Salta i links e vai al contenuto

Non so più cosa provo…

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti! Sono erika, una ragazza di 22 anni. Esattamente un anno fa è iniziata la storia d’amore, breve ma intensa, con il ragazzo più importante della mia vita. Ero innamorata persa di lui, non facevo che pensarlo non resistevo più di 1 giorno senza vederlo, lo volevo solo mio. Le cose sono però presto cambiate. Lui mi ha lasciata e io per un anno non ho fatto che cercarlo, l’ho voluto cosi tanto che non mi sono arresa mai, nonostante il male che mi aveva fatto, nonostante la sofferenza. Piangevo giorno e notte perché lui non era più con me, avrei fatto qualsiasi cosa per farlo ritornare. Ci siamo visti per ben altre 2 volte (dopo la rottura) durante le quali sembrava essere cambiato e invece spariva senza farsi più sentire. Ma io, imperterrita, lo amavo sul serio, sono stata male per un anno; non sono mai riuscita a dimenticarlo e ogni volta che lui tornava io ero sempre pronta a rispondergli. Finché ho deciso di lasciar perdere e proprio quando lo stavo dimenticando è ritornato senza che io lo cercassi: circa due settimane fa ci risentiamo e lui mi dice di aver sbagliato, di aver perso una persona importante (io)… ecc, cosi mi chiese se fosse troppo tardi per riprovarci. Io, che per un anno l’ho aspettato senza mai dimenticarlo, gli ho risposto di si. Adesso però sembra che l’amore che provavo per lui sia completamente scomparso. Sembra che addirittura le cose si siano rovesciate ma mi sembra assurdo: l’ho desiderato cosi tanto che ora che è solo mio, non riesco più a stare con lui. Sarà la paura ma mi da fastidio qualsiasi cosa dica, mi da fastidio se mi tocca e se mi bacia. È una sensazione bruttissima, che vorrei tanto non provare ma è più forte di me! Però contemporaneamente non voglio perderlo e mi sento male quando penso di non riuscire più a contraccambiare quello che lui ora prova per me. Sto male all’idea di perderlo di nuovo ma non so assolutamente come comportarmi… Ci sono istanti che lo vorrei con me, altri in cui penso addirittura di odiarlo. Non vorrei prendere decisioni azzardate, per poi pentirmene amaramente. Ho pensato che magari è solo un periodo cosi, che poi tutto passerà… Secondo voi come dovrei comportami? Ho provato a parlarne con lui ma non ce la faccio a dirglielo. Quando ci provo, non faccio che piangere! Vi prego aiutatemi, vi chiedo consigli, opinioni… Accetto tutto! Grazie mille in anticipo! Erika.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

5 commenti

  1. 1
    eros -

    ciao, mi è parso di capire che costui ha fatto il bello e il brutto tempo con te e tu non l’hai sempre accettato.
    certo hai sofferto perchè il sentimento in te era ancora vivo, insomma come un fuoco che arde.
    dopo un anno la ragione che prevale su un sentimento orami sterile…insomma non c’è più legna da ardere.

    secondo me hai paura di perderlo perchè rischieresti di soffrire di nuovo, daltro canto è anche vero che di lui non ti fidi più perchè ti potrebbe fa r soffrire.
    insomma, cara mia, come vedi in entrambi i casi non c’è da stare allegri e questo potrebbe spiegare il tuo comportamento, ovvero ci stai ma sulle difensive……..

    adesso non so come sia il tuto carattere, se mettendo lui al primo posto hai lasciato da parte le amicizie; una cosa è sicura, se hai la possiblità di uscire, fallo perchè stare a casa non serve a nulla.

    il tempo ti darà consiglio e confida sulla tua intelligenza, voi ragazze o donne riuscite a capire se il vostro partner vi stà vicino.
    ciao

  2. 2
    Ely80 -

    Ciao Erika, non struggerti, non sentirti in colpa del fatto che adesso sei tu a respingerlo! Sei riuscita finalmente a dimenticarlo…nel periodo in cui sei stata molto male per lui, gradualmente hai demolito l’amore che forse avevi idealizzato e che profondamente ti ha deluso…scrivi che ti dà fastidio qualsiasi cosa dica, se ti tocca e se ti bacia. Scrivi che è una sensazione bruttissima che vorresti tanto non provare ma è più forte di te…ebbene, questa è la prova che il tuo corpo e il tuo cuore lo considerano ormai un estraneo.
    Non c’è niente da fare, non è colpa tua, evidentemente non lo ami più…
    L’amore va alimentato, va protetto, va potenziato; non ci si può riuscire da soli, altrimenti si finisce per amare l’Amore e non la persona verso cui indirizziamo i nostri pensieri.
    La cosa positiva è che d’ora in poi non soffrirai più per questo ragazzo ma sei già pronta per guardare avanti…sulla tua strada incontrerai presto una nuova persona da amare e che ti amerà!
    Buona fortuna

  3. 3
    lisina -

    ciao..se ben ho capito siete stati insieme un anno e dp un anno vi siete lasciati??????perchè non hai specificato bene…io ho vissuto una situazione analoga alla tua..sono stata 2 anni con una ragazzo che mi ha mollata e io per i primi 2 anni (dopo che era finita)ho continuato comunque a cercarlo ecc..con il risultato che ci vedavamo quando pareva a lui..e io ci stavo male…poi quando finalmente snon uscita da quel tunnel e lui è tornato m sono resa conto che ormai eravamo cambiati che ognuno in quellapausa di 2 anni si era fatto le proprie esperienze..e che alla fine sia io che lui eravamo solo attaccati al ricordo di quello che eravamo stati..non dico sia lo stesso per te..m VALUTA BENE…perchè può essere che veramente non sei più innamorata…ma sei solo legata al ricordo di lui…

  4. 4
    Criss -

    Quando questi personaggi se ne vanno, credono che non sia successo nulla e che possono tornare a loro piacimento tanto tutto è come prima. Si, tutto è come prima, ma c’è una cosa che sottovalutano: l’amore può ancora esserci, ma c’è stata un interruzione forzata al suo normale corso e quindi una sospensione di spazio-tempo, quindi quell’amore è obbligatoriamente diverso. Si è “introverso”, perchè per un lungo periodo ha potuto solo autoalimentarsi ed esternarsi verso se stesso… si è “retroflesso”.

    Io vivo la stessa situazione, solo che la mia ex non è ancora tornata. So già che se tornerà io probabilmente la prenderò, ma so anche che non l’amerò più come prima. Ci starò insieme per “convenienza”, per compagnia, nel nome di un amore che fu.
    Tu devi pensare lo stesso: o ci stai perchè ci sei stata prima, oppure digli addio e grazie per aver rovinato tutto.

  5. 5
    Credo -

    Ciao Erika,
    la solita storia, “le cose si cercano quando si perdono” vedi tu secondo me, hai tanto sofferto in quest’ultimo anno, che alla fine dentro di te qualcosa si è spezzato.. lui ti sembrava irraggiungibile, quasi un mito.. , e ora che è tornato con la coda tra le gambe, ti sei resa conto che in fondo non era questo grande mito.. e lo dimostra il fatto che ti da fastidio se ti tocca…
    Tu sei rimasta comunque attaccata alla sua idea di mito da raggiungere, e ora ti chiedi: come mai se mi bacia mi da fastidio? come mai a volte lo odio?.., ma tu devi solo capire se lo ami, o se quella fiamma si può riaccendere, altrimenti è tutto inutile…

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili