Salta i links e vai al contenuto

Non so come fare… a chi posso rivolgermi?

Ciao, mi chiamo Anna abito nella provincia di Pavia. Non trovando lavoro perché ho 39 anni eppure ho esperienza nel settore camerie ai piani e addetta vendita. Così un gg mi sono decisa di aprirmi un piccolo negozio di alimentari dove si vende un po’ di tutto, caramelle bomboniera, bibite, biglietti di auguri e tante altre cose. Il negozio è piccolo è in centro ed è di passaggio. Ci sono gg che si lavoro e dei gg no penso come dappertutto.. Ho chiesto alle banche e ai finanziamenti un piccolo prestito, una cifra di 6.000,00€, che per loro non è niente ma per noi comuni mortali sono tantissimi. Solo per pagare un po’ di cose che ho indietro e non per farmi una vacanza. La fine li ho chiesto un prestito e non di regalarmi, pagando la rata mensile con i loro interessi, ma niente ti chiudono le porte in faccia. Ieri ho chiamato la proprietaria del negozio che aspetti un attimo per l’affitto, mi ha risposto che è meglio che chiudo e non oltrepassare il 2018, e un consiglio che mi ha dato, ma dopo tanta fatica e debiti da pagare che ho, mi sento dire queste cose, sinceramente ti passa la voglia! Dicono tutti si noi aiutiamo le aziende start-up e donne imprenditrici e aziende, ma dove? Forse a chiudere si aiuta e demoralizzare. Ti senti dire non andate via dall’Italia perché sta cambiando, si certo che sta cambiando, ma non per noi. La disoccupazione sta diminuendo si è vero, ma solo perché le aziende stanno chiudendo. L’unica persona che ha sempre fatto qualcosa per le aziende è Berlusconi, l’ha detto e l’ha sempre fatto anche con i fatti.. infatti hanno fatto di tutto per buttarlo fuori perché a certi era scomodo.. Vorrei sapere come fare, cosa fare al punto che sono arrivata.. a chi posso rivolgermi per questo aiuto! Grazie se qualcuno mi risponde e mi da un consiglio.. Anna

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

11 commenti a

Non so come fare… a chi posso rivolgermi?

Pagine: 1 2

  1. 1
    Adam -

    Cit: ” La disoccupazione sta diminuendo si è vero, ma solo perché le aziende stanno chiudendo.”
    ?????????

    Cit: “. L’unica persona che ha sempre fatto qualcosa per le aziende è Berlusconi”

    Ahh,ora capisco: esempio da manuale di logica ferrea.

  2. 2
    Gabriele -

    Cara Anna, ho letto la tua lettera con molto interesse, io sono Gabriele, e ho stima di chi come te, è un imprenditore per il semplice motivo che crea ricchezza per tutti. Mi dispiace, che la tua esperienza comune a tanti altri imprenditori, ti faccia demoralizzare, e soprattutto fare debiti in giro. Hai fatto dei sacrifici per arrivare fino a qui, hai scelto di non subire passivamente il decorso degli eventi, e cioè che a 39 anni una persona non possa lavorare. Ti ammiro molto per questo.
    Altrettanto immagino, che come tutti gli imprenditori, tu abbia un rapporto con il tuo commercialista, il quale dovrebbe avere il dovere di dirti, non solo quanto pagare di tasse, ma anche fornirti degli spunti per non soccombere. Intanto non so se la tua è una società di capitali o di persone. Ma fa niente. In teoria dovrebbero esserci delle agevolazioni, proprio oggi ho sentito di un conoscente che a 40 anni vuole aprire una SRLS, perchè dice che è più vantaggiosa. Avevi pensato a questa eventualità?
    Lo svantaggio è che poi bisogna trasformare la SRLS, in SRL e comunque hai gli oneri derivati dalla camera di commercio, in entrambi i casi, cioè se fai la SRLS, hai comunque l’obbligo di iscrizione in camera di commercio, e poi una volta

  3. 3
    Gabriele -

    Trasformata in SRL, pagare il notaio e pagare l’iscrizione in camera di commercio. Ad ogni modo non avere vergogna per difendere ciò che è tuo, e sul quale ogni persona in Italia ti si dovrebbe affiancare, a cominciare da quelle figure professionali che già paghi: commercialista: (tampinalo, non lasciargli aria disponibile ti deve aiutare a non fallire), la camera di commercio stessa, oppure persone che conosci: (hai curato un pò la promozione di questà attività?). Altro punto sul quale riflettere quando un’impresa attraversa un periodo di crisi, dovuta a un periodo in cui tutte le imprese sono in crisi e non per malagestione dell’impresa stessa, io penso sia lecito chiedere una riduzione del canone di affitto dei locali: questo conoscente ha chiesto una riduzione di affitto (ha una azienda con il quale io collaboro, ora ne vuole aprire un’altra, una SRLS appunto) che ha ottenuto, a causa della crisi cocente, che ancora non è passata. Da notare che non ci sono state vicende giudiziarie per ottenerle, semplicemente si è fatto appello al buon senso: è meglio mandare falliti il mio affittuario, oppure cercare una mediazione, e fargli pagare un pò di meno? Chi ti affitta i locali è davvero così sicuro, che troverà a breve un altro

  4. 4
    Gabriele -

    Un altro affittuario per i locali?
    P.S. Quel caso che ti ho riportato della SRLS è da prendere con le pinze, perchè tutti, nonostante la nostra ricerca assidua ci hanno dato risposte differenti, perciò mi scuso fin d’ora se qualche passaggio risulta non pertinente, è semplicemente il riassunto di quello che ho trovato le fonti sono molto diverse fra loro: commercialista (di questo conoscente), camera di commercio, ente fiera della mia città, azienda promozione aziende (vicino alla mia città è un organizzatore di eventi, del quale non posso citare il nome, per ovvie ragioni), altre aziende del nostro settore, avvocato, amici, parenti. Quello che ti ho scritto vuole solo essere un spunto, secondo me c’è il modo per fare ciò che Anna merita, può e vuole fare!

  5. 5
    Anna Desta -

    Ciao Gabriele,grazie per avermi dato un appoggio morale,e un consiglio.Ti ringrazio anche del tuo commento e di avermi risposto subito.Cmq mi informo anch’io meglio sulla srls perché non l’ho mai sentita.Sinceramente arrivare fino a dove sono arrivata mi dispiacerebbe fallire.Grazie Gabriele

  6. 6
    Max1983 -

    Prova a cercare un altro locale da prendere in affitto che ti chiede meno è pieno di negozi liberi da affittare in giro

  7. 7
    Anna Desta -

    Grazie 1983 mille Max,sto già cercando..i prezzi sono sempre quelli..

  8. 8
    Angwhy -

    Con tutta l’ammirazione per chi prova a rimettersi in gioco a me risulta che il commercio tradizionale stia alla canna del gas perlomeno gia dagli anni 90.ti dico questo perche conosco il settore avendoci lavorato per molti anni.i piu furbi hanno venduto nel momento buono,gli altri mi sembra che stiano li a mantenere lo stato giusto x arrivare all’età della pensione.mi dispiace spero che a te possa andare meglio ma attenzione a non esporti troppo economicamente perche il lavoro serve per guadagnare non x pagare i debiti,come vogliono farci credere

  9. 9
    Max1983 -

    Prova a vendere qualcosa in più , senza esagerare, tipo i biglietti treno autobus concerti, fotocopie ,le caldarroste , i pasticcini freschi, i fiori mazzettini già pronti, fai punto raccolta ebay amazon recapitano la roba da te per chi non è mai a casa, giornali e sigarette te li sconsiglio perché si prende poco

  10. 10
    Anna Desta -

    Grazie Angwhy e max 1980,mi state dando molte idee grazie mille..

Pagine: 1 2

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.