi subito in altre storie. Hanno trasferito parte della loro sofferenza agli altri creando solo casini.
    Every e paoletta sono donne forti che hanno amato persone un po’ sbagliate. Ora soffrono ma loro dignità le aiuterà a intraprendere il cammino della guarigione. Auguri

  7. 17
    maria -

    Io invece sono d’accordo con Mau. A volte noi donne, magari inconsapevolmente, soffriamo di dipendenza affettiva…”amiamo troppo” nel senso che non riusciamo a mettere fine a una storia anche se dall’altra parte riceviamo più manifestazioni di disamore che altro. Ma è un discorso troppo lungo da fare in questa sede. Volevo solo dire che, da donna, non credo che l’intento di Mau fosse di offendere chicchessia: credo che volesse dare per così dire una scrollata a chi, vista dall’esterno, compromette la sua dignità e il rispetto di sè stessa e non se ne accorge nemmeno.

  8. 18
    rossana -

    Io, invece, penso che ognuno ha i suoi tempi per ogni cosa e che i tempi del cuore non sono scanditi da comuni orologi…

  9. 19
    Mau -

    Ho letto con piacere tutti i commenti successivi al mio intervento. Uno scambio di opinioni, anche duro, lo ritengo sempre costruttivo. Quindi in quest’ottica spero mi consentiate una veloce replica.
    Premettendo che, come ho già scritto, ognuno in tali circostanze si comporta come meglio crede opportuno, riguardo la ‘dignità’ non ho fatto altro che riprendere in maniera certamente più dura quello che in parte era già stato scritto : “Quando cade il velo bisogna reagire costi quel che costi” , “Cerchiamo di ritrovare la nostra dignità”, “Donne dobbiamo svegliarci e non essere più disponibili”, “Riprendiamoci la nostra dignità e prima o poi i conti torneranno”. Mica le ho scritte io queste frasi, ma voi.
    E per quelle persone che si arrovellano nel dubbio che il sottoscritto scrive banalità senza sapere, sappia a sua volta che quando scrivo lo faccio con consapevolezza dell’argomento, in questo caso per trascorsi personali. Quando non so o non conosco bene, taccio. Quindi le ‘spiegazioni’ su questo tema che mi sono state inviate le rispedisco tosto ai vari mittenti.
    Per gli amici uomini che sono intervenuti, mi stupisce il fatto che critichiate me ma non avete detto una parola su quanto scritto da Ellena: “Gli uomini dopo i 35 anni separati sono TUTTI uguali..vanno in discoteca a fare i guardoni di ragazzine seminude”.
    Per non parlare poi della Sindome di Peter Pan ricordata più volte da persone diverse.
    Strano, no? Forse vi riconoscete in questi scritti…. Io no, non mi riconosco, non l’ho mai fatto, e condanno simili comportamenti.
    Ma, care amiche, non ‘TUTTI’ gli uomini sono uguali…così come non lo sono tutte le donne.
    E, pur essendo quindi in disaccordo con Ellena su questo tema, plaudo con entusiasmo a quanto da lei scritto nella seconda parte del suo intervento. Cara Ellena se sei di Roma batti un colpo !!!!
    Potrei dire altro ma chiudo dicendo che, come ricordato anche da altri, se un coniuge se ne va ‘ma non vuole la separazione e divorziare perchè gli comodo così’, la separazione e il divorzio la può chiedere il coniuge rimasto (sempre che lo voglia fare……) e chi è andato via non può rifiutare il procedimento.
    In ultimo ringrazio Maria (come la mia ex-moglie….che destino!) che, sapendo “leggere tra le righe” (al contrario di me che non lo so fare….) ha colto con sagacia ed acume il merito della mia lettera, riassumendo in poche righe la polpa del discorso.
    Un cordiale saluto a tutti.
    Mau.
    (Maurizio)

  10. 20
    debby -

    @ MARIA
    ma cosa vuol dire amare troppo???? uno quando ama.. ama e basta .Non puoi amare poco o troppo ..ami e basta
    Tutti quando amiamo diventiamo dipendenti e quando ti viene a mancare la terra sotto i piedi all’improvviso impazzisci veramente . Puoi essere una persona molto forte sicura di te stessa, intelligente ma quando viene meno quello che è parte di te , parte della tua anima stai pur certo che è come ricevere una botta forte in testa..
    Il recupero è soggettivo ..conosco persone che dopo dieci anni ,nonostante la terapia psicologica, cercano ancora di raccolgliere i pezzi. Ciascuno di noi è cosi’ diverso dall’altro…ma la forza che ci serve è li’ nascosta prima o poi esce sempre…

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili