Salta i links e vai al contenuto

Non sono più la stessa

  

Salve,
sono una ragazza di 24 anni, fidanzata da tre con un coetaneo, studentessa (manca un esame) in design di moda, ultimamente apatica e mentalmente stanca ed irritabile.
Sono stanca della mia situazione familiare,una madre ex insegnante depressa e affetta da noiosi disturbi ginecologici dovuti alla menopausa che sta attraversando, e sicuramente ad una forte componente psicosomatica; questa situazione dura da 3 anni.
3 anni di magoni,di ansia per non sapere come la troverò quando torno a casa, di pianti per la nostra (mia e di mio padre,la roccia della famiglia) impotenza nonostante i numerosi ginecologi e psichiatri ai quali ci siamo rivolti,di frustrazione a vederla tutto il giorno a letto, di non poterla avere come prima, una madre dolce, simpatica e comprensiva, una madre che tutti vorrebbero.
Adesso va a giorni, da come si sveglia e se ha voglia di alzarsi la mattina soprattutto, può anche uscire una giornata senza disturbi.
Però non basta, non ha ancora imboccato una via continuativa per la sua guarigione e questa situazione mi ha fatto prendere i binari della rassegnazione, dell’assuefazione, dell’abitudine amara di non avere più la madre avevo, ma una sorta di vegetale che ritorna in se’ a momenti, a giorni, sfinendo il mio sistema nervoso.
L’università era il mio appiglio sicuro, il sogno di diventare stilista di moda coltivato sin dalla pre adolescenza mi ha dato la forza di affrontare tutto questo, ma adesso, che sono prossima alla laurea e ho avuto la fortuna di poter fare un tirocinio presso l’atelier di una stilista emergente della mia città (una noiosa città di provincia), non so più se era questo quello che volevo fare.
Ho paura del futuro, del mio futuro lavorativo in questi tempi di forte crisi per l’Italia.
Ho paura di aver sbagliato tutto, che forse a 19 anni ero ingenua e che, anche se sentivo fortemente la vocazione per la moda, i miei sogni siano effimeri e non concretizzabili.
L’amore va e non va; da tre anni sto con un coetaneo, molto simile caratterialmente a me, che mi vuole bene, come gliene voglio io del resto, ma da qualche mese mi sto adagiando, non ho più molta voglia di uscire con lui, programmiamo le cose da fare, anche con mio entusiasmo, ma al momento di farle mi accorgo di non averne voglia..lui se ne lamenta, abituato ad avermi sempre molto attiva e trainante, e della mia apatia si sono accorte anche le mie amiche, fidanzate anche loro, che mi hanno fatto capire che non vedono più la loro amica come prima “C’è la tua presenza ma la tua mente no”, testuali parole pronunciate da una di loro.
Io mi sento stanca, faccio fatica a preparare l’ultimo esame che mi resta, faccio fatica a uscire, ad andare sempre nei soliti posti, ai soliti orari, e vedere le solite facce. Sono stanca di alzarmi la mattina e di non sapere come andrà la giornata a casa, come sarà mamma, come sarà il mio umore.
Sono stanca dei soliti battibecchi sterili con il mio ragazzo, per stupidate, per nervosismi stupidi, per risposte storte, per cavolate… mi sto abituando alla mia vita, mi sto plasmando a lei, senza reazione.
Sto diventando ciò che rifiuto di più, una persona apatica e noiosa e questo è più forte di me!
Ultimamente ho provato diverse cure naturali ricostituenti, perchè mi sentivo sempre stanca, ma non hanno influito sul mio umore… sono stata in passato in cura da uno psichiatra per una forte depressione dovuta a una delusione d’amore, per cui ho tentato il suicidio.
Ne sono uscita forte e rinata dopo un anno e mezzo, e dopo sei mesi ho incontrato il mio attuale ragazzo.
Cosa dovrei fare? Vorrei evitare di tornare dallo psichiatra o da uno psicologo, ma ho paura che il seme della depressione sia già insito in me e che le circostanze della mia vita lo stiano facendo crescere sempre più. Ho trovato una valvola di sfogo, credo, la poesia. Ma ho paura non basti.
Grazie per l’attenzione

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

4 commenti a

Non sono più la stessa

  1. 1
    fabio82 -

    Ciao Flyaway,
    mi sono riconosciuto in diversi punti della tua lettera, sia nei problemi con tua madre in menopausa, sia nello scarso entusiasmo per la vita; ma non sto qui a spiegarti perchè e percome, preferisco passare subito alle risposte.

    Per quanto riguarda tua mamma, l’hai detto tu stessa, sta affrontando un momento difficile. Quindi, anzichè pretendere che tua mamma torni come prima, credo tu debba renderti conto che è venuto il momento di mettere da parte gli egoismi e le paure, ed affrontare la nuova situazione accettandola. Vuoi bene a tua mamma? Allora sopportala, accettala ed aiutala come meglio puoi, facendole capire che le sei vicina. Dalla tua lettere si evince solo che lei è diventata un peso per te. Voler bene ad una persona vuole dire anche sacrificare noi stessi.

    Circa i tuoi dubbi per il futuro del lavoro, mi sembrano abbastanza immotivati. Pensi che farai lo stesso lavoro da qui all’età della pensione? Assolutamente no. I momenti di crisi succedono a tutti, è normale perdere la via ogni tanto, ma visto che non hai ancora iniziato a lavorare nel settore moda e ti manca così poco per finire gli studi, mi sembra stupido buttare tutto all’aria proprio adesso. Comincia a lavorare, assaggia com’è veramente quel tipo di lavoro e poi pensaci. Allora potrai fare una scelta. Un lavoro vuol dire anche indipendenza economica e quest’ultima pesa MOLTO nelle scelte.

    Per quanto riguarda il ragazzo, non mi esprimo, in quanto io stesso ho opinioni contrastanti su questo argomento.

    In ogni caso, sei sicuramente in un periodo di forte stress che altera i tuoi equilibri. Metti da parte l’ansia, analizza gli obiettivi e fai una cosa per volta: accetta tua madre, finisci la scuola, inizia il lavoro, vedi se riesci a ricomporre il quadro con il tuo ragazzo. E poi, sii forte e non mollare, puoi farcela.

    Ti saluto e ti auguro buona fortuna.
    Fabio

  2. 2
    NESSUNO -

    Sei una brava ragazza ma ti manca il coraggio,dai una svolta alla tua vita,frequenta altre amicizie,allontanati dal tuo ragazzo e anche un po’ dalla tua famiglia e vedrai che tutto ti sarà più chiaro, capirai di cosa hai bisogno e cosa realmente vuoi e questo non solo per te ma anche per le persone che ti stanno in questo momento vicino.
    Non prendere come scusa la congiuntura mondiale o la fine del mondo,abbi solo un pò di coraggio.

  3. 3
    Maria -

    sei una alla quale il peso della vita in questo momento lo sente fortemente, ma cosa farai in seguito quando ti riperderai in altri problemi che la vita ci regala in un susseguirsi di alti e bassi? dai che la vita è bella anche perchè ci dà problemi, sappi che ogni problema ha una soluzione, ogni persona porta la sua croce, ma raccoglie i frutti buoni o brutti della propria semina e ricopense di gioia ci sono per tutti proprio come per tutti ci sono i problemi. e non credere che le persone che ti sono davanti non ne abbiano. quindi rimboccati le maniche ringrazia il tuo Dio delle cose belle che fino ad oggi hai avuto e sopratutto ringrazialo per le cose brutte che ti capitano Lui non ti darà mai un peso superiore alle tue forze. Sii in gamba perchè in ognuno di noi c’è tutto quanto necessario per affrontare la vita e godercela. Auguri!

  4. 4
    FlyAway -

    Grazie a tutti amici miei anche se non vi conosco, vi informo che a luglio scorso mi sono laureata con 107 su 110, abbiamo risolto con mamma grazie a lunghe chiacchierate e sfoghi ed a una dottoressa che ha finalmente capito il fulcro del suo problema, ora sta bene! Con il mio ragazzo abbiamo avuto un periodo di crisi ma da ottobre scorso, quando abbiamo ribaltato il nostro rapporto come un calzino le cose vanno molto ma molto bene. Ora manca solo il lavoro ed anche in questo mi sto adoperando. Buon anno e abbracci a voi che mi avete dedicato un poco del vostro tempo rispondendomi. Grazie

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili