Salta i links e vai al contenuto

Non sono capace di amare

Salve a tutti, sono una ragazza di poco più di vent’anni, ho avuto in passato tre storie serie, e la quarta col mio attuale fidanzato. La fine di ogni relazione era data dal fatto che, volente o nolente (nel senso che non ho mai cercato nessuno di mia spontanea volontà) finivo per invaghirmi di un ragazzo che conoscevo nei modi più svariati. Non ho MAI tradito, sono sempre stata io a lasciare i miei precedenti ragazzi perché non potevo sopportare l’idea che pensassi ad un altro mentre stavo con loro. Con il mio attuale ragazzo, dopo cinque mesi assolutamente idilliaci e, per la prima volta, senza alcun problema che riguarda nessuna sfera della coppia, ho iniziato a pensare ad un nuovo collega di lavoro, col quale ho da subito instaurato una bella amicizia ma che col tempo sembra essersi trasformata in qualcos’altro. Molti al lavoro dicono che tra noi ci sia un’evidente chimica, o alchimia, come dir si voglia. Dal momento che ho intrapreso questa mia attuale relazione mi ero detta “Non badare al fatto che ti possano piacere altri ragazzi, non rovinare tutto ancora una volta per l’ennesima sbandata; è il tuo carattere ma ciò non significa che tu non ami la persona con cui stai”. Il problema è che, mentre negli altri casi quando prendevo una “cotta” si trattava principalmente di attrazione fisica e curiosità per quei lati del carattere che i miei ex non possedevano, questa volta mi rendo conto di provare solo attrazione mentale e a maggior ragione non capisco se preoccuparmi o no. Altro punto che mi crea qualche dubbio è il fatto che col mio fidanzato non ci sia alcun tipo di problema, sto benissimo con lui e non mi lamento di nulla, eppure allora perché sembra piacermi l’altro? L’unica conclusione a cui sono giunta, dato che questa è una situazione che si ripresenta incessamente, è il fatto che io non riesca seriamente ad amare qualcuno. Come se non fossi pronta a vedere solo una persona al mio fianco. Eppure desidererei così tanto che questa cotta mi passasse perché so che col mio ragazzo potrei essere davvero felice se non ci fosse l’altro, ma lavoriamo insieme e ciò non è fattibile. Mi sento così in colpa a vedere il mio fidanzato e pensare che potrei provare le fantomatiche farfalle nello stomaco incontrando l’altro, mentre lui mi ama in modo smisurato senza remore. Perciò vorrei chiedergli una pausa per capire cosa voglio io, per comprendere se sono abbastanza matura per una relazione stabile, se riuscirà mai ad esistere per me solo una persona. Cosa mi consigliate di fare? È possibile che davvero alcune persone non siano desiderate ad una relazione monogama?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

17 commenti a

Non sono capace di amare

Pagine: 1 2

  1. 1
    Yog -

    Ma figurati se lui ti ama in modo smisurato senza remore! A qualunque maschio basta vedere due tette ben fatte e altro che farfalle nello stomaco. I deltaplani gastrici su ritrovano, o dei fokker che manco il barone rosso.

  2. 2
    lilly -

    Penso che sei molto giovane ancora ed e’ normale essere instabili sentimentalmente. Quindi non e’ che non sai amare. Quando arrivera’ il momento in cui potrai accettare anche i momenti negativi di una coppia, la noia che a volte si prova, la mancanza delle farfalle nello stomaco, e di continuare con la persona che hai scelto, allora sarai maturata.

  3. 3
    Rossella -

    Sai, non esiste una risposta. Te la devi vivere come viene perché è evidente che ci sono altre forze in campo che impediscono all’amore di concretizzarsi. Anche un amico può trattarmi con i guanti gialli, ma ha un lato privato che io non posso e non voglio discutere. Quando la coppia si svuota della luce spirituale (e non è questo il tuo caso) si celebra la famiglia proletaria e quindi il figlio. Ma questo è chiaro. Sono cose che immagino tutti sappiamo. Anche quando la famiglia per rispetto resta ai margini della vita della coppia di fidanzati, viene naturale mantenere un contatto… ci andiamo a mangiare una pizza? Ma questi sono innanzitutto dei doveri che si uniscono al piacere di vedere un figlio o un fratello realizzato più che sistemato. Magari non ti trovi nella condizione (come umore, ecc.) di vivere l’invito con quella leggerezza, e con quell’entusiasmo, che caratterizza la vita sociale di persone che sono inserite, ma hai nel cuore la gioia. Quando questo non è possibile per cause di forza maggiore, per grandi linee, ti dovresti accorgere se lui vive l’impegno in maniera superficiale o se è coinvolto. Ti assicuro che te ne accorgi anche se non ha famiglia.

  4. 4
    Rossella -

    Si tratta di un’esperienza che ho vissuto e non ho avuto problemi a fidarmi o ad affidarmi a quella persona. L’ho sentito. Se non l’avessi sentito mi sarei goduta ogni singolo istante della vita insieme a lui perché lo considero una persona brillante. Un uomo del quale non è difficile innamorarsi.

  5. 5
    Angwhy -

    A 20 anni è troppo presto per una relazione stabile quindi,discutibile o meno,nessuno ti vieta di fare le tue esperienze

  6. 6
    Rdf -

    Certo nessuno ti vieta di fare le tue esperienze ma sappi che se fossi onestà col tuo attuale ragazzo “ti lascio perché mi attrae un altro, e’ sempre andata così anche con i ragazzi precedenti “, almeno eviteresti di seminare illusioni che portano questi ragazzi innamorati a soffrire poi per alcuni mesi! Magari facendosi dei sensi di colpa “ho sbagliato io, non sono così , è stato per colpa di questa cosa qui etc ” andando a minare severamente la loro autostima.

    Insomma fai come ti pare, se ti piace svolazzare di fiore in fiore fallo ma almeno sia fin da subito onestà con la controparte che su di te magari ha investito affettivamente !

    Se le donne fossero tutte un po’ più sincere molti uomini non verrebbero poi a diaoerarsi su questi siti cadendo in depressione e disprezzandosi .

    basta dire la verità : “sono fatta così , non è colpa tua … non sono affidabile per una relazione seria , vado in calore facilmente e non mi basta una persona sola,non so affezionarmi nel senso in cui intendi tu! ”
    Non ci vuole tanto … più che altro per rispetto verso chi e’ innamorato

    Non raccontate invece la favola a metà del tipo “non provo più le stesse cose di prima etc etc..”

    Aggiungete il secondo pezzo!

  7. 7
    Acqua -

    Cara occhi verdi, l’Amore è una scelta , mente l’attrazione si manifesta per istinto. Non devi pensare che provare attrazione per un altro significhi necessariamente dover interrompere la relazione che hai in corso. È normale e non evitabile che più di una persona possa esercitare il suo fascino su di noi, magari per motivi o aspetti del carattere diversi. Tuttavia, se si vuole avere una relazione stabile, è necessario, ad un certo punto, fare una scelta definitiva a livello interiore e “investire” nel rapporto con la persona che ci sembra a noi più affine (e non è detto che a vent’anni sia troppo presto) . Questo significa anche riconoscere e rinunciare alle “infatuazioni passeggere” (che molto probabilmente si manifesteranno nel corso dell’esistenza) e cercare di guardare avanti concentrandosi sul consolidamento del rapporto con la persona che abbiamo scelto e ricordando di tanto in tanto i motivi profondi di questa scelta.

  8. 8
    Suzanne -

    Sì, ok, ma cinque mesi non servono manco per conoscersi! Diciamo che la vostra conoscenza non potrà sfociare in nulla di più, quindi meglio interrompere subito prima che uno dei due si affezioni troppo…

  9. 9
    Gabriele -

    Ti capisco perfettamente. Io sono un ragazzo di 25 anni, che come te, “migrava” da una ragazza all’altra. Poi il miracolo: ho conosciuto una ragazza, che frequentava ingegneria, molto intelligente, simpatica, estroversa, di una gentilezza che mi commuove. Ora stiamo insieme da tre anni. La cosa che mi fa impazzire di lei è che sa risolvere problemi di analisi matematica, anche molto complicati (per conoscenza integrali doppi e tripli, serie e successioni, equazioni differenziali di secondo e terzo ordine), almeno per me, e lo fa con naturalezza, e questa affinità mentale, addirittura mi eccita e mi eccitava, non sai quanto (Si esatto, quando fa esercizi di analisi, e cerca di spiegarmeli, non arriviamo mai alla soluzione, perchè cominciamo a fare dell’altro;)) e pensa che non è assolutamente il tipo di ragazza con il quale sono stato insieme prima (storie di massimo sei mesi, la più lunga)

  10. 10
    nevealsole1993 -

    Lascia il tuo ragazzo, vivi le tue avventure liberamente perché a 20 anni te lo puoi benissimo permettere. Arriverà un giorno che tutto questo ti sembrerà banale e ti sentirai satura di quella brama di novità che ora provi. Io ho avuto tante storie e anche avventure pienamente volute. Non ho mai pensato che mi sarei fermata con un solo compagno, eppure quando meno me lo aspettavo, quando cercavo l’ennesima avventura, ho trovato un uomo che mi ha fatto innamorare, un uomo serio e affidabile che mi ha fatto sentire per la prima volta il desiderio di famiglia.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili